Diventa Fan

Carta da parati per arredare le stanze di casa

La carta da parati ha vissuto un periodo di grande popolarità, per poi essere sostituita da altri sistemi per coprire le pareti di casa. Oggi questo tipo di rivestimento è di nuovo molto apprezzato, poiché consente di decorare i muri della propria abitazione con svariati colori e fantasie, anche molto originali, a prezzi piuttosto contenuti. Leggi la guida per conoscerne caratteristiche, tipologie, materiali, applicazione e come scegliere la carta da parati per arredare le stanze di casa in base a criteri di qualità, durata, prezzo e corretta informazione per il consumatore.

Carta da parati per arredare le stanze di casa

Materiali

La giusta carta da parati può rivoluzionare l’aspetto di una camera, e talvolta questo tipo di tappezzeria può essere disposto anche sul pavimento o sul soffitto, con la possibilità di ottenere effetti particolarissimi. Esistono modelli di carta da parati particolarmente resistenti, adatti a ogni camera della casa (dal bagno alla cucina, dal salotto alla camera da letto). In questa guida troverete validi consigli su come scegliere questo prodotto in base alle vostre esigenze.

E’ possibile scegliere tra svariati tipi di carta da parati, che differiscono in primo luogo per i materiali con i quali sono realizzati: carta, vinile, tessuto, fibra di vetro o fibra grezza. I tipi di carta da parati più diffusi sono quelli in carta (da qui deriva il nome di questo tipo di tappezzeria). La carta è un materiale che dura a lungo e che può essere colorato in tinta unita o con moltissime fantasie. Anche il vinile è un’ottima scelta, dal momento che si tratta di un materiale ad alta durata e lavabile. In questo tipo di tappezzeria, lo strato in pvc ricopre uno strato di carta.

Questo tipo di rivestimento può essere usato anche in camere particolari come il bagno o la cucina. Esistono anche rivestimenti tnt (tessuto non tessuto), che hanno i pregi di durare a lungo e di richiedere poca manutenzione. Questo tipo di tappezzeria può essere decorato con materiali particolari come sabbie o microsfere, per ottenere particolari effetti metallici. Tra i tipi di tappezzerie in tessuto, ricordiamo quelle realizzate in materiali come cotone, juta o lino, ma ne esistono alcuni in bambù o seta (spesso dipinti a mano), che sono in grado di creare atmosfere del tutto uniche. Se volete optare per una scelta più originale (ma meno economica), è anche possibile scegliere materiali come paglia, legno o fibra di vetro.

Quanti metri di carta comprare?

Prima di recarvi nel negozio per acquistare la carta da parati, dovete stabilire di quanti metri quadri avete bisogno. Tenete presente che, qualora le porte e le finestre in una stanza siano poche, è possibile includerle nel calcolo della superficie: è sempre bene tenersi leggermente larghi nelle quantità ed è meglio acquistare un po’ più carta di quanta ne serviva che un po’ di meno. Inoltre, questa soluzione eviterà di dover effettuare molti calcoli per sottrarre la superficie di porte e finestre dalla superficie totale. Per ogni foglio che acquistate, sommate all’altezza del muro un’altezza extra di 6-10 cm per rifinire i bordi. Quando disponete la carta da parati dovete evitare di sovrapporre i fogli, facendo attenzione a disporli esattamente uno a fianco all’altro. Se scegliete una carta da parati con motivi fantasie, valutate la distanza alla quale si ripete il motivo.

Attrezzatura necessaria

Se siete in procinto si applicare la carta da parati avete bisogno di una serie di oggetti utili al lavoro da svolgere:

  • Un tavolo da tappezziere, ossia un piano che consenta di tagliare e stendere i fogli;
  • una taglierina o delle forbici per tagliare i fogli;
  • un secchio per contenere acqua e colla;
  • la pennellessa, che si usa per distribuire la colla sulla parete;
  • il filo a piombo, che consente di mantenere la verticalità;
  • una spatola da tappezziere per distendere i fogli.

Come applicarla ai muri

Molti tipi di carta da parati oggi sono ottimizzati per rendere semplice il loro posizionamento anche per chi si occupa di questo lavoro per la prima volta. Tuttavia, se avete scelto un tipo di carta da parati particolarmente costoso, potrebbe essere una buona idea rivolgervi a un tappezziere professionista, poiché si tratta di un investimento non indifferente. Se scegliete di applicare voi stessi la carta da parati, avrete bisogno di alcuni strumenti (oltre che di una certa manualità). Per applicare alla parete i fogli di carta da parati è necessario seguire queste fasi.

  • Preparazione della parete
    Il muro sul quale installare i fogli di carta da parati deve essere liscio e non presentare crepe (nel caso in cui siano presenti, devono essere adeguatamente stuccate). Pertanto, dopo aver riempito eventuali buchi, dovrete carteggiare la parete in modo da ottenere una superficie perfettamente omogenea. Se la parete è stata edificata da poco (e quindi è particolarmente porosa), è una buona idea preincollare la superficie. Se invece il muro è stato dipinto in precedenza con vernici satinate o opache, o con colori acrilici, non avrete bisogno di effettuare questa operazione.
    Se in passato sulla parete sono state applicate delle pitture lucide, passate sul muro la carta abrasiva in modo da permettere una migliore aderenza dei fogli di carta da parati che dovete applicare. Infine, se la parete presenta macchie di umidità, è opportuno applicare la carta solo dopo aver risolto questo problema.
  • Scelta della colla
    L’adesivo è essenziale per il corretto posizionamento della carta da parati, e ne esistono tipi diversi a seconda del tipo di tappezzeria e del tipo di parete. Nelle etichette dei diversi tipi di carta da parati troverete delle indicazioni su quale sia il tipo migliore di colla da usare con quella tappezzeria, ma potrete ottenere ulteriore aiuto rivolgendovi a un tappezziere professionista o ad un negozio specializzato.
  • Taglio dei fogli di carta da parati
    Per evitare di sbagliare (e quindi di sprecare carta), tagliate i fogli un po’ alla volta. Ricordate sempre che rispetto all’altezza del muro (escluso lo zoccolo), dovrete considerare circa 10 cm di carta in più per i bordi.
  • Applicazione della colla
    Stendete i fogli sul vostro piano da tappezziere e cospargetevi sopra la colla. Non dimenticate di coprire il pavimento con dei fogli di giornale, per evitare di macchiarlo.
  • Stendere i fogli sulla parete
    Iniziate ad applicare i fogli dal bordo di una finestra o di una porta, utilizzando il filo a piombo. Dovete avvicinare quest’ultimo al muro, a una distanza uguale alla larghezza del foglio di carta, sottrarre 2,5 cm e tracciare una linea verticale. Ora potete iniziare a stendere i fogli di carta da parati dall’alto, servendovi della spatola ed evitando di creare delle bolle d’aria. Alla fine, eliminate la colla in eccesso tramite una spugna, e lasciate asciugare l’adesivo per il tempo indicato sulla sua confezione.