Diventa Fan

Auto sportive da collezione

Le auto sportive da collezione sono vetture ad alte prestazioni dal design accattivante che hanno avuto un successo tale da rimanere nel cuore degli appassionati di questo settore davvero emozionante. Leggi la guida per conoscerne caratteristiche, tipologie, e come scegliere i migliori modelli di auto sportive da collezione in base a criteri di qualità, prezzo, offerte e corretta informazione per il consumatore.

Auto sportive da collezione

Modelli famosi

Prima di acquistare un’auto sportiva da collezione senza badare al prezzo, stabilite come avete intenzione di usarla. La vostra auto dovrebbe soddisfare le vostre esigenze e dovreste potervela permettere (se superate il vostro budget acquistando un’auto con alti costi di manutenzione, potreste non potervi permettere di utilizzarla). Inoltre, considerate che il veicolo avrà bisogno di manutenzione, perciò trovate un’officina in grado di occuparsi dell’auto sportiva che avete in mente di acquistare. Ecco quattro esempi di auto sportive da collezione che offrono un’esperienza di guida divertente, non creeranno problemi per trovare assistenza o pezzi di ricambio e saranno relativamente semplici da vendere se deciderete di cambiare auto.


MG MGB-GT

Una vera GT car con pedigree, cerchi in lega, pelle e protezione dalle intemperie. A seguito del grande successo ottenuto con la MGB roadster nel 1962, MG realizzò una versione coupe. Il design Pininfarina aveva in comune paraurti frontale e tettuccio, ma con un parabrezza leggermente più alto, per lasciare più spazio all’interno.

La ben proporzionata MG MGB-GT nacque nel 1965, con sedile posteriore ribaltabile e un pratico portellone posteriore.Il peso aggiunto del tettuccio compromette un po’ l’accelerazione, ma questo aspetto è compensato dalla migliore aerodinamica e dal controllo più semplice, grazie a uno spostamento del peso sulle ruote posteriori. Con sedili in pelle, cerchi in lega, e una buona qualità complessiva, la MGBGT era una sorta di alternativa più economica all’Aston Martin.

Il tettuccio non è apribile.Cercate una MG MGB-GT in buone condizioni — sono più costose da riparare rispetto alle spider e valgono meno.Non sorprende che, quando si cerca una MG MGB-GT, la quantità di ruggine sia un fattore importante. Per via dell’alta qualità della vernice originale, in genere le MGB arrugginiscono dall’interno verso l’esterno, a causa delle piccole perdite e della corrosione. Controllate che le giunzioni tra il paraurti anteriore e gli alloggiamenti dei freni siano solide, che gli sportelli non si abbassino quando li aprite e verificate le condizioni delle molle degli ammortizzatori.

Un foro causato dalla ruggine nella modanatura generalmente è indice di un problema serio. Tuttavia, paraurti e sportelli possono essere sostituiti abbastanza facilmente.Il motore, come per la maggior parte delle auto Inglesi, può mostrare qualche segno di perdita d’olio. Sostituire il motore 1.789-cc non comporta grosse spese e il supporto per i pezzi di ricambio per queste auto è impressionante.

La quinta opzionale è un bonus aggiunto. Evitate auto dal 1968 in poi, poiché le prestazioni sono state notevolmente limitate dalle leggi sulle emissioni inquinanti. Per una vera esperienza di Gran Turismo Inglese a una frazione del costo di una Jaguar, la MGB-GT è una gran bella scelta. E’ divertente da guidare, ha uno stile elegante, è pratica, i pezzi di ricambio sono semplici da trovare e il supporto della casa madre è ottimo.

BMW 2002 tii

Una conferma per la reputazione BMW in quanto a performance. Una buona BMW 2002 tii offre un’esperienza di guida fantastica e moderna con abbastanza spirito vintage, un’incredibile qualità meccanica e una buona disponibilità di parti di ricambio.

Anche se Isetta bubblecar ha salvato la BMW dal fallimento negli anni ‘50, è stata la BMW 2002 tii a far riguadagnare al costruttore il mercato.Equipaggiata con un motore100-hp da 2 litri e sospensioni posteriori indipendenti, la due porte del 2002 era l’antitesi dell’icona Americana di grande potenza.Ha avuto un successo immediato nel mercato USA, facendo scrivere a David E. Davis su Car and Driver “Penso che il modello 2002, tra i modi che le civiltà moderne di tutti i tempi hanno inventato per sedersi, sia uno dei migliori”.

L’ultima variante BMW 2002 è stata la Turbo del 1974, mai importata ufficialmente negli USA.La penultima è stata la BMW 2002 tii (Touring International Injection), introdotta nel 1972.La BMW 2002 tii era più compatta, aveva valvole di immissione e freni più grandi, ruote più grandi e un sistema a iniezione di carburante meccanico Kugelfischer. Aveva 25 cavalli in più rispetto al modello standard e maggiore potenza. Dal punto di vista meccanico, le BMW 2002 sono molto resistenti ma, come per la maggior parte delle auto di quel periodo, la vera preoccupazione è la carrozzeria che può – e in genere succede – arrugginirsi.

I punti fondamentali da ispezionare sono le piastre di supporto degli ammortizzatori posteriori, l’alloggiamento della ruota di scorta, la cornice che supporta il serbatoio della benzina e le molle degli ammortizzatori (che sono strutturali). Le parti di ricambio sono facilmente reperibili attraverso un’attiva rete di fornitori e il supporto della casa madre. Ricordate che la BMW 2002 tii ha bisogno di carburante ad alto numero di ottani e che i modelli dal 1974 in poi hanno dei paraurti molto grandi.

Ford Mustang coupè

Una leggenda, semplice da possedere e guidare come un’auto nuova. La prima generazione di Ford Mustang, icona delle auto da collezione Americane, ha riscosso un enorme successo, con più di 400.000 auto vendute nel primo anno.Non solo la Ford Mustang è diventata una delle auto più amate, ma ha inaugurato un nuovo settore, le “pony car.”

Con un design classico, un’ottima disponibilità di parti di ricambio, un grande supporto da parte della casa madre e un seguito incredibile, la Ford Mustang rappresenta un’auto perfetta per chi vuole iniziare una collezione.

Le auto sportive ispirate alla Ford Falcon erano tra le auto Americane più divertenti da guidare.Le Mustang offrivano varie opzioni, da un modello quasi economico con un sei cilindri 120-hp alle auto ad alta performance con un 271-hp, 289-ci V8, cambio manuale a quattro velocità e freni a disco anteriori.

Se vi serve solo un’auto che vi permetta di fare un salto in gelateria la domenica sera, una Mustang a sei cilindri sarà sufficiente, ma il V8 è molto più desiderabile, anche con il cambio automatico a tre velocità.Le Mustang che valgono di più sono modelli originali GT, ma dal momento che la maggior parte del pacchetto era disponibile come pezzi installati dal venditore, per confermare che si tratta di una “vera” GT sono necessari i rapporti del costruttore.Le auto che hanno questa documentazione valgono molto più dei modelli coupe, anche di quelli con V8. Nel momento in cui acquistate, valutate la qualità di eventuali riparazioni.

Le prime Mustang hanno grande stile, le potete rifornire in qualsiasi stazione di servizio e la maggior parte delle officine può ordinare i pezzi di ricambio. Le Mustang sono semplici da trovare, abbastanza economiche da possedere e riparare, ed è difficile che si svalutino nel tempo.

Alfa Duetto

Una famosa auto sportiva Italiana, un vero classico a un prezzo molto contenuto. Resa immortale da “Il Laureato,” molte persone associano il concetto di “Auto Sportiva Italiana” all’Alfa Duetto.” Con un design incisivo, tettuccio apribile, un motore agile e un cambio affidabile, la realtà corrisponde al mito.Alfa Duetto, uno dei maggiori successi di Alfa Romeo e Pininfarina, ha debuttato negli USA nel 1967 con un radicale cofano posteriore “a coda tonda”.

Nel 1970 la Spider (come venne ribattezzata) ebbe un più convenzionale cofano quadrato, in risposta alle critiche che aveva suscitato il design originale. Perciò i modelli Alfa Duetto 1966 – 1969 sono molto diversi rispetto alle Spider che vennero prodotte fino al 1993, rendendo l’Alfa Duetto a coda tonda un vero classico.L’Alfa Duetto è molto divertente da guidare, avendo un motore free-revving 1.600-cc DOHC four e un agile cambio a cinque velocità.

Il modello del 1969 (nel 1968 negli USA non è uscito nessun modello) ha un motore più potente, 1.779-cc, con un sistema di alimentazione problematico, perciò il modello del 1967 è più desiderabile. Alfa Duetto ha il supporto di una grande azienda, perciò è facile trovare i pezzi di ricambio.La sfida maggiore nell’acquistare una vecchia Alfa Duetto è che molte non hanno avuto una buona manutenzione nel periodo nel quale erano semplici auto usate.

Il cambio e la guarnizione della testata sono le parti che si rompono più facilmente. Anche se le Alfa Duetto hanno parti meccaniche robuste e il costo per ricostruire il motore è inferiore rispetto a quello di altre auto Italiane, fate attenzione alle auto che hanno subito molte riparazioni. Inoltre, fate molta attenzione alla carrozzeria.

In mancanza di una buona manutenzione, le vecchie Alfa arrugginiscono molto facilmente. Inoltre, le parti appuntite che rendono l’Alfa Duetto così speciale, sono particolarmente vulnerabili. E’ facile che scopriate che l’auto ha subito delle riparazioni. Controllate se il dorso è un po’ rialzato sopra il centro dello sportello: è un segno che l’auto è originale, o che comunque è stata riparata in maniera corretta.

Auto inglesi


Triumph Spitfire

Anche se ha motore e cambio Inglesi, la sua carrozzeria,disegnata da Michelotti, potrebbe essere la più graziosa di questa classe. Lanciata sul mercato nel 1962, la Triumph Spitfire ha un telaio rigido, finestrini roll-up e un interno più spazioso di quello della maggior parte delle auto sportive dell’epoca.

Il suo motore a 4 cilindri e a 2 carburatori può produrre fino a 63 bhp di potenza che, considerata la leggerezza dell’auto, si traduce in una performance eccezionale.

La Triumph Spitfire del 1970 è la scelta migliore in assoluto, poiché offre un interno elegante con pannello della plancia in legno, più spazio per i bagagli e modifiche alla sospensione posteriore con l’adozione di un perno centrale per una maggiore maneggevolezza.

Guardatevi dalle Triumph Spitfire realizzate dopo il 1970 poiché, per ottemperare alle leggi anti inquinamento, la potenza è stata progressivamente ridotta. Nei modelli precedenti al 1970, le ruote posteriori spiattellate indicano problemi alla sospensione posteriore. L’interno frontale della Triumph Spitfire è angolato in avanti, il che offre molto spazio per accedere al motore, ma può essere difficile da ricostruire in caso venga danneggiato.

Sunbeam Alpine

Hanno finestrini elettrici, un bagagliaio delle giuste dimensioni e una guida con tutti i comfort. Le Sunbeam Alpine — spesso trascurate in favore del modello V8, la Sunbeam Tiger — offrono una buona qualità a un prezzo contenuto. Anche se la potenza non è massima, la Sunbeam Alpine ha un pacchetto bilanciato che si guida facilmente ad alta velocità.

Pensate alla Sunbeam Alpine come a un’alternativa alla Ford V8.Tuttavia, la Sunbeam Alpine non è stata mai veramente all’altezza del V8.

Acquistate i migliori esemplari disponibili e controllate con attenzione che non ci siano danni strutturali. Il prezzo al quale potreste rivenderla non compenserà riparazioni molto estese.

Mini Cooper S

Con il successo che oggi stanno riscuotendo le nuove Mini Cooper, le Mini Classiche stanno iniziando a guadagnare molta attenzione.

Dal momento che un gran numero di Mini Cooper sono state immesse sul mercato dalla Gran Bretagna, che le ha prodotte dal 1959 al 2001, i prezzi sono rimasti stabili.Anche se sembrano molto piccole, le Mini Cooper hanno interni spaziosi e possono trasportare quattro adulti.

Un basso centro di gravità e le ruote posizionate ai quattro angoli la rendono un’auto molto agile.La Mini Cooper S, introdotta nel 1963, rappresentava l’aggiornamento della Austin/Morris, con un motore da 1.275-cc, freni a disco e un secondo serbatoio per il carburante.E’ quella più apprezzata dai collezionisti.

Fate attenzione alle auto arrugginite, specialmente se si tratta di auto monoscocca. Ditte affidabili in Gran Bretagna stanno restaurando auto prodotte prima del 1973 (regolarmente importate e registrate) usando nuove carrozzerie, ma spesso il prezzo è abbastanza alto.

Morgan Plus 4

L’ultima auto classica ancora in produzione, ha un aspetto che ricorda le auto prodotte prima della Seconda Guerra Mondiale, con qualche particolare recentemente brevettato dalla Morgan Motor Company.

Anche se potete ancora acquistare la Morgan Plus 8 (la nipote della Morgan Plus 4), l’originale è quella che detiene il maggior valore.Quando venne lanciata nel 1950, la Morgan Plus 4 aveva lo stesso motore della Triumph e della successiva serie TR2-4.

Oggi la manutenzione della Morgan Plus 4 è molto semplice, dal momento che le parti di ricambio sono disponibili presso la Morgan Motor Company e il motore presso i rifornitori Triumph.Anche se la maggior parte dei guidatori afferma di amare la maneggevolezza della Morgan Plus 4, molti hanno avuto una prima esperienza di guida negativa.

La performance è superiore rispetto a quella della più pesante Triumph TR, ma assicuratevi di poter guidare comodamente sotto il grande volante e di apprezzare la sensazione che vi danno le sospensioni prima di acquistarla.

MG MGB

E’ stata l’auto sportiva Inglese più popolare di tutti i tempi. Con più di 500.000 esemplari realizzati in 17 anni, avete una vasta gamma di auto tra cui scegliere. Secondo Sports Car Market Magazine, la MG MGB ha un grande valore.Se è in buone condizioni, la MGMGB è divertente e pratica da guidare.Le MG MGB realizzate prima del 1968 hanno un tradizionale cruscotto nero e interni molto attraenti.

Le MG MGB prodotte tra il 1968 e il 1971 hanno interni imbottiti ma conservano il paraurti cromato e tutte hanno un motore 1.800-cc che raggiunge una velocità massima di 100- mph e una performance da 0 a 60 in 12 secondi.

I modelli prodotti dopo il 1967 possono avere un cambio sincronizzato a quattro marce, ma il valore dell’auto non varia; tuttavia, auto con la quinta offrono una migliore performance sulle lunghe distanze.

Potete trovare facilmente parti di ricambio per le MGB, ma guardatevi dalle auto con telaio monoscocca, che può essere difficile e costoso da riparare. Le MG MGB realizzate dopo il 1974, con i caratteristici paraurti, hanno iniziato a diventare molto popolari, ma il rispetto delle normative sulle emissioni inquinanti ha comportato una seria riduzione della performance.

MG MGA Cabriolet

Anche se molto diversa rispetto al modello che l’ha preceduta, la MGB, la MG MGA prodotta dal 1955 al 1962 offre una performance simile, un’ottima maneggevolezza e il piacere di guidare su strade piene di curve.La MG MGA, un’auto dalla carrozzeria molto attraente, ha un abitacolo piccolo ma comodo e un bagagliaio molto utile.

Per la MG MGA sono stati utilizzati quattro motori: 1500, 1600, twin-cam, e 1622 DeLuxe.In generale offrono performance sovrapponibili, ma il twincam ha un grande valore.Anche se ha un prezzo inferiore rispetto alla Healey a quattro cilindri, è probabile che il valore della MG MGA salga in futuro.

Le MG MGA erano molto amate nei college e nelle confraternite, perciò alcuni modelli hanno subito una scarsa manutenzione e riparazioni maldestre. Un esemplare ben restaurato è molto meglio di un’auto originale, maltrattata e non restaurata.

Jaguar XKE 4.2 SII

Offre una performance all’altezza di quella della maggior parte delle auto sportive contemporanee e un design che ha influenzato la Jaguar XK8.

Ideata e sviluppata a partire dal design della Jaguar D vincitrice aLe Mans, la Jaguar XKE 4.2 SII combina una struttura monoscocca e sospensioni torsion-bar con una carrozzeria elegante.Anche se è aumentato il valore delle auto della Serie I, specialmente di quelle sottoposte a restauri di qualità, potete trovare esemplari eccellenti della Serie II con motori da 4,2 litri per meno di 35.000 euro.

Se desiderate un’ottima performance senza rinunciare all’estetica, potete trovare versioni precedenti coupe a due posti ai prezzi delle Healey. Cercate auto con carrozzeria e vernice in buono stato, interni in condizioni eccellenti e buone condizioni meccaniche, senza preoccuparvi troppo dell’originalità del numero di serie.

Evitate auto con segni di ruggine, specialmente sul cofano, sotto il serbatoio della benzina o sugli sportelli. Evitate anche le auto con tettucci danneggiati, dal momento che possono essere molto costosi da sostituire, per via della loro forma e complessità. Fate controllare l’auto da un esperto prima di acquistarla.

Auto tedesche

Anche le più vecchie tra le Porsche vintage di questa selezione, se ben scelte e ben mantenute, dovrebbero garantirvi molti anni di divertimento liberi da problemi. Per di più, se deciderete di rivenderla, se vi sarete presi buona cura della vostra Porsche vintage, varrà almeno il prezzo al quale l’avete acquistata, se non di più.

Porsche 356B coupe

Guidatori e collezionisti amano le Porsche 356 per due motivi principali: la solidità della carrozzeria e la semplicità di guida. Potete scegliere tra due stili di carrozzeria: “early B” (T-5) e “late B” (T-6).Osservate con attenzione sportelli, cofano e motore.

Una carrozzeria non protetta arrugginisce quasi inevitabilmente e dovreste escludere un’auto che abbia ruggine visibile o che mostri segni evidenti di riparazioni maldestre.Avere l’opinione di un esperto di 356 sarebbe un grande vantaggio nella scelta dell’auto.

Uno dei motivi della grande fedeltà degli appassionati delle Porsche 356 è che sono molto divertenti da guidare. Se possibile, fate una prova su strada con l’auto che intendete acquistare. Le Porsche 356 hanno una potenza superiore ai 3.000 rpm, perciò preparatevi a guidare ai limiti di velocità. Se questo non vi entusiasma, scegliete un’altra auto.

Considerate anche l’iscrizione al Registro delle 356, uno dei più importanti club dedicati a un determinato modello.Le condizioni dell’auto sono più importanti dello stile della carrozzeria e dovreste scegliere una Porsche 356B ben restaurata o un bell’esemplare nelle condizioni originali.

Le Porsche 356B più economiche sono un gran bel modo per prendere confidenza con la magia del marchio, ma a prezzi bassi non troverete un’auto da competizione. Puntate su una carrozzeria solida e su parti meccaniche ben assortite, passando sopra alcune piccole imperfezioni.

Porsche 911T o Porsche 911E Targa

Delle buone Porsche 911T 1970-1973 e Porsche 911E Targa, in condizioni vicine a quelle originali, sono la scelta migliore per chi vuole una Porsche vintage a sei cilindri a un prezzo ragionevole.

La Porsche 911T e la Porsche 911E Targa hanno riscosso molto successo negli ultimi cinque anni, perciò potreste rivenderla a un prezzo conveniente.Acquistare una Porsche 911E Targa ora che hanno lo stesso prezzo di coupe molto più comuni, potrebbe essere una buona mossa.

Le Porsche 911E si vendono più o meno allo stesso prezzo delle 911T, ma dovrete darvi da fare con il macchinoso sistema a iniezione di carburante meccanico.Le Porsche 911T del 1970 – 1971 hanno carburatori Zenith semplici da riparare.

Aspettatevi di pagare di più per una Porsche 911T del 1973, dotata del più maneggevole sistema CIS (sistema a iniezione costante).A differenza dei modelli 356 originali non restaurati, che molti proprietari hanno praticamente distrutto a causa dell’usura, potete ancora trovare molte Porsche 911 in buone condizioni.

Anche se le Porsche 911 hanno propulsori ad alta durata, guardatevi dagli affari che sembrano troppo buoni per essere veri. Controllate che i tensionatori siano nuovi o siano stati appena sostituiti, che gli interni siano originali e la vernice di qualità. La ruggine si nasconde sotto l’alloggiamento della batteria, le sospensioni anteriori e gli sportelli.

Porsche 968 coupe con tettuccio apribile

Le Porsche più moderne che potete acquistare senza spendere una fortuna, le Porsche 968 coupe degli anni 1992 – 1995, sono auto che assicurano una fantastica performance.La Porsche si è impegnata moltissimo nel ricreare il design di quest’auto, dotandola di un motore 236 hp Variocam da 3 litri, un cambio manuale a sei velocità e linee davvero attraenti.

Se la guidate, sarete sorpresi da quanto sia diversa dal modello 924 che ha dato inizio alla linea. La vostra Porsche 968 dovrebbe essere in condizioni quasi perfette, con meno di 60.000 km. Cercatene una con vernice originale e interni molto puliti.

Assicuratevi che tutte le documentazioni siano aggiornate e che la cinghia e la pompa dell’acqua abbiano avuto una buona manutenzione.

Se così non fosse, provvedete immediatamente. Anche se la Porsche 968 non è così apprezzata in questo momento, uno di questi giorni molti proprietari di Porsche 924 e Porsche 944 potrebbero passare alla Porsche 968. La stessa cosa sta succedendo alla Porsche 914-6: poco apprezzata quando era nuova, oggi è un veicolo desiderato da tutti i proprietari di Porsche 914-4.

Porsche 914 2.0 roadster

Le Porsche 914 2.0 roadster degli anni 1973 – 1976, le migliori della serie 914, stanno riscuotendo di nuovo molto interesse tra gli appassionati. Anche se non sono molto veloci, possono comunque permettervi di divertirvi parecchio.

Tutte le Porsche 914 hanno molte componenti originali della 911, come un autentico cambio 911. Prestate particolare attenzione alla ruggine.Quando le Porsche 914 roadster non valevano così tanto, i proprietari le usavano anche in condizioni atmosferiche difficili, esponendo la carrozzeria a possibili danni.

Guardatevi dalle Porsche 914 il cui iniettore originale sia stato sostituito da un carburatore.Non soltanto la sostituzione rende difficile o impossibile passare i test anti-smog, ma pregiudica l’originalità e spesso la guidabilità dell’auto. Se volete maggiore potenza, un set di carburatori non è quello che fa per voi. Piuttosto, potreste optare per un motore 911.

In giro ce ne sono molti e le istruzioni su come fare la conversione sono relativamente semplici da trovare. Sorprendentemente, una conversione 914-6 ben fatta può aumentare il valore dell’auto.

Porsche 911 SC coupè

Non si può dire che le Porsche 911SC coupe con tettuccio apribile 1978 – 1983 siano le migliori 911 mai realizzate. Sappiate che la Porsche 911SC coupe con tettuccio apribile offre la stessa esperienza di guida di molte auto moderne, senza la sensazione fresca e leggera di molte Porsche vintage.

Le Porsche 911SC possono essere piuttosto scomode, dal momento che il comfort cede posto all’alta velocità. Inoltre, poiché la Porsche ha realizzato così tante 911SC altamente resistenti, l’alto numero di auto immesse sul mercato manterrà stabili i prezzi per almeno altri dieci anni.

Scegliete una Porsche 911SC che sia il più simile possibile all’originale e considerate anche auto con 160.000 Km o più — una SC può percorrere il doppio di quella distanza.Queste auto sono così resistenti che anche un modello che abbia percorso 240.000 km può sembrare identico a una che ne ha percorso 80.000.

Il cambio sincronizzato probabilmente è l’elemento più debole, ma questo non è un grosso problema. Controllate la documentazione riguardo le riparazioni subite dall’auto e verificate il chilometraggio.

Come scegliere

Comprare un’automobile da collezione può trasformare in realtà il vostro sogno di possedere l’auto vintage o sportiva, o americana che avete sempre desiderato. Come per qualsiasi auto usata, tenete a mente alcune cose prima di acquistarla.

Comprare un’auto da collezione online è diverso rispetto a un acquisto fatto di persona. Alcune semplici istruzioni possono aiutare ad assicurarvi che l’esperienza dell’acquisto dell’auto dei vostri sogni sia positiva.

  • Budget
    Stabilire quanto volete spendere per la vostra auto da collezione è la regola più importante. Se spendete più di quanto potete permettervi, passerete il tempo a pensare a come rivenderla e riavere indietro il vostro denaro, piuttosto che godervela. Quando stabilite il vostro budget, considerate anche il trasporto e che un 10% del prezzo finale dovrà essere utilizzato per le piccole riparazioni (ci saranno sempre delle piccole riparazioni da effettuare).

  • Quando spendere di più
    Se un’automobile ha delle caratteristiche speciali che vi piacciono, potreste essere disposti a pagarla un po’ di più. Colori, opzioni del motore o un bel restauro possono aumentare il prezzo. Se il venditore abita vicino a voi, considerate il risparmio sul trasporto.

  • Assicuratevi di poter entrare nell’automobile
    In generale, le persone oggi sono più grandi di quanto non fossero negli anni ’50 e ’60 e potreste scoprire di essere troppo alti (o troppo robusti) per alcuni classici, soprattutto le auto sportive Europee. Ad esempio, se siete più alti di 180 cm, la vostra testa sbatterà sul tettuccio di una Ferrari 308 o Ferrari 328.

  • Fate ricerche
    Prima di fare un’offerta o acquistare un’auto da collezione, fate delle ricerche. Motore e trasmissione originali (e la garanzia per sostituirli) possono fare una grande differenza nel prezzo. E’ necessario un po’ di tempo per verificare i numeri del motore, ma le informazioni si possono trovare. Il venditore dovrebbe essere in grado di fornirvi il numero del motore. Se non lo è, considerate un altro venditore o un’altra auto.

  • Trovate un venditore affidabile
    I venditori dovrebbero rispondere alle vostre domande velocemente e fornire ulteriori foto su richiesta. Ad esempio, se il motore è stato ricostruito, il venditore dovrebbe essere in grado di dire chi lo ha ricostruito e fornire una documentazione in merito. Se il venditore risponde in maniera vaga o risponde dopo molto tempo, continuate a cercare. Ci sono sempre altre macchine. Anche stabilire un contatto telefonico con il venditore può essere d’aiuto. Quando decidete di acquistare, conservate gli scambi di e-mail con il venditore in modo da avere delle prove nel caso l’auto che vi verrà ricapitata non corrisponda alla descrizione. Per prima cosa, cercate un’auto che davvero desiderate. L’acquisto di un’auto da collezione richiede un compromesso tra il vostro cuore e la vostra mente: il cuore sceglie l’auto, la testa si assicura che sia un buon affare. Continuate a cercare fino a quando non troverete un auto che soddisfi entrambi.

Ferrari Getto