Recensione Brita Marella XL

Recensione della caraffa filtrante Brita Marella XL, oltre alle mie opinioni sul prodotto trovi pro e contro, caratteristiche e comparazione prezzi.

Brita Marella XL

Pro

  • Elevata capienza
  • Materiali di buona qualità
  • Struttura robusta
  • Migliora da subito il sapore dell’acqua
  • Riduce con efficacia il livello di calcare

Contro

  • Sistema per determinare la durata del filtro piuttosto approssimativo
  • Scomodo alloggiamento in frigorifero

Brita Marella XL è una caraffa filtrante dalla struttura robusta potendola inserire senza problemi in lavastoviglie (tranne il coperchio) e realizzata con materiali plastici di buona qualità. La capacità totale di 3,5 litri assicura circa 2 litri d’acqua filtrata pronta da bere.

Tale capienza è in grado di rispondere alle esigenze di una famiglia numerosa ma, inevitabilmente, incide sulle dimensioni di ingombro pari a 25 centimetri di altezza e 16 centimetri di profondità. Di conseguenza risulta impossibile posizionare la caraffa nella mensola della controporta del frigorifero. L’unica soluzione è rimuovere un ripiano così da creare lo spazio necessario per mantenere l’acqua in fresco.

Nella fornitura è compreso il filtro Maxtra+ da inserire molto facilmente nell’apposito alloggiamento. Ricordo che al primo utilizzo bisogna effettuare due cicli completi e buttare l’acqua ottenuta oppure utilizzarla, ad esempio, per annaffiare le piante.

Dal terzo ciclo in poi si può iniziare a bere l’acqua filtrata che, da subito, presenta un sapore decisamente più gradevole. Il merito va ai sali contenuti nella cartuccia che provvedono a ridurre il livello di calcare e nel contempo trattengono metalli pesanti disciolti nell’acqua del rubinetto.

Se da una parte ho appurato l’efficacia del sistema di filtraggio, dall’altra ho trovato poco attendibile il display integrato nel coperchio per indicare la durata della cartuccia. In pratica si tratta di un semplice contatore che considera solo il tempo di utilizzo e non la quantità d’acqua filtrata, effettuando un countdown di 4 settimane.

Seguendo le indicazioni devo sempre cambiare la cartuccia ogni mese, indipendentemente se ho consumato 10 o 300 litri d’acqua. Il rischio è dover buttare un filtro ancora buono oppure continuare a sfruttare un elemento ormai esausto.

Brita Marella XL è, a mio avviso, una scelta economica per chi consuma molta acqua minerale, ottenendo un buon risparmio ed evitando di trasportare pesanti cestelli nonché smaltire un gran numero di bottiglie di plastica.

L’unico punto debole è l’approssimativo sistema per determinare il consumo del filtro, il che impone un conteggio manuale dei litri prodotti non potendo fare affidamento sul display integrato. Per evitare questo inconveniente la stessa Brita propone modelli più costosi, ma capaci di determinare il momento di sostituzione della cartuccia in base alla durezza dell’acqua e litri filtrati.

Migliori caraffe filtranti