Diventa Fan

Ausili bagno per disabili

Gli ausili bagno per disabili sono dei presidi utili a supportare persone con disabilità sensoriale o a ridotta mobilità nella loro necessità di servirsi agevolmente dei sanitari, fornendo punti d’appoggio e leve, oltre a strumenti aggiuntivi che aiutino l’utente nelle quotidiane operazioni di igiene personale. Leggi la guida per conoscerne funzionalità, caratteristiche, tipologie, e come scegliere l’allestimento in base a criteri di qualità e corretta informazione per il consumatore.

A cosa servono

La progettazione di oggetti sanitari da parte delle aziende viene formulata seguendo principi ergonomici tarati sulle proporzioni del corpo di persone normodotate, delle capacità motorie umane calcolate secondo uno standard che può non corrispondere alle esigenze di alcuni tipi di persone.

In particolare, oggi il mercato prevede prodotti specifici per persone, in passato non contemplate dalle strategie commerciali, come ad esempio gli anziani: con l’aumentare dell’età media nelle popolazioni occidentali infatti, è sempre più necessario prevedere l’esistenza di supporti che integrino i sanitari “standard” per venire incontro alla ridotta mobilità delle persone anziane, e a loro eventuali deficit sensoriali.

L’evoluzione della legislazione e della sensibilità dell’opinione pubblica nei confronti dei diritti dei portatori di handicap, poi, ha spinto anche il mercato a guardare con più interesse ai bisogni di persone che presentino alla nascita un qualche tipo di disabilità, immaginando che comprensibilmente anche questo tipo di utenti desideri essere il più possibile autonomo nelle quotidiane operazioni di pulizia all’interno della propria casa. La necessità di alzarsi, di spostarsi da un punto all’altro della stanza, di allungare gli arti o di alzarsi sono operazioni comprensibilmente impossibili in assenza di adeguati strumenti di ausilio.

In particolare, per chi soffre di ridotta mobilità o si muove in carrozzina è importante riformulare la presenza di accessori nella intera toilette, e di disegnarne alcuni ad hoc, che servano per poter usufruire di sanitari che richiedano cambiamenti di posizione fisica. E’ necessario quindi, per gli stessi fornitori industriali, ridisegnare le dimensioni dei sanitari, oltre a modificare la loro forma e in alcuni casi anche il tipo di materiali in cui sono fatti.

Inoltre nella progettazione degli stock di arredamento dei bagni per i portatori di handicap sono inseriti anche una serie di supporti aggiuntivi come una serie di leve e appoggi ad hoc da posizionare in prossimità dei sanitari per rendere più agevole l’utilizzo.

Caratteristiche dei sanitari per disabili

In genere i sanitari da bagno progettati per chi purtroppo ha “bisogni speciali” e ha bisogno di essere facilitato nelle operazioni di pulizia, consistono in alcuni supporti componibili. Si tratta di di un’esigenza comprensibilmente legata al fatto che non esiste uno “standard” della disabilità, e quindi ogni utente avrà necessariamente esigenze diverse, e da “customizzare” rispetto agli altri.

In generale però, qualsiasi bagno che si prevede sarà utilizzato da anziani, disabili motori o sensoriali dovrebbe avere alcune caratteristiche e seguire certe regole di progettazione. Sarebbe bene ad esempio che l’ambiente fosse il più ampio possibile, per garantire una maggiore libertà di movimento, e che fosse dotato di pavimenti antiscivolo per evitare qualsiasi tipo di incidente domestico.

Per quanto riguarda gli accessori da bagno, oltre alla essenziale assenza di gradini di scarto fra il pavimento e i sanitari, sono importanti due fattori: le dimensioni e l’altezza alla quale porre i sanitari. Per quanto riguarda i lavabi, è prevista la possibilità di stare seduti davanti ad essi durante le operazioni di lavaggi, con apposite sedie antiscivolo, e quindi sia essi che gli specchi dovranno essere posti alla giusta altezza per poter essere fruibili. Per la doccia e la vasca, poi, è in genere comune la possibilità di usare carrozzine lavabili e impermeabili, con le quali entrare direttamente appunto nella vasca e nella doccia, le quali dovranno in questo caso prevedere una parete apribile senza gradini o bordi a terra.

Bisogna fare attenzione poi anche ai materiali nei quali sono prodotti i supporti: è sempre meglio preferire i più resistenti nel tempo, ma sceglierli anche a seconda del loro peso. Esistono infatti nuove leghe che risultano molto più leggere e manovrabili rispetto al passato e che, nonostante comportino per l’utente un costo maggiore, sarebbero in teoria da preferire per un maggior confort. Inoltre, va sempre previsto l’acquisto di specifici accessori per facilitare le operazioni di pulizia personale, come appositi contenitori per liquidi o spugne di facile utilizzo.

Progettare una stanza senza barriere

Una tipologia degli ausilii da bagno per chi presenta deficit sensoriali o motori deve innanzitutto tener conto che non è possibile intervenire a livello di sanitari da bagno se prima non si ha a disposizione una stanza adeguata alle esigenze dell’utente. Infatti, questi ausilii presentano delle caratteristiche (in primo luogo le loro dimensioni allargate) che rendono necessario abbattere quanto più possibile le barriere architettoniche presenti nelle stanze abitate dal cliente che le richiede.

Questo comporta la possibilità di allargare le dimensioni della porta, di riposizionare l’altezza di lavabo, vasca e specchi, e di intervenire anche eventualmente sui sanitari già esistenti e che non si abbia intenzione di cambiare. In generale, poi, si può dire che i sanitari da bagno per chi ha esigenze speciali devono essere adattati su vari livelli. In primo luogo sulle proporzioni: per chi è in carrozzina o comunque per chi è anziano o ha problemi di schiena e – temporaneamente o definitivamente – non ha possibilità di rimanere in piedi per lungo tempo, è necessario prevedere dei sanitari che arrivino almeno al mezzobusto di persone normo dotate. Inoltre, gli ambienti del bagno dovrebbero essere più ampi possibili per posizionare tutte le sedie di trasferimento che si ritiene necessario di fronte ai sanitari.

Se è possibile, poi, sarebbe meglio intervenire su doccia e vasca, ampliandone l’ampiezza di entrata ed eventualmente ricavandone dei portelloni da cui far accedere direttamente l’anziano o il disabile in carrozzina o con il bastone. Anche per i non vedenti l’ideale sarebbe, comunque, l’assenza di ogni tipo di gradino o barriera.

Inoltre, le pareti dovrebbero essere sgombre di mensole in eccesso per lasciare posto a maniglie e supporti reclinabili di appoggio per ogni tipo di movimento. E’ importante prevedere poi, in presenza di barriere architettoniche preesistenti, anche la possibilità di inserire scivoli in prossimità dei sanitari. Ogni pavimento dovrebbe poi essere dotato di antiscivolo.

Ausilii da bagno per disabili sensoriali

Gli ausili da bagno per disabili motori riguardano i principali accessori sanitari (vasca, wc, doccia, bidet, lavabo). In genere, essi si compongono di un supporto principale, al quale è possibile aggiungere, a scelta del cliente, numerosi optional aggiuntivi. Questi risultano in genere componibili con gli accessori principali, e vengono scelti dal cliente a seconda delle sue specifiche esigenze di supporto motorio-sensoriale.

Per quanto riguarda la disabilità sensoriale, si può agire in modo opportuno per chiunque presenti, ad esempio, la presenza di deficit a livello visivo. Per questo tipo di utenti è possibile ad esempio prevedere, all’interno della stanza da bagno, l’inserimento di una pavimentazione antiscivolo, indispensabile per lo spargimento di acqua collaterale ad ogni atto di igiene personale che potrebbe facilmente essere causa di incresciosi incidenti domestici.

Sarebbe utile poi anche prevedere una piastrellatura “tattile” da apporre sui muri, che “guidi” il non vedente verso i sanitari appropriati semplicemente attraverso il tatto. Inoltre, tutti gli esperti raccomandano di inserire maniglie e braccioli sui muri o all’interno dei sanitari in maniera ragionata e soprattutto senza esagerare, per non creare un vero e proprio “percorso a ostacoli” per chi purtroppo manca del dono della vista.

Si può agire inoltre anche sulla tecnologia elettronica, chiedendo l’installazione di opportuni sensori
che provvedano autonomamente a definire ad esempio l’ottimale temperatura dell’acqua della doccia. In questo caso, si può prevedere anche un sistema a comando vocale che attraverso appunto delle istruzioni date ad alta voce provveda a regolare il gettito dei flussi d’acqua, la sua temperatura, o ad impostare comandi per una determinata durata temporale, ad attivare leve, ad accendere in tempo lo scaldabagno. Parallelamente, esistono infatti anche dei risponditori sonori che provvedano a dare all’utente un feedback sulla ricezione dei comandi dati oralmente da parte della persona.

Ausilii da bagno per disabili motori

Per la vasca da bagno o la doccia troviamo:

  • Maniglie di appoggio antiscivolo da muro o da interni. Questi supporti sono da inserire all’interno della vasca/doccia per facilitare i movimenti al loro interno, oppure sulla parete esterna, per aiutare a sollevare o far sedere l’utente al loro interno.
  • Sedili da vasca (con o senza schienale, girevoli o fissi), da fissare all’interno della vasca, per rendere più confortevole la seduta.
  • Sollevatori da vasca, per rendere più agevole e sicuro il trasferimento da dentro a fuori la vasca e viceversa.
  • Sgabelli o sedie da doccia, per chi non riesce a fare la doccia in piedi.

Per quanto riguarda il wc invece abbiamo:

  • Coprisedili morbidi e lavabili
  • Alza-wc automatico (si mette in moto con un pulsante)
  • Alza-wc con braccioli, in materiale di peso leggerissimo
  • Sedie wc a secco, che sostituiscono il wc con una sedia dotata di appositi raccoglitori

Come accessori generici per un movimento più agevole in bagno abbiamo:

  • Sedie da bagno, da fissare davanti al lavabo.
  • Maniglie da muro, per rendere più sicuro il movimento fra i sanitari.
  • Sedili e braccioli ribaltabili da muro.
  • Tappetini antiscivolo, da fissare sul pavimento esterno alla vasca/doccia.
  • Sedie di trasferimento, per entrare/uscire da vasca e doccia, da utilizzare prima di ri-trasferirsi alla carrozzina.
  • Spugne rimovibili collegate a supporti estensibili per raggiungere anche le zone più difficili del corpo senza dover muovere gli arti.
  • Dosatori facilitati di liquidi da bagno (shampoo e bagnoschiuma).

Esiste inoltre la possibilità di dotare la propria carrozzina di un sistema di wc a secco, all’uopo reso invisibile. Inoltre, la funzionalità del bidet può essere facilmente sostituita con accessori da posizionare nella parete interna del wc tradizionale, e che aprono il getto dell’acqua con un semplice comando a distanza.

Come scegliere

L’ideale nel caso di progettazione di un bagno attrezzato per disabili motori o sensoriali sarebbe avere, prima dell’acquisto, una consulenza personalizzata con l’architetto che segue la progettazione della propria casa senza barriere architettoniche. Per installare alcuni tipi di sanitari “speciali” è infatti necessario avere una stanza di determinate dimensioni, priva di gradini o altri tipi di barriere, e soprattutto prevedere anche degli interventi ad hoc nei sanitari che già si possiedono (ad esempio l’inserimento di un portello nella vasca o nella doccia). Per quanto riguarda i costi di questa operazione, va comunque tenuto presente che è possibile usufruire di appositi sgravi fiscali previsti dalla legge 13/1989.

Preferibilmente, inoltre, sarebbe necessaria una consulenza personalizzata da parte del fornitore per individuare gli acquisti in base alle sue esigenze fisiche. E’ possibile in questo caso rivolgersi direttamente ai negozi di sanitari “standard” e richiedere un listino di vendita di accessori progettati per chi ha esigenze speciali, direttamente in negozio. Grazie ad internet, poi, è possibile reperire gli articoli di proprio interesse anche direttamente dai fornitori, saltando quindi il prezzo dovuto per l’intermediazione commerciale: ormai ogni grande azienda di sanitari ha sul web il proprio catalogo di prodotti.

Se poi si vuole effettuare un acquisto che tenga d’occhio anche la convenienza economica, è possibile cliccare su grandi portali dedicati alle disabilità, che riportano i migliori prodotti (e i relativi prezzi) e a volte anche dei commenti specifici di utenti registrati al sito che hanno avuto occasione di provare di persona tali articoli.

E’ importante infatti, nella scelta di sanitari, la conoscenza della loro usabilità, e se non ci si accontenta del parere di chi li vende, è sempre possibile chiedere un aiuto a qualche altro utente per saperne di più. In questo caso è molto utile la consultazione di portali dedicati alle diverse facce della disabilità, che prevedono spesso anche un call center o comunque un numero verde a cui rispondono operatori disponibili a rispondere ai propri dubbi.