Migliori Filtri Acqua

di Andrea Pilotti 3 ottobre 2018

I sistemi di filtraggio dell’acqua, permettono di epurarla da tutte quelle sostanze potenzialmente nocive per il nostro organismo. Ecco degli utili consigli per acquistare un filtro dell’acqua adatto alle vostre esigenze.

Miglior filtro acqua rubinetto casa

A cosa serve un filtro per acqua?

Il suo nome già lo spiega: in teoria servirebbe a rendere più pulita l’acqua di casa che arriva dalle conduttore. In passato, e ancora oggi, molte sono le polemiche inerenti ai filtri dell’acqua che vengono venduti ai privati, per essere installati direttamente sugli apparecchi domestici delle proprie abitazioni. I polemici nei confronti di questi sistema sostengono che la purificazione delle acque dovrebbe essere fatta a monte, ovvero dai fornitori stessi di acqua. E che questi filtri non servono a un granché.

Rimane il fatto che oggi sul mercato esistono molti depuratori d’acqua in grado di migliorare sensibilmente il livello di qualità di questo prezioso elemento. Rimane tutta via pratica molto diffusa, in Italia, l’acquisto di acqua minerale in bottiglia da bere. Sarà più sicura?

Secondo delle recenti indagini si è scoperto che mentre negli acquedotti che provvedono a inviare nelle nostre case, l’acqua che utilizziamo tutti i giorni, i controlli vengono fatti quotidianamente, l’acqua imbottigliata viene esaminata ogni mese: da questi dati emerge che dovrebbe essere più sicura quella dell’acquedotto.

Acqua che, trattata con un buon impianto di depurazione domestico, garantirebbe salubrità e risparmio notevoli, sia per quanto riguarda il costo dell’acqua in bottiglia, sia per quanto riguarda lo smaltimento della plastica una volta gettata via.

Pareri discordanti, dunque, anche con dati scientifici alla mano, che rendono difficile la scelta dei cittadini: depuratore domestico sì oppure no? Nonostante la sicurezza degli impianti, un ostacolo in più a batteri e sostanze inquinanti non può certamente nuocere.

Scopriamo insieme come funziona un filtro dell’acqua, di quelli che potete acquistare per le vostre abitazioni. Nel prossimo paragrafo analizzeremo i vari tipi di depurazione delle acque.

Tipologie

Per depurare e rendere più sicura l’acqua che vediamo uscire dal nostro rubinetto di casa, esistono in realtà diverse metodologie, in base alla problematica riscontrata caso per caso. Ecco allora le quattro principali tipologie di depurazione delle acque:

  • Addolcimento
    Questa prima tipologia di filtro per l’acqua serve per rendere meno calcarea la vostra acqua. Se l’acqua più ricca di calcare, detta anche “dura” non è per forza dannosa per la salute, lo stesso non può dirsi per impianti idrici ed elettrodomestici presenti in casa, come la lavastoviglie o la caldaia a condensazione. Quando viene scaldata, infatti, forma il calcare, che a lungo andare può rovinare i vostri apparecchi elettrici ad acqua. Gli addolcitori d’acqua sono quindi una buona scelta per avere un’acqua meno dura e contemporaneamente preservare elettrodomestici come lavatrici e caldaie dall’azione deleteria del calcare.
  • Carbone attivo
    Questo sistema è in grado di depurare l’acqua da diversi agenti inquinanti, come i composti clorati, i trialometani e i pesticidi, molto dannosi per la nostra salute. Purtroppo però non è in grado di eliminare nitrati, calcio e batteri, altrettanto dannosi per la nostra salute. Di solito vengono collegati direttamente al rubinetto di casa vostra e, una volta raggiunta la saturazione massima, vanno sostituiti.
    A scambio di ioni. Come per gli addolcitori, anche per questo sistema a scambio di ioni vengono utilizzate delle resine selettive, per eliminare i nitrati e gli ioni metallici. A quanto pare, però, non possono nulla contro i batteri. Una volta raggiunta la capacità massima, questo sistema va rigenerato.
  • Osmosi inversa
    L’osmosi inversa è un procedimento di filtrazione fisico, che presuppone l’installazione di un particolare apparecchio sotto il vostro lavandino: stiamo parlando del depuratore d’acqua ad osmosi inversa. L’acqua passa attraverso una membrana a osmosi permeabile che permette di separare le particelle più grosse dall’acqua. La membrana deve essere costantemente pulita e dopo un quantitativo di utilizzi deve essere sostituita.
  • Filtraggio fisico
    E’ un filtro che si applica direttamente alla sorgente dell’acqua: è una sorta di setaccio in grado di separare l’acqua da sostanze come la sabbia e il ferro. E’ perfetto per dei pozzi o delle fontanelle, ma è stato riscontrato che non è molto utile per l’acqua di uso domestico, per la quale c’è bisogno di depuratori più accurati.

Tipologie specifiche in base all’uso

  • Filtri caraffa
    Vanno meglio per filtrare piccole quantità di acqua da bere, senza il problema dell’installazione di un più grande e costoso impianto di depurazione domestico. Le caraffe filtranti sono sufficienti per avere a pranzo o a cena acqua più leggera e pulita, rispetto a quella del rubinetto, e funzionano con cartucce filtro che periodicamente vanno sostituite.
  • Filtri montati sul rubinetto
    Funzionano meglio per filtrare acqua da bere e per cucinare con una facile installazione. Inoltre permettono di passare da acqua filtrata a non filtrata e viceversa. Tra gli svantaggi, rallentano il flusso dell’acqua e non funzionano con tutti i rubinetti.
  • Filtri da piano cucina
    Questa opzione vi permette di filtrare grandi quantità di acqua senza modificare le tubature. E’ anche meno facile che si intasino rispetto alle caraffe o ai filtri montati sui rubinetti, anche se possono rendere disordinato il piano cucina e non possono essere usati con tutti i rubinetti.
  • Filtri sotto il lavandino
    Anche questi permettono di filtrare grandi quantità di acqua senza dover modificare il rubinetto o rendere disordinato il piano cucina. Ma rubano spazio nell’armadietto sotto il lavandino e richiedono modifiche delle tubature. Dovrete anche fare un buco per il dispensatore attraverso il lavandino e/o il piano cucina.
  • Filtri a osmosi-inversa
    Possono rimuovere un’ampia gamma di sostanze contaminanti, inclusi solidi dissolti, e sono il solo tipo certificato per la rimozione dell’arsenico, ma richiedono modifiche delle tubature e devono essere periodicamente disinfettati con candeggina. Sono anche estremamente lenti, rubano spazio nel mobiletto e sprecano da 3 ai 5 litri d’acqua per ogni litro filtrato.
  • Filtri per tutta la casa
    Sono un modo economico di rimuovere dall’acqua di casa depositi, ruggine e, per alcuni, cloro. La loro lunga durata è un altro vantaggio, ma la maggior parte non sono stati creati per rimuovere tutte le altre sostanze contaminati, inclusi cisti, metalli e composti organici volatili. Richiedono un’installazione professionale.

Come scegliere un filtro per acqua di buona qualità

Come si può scegliere il filtro per l’acqua domestico più adatto alle nostre esigenze, per evitare delle spese eccessive che si rivelano poi inutili? Ecco alcuni consigli pratici per acquistare in tutta serenità il sistema di filtraggio più utile per i nostri bisogni e per le necessità del nostro impianto idrico.

In primo luogo, bisognerebbe fare un’analisi approfondita della nostra situazione e dei nostri impianti, per capire meglio quali sono effettivamente le nostre necessità per quanto riguarda l’acqua potabile che esce dal nostro rubinetto, sia esso di un impianto domestico oppure di un impianto professionale di dimensioni maggiori.

Bisognerebbe capire quali sono le condizioni dell’acqua che arriva a casa dall’acquedotto e capire quali sono le precauzioni da prendere, per evitare batteri, malattie e sostanze inquinanti.

In secondo luogo, dopo aver appurato quali sono le nostre priorità e quali sono effettivamente le condizioni di “salute” della nostra acqua e delle conduttore che arrivano in casa nostra, bisogna appurare quali sono le nostre esigenze.

Per scegliere il prodotto migliore da acquistare, ed evitare acquisti che in futuro si possono rivelare inutili e superflui. Se il problema è solamente il calcare, allora meglio scegliere un sistema ad addolcimento, che ci permette di risolvere il nostro unico problema, senza spendere soldi in un apparecchio che effettua altri filtraggi. Il sistema a carbone attivo può essere utile, se la vostra acqua risulta infetta da agenti inquinanti non troppo specifici: contro i pesticidi è perfetto, ma meglio provare qualcosa di più “potente” se gli agenti inquinanti sono anche altri.

Inoltre, un’altra tipologia di scelta può essere rappresentata dalla tipologia di utenza che dobbiamo proteggere da acque troppo inquinate o troppo poco sicure. I sistemi base sono molto utili per le utenze domestiche, mentre quelli a filtraggio fisico, ad esempio, sono perfetti per i grandi sistemi, come dei pozzi o delle fontanelle. Mentre risulterebbero del tutto inutili per delle utenze domestiche.

Dove acquistare

Una volta deciso, e riflettuto in modo approfondito, sul sistema di filtraggio più adatto alle nostre esigenze, bisognerà rivolgersi a qualcuno per poter fare il nostro acquisto.

In questo caso è un po’ complicato trovare dei negozi che vendano questa attrezzatura: potete provare ad informarvi in negozi specializzati in idraulica oppure in qualche ferramenta molto attrezzata e molto specializzata.

Questi i consigli se dovete comprare dei sistemi di filtraggio ad uso domestico, dalle dimensioni, dunque, ridotte: tali sistemi, infatti, sono più facilmente reperibili, senza dover effettuare delle ricerche in negozi di rifornimento per grossisti, magari per idraulici, dove sarete certi di trovare l’attrezzatura richiesta.

Un altro consiglio che possiamo darvi è quello di rivolgervi al vostro idraulico di fiducia, che, se è abbastanza esperto anche in termini di filtraggio delle acque, sarete certi di ricevere ottimi consigli, su dove acquistare i prodotti migliori, su quali prodotti scegliere (il consiglio di un esperto è sempre gradito, quando si tratta di acquistare e installare in casa propria o in azienda dei prodotti tanto specifici come possono essere i filtri dell’acqua: sempre per evitare spese che nel futuro potrebbero rivelarsi inutili e sbagliate) e potrà anche aiutarvi nell’installazione del sistema scelto.

Un’altra soluzione, se volete procedere per conto vostro, può essere quella dei grandi magazzini del fai da te, sempre molto utile in questi casi se si decide di non rivolgersi ad un esperto, cercando anche di risparmiare qualcosina. Se esiste una sezione dedicata all’idraulica, con tutta probabilità ci saranno anche delle soluzioni facili da installare dedicate proprio al filtraggio delle acque.

Infine, l’ultimo consiglio che possiamo darvi per acquistare in tutta tranquillità un sistema di filtraggio delle acque, è quello di rivolgervi direttamente alle aziende produttrici di tali prodotti: in questo modo sarete certi di conoscere tutte le informazioni necessarie relative alla merce attualmente in commercio. E poi potrete anche sincerarvi e assicurarvi dei rivenditori autorizzati di tali aziende, così da non dover cercare troppo in giro il prodotto desiderato. Per quanto riguarda alcuni dei possibili produttori di sistemi di filtraggio delle acque, vi rimandiamo all’ultimo paragrafo di questa guida.

Offerte Depuratori Acqua

[Voti: 628    Media Voto: 4.8/5]
Elettrodomestici che potrebbero interessarti
Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un servizio gratuito che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo. Leggi le opinioni di chi ha provato il servizio e guarda un esempio.

I dati inseriti saranno gestiti nel pieno rispetto del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, del GDPR n. 679/2016, e non ceduti a terzi.

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.