Come usare bene l’aspirapolvere senza sacco?

Una serie di consigli e trucchi per utilizzare al meglio l’aspirapolvere senza sacco che ti consentiranno di aumentarne la durata nel tempo e pulire meglio la casa.

Puliscilo regolarmente

L’aspirapolvere senza sacco serve per mantenere pulita la casa e a sua volta richiede esso stesso una quotidiana e periodica pulizia. Le sue performance tendono a diminuire progressivamente col tempo a causa di una naturale usura, ma il processo è accelerato da una cattiva o trascurata manutenzione dell’apparecchio.

Se non hai voglia e tempo di intervenire alla fine di ogni sessione, è opportuno che provvedi ad una pulizia sommaria almeno una volta a settimana. Ogni 3-4 mesi invece devi svolgere un intervento più approfondito per smontare le varie parti e lavare eventuali filtri HEPA. Suggerisco sempre di consultare il manuale utente prima di effettuare qualsiasi intervento, evitando così danneggiamenti all’aspirapolvere.

Come pulire le spazzole

È inutile avere un aspirapolvere super potente se poi si trascura la pulizia delle spazzole. A seconda del modello è possibile trovare in dotazione due o più spazzole da impiegare su specifiche superfici.

La tipologia più performante è la spazzola motorizzata in grado di eliminare con grande efficacia lo sporco. In ogni caso è necessario rimuovere eventuali residui e ostruzioni, nonché peli e capelli che si attorcigliano attorno alle ruote e al rullo impedendo la corretta rotazione.

Il metodo migliore per pulire le spazzole è rimuoverle dalla sede, eliminare con cura tutto lo sporco e riposizionarle in modo corretto. L’operazione va eseguita sempre a secco, quindi evita di immergerle in acqua poiché se le setole rimangono umide succederà un vero disastro una volta a contatto con la polvere.

Pulizia e sostituzione filtro

Il filtro svolge un ruolo fondamentale ovvero cattura le particelle sottili ed elementi nocivi per la salute presenti nell’aria come batteri, virus, muffe, acari e via discorrendo. I modelli migliori sono equipaggiati con filtri HEPA, il che richiede regolari interventi per mantenere una buona capacità di filtraggio.

Per la pulizia puoi utilizzare dell’aria compressa, ma la soluzione migliore è mettere l’elemento sotto un abbondante getto d’acqua. Un aspetto molto importante è assicurarti che il filtro risulti perfettamente asciutto prima di posizionarlo nella sua sede. In caso contrario la polvere, finendo a contatto con le particelle d’acqua, intaserà immediatamente il filtro e comprometterà il corretto funzionamento.

Qualsiasi tipo di filtro è soggetto ad usura e col tempo perde la capacità di trattenere le impurità, di conseguenza dovrai provvedere ad una periodica sostituzione. Per le tempistiche fai sempre riferimento alle indicazioni del fabbricante riportate nelle istruzioni.

Controlla il tubo

L’accoppiata tubo rigido e flessibile è spesso completamente ignorata durante pulizia e manutenzione dell’aspirapolvere, sottovalutando il rischio di occlusioni che limitano notevolmente la forza aspirante. Almeno una volta al mese verifica che il passaggio sia perfettamente libero. Inoltre non trascurare nemmeno la pulizia e igienizza i tubi passando all’interno un panno inumidito con detergente disinfettante. L’operazione non è tra le più comode ma ti permette di eliminare eventuali germi e batteri che trovano un terreno fertile per proliferare.

Non lasciare sporco e polvere nel serbatoio

Un vantaggio di un aspirapolvere senza sacco è avere un comodo serbatoio trasparente asportabile dove finisce tutto ciò che viene raccolto. Alla fine di ogni sessione provvedi allo svuotamento anche se c’è poco sporco. In questo modo impedisci la proliferazione di batteri e rendi più comoda l’operazione, evitando che si disperda polvere nell’ambiente. Ricordati anche di risciacquare velocemente il contenitore e asciugarlo con molta cura.

Utilizza in modo corretto gli accessori

Gli accessori principali sono le spazzole, normalmente due e differenziate per tipo di utilizzo. Una è progettata per superfici più delicate come il parquet, mentre l’altra è adatta per pavimenti resistenti come il gres e aspirare tappeti.

A prima vista potrebbero sembrare del tutto simili, quindi leggi le istruzioni per capire quale modello montare in base alle tue esigenze. In dotazione puoi trovare innumerevoli altri accessori, alcuni con forme tanto particolari da non rendere subito intuibile il tipo di impiego. Anche in questo caso ti basterà dare una rapida occhiata al manuale per avere tutte le informazioni e sfruttare al meglio le potenzialità del tuo aspirapolvere senza sacco.