Diventa Fan

Camera da letto

4 apr, 2014

La camera da letto è il luogo della casa nel quale riposiamo per tutta la notte, per questo motivo rispecchia molto il nostro mondo interiore, forse qui, più che negli altri ambienti, non trovano un largo spazio le imposizioni della moda, bensì comodità e vivibilità. Leggi la guida per conoscerne caratteristiche, tipologie, stili, mobili, illuminazione e come scegliere l’arredamento per camera da letto in base a criteri di qualità e convenienza.

Camera da letto

Stili

Acquistateli e metteteli uno di fianco all’altro. L’effetto è di assoluta armonia e di gran gusto. Non è vero che la camera da letto deve avere tutti gli arredi coordinati… non vi è nessuna legge, non esiste un limite alla fantasia. Nessun arredatore o architetto occorre che vi segua lasciatevi trasportare dalle vostre esigenze e lasciatevi convincere dai vostri gusti, anche se sono bizzarri! Non sono rari i casi di camere da letto dove a dominare è un antico letto in legno massello con a fianco un armadio stile etnico. Sono due mondi lontanissimi ma che insieme formano un connubio di assoluta originalità. Scelte azzardate e che forse nessun designer vi proporrebbe, ma proprio perché nella vostra camera da letto comandate voi.

Ovviamente i “vincoli” che possono frenare l’entusiasmo e assopire certi desideri sono sempre legati alle dimensioni della camera. Ambienti ampi ci danno la possibilità di scegliere un arredamento forse un po’ più importante e completo rispetto ad una stanza più piccola dove occorre calcolare al centimetro gli spazi vivibili. La situazione più comune a molti di noi è proprio quella di avere la disponibilità di uno spazio mini, che suggerisce, purtroppo, scelte fin troppo sacrificate e razionali. Non sempre razionalità però vuol dire mediocrità o ne è detto che debba accontentarsi e restare a sognare la camera da letto ideale.Minimal si ma con gusto! Di seguito una serie di piccoli suggerimenti per scegliere con cura il letto, l’armadio e..i colori del nostro riposo.

Il letto

Parlando di letti occorre fare una precisa suddivisione di tipologie. I letti, per quanto vari e svariati possano essere i modelli e le linee, sono fondamentalmente riconducibili ad 4 modelli principali: in legno; cuoio/pelle; ferro battuto; tessuto (imbottito o meno) Ad ognuno di essi è possibile associare “arbitrariamente” anche uno stile: romantico e allo stesso tempo importante: letto in ferro battuto; contemporaneo/ricercato ed elegante: letto in cuoio/pelle; classico e intramontabile: il letto in legno; moderno e pratico: il letto in tessuto. I letti in legno prevedono l’utilizzo di legno massello (e il prezzo è alquanto elevato) o i pannelli in multistrato (o spesso anche in compensato). Di gran moda ultimamente il wengè e il rovere, sempre in auge il ciliegio…

La testiera del letto può essere rifinita con imbottiture o cuscini molto alti oppure lasciata nuda senza coperture particolari, o in ultimo realizzata in materiale diverso dal legno, ovvero in ferro. Ultimante si è andata rivalutando moltissimo la tipologia del letto in ferro battuto (o in ottone, più caro perché richiede una lavorazione più lunga ed articolata) o in acciaio (più moderno) rivestito con foglie d’argento o d’oro. Sempre più giovani scelgono questa soluzione,optando poi all’acquisto di un armadio magari di impronta classica. Il prezzo di un letto in ferro battuto è medio alto poiché quasi sempre si tratta di prodotti artigianali veri e propri..e trovare un letto in questo materiale ad un prezzo basso, vuol dire comprarlo di ferro ma di un materiale più scadente.

Attenzione quindi quando siete davanti ad un letto in ferro, guardate bene la manifattura e toccate con mano la qualità. Anche il letto in cuoio è un prodotto artigianale ottenuto dal lavoro di sapienti mani. La concia, quando è di ottima qualità mantiene inalterate nel tempo le sue peculiarità di colore e consistenza. Il prezzo ovviamente è alto. Il cuoio un materiale prezioso ed elegante…soprattutto nelle tonalità scure. I letti in tessuto sono facili da pulire, sono pratici e si possono cambiare i rivestimenti ogni qual volta si vuole, adattandosi bene a qualsiasi arredamento. Le forme dei letti sono standard…o almeno quelli tradizionali. Anche qui però le sorprese e le proposte bizzarre dei designer più estrosi non mancano, come il letto rotondo che sfrutta al meglio gli spazi irregolari,conferendo alla stanza una linea morbida e…assolutamente originale. Sempre con un occhio di riguardo a chi ha poco spazio e necessita di scatole e contenitori per riporre abiti, accessori vari e coperte, sono stati, negli ultimi anni, proposti (con grande successo tra i clienti ) i letti con i contenitori sotto la rete.

Una soluzione necessaria per chi ha una stanza piccolissima e non ha a disposizione spazio nell’armadio e nei cassetti per riporre le proprie cose. Le altezze del letto di nuova generazione sono particolari: va di moda il letto basso, dalle forme squadrate come insegna il pure stile etnico; così come anche le testate che, al contrario si allungano maestosamente…

Armadio e cabina spogliatoio

L’armadio è fondamentale, quasi quanto il letto …forse di più!Genera ordine e permette di organizzare lo spazio all’interno della camera da letto. In commercio si trovano armadi di ogni sorta, per ogni gusto e per ogni necessità c’è un armadio a disposizione, basta sapere scegliere. Alti, bassi, ad ante scorrevoli, a libro o a battente e vere e proprie cabine armadio..non vi è stile che non abbia la sua linea di armadi e di composizioni. Si va dallo stile minimal a quello contemporaneo…dai classici con rivisitazioni rigorosamente moderne. Ce n’è davvero per tutti e ottima è la varietà di accostamenti realizzabili con i letti di ogni fattura e forma.

Le ante spesso fanno la differenza; esse possono essere in legno oppure con l’intelaiatura in alluminio, in vetro o avere una combinazione legno-vetro. Il materiale deve essere di qualità per garantire la stabilità e la robustezza della struttura. Molto usate, e sempre più scelte,sono le composizioni a ponte,ovvero l’ armadio occupa la parte superiore del letto o “gira” intorno a porte e finestre alla ricerca di sempre più spazio da occupare. Composizioni utili queste che sono studiate su misura e che vanno sapientemente accostate al resto dell’arredamento. Se la parete destinata all’armadio poi è spezzata e non ha la continuità necessaria, intervengono in aiuto gli armadi angolari,molto profondi, e che fanno sì che anche lo spazio meno adoperato (l’angolo appunto..) possa essere sfruttato al massimo. La cabina armadio,invece, è una soluzione molto pratica e sempre più adottata, un po’ per moda ma anche per esigenza.

Esigenza di chi dispone ovviamente di spazio per crearne una (perché la cabina armadio ha bisogno di molta profondità per essere strutturata al meglio) e che ha tantissime cose da conservare..e si sa,lo spazio non è mai abbastanza per questo scopo! La comodità della cabina è che internamente è possibile strutturarla in maniera diversa e a seconda delle proprie necessità: con ripiani di varie misure, appendiabiti di varie altezze, scarpiere e contenitori di ogni genere.Una vera e propria stanza, da allestire anche da spogliatoio. Oggi gli armadi sono progettati per rispondere alle esigenze di funzionalità richieste dai consumatori, ma allo stesso tempo curano l’immagine, le forme e l’estetica.

Quasi una zona giorno

La camera da letto assume sempre di più l’aspetto di una zona vivibile non solo la notte. In camera da letto a volte si lavora, si guarda la televisione, si conversa. Insomma si passa molto più tempo di quello che si possa pensare. Non solo letto ed armadio dunque, ma anche poltroncine e scrivanie, che possono essere di aiuto e dare vita ad angoli insoliti, che mai ci si aspetterebbe di trovare nella zona notte. Lavorate anche a casa? Una idea raffinata per non “disturbare” la linea della camera dal letto, è una scrivania in cristallo…è trasparente, elegante e sfruttabile, non solo come porta pc ma anche come consolle per arredare la camera…

Il vetro è un materiale delicato che non si impone e che trova una perfetta integrazione con qualsiasi stile di arredamento. Simpatiche da vedere e utili sono anche le poltroncine monoposto o le sedie imbottite; sono soluzioni originali e che trovano nella stanza da letto sempre di più un ruolo da protagonista. In tessuto, in pelle o in legno, le sedute sono un elemento irrinunciabile per chi ama la comodità in tutti i sensi.

Altri complementi di arredo indispensabili sono le classiche cassapanche, per riporre tutto quello che non entra nell’armadio!Indispensabili gli specchi: che siano inseriti sulle ante dell’armadio o che siano indipendenti..non possono mancare in una camera da letto. Disegni e forme originali conferiscono quel tocco di originalità e fantasia, come le specchiere disegnate da un noto designer, che riprendono fedelmente il profilo del corpo femminile…

Una vera e propria opera d’arte! Da non escludere tra i complementi di arredo di una accogliente camera da letto,sono i quadri..i quadri di autore! Soggetti tratti dal repertorio di figure femminili di Klimt sono indicate per una zona così intima e raccolta. Perfette per una camera dallo stile etnico sono “le donne etiopi” di Fiume. Se amate l’arte non vi mancheranno di certo le idee per trovare il soggetto giusto per arredare le pareti della vostra casa!

Tessuti e colori

Anche in camera il colore può dominare, come una sferzata di vita! Tessuti esotici che richiamano lo stile orientale dai colori caldi e passionali:arancio, rosso, giallo ocra. Vanno benissimo per i tendaggi e le coperte. Sensazioni piacevoli che creano un forte sensori accoglienza ed intimità.Una gamma di colore questa che richiede, senza imposizioni, uno stile di arredamento “in tinta”…ovviamente orientale, ovviamente wengè!Ma se il colore prediletto è il chiaro: rovere e ciliegio, osate pure con queste tinte per i vostri copriletto, cuscini, lenzuola o tende…Tinte neutre, invece, si adattano bene a qualsiasi arredamento e legano perfettamente con ogni passaggio di epoca.

Non sbagliate certamente se adottate il beige o il bianco o l’ecrù, sono tinte sempre in auge e sempre più apprezzate..soprattutto da chi non ha l’ardore di optare per colori forti. La zona relax,o meglio la zona notte, secondo la disciplina che studia i colori giusti per ogni circostanza della vita, dovrebbe avere le pareti azzurre (in tutte le sue sfumature) o sulle tonalità del lilla/viola/rosa…tinte che rilassano e che riposano lo sguardo. Gli effetti particolari si ottengono scegliendo tecniche pittoriche particolari, come lo sfumato, lo stucco veneziano o lo spugnato. Informatevi bene sui costi o sulle particolarità di ciascuna di esse consultando un esperto pittore edile.Anche le pitture richiedono manutenzione, perciò, è bene sapere in anticipo i pro e i contro di ogni cosa.

Tornano di moda poi le carte da parati e, che siano a tinta unita o con motivi naturali, vanno scelte con estrema oculatezza.Forse la zona notte è l’unica stanza idonea ad accoglierla poiché sono delicate. Inoltre vanno rinnovate periodicamente e sono più predisposte alle muffe,ma in compenso creano un effetto più caldo e deciso rispetto ad una classica pittura. Se poi invece siete alla ricerca del motivo ideale per i vostri tessuti, allora ne avrete di figure e disegni da vedere in giro! Dal floreale al geometrico, dall’astratto al figurativo…ogni immagine, che sia tinta su tinta o di un colore diverso dallo sfondo…crea sempre un certo movimento e da una fisionomia alla camera.

Illuminazione e complementi

L’illuminazione nella zona notte va scelta con cura, anche perché per una stanza dove regna l’intimità è importante che le luci,protagoniste o meno, devono essere di un certo tipo. Prima di tutto,puntare su toni caldi e non a neon, di gran moda sono le luci colorate (no stile night club…attenzione!). I punti di luce sono più di uno: uno centrale alla stanza, con diffusione larga, in modo che ogni spazio sia ben illuminato, e poi ci si può divertire a posizionare lumi o faretti nei punti che vogliamo illuminare maggiormente.

Di solito si privilegia la zona letto, con le classiche abatjour, ma sono anche sempre più scelti faretti laterali al letto o posizionati in alto, in una struttura ribassata. Un modo carino che ben sostituisce i classici lumini sono questi diffusori di luce, tipo applique, utili per la lettura. In vendita ve ne sono di tutte le forme e di tutti i prezzi. Oggi trova un gran riscontro anche l’abbinamento lampadari, abatjour e… maniglie delle porte! Non è una delle ultime trovate dei nostri stilisti della casa, ma è una realtà sempre più concreta. Linee dedicate all’illuminazione della casa che trovano nelle maniglie delle porte dei perfetti abbinamenti. Profili satinati e hitech che riprendono le linee pulite ed essenziali dell’acciaio dedicato ai particolari delle porte.

Diverse sono le proposte in questo senso, basta solo avere tempo per curiosare qua e là nei negozi più ricercati. Altro aspetto che impreziosisce le nostre camere da letto sono gli accostamenti con i comodini, i settimini e comò, scelti in linea con lo stile dell’armadio o..perché no…in linea con il letto. Un letto in ferro battuto si abbina benissimo a dei comodini a consolle, con base di appoggio in ferro e ripiano in vetro o marmo. Belli ed eleganti, complementi curati nel particolare oltre che funzionali e di grande utilità. Invece, una linea decisamente più moderna è quella del classico legno rivisto ed impreziosito con particolari in foglia oro/argento. Perfetti, è il caso di dire, per ogni occasione!