Migliori crepiere elettriche

di Andrea Pilotti 7 Maggio 2019

Le migliori crepiere elettriche selezionate per dimensioni, potenza riscaldante, accessori in dotazione, rapporto qualità prezzo e marca.

Tefal py604612

Recensione

H.Koenig KREP29

Recensione

Girmi TS36

Recensione

Ariete 0183 Crepes Maker Party Time

Recensione

Royal Catering RCEC-3000-R

Recensione

G3 Ferrari G10306 Creppe

Recensione

 

Come scegliere una crepiera elettrica di qualità

In primo luogo bisogna considerare l’uso che se ne intende fare, se occasionale o intensivo. Nel primo caso la potenza della crepiera può anche aggirarsi intorno ai 1000W, ma deve essere almeno di 3000W per un utilizzo più frequente e semi-professionale o professionale. Valori anche superiori a quelli di una buona bistecchiera elettrica. Anche la scelta del materiale di fabbricazione influenza il risultato, le piastre possono essere fondamentalmente di due materiali, l’alluminio o la ghisa.

Quelle in ghisa pesante sono sicuramente preferibili in quanto gestiscono perfettamente il calore necessario alla cottura ottimale delle crêpes. Non sono consigliabili invece le crepiere con bordo rialzato: è un espediente adottato dai produttori per evitare di far defluire l’impasto, ma ne limita la corretta stesura.

L’ideale per una preparazione perfetta inoltre sarebbe avere due piastre, una per cuocere e una per condire l’impasto: è una soluzione esistente sul mercato a un prezzo ovviamente maggiore degli articoli a piastra singola, percorribile e consigliabile per chi vuole acquistare il prodotto per un esercizio commerciale.

Il prezzo medio di una crepiera elettrica professionale o semi-professionale a piastra singola oscilla fra i 300 e i 500 €, mentre quella doppia va dai 400 agli 800 €. Esistono anche elettrodomestici per uso domestico molto economici, tra i 20 € e i 70 €.

Le crepiere in ghisa sono perfette per un uso professionale, ideali per bar, creperie, gelaterie o per un uso privato da parte di chi ha comunque una sorta di culto per questo alimento, ama cucinarlo spesso ed è disposto a spendere qualche centinaia di euro per assicurarsi risultati eccellenti.

Esistono infatti in vendita a prezzi relativamente accessibili per un uso domestico regolare. Tra i modelli con piastra in ghisa si distinguono quelli in ghisa lavorata e quelli in ghisa smaltata. I primi sono ideali per un uso intensivo e professionale.

La piastra deve essere infatti sempre preparata con più mani di olio da passare con frequenza regolare prima della cottura delle crêpes: questo evita bruciature e formazione di bolle e rende molto più facile rimuovere la crêpe dalla piastra una volta pronta.

Quelle in ghisa smaltata sono consigliabili per un uso semi-professionale e non richiedono una grossa preparazione. Può essere sufficiente, appena prima dell’uso, ingrassare la piastra leggermente.

Spesso insieme all’articolo base sono venduti anche gli accessori, altrimenti acquistabili in un kit a parte: sono la pietra abrasiva per la pulizia – non utilizzabile per la piastra smaltata – i tamponi per ingrassare le piastre, i mestoli per versare il composto, il rastrello per stendere l’impasto e la spatola per eliminare il preparato debordante ai lati. Sono naturalmente elettrodomestici da utilizzare preferibilmente in abbinamento con efficienti e moderne cappe aspiranti.

Elettrodomestici che potrebbero interessarti
Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un gruppo su Facebook che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo.

Iscriviti al servizio gratuito

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.