Migliori Fasce per Epicondilite

di

Come azione curativa non farmacologica, sono estremamente indicate le cosiddette fasce per epicondilite, che possono essere anche utilizzate per prevenire o evitare di ricadere in situazioni di dolore al gomito e all’avambraccio. Queste fasce sono utili anche per evitare l’insorgere di queste patologie in soggetti predisposti che fanno lavori o sport a rischio. Leggi la guida all’acquisto per conoscerne caratteristiche, tipologie e come scegliere le migliori fasce per qualità, marche e prezzo.

fascia epicondilite

Classifica e Recensioni delle Migliori fasce per epicondilite sul mercato

Tabella comparativa

Modello Materiale Regolazione / chiusura Ambidestra
Pavis Velluto / garza New Edge Si
Dr. Gibaud. Cotone elasticizzato A strappo Si
Otto Bock Policarbonato / neoprene Fisse, 4 taglie disponibili Si
FGP Tessuto Pressore rimovibile Si
Bracciale Dr.Gibaud Tessuto elastico 5 taglie Si
Bauerfeind Imbottiture attive 17 - 31 cm Si

Tra le fasce per epicondilite più economiche ma tecnicamente valide, troviamo alcuni modelli della nota azienda Dr. Gibaud. Sono in cotone elasticizzato. Grazie all’ampia possibilità di regolazione (a strappo) della loro circonferenza, possono adattarsi a corporature di tipo anche molto diverse, per cui hanno taglia unica. Data la simmetria dell’utilizzo, sono ambidestre.

Sono dotate di cuscinetto pressore ad azione antidolore (o antalgica). Questo cuscinetto va posizionato a circa 5 cm sotto l’articolazione del gomito, in corrispondenza della zona topica da trattare. Questo tipo di fascia si trova in offerta a circa 15 euro.

fascia epicondilite pavisDi Pavis, a 23 euro, abbiamo la fascia in tessuto ideato dalla Pavis stessa, così come proprietario (e brevettato) dall’azienda di articoli ortopedici lombarda il sistema di chiusura semplificato denominato “New Edge”.

Realizzate in velluto all’interno e in garza all’esterno, sono contemporaneamente confortevoli e traspiranti. Non contenendo neoprene, sono adatti anche ai soggetti che sospettano allergia a quel materiale.

Da Otto Bock e da FGP sono proposte fasce da 25 euro e da 27,5 euro. La prima è realizzata in policarbonato con interno in neoprene. La regolazione è limitata, per questo è disponibile in quattro diverse taglie, in funzione della circonferenza del braccio. Al contrario, la fascia FGP ha taglia unica e pressore di tipo pneumatico rivestito in tessuto. All’occorrenza, l’elemento pressore è rimovibile.

fascia epicondilite RotenA 49 euro una sofisticata fascia dalla Ro+Ten, dotata di innovativo cinturino regolabile e con di 2 tipi di pressori intercambiabili. Uno di tipo antiscivolo, l’altro adatto per trattamenti con il freddo (terapia del freddo).

Sempre del Dr.Gibaud troviamo il bracciale che si indossa e che copre il gomito, metà bicipite e metà avambraccio.

È in tessuto elastico ed è dotato di un inserto più rigido, in elastomero, da posizionare nella zona dell’epicondilo. È disponibile in cinque taglie a circa 35 euro.

fascia epicondilite BauerfeindDalla tedesca Bauerfeind, a 77 euro, è proposta la fascia EpiTrain. Anch’essa da indossare fino a metà bicipite, è realizzata in un tessuto in grado di comprimere nei punti topici, anche grazie agli inserti chiamati “imbottiture attive”.

È disponibile in sei misure diverse, per bicipiti cha vanno da un minimo di 17 cm di circonferenza ad un massimo di 31 cm.

Poiché il muscolo estensore radiale breve del carpo si estende dall’epicondilo al polso, in alcuni casi, per il trattamento del gomito del tennista e/o per continuare l’attività che potrebbe provocare la tendinite è suggerito l’utilizzo di due fasce: una sotto al gomito e l’altra sul polso.

fascia epicondilite Tielle CampDi Tielle Camp è il bracciale completo di polsiera. Il sistema, modulare, si compone di fascia da gomito termoformato con cuscinetto pressore zigrinato per un migliore contatto e stabilità. Un secondo cuscinetto chiamato “Thermpad” è utile per trattamenti termici caldo/freddo. Tessuti elastici e sistemi di chiusure con velcro rendono facile e sicura l’applicazione. Il dispositivo medico è venduto al prezzo di 99 euro.

Fasce per epicondilite in offerta

Come scegliere una fascia per epicondilite

Come azione curativa non farmacologica, o per coadiuvare la stessa, sono estremamente indicate le cosiddette fasce per epicondilite, che possono essere anche utilizzate per prevenire o evitare di ricadere in situazioni di dolore al gomito e all’avambraccio. Queste fasce sono utili anche per evitare l’insorgere di queste patologie in soggetti predisposti che fanno lavori o sport a rischio.

Il principio di funzionamento di queste fasce si basa sull’effetto che ha una pressione meccanica in una zona precisa dell’avambraccio. La zona sulla quale agire con una pressione fisica si trova a circa 5 cm sotto il gomito stesso, lungo l’avambraccio. Questa pressione riesce a limitare la contrazione del muscolo estensore radiale breve del carpo, riducendone di conseguenza l’affaticamento.

Normalmente queste fasce si indossando durante la giornata, quando c’è lavoro da parte del polso e dell’avambraccio, mentre sono da togliere durante il riposo e la notte. Non è consigliato un uso più prolungato di 4-5 ore. In generale, inoltre, è assolutamente sconsigliato indossarle in presenza di traumi, lussazioni o fratture, eventi cioè che necessitano di una immobilizzazione completa, ad esempio tramite ingessatura.

Talvolta queste fasce sono vendute in abbinamento con la gomitiera, che è una fascia elastica da indossare sul braccio in corrispondenza del gomito e che si estende sopra e sotto lo stesso per circa 10 cm. In alcuni casi questa fascia comprende gli elementi in materiale più rigido che premono sulla parte superiore del muscolo estensore che fa capo all’epicondilo. Le gomitiere sono indicate spesso anche per il trattamento post-chirurgico.

L’epicondilite laterale: cause e sintomi

Conosciuta anche con termine colloquiale di gomito del tennista, l’epicondilite laterale è una infiammazione dei tendini del gomito, in particolare quelli che fanno capo ad una protuberanza ossea dell’omero chiamata epicondilo.

epicondiliteQuesta dolorosa tendinite non interessa solo i tennisti, in quanto può svilupparsi in tutte le persone che, a causa dello sport che praticano intensamente o anche del lavoro quotidiano, tendono a mantenere a lungo certe posture o a ripetere determinati movimenti del braccio, dell’avambraccio, del polso o della mano.

In particolare, possono provocare l’infiammazione i movimenti che interessano il muscolo estensore radiale breve del carpo, che parte dal polso per arrivare all’epicondilo e al quale fanno parte i tendini dell’epicondilo stesso.

Questa patologia va curata tempestivamente, in quanto se si trascura può cronicizzare. Fortunatamente la cura, sebbene non breve, normalmente non richiede interventi chirurgici, che sono invece necessari nei casi più gravi o nei casi che non rispondono adeguatamente a trattamenti farmaceutici.

In particolare, dopo 6-12 mesi di trattamenti farmaceutici che non hanno portato benefici, può essere necessario l’intervento chirurgico. Si stima che questo succede al 10–15% dei pazienti. Anche in caso di cronicizzazione l’intervento chirurgico è necessario. Recentemente la cura del gomito del tennista è trattata anche con tecniche che non necessitano di farmaci quali i trattamenti con onde d’urto o esercizi specifici.

In ogni caso, durante la fase acuta, oltre all’interruzione dell’attività sportiva o lavorativa che provoca il problema, il braccio affetto da questa patologia non deve essere fatto affaticare.

Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un servizio gratuito che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo. Leggi le opinioni di chi ha provato il servizio.

I dati inseriti saranno gestiti nel pieno rispetto del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e non ceduti a terzi.

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.