Alimenti con vitamine e sali minerali

Autore Andrea Pilotti

Si sente spesso dire siamo quello che mangiamo, la nostra alimentazione, infatti, ha notevoli effetti per la salute complessiva del nostro organismo. In una dieta che si rispetti non possono mancare frutta e verdura, ricche di fibre, vitamine, sali minerali… insomma, alimenti completi e necessari al nostro benessere. Ovviamente bisogna integrare l’alimentazione con altri cibi, in particolare con quelli contenenti carboidrati e proteine, necessari a garantirci l’energia di cui il nostro corpo ha bisogno.

Alimenti con vitamine e sali minerali

Frutta e verdure sono importantissime per il nostro fabbisogno nutrizionale quotidiano, sono sicuramente tra le principali fonti di vitamine e sali minerali, che aiutano a mantenere in equilibrio il nostro organismo, insieme ai cereali. Se i vostri sintomi sono spossatezza, stanchezza, o se in generale avete alcuni malesseri di stagione ( raffreddore, tosse, etc..) probabilmente i vostri livelli di vitamine e sali minerali sono un po’ carenti. È sufficiente un analisi del sangue per monitorare i vostri valori. Il medico di base vi potrà prescrivere poi delle analisi più approfondite in caso di necessità.

Nell’ipotesi di carenze specifiche, però, è opportuno controllare attentamente l’alimentazione e l’apporto di queste sostanze: molto spesso, però, le etichette non riportano gli esatti quantitativi di vitamine e sali minerali presenti. L’obbligo specifico di indicare il quantitativo di queste sostanze è presente, infatti, solo per cibi specifici, che si inseriscono nel mercato proprio per i lor alti valori vitaminici. In generale, quindi, se il prodotto viene pubblicizzato perché particolarmente ricco di alcune sostanze ( fibre, calcio, sali minerali, etc..), è necessario indicarne i valori sull’etichetta.

La dieta mediterranea è senza dubbio la più equilibrata, e si basa essenzialmente sul consumo di cereali integrali, latticini, e ovviamente frutta e verdura. Solitamente queste ultime vanno assunte secondo la regola dei diversi colori: ogni giorno si dovrebbero mangiare almeno 5 porzioni tra frutta e verdura, prediligendo colori diversi ( verde, arancione, rosso etc..).

Le proteine devono provenire preferibilmente da pesce e legumi, limitando al massimo quindi il consumo di carne e salumi. Aromi e condimenti si basano su prodotti genuini e semplici: aglio, cipolla olio di oliva, aromi tipici della cucina mediterranea (origano, basilico, timo, alloro, salvia, etc..). A completare il quadro di una buona dieta ci sono alcuni piccoli consigli aggiuntivi: bere molta acqua ( almeno 1,5 litri al giorno), limitare le porzioni e il sale, e ovviamente fare esercizio fisico. Una buona regola generale è anche quella di contenere l’uso di vino e alcolici.

Adottando uno stile di vita sano, si può ridurre il rischio di malattie come cancro e tumore. Per esempio la vitamina C ha notevoli proprietà benefiche, ed è presente soprattutto in frutta e verdura, assieme a fibre, betacarotene e vitamina E, altrettanto utili). Frutta e verdura tuttavia contengono anche nitrati, sostanze naturalmente presenti nel terreno: la coltivazione intensa e spinta al massimo cui assistiamo oggi, ne ha provocato però un incremento nocivo per il nostro benessere.

I nitrati, infatti, si trasformano in nitriti in seguito a cottura e riscaldamento, ma anche durante la fase digestiva: qui, addirittura, i nitrati possono trasformarsi in “nitrosamine”, sostanze altamente cancerogene. Tale trasformazione ha ricadute negative, poiché i nitriti si legano all’emoglobina creando problemi per la circolazione sanguigna, che alla lunga possono portare ad infarti. Vi sono alcune verdure che hanno un valore di nitrati superiore rispetto alle altre, come ad esempio spinaci, cavoli, insalata, barbabietole, finocchi. È quindi consigliabile un consumo non superiore a due volte a settimana.

Sottocategoria:
Menu