Anello uomo

Autore Andrea Pilotti

Cambiano i tempi e con essi mutano anche le persone e la moda. Che le donne fossero attratte da tutto ciò che riguarda vestiti e accessori è risaputo, ma ultimamente si può osservare un progressivo avvicinamento dell’universo maschile alla moda in senso ampio, fenomeno che apre nuove porte ad un mercato sempre in forte espansione. Oggetto di accezione prettamente femminile, l’anello da uomo in passato ha visto il suo impiego principalmente durante il rito del matrimonio, in cui simboleggiava l’unione e il nuovo impegno che veniva preso in quel contesto. Leggi la guida per conoscerne caratteristiche, tipologie, e come scegliere l’anello da uomo in base a criteri di qualità, prezzo e corretta informazione per il consumatore.

Anello uomo

 

Ciò che rimane del passato

L’anello doveva principalmente indicare all’esterno quali erano quelle persone che avevano già preso un impegno per la vita e che quindi non erano disponibili per la formazione di nuove famiglie, ma più romanticamente indicava un legame in dissolvibile, forte come il metallo di cui era fatto (l’oro o l’argento), prendendo un’accezione strettamente sentimentale.

Un altro impiego maschile dell’anello lo si ritrova nelle tradizioni di “famiglia”, intese come il tramando di un anello con impressa la casata o il simbolo della famiglia, sinonimo di prestigio e oggetto di forte appartenenza comunitaria.

Ultimamente quest’accessorio/gioiello è tornato ad essere molto di moda, non solo come per tradizione al fine di attestare un sentimento (scopo comunque ancora molto in auge) ma per abbellire, per seguire le tendenze della moda che ci propone degli uomini molto attenti al proprio aspetto esteriore ed alla ricerca di particolari che li caratterizzino, che li facciano apparire diversi e dotati di una forte personalità.



Anelli Bulgari

Ciò che fa specie è che oggi non siano solo le donne a seguire questo trend, ma che ad avvicinarsi siano anche abbondantemente gli uomini.

Affascinati dal senso di potenza e prestigio che questo gioiello conferisce al suo indossatore (rimanenze del costume tradizionale in materia di anelli), gli uomini prediligono dei modelli di anello evidentemente molto diversi da quelli femminili, principalmente più sottili, delicati ed eleganti, quasi sempre abbelliti da pietre preziose.

Gli anelli maschili spesso sono anche in materiali diversi come l’acciaio, e seguono delle forme più spesse e importanti, quasi mai adornati da pietre preziose. Questo mercato in forte espansione ha subito trovato molto consenso sia nei consumatori che nei produttori di gioielli/accessori, che subito si sono tutti dotati di un’ampia collezione maschile.

Quando l’anello rispecchia la personalità

Come abbiamo già accennano nel passato l’anello era sinonimo di potere di prestigio, ed oggi si è arricchito di un’accezione di eleganza, charme e soprattutto di mistero e forte personalità. Spesso personalizzati attraverso incisioni all’interno, questo accessorio che spesso diventa feticcio rappresenta nella maggioranza di casi il carattere e la personalità di chi li porta, dando un primo identikit della persona.

Anelli spessi e importanti, dall’aspetto massiccio, stanno a indicare una persona aggressiva, dalla personalità spesso molto estroversa e socievole. Gli anelli più semplici, ma allo stesso tempo decorati con motivi e linee particolari vengono prediletti da persone più mentali, che li scelgono per i loro rimandi intellettuali a culture e tradizioni lontane.

Anello Brosway


Ci sono poi quelli anelli creati sui modelli degli antichi anelli di famiglia, spesso in oro con lo stemma o la pietra preziosa che rappresenta la famiglia, il gruppo o il casato: questa scelta viene operata da persone principalmente molto legate alla tradizione ed alla famiglia, con un grande senso di appartenenza culturale.

Naturalmente, una descrizione psicologica così indiziaria è puramente generica del carattere di una persona, ma tenuta su un piano superficiale può trovare ottimi riscontri. Infatti se è vero che l’abito non fa il monaco, è altresì vero che non si è mai visto un monaco vestito da diavolo.

Un uomo che indossa un anello, con la sua scelta sta già comunicando qualcosa alle persone intorno a se, sembra dire che non ha paura del giudizio delle persone, e che ama sentirsi speciale a prescindere dalle tendenze e dai pregiudizi. Un altro spetto da considerare è che mentre gli anelli delle donne sono per la gran maggioranza dei regali, gli uomini indossano anelli che nove volte su dieci scelgono e comprano da soli, dando così una forte impronta personale al proprio gioiello, che in tal modo parlerà del suo proprietario.

Le caratteristiche principali

Energia, passione e grinta sono i principi che stanno alla base delle collezioni uomo di gioielli. Originalità, forma design, impronta moderna e forte caratterizzazione maschile sono i criteri degli anelli maschili più ricercati, uniti alla raffinatezza che spesso si accosta per contrasto ad uno stile volutamente grezzo e finto trasandato.

Le varie collezioni proposte dagli stilisti e dalle marche più rinomate dal settore prevedono diverse linee, al fine di soddisfare i gusti del maggior numero possibile di consumatori: si parte da materiali classici come l’acciaio e la pelle nera passando per il legno marrone scuro, accostati a borchie o ricami geometrici in stile etnico, a volte abbelliti da pietre come l’occhio di tigre o addirittura i diamanti per i modelli più preziosi.

Anello Armani


L’uomo che le case di produzione individuano come target per i propri prodotti è un uomo dinamico, indipendente, con una personalità forte e ben marcata, un individuo che non segue ciecamente le mode e i dettami delle passerelle, ma che ci si accostano volentieri, non per uniformarsi al gruppo ma per creare un proprio stile unico e distintivo, qualcosa che parli di se attraverso le sue scelte.

Lo stile infatti è qualcosa che va ben oltre dal semplice modo di vestire, ma è un insieme di atteggiamenti, scelte e accessori di cui le persone amano circondarsi e che amano che le persone abbinino a se, in un mix unico ed inconfondibile.

L’avvicinamento degli uomini a questo diverso è probabilmente dovuto anche ai mutamenti della società, una società dell’omologazione dove i nuovi must sono “emergere a tutti i costi”, “diverso è bello, unico è ancora meglio” ed “esprimi la tua personalità”.

In tal contesto la ricerca del particolare unico e inimitabile diventa fondamentale, e le case di produzione di gioielli l’hanno capito bene, creando delle linee di prodotti per così dire “a tema”, per l’uomo sportivo, per l’uomo senza limiti, creando delle collezioni per cui ogni persona potesse riconoscersi in una particolare anello specifico.

Regalare un anello da uomo

Anche se la tradizione continua a proporre che gli anelli devono essere regalati da uomini innamorati che si inginocchiano per consegnarli insieme ad un mazzo di rose rosse, anche per un uomo questa tipologia di gioiello può risultare un regalo molto gradito, soprattutto per quelle feste classiche in cui non si sa mai su cosa orientarsi per trovare un dono originale e di sicuro effetto.

Essendo una tipologia di regalo ancora non lungamente battuta, può sembrare particolarmente difficile riuscire a trovare l’anello giusto tra la moltitudine di proposte presenti sul mercato, anche ragionando basandosi sulla personalità del destinatario del regalo.

Uno stratagemma largamente utilizzato soprattutto nelle vicinanze delle principali festività è il giro di shopping, un tour tra i negozi in cui si spera che il futuro ricevente del regalo si incanti davanti ad una vetrina indicando un particolare regalo (o anello in questo caso), oppure mostrare delle pubblicità su delle riviste per estrapolare opinioni e commenti sui prodotti rappresentati in reclame.

Anello Breil



In ogni caso, per andare sul sicuro spesso ci si orienta verso i modelli principali delle maggiori case di gioielli per uomo e non, finendo per fare un regalo scontato e per niente unico. Scegliere le maggiori marche è giusto, ma bisogna saper andare oltre alle proposte di punta del periodo se non si vuole dare di l’impressione che non si sapeva assolutamente che regalo scegliere e si è presa la prima cosa che la tv o una rivista del settore hanno consigliato.

Inoltre, scegliendo marche famose oltre al valore effettivo del gioiello si ha il valore aggiunto del marchio, che spesso e volentieri vale anche di più di quello effettivo del prodotto.

Orientarsi invece su anelli di oreficeria artigianale può essere un’altra scelta molto interessante, e così altrettanto costosa. La scelta dei materiali e della qualità saranno sicuramente migliori rispetto a prodotti largamente commerciali, il rischio è però di avere un anello anonimo pagato molto caro che ha solo il fascino di essere prezioso, e non trasmette tutti quei valori importanti sopra descritti.

Comprare l’anello online

Un fenomeno di larga espansione è senza ombra di dubbio il famosissimo e-commerce, servizio internet che permette ai consumatori di fare i propri acquisti comodamente seduti alla propria scrivania e vederseli recapitare direttamente a casa alcuni giorni dopo.

Al giorno d’oggi, grazie a innumerevoli articoli di divulgazione è programmi su queste tematiche, siamo ormai tutti consci e consapevoli (o quasi) dei rischi in cui si incorre decidendo di comprare su internet i nostri prodotti anziché nei tradizionali negozi specifici.

Dopo aver scelto il tipo di anello per se o da regalare che si intende comprare, è possibile scandagliare il web alla ricerca di un prezzo favorevole o di un’offerta imperdibile, ma prima di procedere all’effettivo acquisto è bene informarsi più che attentamente ed accuratamente la serietà e sicurezza del sito su cui si vuole acquistare.

Anello Fossil


In tal senso può essere utile leggere i sistemi di feedback dei venditori che propongono il prodotto che ci interessa, oppure leggere qualche blog sugli acquisti in linea in cui persone che hanno già fatto questo tipo di esperienza raccontano come si sono trovati e se lo consiglierebbero a terze persone. Un altro metodo un po’ più classico ma di sicuro effetto è anche il passaparola, ovvero rivolgerci a quelle persone che conosciamo che sappiamo aver comprato online e che riteniamo possano consigliarci saggiamente sul da farsi.

Tale ricerca è fondamentale qualunque cosa si intenda comprare dal web, ma è ancora più valida per tutti quegli articoli preziosi che vanno pagati tramite carta di credito, bonifico, vaglia ecc. ancora prima di avere il prodotto in mano: è il caso di gioielli, computer, cellulari è quant’altro ha un prezzo elevato a fare maggiore gola ai truffatori, che possono far emergere siti fasulli di vendita (come molti programmi tv ci hanno più volte mostrato) oppure che vogliono semplicemente rubare i codici delle carte di credito. Per tutti questi acquisti la regola d’oro è massima informazione e sicurezza sull’attendibilità del sito.

A chi rivolgersi

Come presentato nel paragrafo “regalare un anello da uomo” ci sono due macro tipologie di anelli da uomo verso il quale potersi orientare, ovvero gli anelli di grandi marchi di moda e gioielli largamente pubblicizzati e sponsorizzati da volti noti, oppure ricorrere a prodotti di gioielleria tradizionale artigianale, dal grande valore effettivo ma magari di minor impatto. 

Anello Calvin Klein


In ogni caso, qualsiasi sia la scelta operata, è possibile rivolgersi a tutte le grandi e medie gioiellerie ed ai negozi dei maggiori marchi specializzati, tra cui: Cartier, Armani Gioielli, Sector, Breil, Paciotti, Morellato, Aprile, Damiani, Tissot, Calvin Klein, John Richmond e molti altri ancora.

A seconda del marchio e della fama del modello prescelto è possibile trovare un’ampia gamma di prezzi, ed è bene per quei prodotti che non hanno il prezzo imposto girare prima molti e diversi negozi del settore prima di procedere all’acquisto, in quanto la ricerca delle condizioni di mercato più favorevoli è sempre l’obbiettivo primo e più importante di un consumatore oculato e attento al risparmio.

Leggenda dell’anello

L’anello è un cerchietto di metallo o altro materiale che orna le dita della mano. La prima forma dell’anello, apparso con l’era del bronzo, era semplice, a forma di cerchietto. Nella civiltà cretese-micenea si usò l’anello col sigillo in oro o anche in ferro, giacché si dava a quest’ultimo metallo, piuttosto raro, una notevole preziosità. Il castone, di forma ellissoide o rettangolare, portava incise scene religiose, belliche o profane, di rara finezza e ricchezza di particolari.

La civiltà greca classica diede all’anello proporzioni più modeste limitandosi ad incidere nel castone una sola figura per lo più umana. L’arte romana apportò notevoli mutamenti alla forma e alla decorazione di esso; diventò frequente l’anello con gemma (corniola, onice, ecc…), talvolta minutamente incisa, raffigurante divinità cui si attribuiva una capacità protettiva.

Anello Morellato


L’anello si portava prima in qualsiasi dito della destra o della sinistra, poi si diede la preferenza al quarto dito della sinistra che da allora prese il nome di anulare.

Nell’era imperiale la moda si sbizzarrì intorno agli anelli, creando le più svariate forme e usando diversi tipi di metalli. Ebbe in quel periodo una particolare importanza l’anello senatorio, portato come segno di autorità e di nobiltà. Da Settimio Severo in poi l’anello diventò segno di distinzione tra cittadino libero e schiavo. L’avvento del cristianesimo non portò modificazioni rilevanti nella foggia e nell’uso dell’anello. Si preferirono tuttavia anelli con incisioni riguardanti il simbolismo cristiano. Probabilmente venne in uso in questo periodo l’anello episcopale, che fu portato nell’anulare della mano destra fatta per benedire, di solito in oro con una gemma incastonata.

Nel Medioevo l’anello divenne diffusissimo e accompagnò tutti i momenti della vita; si usò come talismano nelle battaglie, come sigillo e autentificazione di atti pubblici, nel vincolo del matrimonio, e fu allora che per quest’ultimo rito venne denominato fede. Da allora, e poi attraverso il Rinascimento, acquistò sempre maggior prestigio, si foggiò nelle forme più impensate e acquistò dimensioni anche notevoli.

Tipi di anelli da uomo

Diciamo che di tradizione in tradizione e di epoca in epoca, l’anello è diventato ai giorni nostri un oggetto ornamentale preferito da molti uomini e foggiato in bellissime forme, grazie al gusto e alla perfezione ormai raggiunti nell’arte dell’oreficeria.

Esistono in commercio vari tipologie di anelli da uomo e variano tutti in relazione alla dimensione, al materiale e alle eventuali decorazioni per chi lo desidera. Le cose fondamentali che vengono notate a prima vista rimangono comunque il tipo di materiale dell’anello, il colore e anche il fatto che un anello sia inciso o meno.

Mentre negli anni passati gli uomini utilizzavano solamente anelli di fidanzamento o di matrimonio, al giorno d’oggi l’uomo si è più evoluto e ha cominciato ad indossare sempre più anelli di diverse tipologie. Esistono infatti anelli per tutti i gusti dell’uomo e in base all’età e stile di vita. Si parte dagli anelli più semplici fino ad arrivare a quelli più vistosi, appariscenti, decorati con pietre e ancora meglio diamanti che risaltano l’uomo appariscente, di una certa classe. 

Anelli Damiani


L’uomo più giovane prediligerà magari un anello metallico formato da diversi giri attorno al dito. Sono anche di moda quelli in plastica colorati e non, e quelli cosiddetti “fai da te”. In genere sono preferiti dai ragazzi giovanissimi. Inoltre questi anelli si possono tranquillamente abbinare a qualsiasi tipo di abbigliamento e sono preferiti perché maggiormente economici rispetto alle altre tipologie di anelli, quindi facilmente acquistabili da tutti.

Soprattutto per il giovane appassionato di arte e della cultura in generale, sono molto apprezzati gli anelli in argento raffiguranti simboli celtici. Ad esempio l’anello che rappresenta la raffigurazione di un nodo intrecciato a formare un percorso senza fine. L’arte celtica contiene un vasto repertorio di varie forme artistiche, forme astratte senza senso.

Per i fidanzati invece il solitario, classico anello che ci si scambia quando si è innamorati, composto da un singolo diamante o pietra preziose in oro soprattutto se bianco è preferito. L’anello ideale per l’uomo di una certa età, per l’uomo sposato, rimane comunque la fede, in oro bianco o giallo e in alcuni casi di platino.

Per finire, l’uomo più modesto, di un certo ceto sociale, opterà solamente ed esclusivamente per gli anelli in oro di moderna linea geometrica con rubini, zaffiri e smeraldi incastonati, di una certa marca, che mettono in bella vista la persona che li indossa. Anelli, quindi, soprattutto molto eleganti e belli dal punto di vista estetico. In genere sono preferiti dagli uomini di 50 anni e oltre.

Il significato dell’anello

Gli anelli da uomo, così come pure quelli da donna, assumono diversi significati. E’ interessante leggere e dare un’occhiata ai vari significati, anche se poi nella realtà gli uomini indossano l’anello senza pensare (e magari neanche conoscere) i vari significati che possono assumere.

Innanzitutto, se portato alla mano sinistra, essendo la mano del cuore, è anche la mano dei sentimenti e delle emozioni. Se portato, invece, alla mano destra, rappresenta il simbolo della razionalità e della logica. A seconda poi di quale dito della mano viene portato, anche in questo caso ha dei significati.

  • Se portato al pollice significa senso di volontà e logica.
  • All’indice corrisponde al successo e alla fortuna.
  • Al medio corrisponde alle persone prudenti e pazienti.
  • All’anulare indica stabilità e idealismo.
  • Al mignolo significa socievolezza e astuzia.

Per quanto riguarda i metalli si può dire che l’oro bianco lo indossa chi ha un carattere solare, esibizionista e generoso.

  • Il platino è portato da chi ritiene essere una persona un po’ fredda caratterialmente e chi dà più importanza all’aspetto esteriore che alla sostanza.
  • L’oro rosso è adatto a chi mette in primo piano i sentimenti e la passione.
  • L’argento è indossato da chi ha un carattere emotivo, un po’ con la testa tra le nuvole, poco portato per le cose materiali.

Infine l’anello assume importanza anche a seconda del colore delle pietre:

  • Le pietre bianche sono adatte a chi ha un carattere creativo, pigro e sognatore.
  • Le pietre gialle a una persona attiva, dinamica e intellettuale.
  • Le pietre verdi a chi è romantico e ottimista.
  • Le pietre rosse a chi possiede un carattere forte e grintoso.
  • Le pietre azzurre alla persona serena, disponibile e un po’ ingenua.
  • Le pietre viola a chi ha un carattere tranquillo e meditativo.
  • Le pietre marroni a chi è ordinato, prudente e razionale.
  • Le pietre nere alla persona dal carattere misterioso e inquieto.

Materiali dell’anello uomo

L’anello per uomo, così come anche quello per la donna, si compone di vari materiali. Abbiamo il vetro che nasce dalla fusione della silicie, materiale che si trova nelle sabbie dolci, mischiata con la calce e altre sostanze quali il potassio e il carbonato di sodio, che si ricavano dalle ceneri di piante o alghe costiere.

Anello in oro con diamante


Le principali caratteristiche di questo materiale sono la limpidezza, la trasparenza e la colorazione. Attraverso diversi elementi si ottengono varie colorazioni di vetro. Ad esempio, con il rame si fa il vetro azzurro, verde o rosso, con il manganese il vetro purpureo, con il cobalto il vetro turchino scuro. Poi si ha l’argento. Quando è puro l’argento ha colore bianco, splendore vivo, frattura compatta.

Una nuova parte dell’argento prodotto è impiegato nella fabbricazione di svariati oggetti d’uso, ornamentali ed artistici e tra questi proprio l’anello. Per la sua relativa scarsità, il colore brillante, la resistenza all’ossidazione atmosferica, l’argento venne usato fin dai tempi molto antichi per la manifattura di oggetti ornamentali. Entra in combinazione con altri metalli, specie con il rame cui conferisce sonorità, durezza e tenacità. L’uomo lo predilige maggiormente tra tutti i vari materiali.

Anello in oro bianco e giallo



L’oro è usato nella fabbricazione di vetri colorati di pregio. Gioielli personali e oggetti ornamentali denotano il gusto sempre vivo per questo metallo. Nell’era moderna all’oro puro, dal colore classico, si vanno preferendo nella legatura delle pietre preziose o altri metalli (come il platino), oppure ancora leghe particolari che gli conferiscono tipiche colorazioni, tra cui usati specialmente l’oro rosso e quello bianco, quest’ultimo assai di moda negli anelli. Ultimamente l’uomo predilige in particolare l’oro bianco per gli anelli da matrimonio.
Infine gli anelli si compongono di materiali formate da pietre preziose. La pietra di maggior pregio è il diamante che è una pietra fluorescente e fosforescente. Sotto l’azione dei raggi x o di sostanze radioattive emette una luce molto brillante. Normalmente è incolore e trasparente; spesso, per impurità, lievemente colorato di giallo, verde, azzurro intenso, nero.

Altra pietra di pregio è il corindone, che è ossido di alluminio puro e cristallizzato. La varietà trasparente è quella che viene lavorata e va in commercio sotto il nome di pietra orientale. A seconda del colore si hanno le seguenti varietà: zaffiro bianco orientale, giacinto orientale (rosso aurora), topazio orientale (giallo oro), rubino orientale e infine smeraldo orientale (verde smeraldo). 

Anello con zaffiro


Il rubino è un minerale costituito dalla varietà rossa. Per la sua grande durezza e per la purezza della sua tinta è una pietra preziosa molto pregiata in gioielleria. Il topazio è anch’essa una pietra particolarmente pregiata nella varietà gialla e nella varietà azzurra che si confonde facilmente con l’acquamarina.

Come scegliere l’anello da uomo

La scelta dell’acquisto di un anello da uomo viene effettuata tenendo conto di diversi elementi. Innanzitutto bisogno tenere conto dell’aspetto economico, quanto si è disposti a spendere e quindi fissarsi un budget. Occorre, quindi, farsi come si dice “quattro conti in tasca” e programmarsi una quota disponibile. Sappiamo infatti, che nel caso di un anello di fidanzamento per uomo, la spesa sarà piuttosto elevata in quanto si presuppone che è un oggetto che rimarrà per tutta la vita.

In secondo luogo, occorre scegliere in base ai propri gusti. Una donna che regala un anello al proprio uomo si troverà davanti a una scelta praticamente infinita di anelli, che siano di valore o di non valore. E’ necessario quindi tenere in considerazione i gusti dell’uomo a cui lo regalerà e quindi tener conto innanzitutto che tipologia di anello gradisce, se preferisce un anello elaborato, con lavorazioni particolari, anelli antichi o moderni, etc.

Anello Sector


Una volta individuata la tipologia di anello adatta, bisognerà tener conto a questo punto della grandezza dell’anello, la misura dell’anello in base alle dita. Un elemento importante è di non scegliere un anello “ad occhio”, ma avere sempre la possibilità di provarlo o eventualmente, se si tratta di un regalo, cercare in qualche modo di prenderne le misure per andare sul sicuro.

In quarto luogo, nell’acquisto di un anello un elemento da tenere in considerazione valido sia per l’ uomo che per la donna, è quello di farsi accompagnare da una persona in modo da farsi consigliare.

Ultimo elemento da non sottovalutare è quello di scegliere un negozio fidato, magari chiedendo suggerimenti ad amici o familiari che sappiano consigliarci avendoci già acquistato. Importante che venga rilasciato sempre il certificato di garanzia e controllare le condizioni per il diritto di recesso ed eventualmente la possibilità di cambiare un anello, nel caso in cui l’anello da uomo non sia di suo gradimento.

Dove acquistare l’anello uomo

I luoghi dove poter acquistare un anello da uomo sono praticamente vari. Innanzitutto la maggior parte degli acquirenti si reca in una gioielleria o in una boutique. La raccomandazione è quella, come detto prima, di potersi fidare del gioielliere o del commerciante dove ci si reca, chiedendo informazioni a persone che hanno avuto già modo di recarsi presso quella specifica gioielleria.

Questo poiché la persona a cui ci rivolgiamo per l’acquisto ci deve saper consigliare una scelta valida senza che ci imbrogli. Magari se il venditore è un uomo ancora meglio, in quanto saprà consigliarci meglio ed esprimerci il suo parere, il suo punto di vista sul nostro anello da uomo, visto che si tratta proprio di questo. Pensiamo anche ai supermercati che al giorno d’oggi, sono attrezzati all’interno del punto di vendita, di spazi adibiti alle vendite di anelli, orologi, etc.

Anello Paciotti


Un’altra possibilità è quella di acquistare il nostro anello da uomo su Internet. Al giorno d’oggi le possibilità di acquistare su Internet sono parecchie. Ci sono diversi siti che offrono tipologie di anelli (da uomo in questo caso). Qui troviamo una vasta quantità di anelli da uomo che cerchiamo, di tutti i tipi, completi di foto dove sono riportate tutte le caratteristiche.

L’unico inconveniente è quello di non poter avere davanti a sé l’anello da acquistare e quindi limitarsi solo a guardare e fidarsi. Anche in questo caso la raccomandazione è quella di stare bene attenti a non farsi fregare, leggere bene tutte le informazioni necessarie prima di procedere all’acquisto perché una volta acquistato il nostro anello difficilmente potrà tornare indietro in caso in cui saremmo insoddisfatti (a meno che non sia indicato nell’acquisto di vendita).

Una volta individuati i punti di vendita dell’anello da uomo non ci resta quindi da far altro che procedere all’acquisto.

Menu