Recensione Candy CMXG20D

Recensione del forno a microonde Candy CMXG20D, oltre alle mie opinioni sul prodotto trovi pro e contro, caratteristiche e comparazione prezzi.

Candy CMXG20D

Pro

  • Favorevole rapporto qualità prezzo
  • Dimensioni compatte
  • Design moderno
  • Molte funzioni a disposizione

Contro

  • Utilizzo complicato
  • Elevato numero di impostazioni anche per eseguire le funzioni più semplici

Candy CMXG20D è un forno a microonde da appoggio caratterizzato da un design piuttosto moderno in cui spicca un ampio display LCD. La struttura offre la solidità e le caratteristiche che mi aspetto da un elettrodomestico di questo genere; presenta uno sportello con vetro temperato molto robusto, prese di ventilazione laterali e una cavità con capacità di 20 litri, ovvero un dato in linea con le compatte dimensioni di ingombro (44 x 35 x 26 (h) cm).

Questo modello è dotato di un sistema di riscaldamento combinato, perciò posso sfruttare singolarmente o nello stesso tempo la potenza massima di 700 watt delle onde elettromagnetiche e i 1000 watt della resistenza elettrica. Accanto alle funzioni standard come selezione della potenza e impostazione del timer, ci sono ben 40 programmi automatici con parametri preimpostati da scegliere in base a ciò che desidero cucinare.

In aggiunta ho la possibilità di estendere di 30 secondi la durata, scongelare in base al tempo e peso dell’alimento, attivare la funzione ECO e anche la partenza differita. Altra interessante caratteristica è la cottura in sequenza che mi permette di impostare due diversi programmi (ad esempio scongelare e cuocere), con avvio automatico uno dopo l’altro.

Candy CMXG20D lo reputo, senza dubbio, un microonde con funzioni tra le più complete per la sua fascia di prezzo. Tuttavia ho dovuto costatare un utilizzo davvero poco intuitivo. Pur avendo una buona esperienza nell’uso di apparecchi di ultima generazione, ho dovuto consultare il manuale anche per avviare la semplice funzione di riscaldamento.

Per tale operazione, infatti, devo eseguire 5 diverse azioni tra premere i tasti e ruotare il selettore. Le cose ovviamente non migliorano con le modalità più complesse, a cui aggiungo lo svantaggio di codici alfanumerici per indicare la potenza costringendomi, di nuovo, a leggere le istruzioni per capire a quale effettivo valore corrispondono.

L’unica semplificazione è il tasto Start Express con cui avvio il riscaldamento per 30 secondi alla massima potenza. Secondo la mia opinione questo modello è adatto a chi ama trafficare nelle impostazioni e comunque richiede parecchie prove prima di acquisire una certa dimestichezza. Se state cercando un apparecchio di uso semplice ed immediato meglio rivolgere l’attenzione altrove.

Migliori forni microonde

Articolo di Andrea Pilotti

Sono un appassionato di tecnologia. Dal 2005 ad oggi ho recensito più di 3500 elettrodomestici. La mia missione è trovare i prodotti con il miglior rapporto qualità prezzo. Nel mio sito trovi classifiche, recensioni, consigli e news di elettrodomestici ed elettronica di consumo per la casa.