Porte scorrevoli per interni

Autore Andrea Pilotti

Le porte scorrevoli per interni sono un elemento di arredo e separazione degli ambienti di casa. Leggi la guida all’acquisto per conoscerne caratteristiche, tipologie, materiali e come scegliere le migliori porte a scorrimento da interno in base a prezzo, marchio e qualità.

Porte scorrevoli per arredamento casa

Uno degli elementi necessari quando si deve costruire una casa oppure ristrutturarla è indubbiamente la porta, un componente fondamentale dell’arredo e della struttura stessa del nostro spazio abitativo ed è bene valutarne attentamente la tipologia da installare.

Ultimamente si tende sempre più spesso a scegliere modelli scorrevoli che si delineano come una innovativa e comoda evoluzione delle classiche porte a battenti. Di solito queste rappresentano la soluzione ideale per recuperare spazio nelle case più piccole in quanto necessitano di minore volume per l’apertura dell’anta.

In questo modo si potranno inserire mobili che prima non ci era concesso avere per motivi di ingombro. Questo genere di porta è intesa come elemento distintivo e caratterizzante ed è anche impiegata per mimetizzare ripostigli e cabine armadio.

I modelli presenti sul mercato oggi sono tanti e realizzati in stili e materiali diversi per creare un arredamento elegante e sobrio al tempo stesso. In realtà al di là del design e dei componenti di cui sono fatte, le porte di questo tipo hanno un funzionamento di base che è più o meno uguale per tutti i prodotti.

Si tratta infatti un meccanismo a scorrimento che avviene su un binario tramite due carrelli con piccole ruote e questo sistema lo si può inserire all’interno del muro o all’esterno del muro.

Tipologie presenti sul mercato

Prima di installare una porta scorrevole bisogna decidere quale tipologia si adatta meglio alle nostre esigenze e al nostro arredamento di casa. Abbiamo infatti due tipi di porte, ovvero quelle esterne al muro e quelle dette ‘a scomparsa’. La porta scorrevole esterno muro è quella che risulta parallela alla parete e rimane visibile non essendo incassata nel muro. Montare questo genere di porta è più facile in quanto non richiede alcun intervento murario o lavoro invasivo ma bisogna fare attenzione a lasciare libera la parete lungo cui scorre la porta per non bloccare il movimento dell’anta.

Che sia aperta o chiusa, questa variante sarà quindi un elemento decorativo molto importante che potrà essere ben abbinato al resto dell’arredamento. Se poi non vi spaventa dover fare qualche piccolo lavoro di muratura è possibile scegliere le porte a scomparsa, cioè quelle interno muro che si incassano completamente nella parete.

La porta quando viene aperta scorre letteralmente dentro la parete senza dare nessun ingombro ma al contrario ‘scomparendo’ in modo discreto. Sarà necessario inserire nel muro un controtelaio per lo scorrimento interno della porta che potrà essere ad una o due ante. Infine si potrà decidere se mettere uno stipite o una cornice intorno alla porta oppure lasciarla completamente a scomparsa nella parete.

Di solito le porte scorrevoli che scorrono direttamente all’interno muro sono indicate per separare tra loro i grandi ambienti come il salone dall’ingresso di casa. In ogni caso, quale che sia la tipologia che più vi piace è sempre bene acquistare un prodotto certificato e di qualità per evitare di trovarsi dopo pochi anni con porte e ante rumorose o poco scorrevoli.

Materiali di costruzione

In fase di acquisto è importante ponderare attentamente la scelta dei materiali di cui sono fatte. Infatti è bene prestare attenzione alla qualità dei componenti che devono essere progettati per durare molti anni resistendo al tempo e all’usura. Oggi sono realizzate e rifinite in un gran numero di materie prime ed elementi anche molto diversi tra loro come legno, vetro, acciaio, alluminio, laminato e molto altro.

Il materiale più utilizzato è ovviamente il legno, ideale per decorare con gusto e semplicità gli arredamenti più classici e tradizionali. I legni che si impiegano per la loro costruzione sono spesso pregiati ed esclusivi e tra i più gettonati troviamo il mogano, il ciliegio, il rovere, il frassino ed il castagno.

Quelle in legno possono essere molto semplici ed essenziali oppure incise con disegni e motivi in rilievo. Se invece si preferisce arredare con uno stile più moderno e ricercato di solito ci si orienta verso i modelli in vetro che può essere trasparente ma anche satinato o con degli inserti disegnati sulla superficie. Il vetro è inteso come materiale più innovativo grazie al quale creare uno stile contemporaneo e al passo coi tempi.

Può essere infatti facilmente combinato con legno, alluminio e acciaio che vengono impiegati per le principali rifiniture come maniglie, stipiti e binari di scorrimento. Soprattutto il vetro consente di non rinunciare alla luce, garantendo sempre un minimo di luminosità all’interno dell’ambiente. Per ognuno dei materiali poi si possono scegliere tanti colori diversi e cromature particolari in grado di adattare lo stile della nostra porta scorrevole al design della casa.

Prezzi e Marchi

Per quanto riguarda il costo, bisogna tenere conto che in linea di massima i prezzi saranno più contenuti se si tratta di una porta che scorre esterna mentre per quella a scomparsa sono necessari lavori che inevitabilmente comportano una spesa aggiuntiva. Per la tipologia esterno muro si parte da un prezzo minimo di 300 euro per un prodotto di media qualità e si arriva fino ad un massimo di 800-900 euro se si ricerca qualcosa di esclusivo e rifinito in vetro e acciaio. Invece per una porta a scomparsa intelaiata all’interno della parete il costo base è di almeno 450-500 euro e si giunge ad un prezzo massimo anche di 1500-1700 euro per i modelli più grandi e con più ante. Attualmente sul mercato abbiamo una vasta gamma di prodotti davvero interessanti e realizzati con i migliori materiali.

Una delle aziende leader nel settore è la Scrigno, che da vent’anni realizza porte scorrevoli in legno e vetro con un design dalle linee minimal ed essenziali per un look moderno ed elegante. Altro marchio molto famoso è la ditta Eclisse che fabbrica finestre e porte a scorrimento con  controtelai innovativi di propria invenzione. Nello specifico produce battenti sia a scomparsa che esterno muro disponibili nella versione ad anta singola e a doppia anta.

Molto apprezzata è anche la Garofoli che oggi propone porte in tanti materiali e in stili diversi come quello classico, neoclassico e moderno. Nei cataloghi della Garofali troveremo infatti modelli scorrevoli in legno, in vetro e alluminio o in vetro e legno, tutte disponibili in varie sfumature cromatiche.

MENU