Stampanti per uso domestico

Autore Andrea Pilotti

La stampante è un dispositivo di stampa utilizzato sia in ambito domestico che professionale, può utilizzare tecnologie quali getto di inchiostro (inkjet), laser o sublimazione, in grado di differenziarla per qualità e velocità. I modelli per uso domestico tendono ad essere multifunzione, per gestire con un solo dispositivo stampa, scanner e fax. Leggi la guida per conoscerne caratteristiche, tipologie, accessori e come scegliere il modello di stampante più adatto alle tue esigenze.

Stampante

Caratteristiche

Se qualcuno di voi ha avuto, in passato, esperienza nell’acquisto frettoloso di una stampante, si sarà ben presto reso conto che acquistare una stampante senza leggere e capirne le caratteristiche è come acquistare una macchina nuova senza averla provata.

Nel senso che, magari avete comprato una stampante che vi serviva per la stampa di semplici documenti in formato word e invece ve ne siete ritrovata per le mani una, magari multifunzione, predisposta ottimamente per le stampe fotografiche. A quel punto, vi sarete chiesti: “E ora, cosa ci faccio?”. Proprio per aiutarvi a capire quali caratteristiche deve avere la vostra nuova stampante, vediamo quali sono i parametri da tenere in considerazione per scegliere il modello più adatto alle vostre esigenze.

  • Risoluzione
    Indica il numero di pixel stampabili sul foglio; ovviamente, più è alta, migliore sarà la qualità di stampa;
  • Formato della carta
    E’ indicato dalla lettera A seguita da un numero, ad esempio 4. Questo parametro indica la grandezza del foglio supportato dalla stampante. In genere, i formati supportati sono A5, A4 e A3. E’ importantissimo per capire se la vostra stampante può, ad esempio, stampare sulla carta fotografica di 10×15 cm;
  • Numero di cartucce utilizzate per la stampa
    In base a questo dato, capirete se la stampante è monocromatica (lavora solo con la cartuccia nera), tricromatica (se utilizza anche tre cartucce separate, come il giallo, il ciano e il magenta) per rendere le parti colorate, o esacromatica ( se alle tre precedenti ne affianca altre due per le tonalità intermedie).
  • Velocità di stampa
    Indica il numero di pagine stampate in un minuto, sia in bianco e nero che a colori. Più è alto questo parametro, più la stampante è veloce;
  • Interfaccia di collegameto
    Le moderne stampanti utilizzano quasi tutte un collegamento di tipo usb per dialogare con il pc, o addirittura bluetooth;
  • Costo delle cartucce/toner di ricambio
    E qui veniamo alla nota dolente. Scegliere una stampante senza prima informarsi anche sul costo delle cartucce o del toner di ricambio può significare sobbarcarsi una spesa eccessiva. Tratteremo comunque più avanti questo aspetto.

Tipologie

La stampante è quella periferica di output che seve a trasferire su carta i dati digitali presenti sul nostro pc. Supponiamo che vogliate, ad esempio, trasferire su carta il vostro ultimo lavoro in Word. Bene, con una stampante potete benissimo farlo. E’ sufficiente inserire la carta nell’apposito vassoio e procedere con l’operazione di stampa. Oltre che documenti in formato cartaceo, potete anche stampare foto e immagini a colori. E’ chiaro che la resa cromatica dipende anche dal tipo di carta che utilizzerete. Per una foto, ad esempio, dovete usare la carta fotografica, affinchè possiate ottenere una resa superiore rispetto alla normale carta. Le stampanti moderne si distinguono principalmente in tre categorie:

  • Getto di inchiostro (Inkjet)
    Sono le più diffuse e anche le più economiche in termini di costo e manutenzione successiva. Funzionano secondo un principio abbastanza semplice: l’inchiostro viene spruzzato sulla carta a getto e si asciuga al contatto con l’aria;
  • Laser (Laserjet)
    Più costose ma convenienti dal punto di vista della quantità di fogli da stampare rispetto alle stampanti a getto. Funzionano con la combinazione del lavoro di due elementi importantissimi: il laser, appunto, e il toner. Il laser colpisce il toner che a sua volta, reagendo con esso, rilascia l’inchiostro sul foglio;
  • Multifunzione
    Si stanno diffondendo tantissimo negli ultimi anni e sono caretterizzate dal fatto che riuniscono in un unico apparecchio una stampante e uno scanner, in grado di fotocopiare qualsiasi tipo di documento. Sono solitamente a getto di inchiostro o a laser.

Sono tutte e tre delle validissime stampanti, l’unica differenza risiede nel principio di stampa e in alcune funzioni aggiuntive. Tralasciando la stampante a getto di inchiostro e quella al laser per un momento, è interessante sottolineare che le multifunzione hanno un’importantissima funzione da tenere bene a mente quando deciderete di acquistare la vostra prima, o la vostra prossima, stampante: sono in grado, tramite la pressione di un semplice tasto, di eseguire l’operazione di scannerizzazione e stampa di un documento. In pratica, inserite il foglio che volete copiare sul lato scanner della stampante e, premendo l’apposito pulsante, l’apparecchio procederà alla sua copia. Utile, no?!

Accessori

La stampante ha una dotazione più o meno ricca secondo il modello che avete scelto e, ovviamente, secondo le sue funzioni. La dotazione tipica di una normale stampante, sia essa a getto di inchiostro o a laser, è caratterizzata da: cavo di alimentazione, cavo usb per il collegamento al pc, che in qualche caso può fungere anche da cavo di alimentazione in quanto la periferica attinge dall’alimentatore del pc la corrente necessaria per funzionare, cartucce o toner, secondo il tipo di stampante, il cd di installazione con i driver, il cd contenete qualche programma per ritoccare o modificare le immagini prima di procedere alla stampa e il manuale di istruzioni.

In qualche caso, è anche possibile trovare una piccola confezione contenente diversi tipi di carta, tra cui, qualche foglio in formato A4, qualche foglio di carta fotografica, ecc. Dobbiamo puntualizzare su una cosa in particolare che, a mio modesto parere, non è molto corretta nei confronti dell’utente finale. Mi riferisco al fatto che, attualmente, parecchi produttori di stampanti immettono sul mercato periferiche che si alimentano e lavorano tramite cavo usb; in pratica, questo cavo funge sia da cavo di alimentazione, che di collegamento col pc.

Il problema è che, spesso e volentieri, questo non è incluso nella confezione. Anzi, ultimamente la politica dei costruttori è proprio quella di non includere tale cavo nella confezione della stampante, costringendo così l’acquirente all’acquisto a parte del cavo usb per potere utilizzare sin da subito la nuova stampante. A mio avviso, non includere un accessorio indispensabile al funzionamento di un apparecchio, è un vero e proprio furto a danno dell’utente finale.

E’un po come acquistare una nuova auto per poi sentirsi dire: “Adesso per farla partire devi acquistare il motore a parte”. Politica scorretta che danneggia noi clienti e arricchisce ulteriormente le case di produzione. Comunque, ritornando al nostro discorso, il suddetto cavo ha un costo di circa 3-5 euro ed è comunque facilmente reperibile in qualsiasi negozio di informatica.

Come scegliere

L’avanzamento tecnologico non ha di certo tralasciato il mondo delle stampanti. il mercato, oggi, ci offre una vasta gamma di modelli, diversi in qualità, prezzo e caratteristiche. In linea generale, possiamo, però, distinguerne due tipologie principali, in base al numero di funzioni: Stampanti monofunzione o multifunzione. Le prime, quelle monofunzione, fino a poco tempo fa le più diffuse, svolgono un’unica attività, quella di stampa. Le seconde, note anche con il nome All-in-one, oltre che alla semplice stampa ci permettono anche di scansionare documenti, inviare e ricevere fax e fare fotocopie. Credo sia inutile dire che attualmente si assiste ad un notevole sopravvento delle seconde sulle prime, grazie proprio al loro carattere multifunzionale che permette all’utente di usufruire di più dispostivi in un unico blocco.

  • Tecnologia di stampa
    Un’altra differenziazione che caratterizza le stampanti è la modalità di stampa. Anche in questo caso possiamo distinguerne due tipologie: laser o a getto d’inchiostro. Le prime, più costose rispetto alle seconde, utilizzano il toner, e possono essere in bianco e nero oppure a colori. Le seconde, invece, utilizzano la cartuccia d’inchiostro, e anche loro possono essere in bianco e nero o a colori. Le stampanti laser hanno sicuramente un prezzo elevato rispetto a quelle d’inchiostro, però di contro sono più veloci, permettono una qualità di stampa superiore e hanno un costo per copia inferiore, utile soprattutto quando dobbiamo stampare più pagine di solo testo. Lo stesso toner più costoso della cartuccia ha, rispetto ad essa, una durata maggiore. Al contrario la stampante a getto d’inchiostro trova il suo vantaggio quando oltre a non dover stampare molte pagine di testo, dobbiamo stampare delle immagine colorate.
  • Volume di stampa
    Come è stato detto, in commercio esiste una vasta gamma di stampanti, diverse in qualità, funzioni e prezzo. La scelta, dunque, di una stampante dipende prevalentemente dall’uso che ne fate. Se l’uso è sporadico allora potrebbe essere conveniente acquistarne una dal prezzo non troppo elevato, senza badare al costo e al consumo delle cartucce. Fortunatamente esistono vari modelli a prezzi davvero competitivi. Se al contrario pensate di farne un uso regolare, allora potete indirizzare la vostra scelta su modelli più costosi ma economici in termini di consumo. Anche in questo caso esistono, in commercio, vari modelli che garantiscono una minore spesa in cartucce o toner.
  • Risparmiare sui consumi
    Scegliere la stampante più conveniente in base all’utilizzo che dobbiate farne di certo non basta a limitarne le spese. Non dimentichiamo, infatti, che una stampante oltre l’inchiostro, utilizza anche della carta e dell’energia elettrica. Ma basta adoperare dei piccoli accorgimenti per limitare anche questi consumi. Ad esempio, per risparmiare energia elettrica basta spegnere la stampante ogni qual volta terminiate di utilizzarla, evitando quindi di lasciarla in standby, e preferire un servizio online per inviare e ricevere fax. Per risparmiare carta invece, potete stampare più pagine su un unico foglio (fronte-retro o due, tre pagine per foglio). In questo modo darete anche una mano all’ambiente.

Dove acquistare

In rete si fanno parecchi affari per quel che riguarda l’acquisto delle stampanti. Se cercate bene, troverete delle offerte davvero vantaggiose nonostante i costi fissi di spedizione. Se, invece, vi recate presso il vostro negoziante di fiducia, chiedete sempre una dettagliata descrizione delle caratteristiche tecniche della stampante che vi ha più colpito e che ritenete più adatta alle vostre esigenze.

Controllate, quindi, che i principali parametri descritti in questa guida vi soddisfino e prestate particolarmente attenzione al fattore cartucce. Non abbiate fretta di acquistare la stampante e, se qualche vostro amico o parente ne ha una simile a quella che volete acquistare, provatela, solo così potrete verificare se lavora bene oppure no. Per quanto riaguarda il fattore cartucce, i negozianti oggi affinacano alla vendita delle cartucce originali specifiche per ciascuna stampante, anche quelle compatibili.

Queste ultime sono molto più economiche delle originali, però durano anche meno. Se, comunque, prevedete un consumo eccessivo di cartucce, sulla rete e in qualche piccolo negozietto, troverete i kit di ricarica, composti dai flaconcini con l’inchiostro e le apposite siringhe per iniettare l’inchiostro all’interno dei serbatoi scarichi.

Hanno un costo davvero conveniente rispetto al numero di serbatoi nuovi che dovreste comprare per il ricambio. Informatevi bene, però, che la vostra stampante supporti questo tipo di operazione: infatti, su alcune cartucce, sono presenti dei microchip per eviatare che l’utente possa utilizzare inchiostro non certificato dalla casa. In generale, comunque, approfittate delle offerte fatte dai grandi store di elettronica e informatica dove, soprattutto nel reparto stampanti, vengono offerti dei prodotti in promozione a prezzi molto convenienti.

E con questo, spero di esservi stato utile e di avere chiarito ogni dubbio in merito all’acquisto della vostra nuova stampante. La mia ultima raccomandazione è quella di non procedere all’acquisto impulsivo, ma di valutare attentamente le caratteristiche, le funzionalità, i costi di manutenzione e, soprattutto, l’uso che farete della vostra nuova stampante.

Sottocategoria:
Menu