Migliori forni a microonde

I migliori forni a microonde selezionati per rapporto qualità/prezzo, oltre a classifica, recensioni e come scegliere, trovi anche il confronto prezzi.

INDICE
1. Classifica migliori forni a microonde
1.1 Electrolux EMM21150S
1.2 Bosch HMT75M451
1.3 LG MH6336GIB
1.4 Whirlpool MWP103W
1.5 Sharp YC-MG02ES
1.6 AEG MFD2025S-M
1.7 Samsung MG23K3614AW
1.8 Candy CMXG20D
1.9 Beko MGF28310X
2. Come scegliere un forno a microonde
2.1 Tipologie
2.2 Funzioni
2.3 Prezzo
2.4 Migliori tecnologie
2.5 Domande frequenti

Classifica migliori forni a microonde

Electrolux EMM21150S

Electrolux EMM21150S

Pro

  • Utilizzo molto intuitivo
  • Buona qualità dei materiali

Contro

  • Design poco ricercato
  • Manca un display

Basta una rapida occhiata per capire che questo Electrolux EMM21150S è un forno a microonde che fa dell’essenzialità la sua migliore qualità. Ormai siamo abituati a elettrodomestici dotati di display LCD e pannelli touch, perciò fa un po’ specie ritrovare un elettrodomestico con solo due classiche manopole.

Dal punto di vista estetico non è un prodotto che mi ha colpito, cosa che non posso dire per la facilità d’uso e la qualità costruttiva. L’utilizzo risulta elementare, infatti con un selettore si imposta il metodo di riscaldamento e con l’altro la durata della cottura. In pratica disponiamo di 4 livelli di potenza che vanno da 90 W fino a 800 W, funzione di scongelamento e possibilità di attivare il solo grill oppure la cottura combinata grill-microonde.

Electrolux EMM21150S è un elettrodomestico adatto a chi certa un forno a microonde essenziale e a coloro che sono poco abituati all’uso di elettrodomestici di ultima generazione. Questa semplicità e mancanza di orpelli tecnologici si traduce in un prezzo di vendita decisamente economico e alla portata di tutte le tasche.

Bosch HMT75M451

Bosch HMT75M451

Pro

  • Molto semplice da utilizzare
  • Materiali di buona qualità
  • Struttura solida

Contro

  • Prezzo alto
  • Cavità di limitata capienza
  • Non è presente la modalità grill

Bosch HMT75M451 è un forno a microonde da appoggio che presenta dimensioni abbastanza ingombranti ( 46,1 x 35,1 x 29 (h) cm) se rapportate alla capienza della cavità di appena 17 litri. L’aspetto estetico non è dei più ricercati, con un design essenziale progettato non tanto per pagare l’occhio, quanto per rendere l’elettrodomestico di utilizzo molto intuitivo.

A mio avviso l’azienda tedesca è perfettamente riuscita nell’intento offrendo un modello dalla struttura molto robusta, rivestimento esterno in acciaio inox satinato e interno in acciaio smaltato per favorire la pulizia, nonché un’interfaccia utente ordinata e di immediata comprensione.

Secondo la mia opinione il principale vantaggio è proprio la facilità d’uso infatti, per le operazioni più semplici, non ho dovuto nemmeno consultare il manuale. Sfruttando le chiare indicazioni sui tasti sono in grado di selezionare subito il livello di potenza che desidero, partendo da un minimo di 90 watt fino al massimo di 800 watt.

Anche impostare il timer è davvero un gioco da ragazzi grazie al comodo selettore, il tutto coadiuvato dai pulsanti Start e Stop per avviare o bloccare il riscaldamento. Comoda la funzione per memorizzare un’impostazione di uso frequente, dovendo premere il pulsante M, scegliere potenza e durata e schiacciare nuovamente lo stesso tasto per confermare.

Questo modello è dotato di 4 programmi per lo scongelamento e 3 per la cottura automatica. In tali circostanze è necessario leggere le istruzioni, non perché le impostazioni risultano complicate, ma per capire a cosa corrisponde il numero che appare sul display.

Il mio giudizio finale per questo Bosch HMT75M451 è positivo avendo apprezzato la solidità costruttiva e l’utilizzo adatto anche a persone con una minima esperienza nell’uso di un microonde moderno. Ciò nonostante ritengo il prezzo di listino davvero alto per un modello privo di grill e con una capienza di soli 17 litri.

LG MH6336GIB

LG MH6336GIB

Pro

  • Soddisfacente rapporto qualità prezzo
  • Ridotti tempi di cottura
  • Diffusione omogenea del calore
  • Potente illuminazione interna
  • Funzioni molto complete

Contro

  • Programmazione non sempre immediata

LG MH6336GIB è un forno a microonde a libera installazione contraddistinto da un design moderno con eleganti pulsanti touch e una colorazione completamente nera. Innanzitutto devo evidenziare il buon rapporto tra dimensioni e capienza, infatti a fronte di ingombri nella media beneficio di una cavità di ben 23 litri.

Il merito va, soprattutto, alla tecnologia Smart Inverter che permette di ridurre lo spazio occupato dal magnetron. Di prim’ordine anche il valore della potenza che raggiunge un massimo di 1150 W con il solo microonde, 900 W con il grill e 1450 W nell’uso combinato. I suddetti dati tecnici mi offrono da una parte un riscaldamento uniforme per ottenere cotture e scongelamento omogenei e dall’altra tempi ridotti e minori consumi energetici.

Il pannello comandi è molto essenziale nonostante la completezza delle funzioni a disposizione. In linea di massima l’utilizzo non è particolarmente complicato, tuttavia il libretto delle istruzioni è bene sempre tenerlo a portata di mano nel caso si desidera attivare le modalità speciali. Mi riferisco ai programmi automatici, scongelamento in base al peso e tipo di alimento, mantenimento al caldo, modalità in sequenza (ammorbidire / fondere e scongelamento / cottura) e la preparazione dello yogurt.

Altri particolari degni di nota sono la potente illuminazione a LED e la funzione Smart Diagnostic da utilizzare in caso di malfunzionamenti. In presenza di un guasto posso chiamare il centro assistenza e, seguendo le istruzioni dell’operatore, riesco ad inviare una sequenza di toni semplicemente appoggiando il telefono sul simbolo in alto a destra con la scritta Smart Diagnostic. Decodificando il segnale ricevuto, l’addetto sarà in grado di effettuare una diagnosi accurata per capire il problema.

LG MH6336GIB rappresenta, a parer mio, una buona scelta di acquisto alla luce di un rapporto qualità prezzo tra i migliori della sua categoria. A parte dover perdere un po’ di tempo per impratichirsi con le funzioni speciali, il normale utilizzo risulta piuttosto semplice. Un apparecchio completo sotto tutti i punti di vista e col valore aggiunto di 10 anni di garanzia sul solo magnetron.

Whirlpool MWP103W

Whirlpool MWP103W

Pro

  • Sportello con apertura a pulsante
  • Funzionamento molto intuitivo

Contro

  • Prezzo alto
  • Manca un display
  • Cavo alimentazione corto
  • Funzioni essenziali
  • Comandi piuttosto vecchio stile

Whirlpool MWP103W è un forno a microonde da appoggio adatto per un comodo posizionamento in un punto a scelta sul piano della cucina. A tal proposito devo comunque rimarcare la presenza di un cavo dell’alimentazione lungo solamente 1 metro. Questo modello è caratterizzato da design e funzionalità molto essenziali, elementi facilmente intuibili osservando il pannello di controllo costituito, semplicemente, da due selettori a rotella vecchio stile con cui scegliere modalità di riscaldamento e impostare il timer.

Pratica l’apertura dello sportello che non integra la solita maniglia ma avviene premendo un grosso pulsante posto sotto il selettore contaminuti. Le dimensioni sono nella norma per essere un modello con capacità di 20 litri, così come la dotazione di accessori avendo trovato il classico piatto girevole in vetro con relativo supporto e una griglia in metallo.

In totale dispongo di 8 modalità di funzionamento a partire dallo scongelamento, con comoda tabella inserita nel manuale per suggerire i corretti tempi in base al peso e tipo di alimento. Le altre modalità mi consentono di selezionare una potenza da un minimo di 250 watt, fino al massimo consentito di 700 watt per riscaldare liquidi e pietanze piuttosto rapidamente. Infine trovo la funzione per attivare il grill con potenza da 1000 watt e tre impostazioni combinate con parametri prestabiliti per cucinare una moltitudine di ricette e alimenti sfruttando contemporaneamente grill e microonde.

Whirlpool MWP103W è un apparecchio che svolge il suo compito senza difficoltà tuttavia, a mio avviso, ha un prezzo medio di vendita troppo alto viste le caratteristiche tecniche e considerando le offerte della concorrenza. Mi riferisco, soprattutto, ai comandi davvero essenziali che saranno apprezzati, più che altro, da chi è abituato all’impiego di un modello piuttosto datato. Ormai è raro trovare microonde privi di display, componente essenziale per indicare il tempo rimanente al termine di riscaldamento o cottura.

Sharp YC-MG02ES

Sharp YC-MG02ES

Pro

  • Design elegante
  • Dimensioni compatte
  • Illuminazione display disattivabile
  • Menu automatici in base al tipo di cibo

Contro

Funzionamento non sempre intuitivo

Sharp YC-MG02ES è un forno a microonde da appoggio in grado di offrire un elegante design per abbinarsi ad ogni stile di arredamento in cucina. Le dimensioni sono decisamente compatte e in special modo la profondità che risulta di circa 32,4 centimetri, ossia tra i valori più bassi della categoria con cavità da 20 litri. Un aspetto importante poiché, a volte, anche un paio di centimetri risparmiati fanno la differenza durante l’installazione.

Il pannello dei comandi a prima vista sembra di tipo touch ma in realtà sono pulsanti meccanici, comunque altrettanto comodi. Il piccolo display indica l’ora o la durata del riscaldamento e può essere disattivato; ciò rappresenta una funzione utile in particolari situazioni come, ad esempio, monolocali con una sola zona notte e giorno, dove anche una piccola luce può dare fastidio.

A parer mio gli aspetti che più di altri incidono sul giudizio di un microonde sono completezza delle funzioni e facilità di utilizzo. In questo caso dispongo di un’interfaccia utente con icone chiare allo scopo di consentirmi l’immediato impiego dell’apparecchio senza perdere ore a leggere le istruzioni. Per riscaldare dell’acqua o un piatto già pronto mi basta pigiare il tasto Start e impostare la durata con incrementi di 30 secondi.

In alternativa posso scegliere tra gli undici livelli di potenza del magnetron, selezionabili con il relativo pulsante e indicati sul display tramite sigle che vanno da 0P (il più basso) a 100P (il più alto). I simboli grafici, sebbene con scritte in inglese, mi permettono una scelta abbastanza intuitiva dei programmi di cottura automatici. Alla fine l’ho trovata un’operazione non troppo difficoltosa, così come l’inserimento del solo grill oppure della modalità combinata con microonde e resistenza elettrica. Per la cottura in sequenza con due diversi programmi è invece indispensabile il libretto delle istruzioni.

Sharp YC-MG02ES è un microonde a libera installazione dal favorevole rapporto qualità prezzo. Tuttavia non lo consiglio a persone anziane poiché il funzionamento non risulta sempre così intuitivo e nemmeno a chi cerca un modello essenziale solo per riscaldare liquidi e cibo già pronto. Per coloro che posseggono già una certa esperienza con apparecchi di ultima generazione e desiderano una vasta gamma di funzioni, rappresenta una valida scelta d’acquisto.

AEG MFD2025S-M

AEG MFD2025S-M

Pro

  • Soddisfacente riscaldamento del cibo
  • Consumi energetici contenuti
  • Blocco sicurezza per bambini

Contro

  • Grill poco efficiente

AEG MFD2025S-M è un forno a microonde a libera installazione con cottura grill integrata. Nel corso della prova ha mostrato ottime prestazioni nello scongelamento di alimenti e nel riscaldamento uniforme di cibi precotti, sfruttando al meglio gli 800 W del magnetron.

Non ho ottenuto risultati altrettanto soddisfacenti utilizzando la funzione grill, anzi sono rimasto piuttosto deluso nonostante una potenza dichiarata della resistenza elettrica di ben 1000 W.

L’interfaccia utente e le funzioni sono essenziali ma, nel complesso, dispongo di tutto il necessario che si può chiedere ad un microonde per ottenere un veloce riscaldamento. Ho apprezzato la presenza del blocco tasti per godere sempre della massima sicurezza avendo bambini per casa.

Il voto finale per questo AEG MFD2025S-M non può che essere positivo e lo consiglio a chi vuole un microonde semplice e dalle buone prestazioni, nonché una soluzione ideale per riscaldare e scongelare con una certa rapidità. Prevedendo cotture con l’impiego del solo grill oppure combinate, è meglio valutare l’acquisto di altri modelli.

Samsung MG23K3614AW

Samsung MG23K3614AW

Pro

  • Solidità costruttiva
  • Rivestimento interno in ceramica
  • Utilizzo molto semplice
  • Cuoce e riscalda in modo omogeneo

Contro

  • Prezzo di listino troppo alto
  • Illuminazione non particolarmente potente

Samsung MG23K3614AW è un forno a microonde da libera installazione con cavità di 22 litri e rivestimento interno ceramico per facilitare la pulizia e aumentare la resistenza ai graffi. Il design è essenziale ma ben rifinito mentre il funzionamento risulta davvero elementare. Di certo questo modello sarà apprezzato da chi desidera un elettrodomestico di uso immediato, senza perdersi in lunghe e noiose letture del manuale. Infatti dispongo, unicamente, di un selettore per decidere la modalità di riscaldamento e manopola per impostare la durata, con un piccolo display a indicare l’ora corrente oppure i minuti al termine del processo.

In base alle necessità posso scegliere se scongelare, grigliare sfruttando la resistenza elettrica da 1100 watt oppure riscaldare dell’acqua o pietanze già pronte tramite onde elettromagnetiche selezionando un livello di potenza tra quelli disponibili. In aggiunta ho diverse modalità per combinare grill e microonde a seconda del cibo da cucinare. Ciò che ho più apprezzato durante il test è la diffusione del calore in ogni punto, il che assicura cotture piuttosto omogenee. Da migliorare invece l’illuminazione interna davvero molto bassa.

A mio parere questo microonde Samsung MG23K3614AW non ha particolari punti deboli, tuttavia il suo unico limite è un prezzo di listino davvero alto. L’acquisto diventa interessante solo difronte ad un’offerta conveniente, allorché si ha la garanzia di un apparecchio affidabile e senza troppi orpelli tecnologici e funzioni speciali che si finiscono per impiegare ben di rado.

Candy CMXG20D

Candy CMXG20D

Pro

  • Favorevole rapporto qualità prezzo
  • Dimensioni compatte
  • Design moderno
  • Molte funzioni a disposizione

Contro

  • Utilizzo complicato
  • Elevato numero di impostazioni anche per eseguire le funzioni più semplici

Candy CMXG20D è un forno a microonde da appoggio caratterizzato da un design piuttosto moderno in cui spicca un ampio display LCD. La struttura offre la solidità e le caratteristiche che mi aspetto da un elettrodomestico di questo genere; presenta uno sportello con vetro temperato molto robusto, prese di ventilazione laterali e una cavità con capacità di 20 litri, ovvero un dato in linea con le compatte dimensioni di ingombro (44 x 35 x 26 (h) cm).

Questo modello è dotato di un sistema di riscaldamento combinato, perciò posso sfruttare singolarmente o nello stesso tempo la potenza massima di 700 watt delle onde elettromagnetiche e i 1000 watt della resistenza elettrica. Accanto alle funzioni standard come selezione della potenza e impostazione del timer, ci sono ben 40 programmi automatici con parametri preimpostati da scegliere in base a ciò che desidero cucinare.

In aggiunta ho la possibilità di estendere di 30 secondi la durata, scongelare in base al tempo e peso dell’alimento, attivare la funzione ECO e anche la partenza differita. Altra interessante caratteristica è la cottura in sequenza che mi permette di impostare due diversi programmi (ad esempio scongelare e cuocere), con avvio automatico uno dopo l’altro.

Candy CMXG20D lo reputo, senza dubbio, un microonde con funzioni tra le più complete per la sua fascia di prezzo. Tuttavia ho dovuto costatare un utilizzo davvero poco intuitivo. Pur avendo una buona esperienza nell’uso di apparecchi di ultima generazione, ho dovuto consultare il manuale anche per avviare la semplice funzione di riscaldamento.

Per tale operazione, infatti, devo eseguire 5 diverse azioni tra premere i tasti e ruotare il selettore. Le cose ovviamente non migliorano con le modalità più complesse, a cui aggiungo lo svantaggio di codici alfanumerici per indicare la potenza costringendomi, di nuovo, a leggere le istruzioni per capire a quale effettivo valore corrispondono.

L’unica semplificazione è il tasto Start Express con cui avvio il riscaldamento per 30 secondi alla massima potenza. Secondo la mia opinione questo modello è adatto a chi ama trafficare nelle impostazioni e comunque richiede parecchie prove prima di acquisire una certa dimestichezza. Se state cercando un apparecchio di uso semplice ed immediato meglio rivolgere l’attenzione altrove.

Beko MGF28310X

Beko MGF28310X

Pro

  • Scongelamento a peso oppure a tempo
  • Cottura multifase

Contro

  • Grill piuttosto insoddisfacente

Beko MGF28310X è un microonde a libera installazione caratterizzato da un volume della cavità di 28 l e possibilità di cottura combinata azionando il grill da 1150 W. Ciò dovrebbe assicurare una certa versatilità d’uso, ma nella realtà grigliare utilizzando la resistenza elettrica porta a risultati piuttosto scarsi.

Ho trovato invece molto soddisfacente lo scongelamento, potendo scegliere tra una modalità a peso (da 100 a 2000 g) oppure a tempo (massimo 95 minuti). Nessun problema nemmeno per il riscaldamento di cibi precotti, sfruttando i 5 livelli di potenza del magnetron fino a 900 W. Naturalmente è presente un timer che funge anche da orologio, con incrementi di 30 secondi e cicalino a countdown terminato.

Ci sono altri due particolari che ritengo opportuno sottolineare. Il primo sono le 8 modalità di cottura automatica da selezionare tramite il relativo menù. I parametri preimpostati dovrebbero aiutare nella preparazione di determinati alimenti.

Il condizionale è comunque d’obbligo visto che i risultati sono tutt’altro che certi e dipendono dal tipo di ricetta. Decisamente più funzionale la cottura multi-fase, ovvero la programmazione in sequenza di due diverse attività. In pratica è possibile, per esempio, scongelare e riscaldare un alimento in base ai valori di tempo e potenza impostati e senza interruzioni tra le due operazioni.

Come scegliere un forno a microonde

Quali sono le principali caratteristiche di un microonde? Le principali differenze riguardano dimensioni, costi, grandezza, potenza, modalità d’uso e funzioni in dotazione, tutti elementi fondamentali per una scelta appropriata alle proprie esigenze, purché si conoscano le necessità da ricercare nel forno a microonde.

Tipologie

Quale modello di forno a microonde scegliere? Quando ci si appresta alla scelta di un forno a microonde bisogna innanzitutto capire dove posizionarlo e che dimensioni deve avere in base allo spazio oggettivo di cui si dispone in cucina. Per quanto possa sembrare una valutazione di poco conto, è invece fondamentale affinché vengano delineati i primi parametri dell’acquisto.

Inoltre bisognerà tener presente se il forno a microonde sarà usato da una sola persona o verrà utilizzato da una famiglia intera. Esattamente come si farebbe con un fornetto elettrico, sarà importante verificare la vicinanza di una presa di corrente, sia per evitare di essere costretti a spostarlo manualmente ogni qualvolta dovesse servire, sia perché l’uso di una prolunga può alterare la potenza e creare anche degli sbalzi di voltaggio.

Se si vive in un piccolo appartamento dove gli spazi risultano risicati, si può optare per un modello compatto, tecnologico ed efficiente, ma non ingombrante. La dimensione esterna del forno a microonde, poi, si riflette inevitabilmente sulla capienza della camera interna, per cui il suo utilizzo potrà limitarsi alla cottura e al riscaldamento di pasti per una, due persone al massimo, se si acquista un forno a microonde da 10 litri. Di contro, se si vive in una famiglia numerosa o si organizzano frequentemente cene a casa con gli amici, un forno a microonde combinato di grandi dimensioni, che superi i 30 litri di capienza, può rappresentare una scelta davvero perfetta, perché permetterà di cuocere anche ingombranti pietanze per 10 persone.

Una scelta interessante e sicuramente molto intelligente è quella dell’acquisto di un forno combinato, in cui il microonde e il tradizionale si uniscono in un unico elettrodomestico da cucina. Con il forno a microonde combinato si potrà infatti scegliere il tipo di cottura come un tradizionale forno da incasso a gas o a microonde, senza dover necessariamente avere entrambi nella propria cucina. I forni combinati solitamente permettono una cottura tradizionale con ventola e grill, perché la ventola estromette l’eccesso di calore mantenendo costante la temperatura interna della camera di cottura, mentre il grill consente la cottura veloce di carni, verdure e pesci alla griglia, in modo rapido ma gustoso. Quando si acquista però un forno combinato, è fondamentale accertarsi che la potenza sia elevata per permettere una cottura con il grill adeguata ai cibi suddetti.

Funzioni

Quali sono le funzioni più interessanti che dovrebbe possedere un forno a microonde?

  • la funzione crisp permette una doratura dei cibi da ambo i lati;
  • la funzione fitness steam cuoce gli alimenti in modo dietetico, mantenendo integri principi nutritivi e sapore.;
  • la funzione di riscaldamento rapido permette di riscaldare le pietanze in pochi secondi;
  • la funzione cottura a vapore permette di cuocere appunto a vapore gli alimenti. Il risultato è simile a quello che si otterrebbe con un fornetto a vapore;
  • la funzione grill autopulente permette di grigliare i cibi e di effettuare una sterilizzazione della camera subito dopo;
  • la funzione di scongelamento automatico consente lo scongelamento dei cibi in base al loro peso;
  • la funzione di cottura 3D cuoce ogni cibo uniformemente.

Sulla base di tutte queste preziose informazioni e consigli, sarà dunque più semplice indirizzarsi verso il forno a microonde più appropriato alle proprie esigenze.

Prezzo

Qual è il prezzo di un forno di buona qualità? Il costo di un forno a microonde può variare enormemente in base a parecchie caratteristiche, a partire dalle dimensioni, per finire alla presenza di accessori e kit di cottura specifica. Si tratta di elettrodomestici spesso molto sofisticati, e in qualche caso con una dotazione di funzioni più ampia di quella presente sui migliori forni da incasso elettrici.

Molto frequente è l’acquisto di un forno a microonde di piccole dimensioni ma piuttosto caro; la motivazione risiede nella presenza di una svariata quantità di accessori che probabilmente non verranno mai utilizzati o magari saranno usati solo una tantum per cui, in questi casi, è bene porre attenzione ai kit inclusi, perché se non necessari potrebbero essere solo un costo aggiuntivo che non verrà poi sfruttato. Molti utenti utilizzano questo elettrodomestico per preparare una pizza fatta in casa, e a questo scopo esistono ad esempio dei modelli dedicati, dal costo inferiore: i fornetti elettrici per pizza.

Ci sono poi forni a microonde dotati anche di vaporiera per la cottura a vapore, ulteriore motivo di incremento del prezzo, così come forni dotati del cosiddetto piatto crisp con relativa maniglia per un’estrazione facilitata e sicura che però, se non utilizzato, potrà solo rappresentare un accessorio in più che comporta un prezzo più alto dell’elettrodomestico.

Non va infine dimenticato che il costo di un forno a microonde dipende moltissimo anche dall’azienda produttrice: pubblicizzazione e marchio rinomato possono far crescere il prezzo, ma in questo caso va valutato quanto sicuro è il marchio perché un costo maggiore può essere ragionevolmente aumentato in base all’alta qualità dei materiali utilizzati per produrre il prodotto finale.

Anche la tecnologia avanzata di alcuni forni a microonde può comprometterne il regolare utilizzo perché ci si può impantanare nell’eccessiva diversificazione di programmi, tasti e modalità d’uso, finendo poi per usarlo solo per la sua funzione di base, ovvero quella di riscaldamento.

La difficoltà di programmazione di alcuni forni a microonde dovrebbe quindi far desistere dal loro acquisto se si è perfettamente consapevoli di non essere persone al passo con la tecnologia di ultima generazione per cui, un forno a microonde dalle funzionalità più semplici ma di buona qualità, potrebbe rappresentare un buon compromesso.

Migliori tecnologie

Whirlpool ExtraSpace

Con la denominazione ExtraSpace, Whirlpool vuole identificare i forni a microonde dalle dimensioni compatte e capaci di regalare un volume totale pari a 25 litri. In realtà l’utente dispone di uno spazio interno paragonabile ad un modello da 30 litri vista la mancanza del piatto girevole.

Whirlpool Autocook and Grill

Autocook è una funzione che mette a disposizione 9 ricette preimpostate da selezionare con un semplice tocco sul pannello touch del microonde. La funzione Grill invece sfrutta un elemento riscaldante al quarzo, con cui ottenere un’apprezzabile doratura degli alimenti con effetto gratin.

Whirlpool Autoclean

Autoclean è la funzione presente sui forni a microonde Whirlpool che facilita le operazioni di pulizia della cavità. Sarà sufficiente posizionare un contenitore d’acqua all’interno, avviare il programma e aspettare che la forza del vapore sciolga tutti i residui di cibo e le incrostazioni. All’utente non rimane che rimuovere agevolmente lo sporco con una spugna.

Whirlpool Dual Crisp System

Whirlpool Dual Crisp System è una speciale funzione per rendere il cibo croccante; combina la DualPower Technology con l’elemento riscaldante al quarzo. All’inizio avviene una prima emissione di onde che provvedono a cuocere la parte interna dell’alimento e successivamente scatta un secondo fascio di microonde che incrementa la temperatura per rendere croccante e uniformemente dorata la superficie del cibo.

Whirlpool CRISP Fry

CRISP Fry è una modalità di cottura studiata dagli ingegneri di Whirlpool per ottenere risultati simili ad una tradizionale frittura, ma senza utilizzare nemmeno una goccia d’olio. In pratica si sfrutta l’azione combinata del sistema DualCrisp e della tecnologia ForcedAir.

Samsung Hot Blast

La tecnologia Hot Blast ha lo scopo di ridurre in modo significativo i tempi di cottura. Il sistema prevede l’impiego di un potente flusso d’aria calda soffiato direttamente sul cibo. Nella parte superiore è presente un riscaldatore, con una griglia forata da cui fuoriesce l’aria che trasporterà il calore verso il piatto rendendo la cottura più rapida ed uniforme.

Samsung Smart Moisture

Samsung Smart Moisture sfrutta il lavoro di uno specifico sensore per determinare la quantità di umidità presente all’interno del forno a microonde, regolando di conseguenza modalità e tempi di cottura.

Domande frequenti