in

Migliori fornelli elettrici da campeggio

I migliori fornelli elettrici da campeggio selezionati per potenza elettrica, zone cottura, dimensioni, sicurezza e rapporto qualità prezzo.

Rommelsbacher Ceran CT 3403/TC

Recensione

Ardes ARTK21

Recensione

Ariete 993

Recensione

Unold 58855

Recensione

Girmi PI01

Recensione

G3Ferrari G10034

Recensione

 

Come scegliere un fornello elettrico da campeggio

Chi ama il campeggio sa bene che un prodotto necessario da portare con sé è il fornelletto. Quelli alimentati a gas sono comodi perché consentono sempre una totale autonomia: in qualsiasi luogo si ha la possibilità di azionarli senza collegarsi a nessun tipo di alimentazione elettrica.

A loro sfavore però hanno la scomodità di dover portare sempre con sé una bomboletta di gas, e nel caso di noleggio, di riportarla vuota in negozio; per non parlare del fatto che in alcuni campeggi italiani ed esteri è vietato utilizzare questo tipo di prodotto.

I fornelletti elettrici, invece, sono più pratici perché leggeri e facili da trasportare, sicuri perché non si rischia che il vento possa spegnere le fiamme e si collegano facilmente alle colonnine elettriche dei campeggi. Quando si decide di acquistarne uno, però, bisogna conoscerne bene le caratteristiche perché la scelta si posi su quello più adatto all’uso che se ne farà.

I fornelli elettrici da campeggio sono dotati di una base in materiale metallico, solitamente acciaio inox, e una o due piastre di cottura in ghisa. E’ importante che il cavo elettrico sia abbastanza lungo, almeno 90 cm, per consentirne un uso più agevole. Le dimensioni dell’apparecchio sono solitamente piuttosto ridotte, proprio per favorirne un semplice trasporto. Il calore della piastra viene di solito regolato tramite una semplice manopola e può essere dotato o meno di termostato.

Quello che rende preferibile un modello rispetto ad un altro è essenzialmente la sua potenza. Bisogna quindi pensare bene a quale sarà l’uso che se ne vorrà fare. C’è chi, ad esempio, desidera usare il prodotto essenzialmente per scaldare qualcosa o per preparare il caffè, anche se per questa soluzione sempre più utenti optano per una caffettiera moka elettrica da portare in campeggio.

In questo caso vale la pena restringere la propria scelta ai modelli meno potenti: un fornelletto con una potenza di 650-800 W andrà benissimo, sarà più economico e soprattutto non creerà problemi né utilizzando il generatore interno di una roulotte né utilizzando le colonnine di alimentazione dei campeggi.

Per cucinare nel vero senso della parola, bisogna inevitabilmente scegliere fornelli più potenti e dotati preferibilmente di due piastre. Come accade per i più tradizionali piani cottura elettrici o a induzione, Più il modello sarà potente e prima l’acqua bollirà. Modelli da 2000-2500 W sono fantastici da questo punto di vista. Bisogna sapere però, che non in tutti i campeggi le colonnine supportano una potenza simile e non in tutti c’è la possibilità, pagando un extra, di avere a disposizione una potenza maggiore.

Se non ci si informa bene prima presso il luogo scelto per la vacanza, quindi, si corre il rischio di non poter usare l’apparecchio. Chi ama recarsi nel nord Europa sa che in quei paesi ci sono meno problemi, ma è sempre meglio verificare. Chi decide di acquistare i prodotti più potenti, comunque, può scegliere i modelli dotati di piastre a più resistenze.

Questo permetterà di diminuire la potenza della piastra nel caso in cui si debba usarla per scaldare qualcosa o fare il caffè e di aumentarla al massimo quando si vorrà fare la pasta. Non bisogna scordare, infatti, che i modelli con un’unica resistenza permettono di regolare la temperatura della piastra ma non di regolarne la potenza.

In qualsiasi caso, ci sono tre elementi da tenere in considerazione quando si sceglie il proprio prodotto. Uno è l’auspicabile presenza di un coperchio richiudibile. Questo semplice accorgimento evita brutti incidenti, soprattutto nel caso in cui ci siano dei bambini piccoli.

Il secondo elemento è che il prodotto sia dotato di una base solida e di piedini antiscivolo, per evitare qualsiasi problema. L’ultima cosa da controllare, nei modelli a doppia piastra, è la distanza tra le due piastre che deve essere sufficiente per sistemare comodamente due pentole o padelle di media dimensione.

Elettrodomestici simili