Binocolo per birdwatching

Autore Andrea Pilotti

Un binocolo è essenziale per il birdwatching, che vogliate solo godervi gli uccelli nel vostro cortile o viaggiare in aree remote per trovare specie rare ed elusive. Con il giusto modello è possibile vedere i dettagli più facilmente e osservare sottigliezze nel comportamento degli uccelli che altrimenti potrebbero passare inosservate. Inoltre, un buon binocolo porterà gli uccelli vicino a voi senza che vengano disturbati, il che vi permetterà di osservarli più facilmente e comodamente. Ecco la guida per conoscere caratteristiche, tipologie e come scegliere i migliori in base ai criteri di qualità, prezzi, offerte e corretta informazione per il consumatore.

Prima di scegliere un binocolo, è importante capire come guarderete gli uccelli e quali tipi di uccelli sperate di vedere. Se siete interessati a rapaci, un binocolo con un maggiore ingrandimento può aiutare a vedere i dettagli di uccelli che si impennano a centinaia di metri in aria. Per avvistare anatre, oche e uccelli acquatici, può essere preferibile un binocolo impermeabile. Per guardare più da vicino gli uccelli del vostro cortile, un binocolo con un range di messa a fuoco ristretto sarà il più adatto.

Un prodotto di buona qualità è meglio acquistarlo presso rivenditori specializzati. Prima di acquistarlo provate varie marche e modelli per trovare quello che fa per voi. Se possibile, chiedete consigli ad ornitologi e provate diversi modelli sul campo. Leggete attentamente i manuali per imparare come farlo funzionare  in modo efficace e controllare tutte le politiche di garanzia e restituzione.

Come sceglierlo? Ci sono diversi fattori e caratteristiche da prendere in considerazione quando si sceglie un binocolo per il birdwatching.

  1. INGRANDIMENTO: il fattore di ingrandimento del binocolo determinerà quanto appariranno grandi gli oggetti lontani. Ogni binocolo è etichettato con un paio di numeri, come 7×20, 8×32 o 10×40. Il primo numero è il grado di ingrandimento. I binocoli nell’intervallo 8-10 sono i migliori per il birdwatching, ma tenete a mente che maggiore è l’ingrandimento, più stabili dovranno essere le mani per tenerlo fermo il tempo sufficiente per un’osservazione attenta.
  2. DIAMETRO DELL’OBIETTIVO: la grandezza, in millimetri, della lente anteriore del binocolo, che determina la quantità di luce ammessa nella zona di visualizzazione. Più alto è il numero, più luminosa apparirà l’immagine. Ciò è particolarmente importante se pensate di fare birdwatching in zone poco luminose, all’alba o al tramonto, quando ci sono più uccelli da vedere ma una minore quantità di luce.
  3. CAMPO VISIVO: il campo visivo è la zona nella quale sarete in grado di osservare con il binocolo. Un campo di vista più ampio può consentire di vedere un maggior numero di uccelli senza spostare il binocolo e può rendere più facile avvistare gli uccelli.
  4. QUALITA’ DELL’IMMAGINE: se non vedete una buona immagine con il binocolo, non sarete in grado di identificare gli uccelli. Quando provate diversi tipi di lenti, controllate la qualità della messa a fuoco sul bordo del campo visivo, la profondità e la frequenza di messa a fuoco, se il binocolo sia dotato di una doppia messa a fuoco per adeguarsi ai vostri occhi e se il colore dell’immagine appaia naturale.
  5. RIVESTIMENTO DELLE LENTI: differenti rivestimenti per le lenti del binocolo potranno migliorare il colore dell’immagine, così come il livello di luce e la messa a fuoco. Anche se le specifiche del binocolo dovrebbero includere il rivestimento delle lenti, a un controllo visivo rapido capirete subito se le lenti hanno una lucentezza rosa, viola o verde. Rivestimenti rosa e viola migliorano la qualità del colore dell’immagine, mentre un rivestimento verde aiuterà a sbiadire lo sfondo, facendo risaltare gli uccelli.
  6. DISTANZA DI MESSA A FUOCO MINIMA: una caratteristica apprezzata da tanti amanti degli uccelli è la capacità di un binocolo di mettere bene a fuoco uccelli che si trovano a pochi metri di distanza. Questo è particolarmente utile per gli amanti degli uccelli da cortile, e una distanza focale di 10 metri è l’ideale. Non dimenticate di verificare quanto velocemente il binocolo può mettere a fuoco da vicino a lontano, per osservare uccelli in movimento.
  7. DIMENSIONI: considerate sempre la dimensione fisica del binocolo prima di acquistarlo. Dovrebbe essere comodo per tenerlo saldamente in mano, e dovrebbe consentirvi di mettere a fuoco senza muovere più di un dito. Considerate anche il peso: lenti molto pesanti possono essere poco pratiche per lunghi viaggi, a meno che non venga utilizzata una tracolla o una cintura.
  8. OCULARI REGOLABILI: se portate gli occhiali, avrete bisogno di un binocolo con oculari regolabili per ridurre al minimo l’affaticamento degli occhi. Manicotti di gomma pieghevoli sono comuni, ma possono incrinarsi o rompersi facilmente.
  9. STRUTTURA: in base alla struttura, alcuni binocoli sono più indicati di altri per il birdwatching. I modelli impermeabili sono l’ideale per persone che prediligono gli uccelli acquatici o semplicemente che vivono in climi umidi o soggetti all’umidità. Alcuni binocoli hanno un rivestimento in gomma che li protegge contro scheggiature, ammaccature e graffi.
  10. COSTO: i prezzi possono variare da 50 a 2.200 euro o più. In generale, più alto è il prezzo migliore è la qualità del binocolo, ed esperti ornitologi hanno imparato che un modello più costoso rappresenta in genere un buon investimento. Un binocolo per il birdwatching di buona qualità e dalla lunga durata può essere facilmente trovato nella fascia di prezzo 150-400 euro.
  11. ACCESSORI:  Una volta che avete trovato un binocolo adatto, aggiungere accessori di base può renderlo più comodo da usare e mantenerlo in buono stato per molti anni. Gli accessori da considerare comprendono: custodia per il trasporto, cinghie per il collo o bretelle per la spalla per mantenere le mani libere, copri lenti per proteggere il binocolo da polvere o sporcizia in eccesso, panni e soluzioni per la pulizia.
MENU