Migliori Essiccatori per Alimenti

di

Classifica, Recensioni e Offerte dei migliori essiccatori domestici per alimenti selezionati per range di temperature raggiunte, presenza di display lcd, marca, capienza del cestello, velocità di essicazione e prezzo.

miglior essiccatore per frutta e peperoncini

Classifica e Recensioni dei migliori essiccatori per alimenti

Biosec Domus B5

Biosec Domus, disponibile nelle versioni B5 e B10, è il modello base della Biosec e si colloca in un’ottima posizione nella nostra classifica degli essiccatori domestici per il suo rapporto qualità/prezzo.

Nonostante sia il modello più semplice della gamma proposta da questo marchio, infatti, è una buona scelta per chi si avvicina per la prima volta alla tecnica dell’essiccazione e cerca un prodotto pratico, non troppo costoso e di dimensioni ridotte.

Questo elettrodomestico è dotato di un motore Dryset Pro e ha una potenza di 480 W. Grazie a una pulsantiera collocata sul frontale, di fianco alla ventola, è possibile scegliere 7 programmi e 5 livelli di temperatura diversi, in modo da poter personalizzare di volta in volta la durata e la temperatura dell’essiccazione. Il timer permette di impostare una durata variabile da 2 a 48 ore; inoltre questo modello prevede una comoda funzione di mantenimento al termine della lavorazione vera e propria, in modo da continuare a tenere al caldo i cibi.

La ventola in alluminio si trova nella parte anteriore e costituisce di fatto lo sportellino di chiusura dell’apparecchio. La ventola crea un flusso d’aria orizzontale che simula quello del vento e attraversa i cestelli forati, che si presentano come piccoli cassetti in plastica. In questo modo viene garantita la naturalezza del processo, imitando la tecnica tradizionale di essiccazione all’aria.

Questo prodotto è indicato soprattutto per chi cerca un elettrodomestico versatile. Infatti è disponibile in due versioni: il Domus B5, con 5 cestelli, e il B10, con 10 cestelli. Si tratta quindi di un modello adatto a chi è alle prime armi ma al tempo stesso è integrabile nel tempo, grazie alla possibilità di aggiungere un ulteriore modulo da 10 cestelli.

Entrambe le versioni del Biosec Domus hanno una potenza di 480 W, mentre la capacità è di 2/3 kg per il B5, 4/6 kg per il B10. Le dimensioni del B5 sono di 27X27X45 cm, mentre il B10 ha una profondità di 82 cm.

Roto Dry Plus 826

Roto Dry Plus è caratterizzato dalla forma cilindrica e utilizza un sistema di essiccazione rotante: l’aria entra dal basso, viene riscaldata alla base dell’elettrodomestico e passa attraverso i 5 livelli dei vassoi, che ruotano su se stessi a 360 gradi. Infine l’aria esce attraverso le fessure presenti sul coperchio.

La particolarità di questo modello consiste proprio nella rotazione costante e automatica dei vassoi, una tecnologia innovativa grazie alla quale l’essiccazione avviene in modo rapido e uniforme. A seconda delle necessità è possibile scegliere la durata del procedimento e la temperatura, utilizzando il display digitale e i cinque pulsanti che si trovano sulla base.

Secondo la nostra opinione questo elettrodomestico si presta particolarmente a essiccare alimenti di dimensioni particolarmente grandi, poiché rimuovendo l’interno dei vassoi è possibile sfruttare tutta l’altezza del contenitore.

Il motore di Roto Dry Plus ha una potenza di 500 W. L’apparecchio, di forma cilindrica, ha un diametro di 35 cm ed è alto 30,50 cm, perciò è di dimensioni abbastanza contenute.

Biochef Arizona BCAZ WH

Biochef Arizona è un essiccatore a sei piani che sfrutta un sistema di essiccazione orizzontale, simile a quello di Biosec Domus.

Si presenta come un contenitore in plastica bianca con il frontale trasparente, che permette di controllare comodamente il livello di essiccatura degli alimenti. Inoltre i sei ripiani sono estraibili e la loro altezza può essere regolata di volta in volta, in modo da adattarsi anche a cibi che richiedono più spazio in altezza, come nel caso della lievitazione dello yogurt o del pane.

Questo elettrodomestico è particolarmente indicato a causa della qualità dei materiali che si trovano a contatto con il cibo: infatti i vassoi sono interamente in acciaio inox senza Bisfenolo A (BPA Free), perciò sono semplici da pulire e non rilasciano sostanze sugli alimenti con cui entrano in contatto. Inoltre la ventola è posizionata dietro i ripiani, perciò il calore viene distribuito in modo uniforme e lo sportello anteriore evita la dispersione del calore.

Questo modello è anche dotato della tecnologia EPTTM (Enzyme Protection Technology TM), che garantisce il corretto mantenimento di tutte le sostanze nutritive contenute nei cibi.

Anche in questo prodotto è possibile regolare la temperatura, mentre non è previsto lo spegnimento automatico né la programmazione della durata dell’essiccazione. Infatti non è presente un display, ma semplicemente un tasto on/off e una manovella per il controllo della temperatura. Il wattaggio è di 500 W e le dimensioni dell’essiccatore dono di 34X30X45 cm.

Melchioni Family Babele 118320000

Babele, del marchio Melchioni Family, è un essiccatore di forma cilindrica e di dimensioni contenute: ha un diametro di 33 cm, un’altezza di 26 cm e un peso di soli 2,4 kg.

È dotato di 5 vassoi removibili e secondo la nostra opinione è tra modelli più semplici da usare, al pari del Biochef Arizona. Infatti non è dotato di schermo e si programma semplicemente tramite il tasto on/off e una manopola per la temperatura, che può variare da 35 a 70° a seconda delle esigenze. Ne consegue che non è possibile programmare la durata della lavorazione, che dovrà essere avviata e interrotta manualmente.

La potenza è ridotta (245 W), quindi si tratta di un articolo dai bassi consumi. L’aria calda viene spinta dal basso verso l’alto e fuoriesce attraverso le fessure posizionate sulla parete laterale e sul coperchio. Si tratta di una buona scelta per chi cerca un prodotto di utilizzo semplice e intuitivo, che occupi poco spazio e non abbia dei consumi elevati, pur garantendo delle buone prestazioni.

Beper 90.506

Questo modello della Beper si avvicina molto al Babele 118320000, sia per quanto riguarda il funzionamento che per l’aspetto estetico e le dimensioni.

Anche in questo caso troviamo cinque contenitori inseriti in una struttura cilindrica, più alta di 1 cm rispetto al Babele; ogni contenitore ha la capacità di 1 kg, quindi l’essiccatore nel suo complesso ha una buona capienza.

L’aria calda, grazie al motore da 245 W, viene inviata dal basso verso l’alto. Come nel Babele, l’apparecchio viene avviato semplicemente tramite un pulsante, dopo aver selezionato con l’apposita manovella la temperatura desiderata (compresa tra i 35 e i 70°).

Klarstein Bananarama

Il Bananarama della Klarstein si caratterizza per un design accattivante: si presenta come un basamento in plastica nera, sul quale sono posizionati 6 scomparti impilabili trasparenti.

La trasparenza dei contenitori permette il controllo visivo del processo di essiccazione senza la necessità di dover aprire il coperchio, con il rischio di modificare la temperatura interna.
Il display LCD presente sulla base permette di programmare l’essiccazione in modo semplice e intuitivo, grazie a tre pulsanti: uno per la temperatura, uno per la durata della lavorazione e uno per accendere e spegnere il dispositivo.

Gli scomparti sono completamente smontabili, perciò possono essere puliti comodamente dopo l’uso. Inoltre possono essere inseriti l’uno dentro l’altro per creare uno spazio interno più ampio, adatto per esempio per far lievitare o asciugare i prodotti da forno o di pasticceria.

Si tratta del modello più potente tra quelli nella nostra classifica, grazie ai suoi 550 W di potenza. Il calore viene distribuito tramite una modalità di ricircolo, che permette un’essiccazione uniforme ed efficiente. L’intera struttura è rialzata dal piano di lavoro con dei piedini, in modo che l’aria possa circolare correttamente e il calore non si accumuli in basso.

La temperatura può essere impostata manualmente da 40 a 70°, mentre la durata può variare da 1 a 48 ore. L’elettrodomestico si sviluppa soprattutto in larghezza e misura 29,5X43 cm, mentre l’altezza può variare da 22,5 a 29 cm a seconda del modo in cui vengono montati e impilati i cestelli. Si tratta quindi di un modello di dimensioni notevoli, che richiede spazio ma che al tempo stesso offre una grande superficie di essiccatura. Può anche essere trasportato facilmente grazie alle maniglie laterali, che consentono una presa sicura.

Offerte Essiccatori

Come scegliere un essiccatore per alimenti

L’essiccatore casalingo per alimenti è un elettrodomestico formato da una scatola contenitore, solitamente in acciaio inox, all’interno della quale si trovano da 4 a 10 cestelli in resina alimentare oppure in acciaio, sulle cui grate si devono disporre gli alimenti che si desidera essiccare.

Una volta riempiti i cestelli, si aziona il motore collegato alla ventola che comincia a soffiare aria calda nell’apparecchio. Il cibo va tagliato a fettine non più spesse di un centimetro: i tempi di essiccazione saranno variabili in base non solo allo spessore ma anche in base alla temperatura a cui si decide di essiccare, alla quantità di acqua contenuta nell’alimento e all’umidità presente nell’aria.

Chi acquista questo prodotto, poi, dovrà tenere del fatto che alcuni modelli potrebbero essere leggermente rumorosi. Dato che i tempi di essiccazione si possono protrarre dalle 6 alle 12 ore è importante, cioè, considerare che l’apparecchio potrebbe dover lavorare di notte e quindi prevedere di posizionarlo in una stanza lontana dalla zona notte, in cui non darà fastidio e, nel caso in cui le dimensioni della casa non lo permettano, prevedere l’acquisto di un modello dotato di programma silenzioso.

Un’ultima cosa da tenere in considerazione prima dell’acquisto è il consumo energetico del modello che si andrà a scegliere, considerato che l’apparecchio rimarrà ogni volta in funzione per varie ore.

Come scegliere un essiccatore per alimenti?  E’ bene sapere che non tutti i modelli hanno la stessa capacità: si va dai modelli più piccoli, dotati di 4-5 cestelli, con una capienza di circa 2,5 chili, fino ai modelli più impegnativi e costosi, dotati di 8-10 cestelli, con una capienza di circa 6 chili.

Se, quindi, si desidera utilizzare il prodotto solo per preparare un po’ di frutta secca oppure si desidera fare una piccola scorta di funghi da conservare in dispensa un modello piccolo è perfetto.

Adatto alle esigenze di una famiglia, è anche un prodotto semplice da trasportare per chi ama durante le vacanze in montagna raccogliere frutti di bosco e funghi e conservarne il sapore per consumarli una volta tornato a casa.

Chi, invece, programma di essiccare grandi quantità di alimenti perché ha un orto, o un albero da frutto, oppure perché ha una famiglia molto numerosa o ama fare regali golosi agli amici dovrà preferire i modelli più grandi che gli consentiranno, con gli stessi tempi, di essiccare una maggiore quantità di cibo. Un altro criterio di scelta importante è la tipologia di ventilazione.

Molti modelli, infatti, prevedono che la ventola immetta l’aria calda nell’apparecchio dal basso verso l’alto: questo significa che non si possono coprire completamente tutte le griglie dei cestelli perché si dovrà lasciare spazio all’aria calda di passare da un cestello all’altro.

Questo, inevitabilmente, andrà a scapito della quantità di cibo che si potrà essiccare con ogni ciclo. Inoltre, il tempo di essiccazione tenderà a essere mediamente più lungo perché l’umidità “strappata” agli alimenti dei primi cestelli verrà portata verso l’alto e farà sì che gli alimenti dei cestelli superiori tendano a essiccarsi in maggior tempo.

Esistono, però, anche i modelli che prevedono che l’aria venga soffiata orizzontalmente. Pur essendo più costosi, consentono di risparmiare riducendo i tempi di essiccazione e permettendo di aumentare la quantità di cibo essiccata in ogni ciclo, dato che le grate dei cestelli possono essere completamente ricoperte.

L’aria calda, inoltre, in questi modelli investe le rondelle di cibo sia sulla superficie superiore che su quella inferiore, garantendo un’essiccazione omogenea e più veloce.

Essiccazione gli alimenti

L’essiccazione è un metodo di conservazione dei cibi come ad esempio la frutta che permette di mantenerne inalterate le proprietà nutritive e le caratteristiche organolettiche, senza dover aggiungere conservanti e senza doverli sottoporre ad alte temperature. Eliminando l’acqua contenuta negli alimenti, se ne previene l’ossidazione e lo sviluppo di microbi.

Al contempo, inoltre, i sapori e i profumi del prodotto si concentrano e si esaltano, conservandosi intatti fino al consumo, assieme alla sua croccantezza. L’essiccatore casalingo per alimenti è lo strumento ideale per chi desidera mangiare sano, per chi possiede un piccolo orto con frutta e verdura e per chi ama raccogliere funghi. Gli appassionati di peperoncino e zafferano lo usano per disidratare questi alimenti, e lo stesso dicasi per chi ama farsi in casa la pasta e poi conservarla secca.

E’ anche l’elettrodomestico indicato per chi segue i dettami della cucina crudista perché è in grado di essiccare i cibi senza cuocerli. Ottimo anche per chi possiede un albero da frutto, per chi adora le tisane e gli infusi e si diverte a prepararli in casa e per chi coltiva le piante aromatiche.

Insomma, questo prodotto si rivela davvero prezioso in casa. Per sceglierlo, però, bisogna conoscerne bene caratteristiche, tipologie, migliori marche e prezzo. Vediamoli insieme.

[Voti: 66    Media Voto: 5/5]
Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, una newsletter che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo.

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.