Migliori depuratori acqua

di

I depuratori d’acqua domestici sono una costituiti da una serie di sistemi filtranti che che rimuovono alcune sostanze chimiche nocive che potrebbero essere presenti nell’acqua del rubinetto. Leggi la guida per conoscerne caratteristiche, tipologie, e come scegliere i migliori depuratori casalinghi in base a criteri di qualità, prezzo, offerte e corretta informazione per il consumatore.

Depuratori d’acqua per uso domestico

Come scegliere un depuratore d’acqua di qualità

Caraffe filtranti

Caraffe filtranti

Caraffe filtranti

Le brocche filtranti sono tra i più comuni depuratori d’acqua casalinghi. La loro funzione è quella di rendere potabile la classica acqua di rubinetto.  Il processo di depurazione avviene attraverso appositi filtri costituiti da un lato di carbone attivo, in grado di eliminare le impurità e il cloro, e dall’altro di resina a scambio ionico, che stabilisce la durezza dell’acqua.

Pur essendo i depuratori più economici, con un costo che si aggira intorno alle 25 – 55 euro, le caraffe filtranti richiedono una particolare manutenzione. Anzitutto occorre fare molta attenzione al filtro, poiché con il tempo può consumarsi e quindi sprigionare sostanze nocive come l’ammonio e l’argento.

Inoltre è preferibile scegliere quei filtri che contengono anche sali d’argento, noti per la loro azione battericida. In questo modo si previene l’increscioso problema della proliferazione dei batteri quando l’acqua è nella brocca.

Leggi anche:
Migliori caraffe filtranti.

Filtri a carbone attivo

filtri a carbone attivo per acqua

Filtri a carbone attivo per acqua

I filtri a carbone attivo, molto utilizzati negli acquedotti, sono degli specifici filtri la cui funzione è quella di eliminare dall’acqua sia il cloro che le sostanze nocive che la rendono non potabile.

Questi filtri per quanto efficaci hanno però un costo considerevole che parte dai 212 euro fino ad arrivare ai 635 euro esclusi i costi di manutenzione. Una spesa, quest’ultima, che va ripetuta ogni sei-12 mesi (in base al luogo d’impiego).

Infatti i filtri a carbone attivo sono molto delicati, si otturano facilmente e oltre un’accurata manutenzione richiedono anche una sostituzione frequente. Inoltre, una volta posizionati, solitamente sotto il lavello, occorre integrarli con delle lampade a raggi ultravioletti. Tali lampade hanno il compito di prevenire l’insorgenza di batteri e germi, che trovano intorno a questi filtri un habitat ideale.

Addolcitori

Addolcitori per acqua potabile

Addolcitori per acqua potabile

Gli addolcitori sono dei particolari filtri il cui scopo è quello di addolcire, appunto, l’acqua, privandola del calcio e del magnesio. Svolgono una funzione prevalentemente anticalcare in grado di prevenire l’incrostazione dalle tubature. Per questo motivo trovano largo impiego tra gli elettrodomestici. Gli addolcitori più utilizzati sono quelli a scambio ionico costituti di catoni di sodio, il cui funzionamento si basa su uno scambio di ioni.

Nel momento in cui l’acqua passa nel filtro, gli ioni di magnesio e di calcio vengono sostituiti dagli ioni di iodio. Il loro utilizzo è sconsigliato per quelle acque già di per sé poco dure, poiché un’acqua troppo dolce non solo potrebbe superare il limite di durezza stabilito dalla legge, di 10°F, ma potrebbe anche rovinare le tubature a causa del suo pH, eccessivamente acido.

Microfiltrazione

Microfiltrazione acqua

Microfiltrazione acqua

La microfiltrazione è un tipo di filtraggio che si distingue dagli altri sistemi di depurazione per via del suo funzionamento.

Esso infatti non è un vero e proprio depuratore poiché non esercita alcun trattamento all’acqua. Alla sua base infatti non c’è nessun scambio di ioni o osmosi, esso agisce semplicemente trattenendo le parti solide presenti nell’acqua.

A tal fine si compone di una membrana di nylon o propilene i cui pori hanno una grandezze inferiore o pari ai 50 microgrammi. Per questo motivo il suo unico scopo è quello di schiarire l’acqua senza purificarla e privarla di batteri, cloro e magnesio.

Osmosi inversa

Filtri a osmosi inversa per acqua potabile

Filtri a osmosi inversa per acqua potabile

I filtri che si basano sull’osmosi inversa sono utilizzati prevalentemente per filtrare quelle acque ricche di sostanze saline e di nitrati.

Essi si compongono di una membrana semipermeabile attraverso la quale l’acqua viene fatta passare con forza e dunque filtrata.

Si tratta di un sistema di filtraggio molto aggressivo, in grado di eliminare quasi totalmente i sali minerali, importanti per la nostra salute. L’acqua così filtrata non può infatti essere utilizzata per uso alimentare.

Oltre ad essere molto costoso, introno ai 2 mila, 3 mila euro, questo tipo di depuratore provoca anche molto scarto. Basti pensare che per ottenere un litro d’acqua distillata ne vengono impiegati almeno cinque di quella normale.

Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, una newsletter che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo.

[Voti: 108    Media Voto: 4.8/5]
CONDIVIDI SU FACEBOOK
Miglior prezzo rilevato sul mercato il 29 marzo 2017
Come acquistare a metà prezzo
golden list - servizio gratuito per acquistare prodotti a metà prezzo
Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, servizio gratuito e garantito.
GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.