Diventa Fan

Arredamento monolocale

Anche in una manciata di metri quadrati, come un monolocale, possiamo avere molti ambienti: cucina ad angolo, bagno (possiamo ovviare con un sistema di aerazione quando non abbiamo una finestra), l’ingresso (mettiamo uno specchio e un porta abiti), zona pranzo per mangiare, zona giorno con divano e libreria ed eventuale posto per un ospite, zona notte con guardaroba e un piccolo angolo studio-lavoro illuminato. E se ci sono altre esigenze basta ricavare uno spazio usando l’intelligenza, ecco allora il posto per dipingere, per il fai da te, per danzare e per suonare. Visto le piccole dimensioni, non è facile arredare un monolocale, però questo non la rende un’impresa impossibile nonostante i piccoli spazi: bisogna però saper gestire al meglio il piccolo ambiente, sfruttare ogni piccolo spazio e utilizzare arredi funzionali. Ecco allora che diventerà facile e divertente. Leggi la guida per conoscerne caratteristiche, tipologie, e come scegliere l’arredamento monolocale in base a criteri di qualità e corretta informazione per il consumatore.

Arredamento monolocale

Ingresso

Sfruttiamo questo piccolo angolo mettendo un attaccapanni al muro con sotto una cassettiera. Possiamo aggiungere uno specchio e un mezzo busto appoggiato su una scarpiera. Ecco allora che abbiamo creato il luogo ideale per appoggiare tutti i nostri oggetti quando rientriamo, ma anche lo specchio per assicurarci di essere in ordine quando usciamo. Abbiamo così creato un grazioso angolo in un piccolissimo spazio. Nello spazio vuoto davanti al mezzo busto adagiamo un tappeto per poter pulire le scarpe al rientro. Ecco creata una stanza ideale per il benvenuto nella nostra accogliente casa anche se piccola.

Zona giorno

Una possibilità consiste nel mettere un divano, se possibile divano letto, sotto al soppalco. ai piedi del divano e aggiungete un tappeto e ricopritelo di cuscini, che potete utilizzare pure come sedute. Un paio di posti a sedere comprateli rigidi, magari pouf in vimini o semi rigidi, che all’occorrenza si trasformano in un tavolino-poggia oggetti, vivande, telecomandi, alimenti o semplicemente una base su cui appoggiare i piedi quando siete seduti sul divano. Create ora l’angolo lettura, posizionando in un angolo alle spalle del divano una lampada con braccio orientabile. Adesso, per l’atmosfera, scegliete delle lampade da attaccare al soppalco o da posizionare a terra, vi daranno la luce giusta per guardare la tv. E’ utile utilizzare un mobile con rotelle per il televisore e i registratori, così possiamo muoverlo all’occorrenza. Se amiamo leggere e non sappiamo dove mettere i libri poniamo delle mensole sulle pareti libere sfruttando lo spazio in altezza.

Zona pranzo

Dovremo procurarci un tavolo a ribalta e sedie pieghevoli visto il piccolo ambiente. Chiudendo il tavolo possiamo usare poco spazio e dividere la cucina dalla restante stanza. Mentre aprendolo potremo accogliere a pranzo anche i nostri ospiti. Le sedie pieghevoli possono essere riposte nelle fessure o appese quando non servono. Ricaviamo lo spazio per invitare gli ospiti a dormire grazie al divano letto (o pouf-letto) mentre il tavolo a ribalta e le sedie pieghevoli ci permettono di invitarli a cena. Senza dimenticare i cuscini e i pouf sul tappeto che creano lo spazio giusto per invitare gli amici a vedere un film o a giocare ad un gioco di società.

Per l’angolo cottura potete attrezzare la vostra cucina in vari modi, anche perché non tutti possono permettersi la cucina ideale. Potete utilizzare la soluzione Monoblocchi o Mini cucine, la quale prevede l’utilizzo di un solo mobile attrezzato per avere tutto l’occorrente. Un’altra soluzione è quella di comprare un piano cottura di quelli piccoli da 2-3 fuochi che viene alimentato con l’attacco al metano o con la bombola; per quanto riguarda il lavello è opportuno comprare quello dallo scolo e da un’unica vasca, in modo tale che quando avete finito di usarlo, lo potete coprire e trasformarlo in un piano d’appoggia in più.

Potete comprare un frigorifero abbastanza alto e non troppo largo per guadagnare spazio. Cercate di riempire ogni angolo libero con mensole e pensili per poter appoggiarci qualsiasi cosa possa servirvi in cucina. Ad una parete dovrete attaccare una sbarra appendi tutto alla quale possono essere appesi molti attrezzi utili in cucina, molti agganci per le presine e per gli asciuga piatti ed infine un portaspezie dotato di calamite, così da poterlo attaccare al frigorifero. Per recuperare tutti gli spazi potete mettere scopa, paletta e bastone in un angoletto vuoto, magari nascondendoli dietro al frigo, mentre sotto al lavello potete mettere i vari detersivi, l’importante è che non vi dimentichiate di tenere uno spazio per la pattumiera sotto il lavandino.

Parlando degli elettrodomestici, è importante che compriate solo quelli indispensabili ed anche questi che siano i più piccoli in commercio. Ad esempio se non siete soliti farvi una spremuta è inutile acquistare uno spremiagrumi elettrico, il quale occuperebbe solo spazio prezioso. Nel caso invece della lavastoviglie e del forno, che potrebbero risultare molto comodi, potete creare uno spazio nella vostra cucina, ricordandovi di prestare attenzione alle dimensioni; esistono mini lavastoviglie da 4 o 6 coperti e forni combinati con tre funzioni, normale, microonde o grill. Se siete capaci di risparmiare spazio sarete anche in grado di non farvi mancare nessuna comodità.

Studio

Nel caso in cui abbiate scelto la soluzione con il divano sotto al letto a soppalco allora potete accostare la scrivania ad una delle pareti libere. È utile prendere una scrivania grande e lunga quanto tutta la parete, per avere maggiore spazio da utilizzare. È possibile aggiungere alla scrivania cassetti, lampade e portaoggetti, mentre la parete sopra la scrivania dovrà essere riempita di scaffali e mensole dove saranno poggiati accessori e libri. Nel caso in cui invece il soggiorno è situato al centro della stanza, dovete posizionare la scrivania ed eventuali mensole nella zona sotto la scrivania. Così arredato anche uno spazio piccolo risulterà comunque abbastanza per poterci lavorare e studiare.

Zona ricreativa

Se cercate il posto ideale per i vostri passatempi, è preferibile l’alternativa con il soggiorno sotto al letto a soppalco, mettendo la scrivania contro la parete. Ecco trovato lo spazio in mezzo alla stanza per fare ciò che volete: mettete un tappeto, uno strumento, un cavalletto per dipingere e il vostro passatempo sarà il protagonista della casa. Per chi ha l’esigenza di ovviare al problema dell’unica stanza senza bloccare lo spazio è possibile dividere gli spazi. Ad esempio, se scegliete il letto a soppalco, la zona notte verrà nascosta. Se invece non avete la zona soppalco, potete separare la cucina o l’angolo studio dall’ingresso usando tende sottili che non tolgono luminosità. Altrimenti potete usare classici separè o pannelli che si appendono al soffitto e scorrono sui binari.

Zona notte

Un’altra necessaria stanza del nostro monolocale. Sfruttiamo lo spazio con un letto a soppalco, che ci permette di non trascurare il nostro sonno eliminandoci l’incombenza di combattere con il divano letto. Il letto, grande una piazza e mezza, con la scaletta, posizionatelo in un angolo, fissandolo al muro. Ricordiamo di comprare il materasso e almeno una mensola da fissare al muro affianco al letto che fungerà da comodino, dove potremo appoggiare la sveglia, una lampada (meglio se pinzata per evitare che si incendino le lenzuola se cade sul letto) ed i nostri libri e riviste. Se non ci piace questa soluzione possiamo comprare un divano letto o un letto a scomparsa che scompare in un mobile. Se abbiamo la fortuna di avere un soffitto alto almeno 4 metri possiamo costruire un vero e proprio soppalco per dormire.

Scegliete un armadio al massimo a tre ante, meglio se scorrevoli per poter ottimizzare lo spazio. Sfruttate l’altezza dell’armadio, utilizzando la parte alta per la biancheria e il cambio di stagione. Se però avete un armadio basso potete comunque ovviare al problema spazio utilizzando scatoloni da appoggiare sopra per creare un’altra parte di armadio. Utilizzate scatole ed accessori porta oggetti per sfruttare al meglio lo spazio e per tenere ordine.

Bagno

In questo angolo del monolocale è necessario avere almeno un piccolo mobile dove appoggiare creme e accessori. Meglio se possiamo posizionarle più di uno anche per gli asciugamani. Non dimenticate di mettere uno specchio e una luce sopra il lavandino. Se avete a disposizione una parete libera attaccate uno specchio a parete a tutta altezza che vi permetterà di guardarvi prima di uscire. È consigliata una lavatrice che si carica dall’alto: è comoda e occupa un minor spazio. Compratela con la funzione asciugatrice se non potete munirvi di uno stendino da doccia, che si trova in tutti i supermercati, è comodo e richiudibile. Attaccate alle parete appendini dove riporre accappatoi e asciugamani in posizioni funzionali. Potete riporre in bagno l’occorrente per la pulizia, se non avete trovato altro posto, magari riponendo i detersivi in un mobiletto.