Recensione Imetec ZeroCalc Z1 2800

Recensione del ferro da stiro Imetec ZeroCalc Z1 2800, oltre alle mie opinioni sul prodotto trovi pro e contro, caratteristiche e comparazione prezzi.

Imetec ZeroCalc Z1 2800

Pro

  • Prezzo economico
  • Leggero e maneggevole
  • Piastra scorrevole
  • Rapido riscaldamento
  • Doppio sistema anticalcare
  • Si può usare per stirare in verticale

Contro

  • Autonomia piuttosto limitata
  • Serbatoio dell’acqua di colore scuro

Imetec ZeroCalc Z1 2800 è un ferro da stiro caratterizzato da un peso di circa 960 grammi e una piastra in ceramica molto scorrevole, ovvero due caratteristiche che assicurano un’elevata maneggevolezza e stirature prolungate senza affaticare. L’impugnatura non ha una forma particolarmente ergonomica e nemmeno la presenza di rivestimento con materiale antiscivolo, ma solo un inserto in plastica con superficie ruvida.

Un aspetto positivo di questo ferro da stiro è la rapidità del riscaldamento e l’abbondante produzione di vapore in modalità continua, mentre le prestazioni calano per il singolo colpo di vapore. In questo caso il fabbricante dichiara 130 grammi al minuto, una buona potenza ma non certo paragonabile ai valori dei modelli di fascia più alta.

Per quando riguarda il funzionamento dispongo del classico termostato a rotella con cui regolare la temperatura, leva anteriore per scegliere il tipo di erogazione del vapore e modalità ECO per ridurre al minimo l’assorbimento di energia. Sfruttando la massima potenza di 2200 watt, piastra e vapore sono pronti in meno di 40 secondi.

Questo modello è dotato di serbatoio in plastica con capacità pari a 250 ml. La capienza non è delle più elevate costringendomi a rabboccare più volte l’acqua in caso debba stirare molta biancheria facendo abbondante uso di vapore.

Per una scelta estetica il serbatoio presenta una colorazione molto scura e ciò impedisce di tenere sotto controllo il livello dell’acqua. Ho invece apprezzato la qualità della piastra ceramica che garantisce un’elevata conducibilità termica e diffusione del calore in ogni punto. Inoltre la punta leggermente svasata aiuta a rimuovere le pieghe da polsini e colletti delle camicie, mentre i numerosi fori distribuiti su tutta la superficie permettono un’erogazione omogenea del vapore.

Il nemico numero uno dei ferri da stiro è il calcare, soprattutto utilizzando acqua del rubinetto con alto grado di durezza. A tal proposito il costruttore raccomanda di impiegare solamente acqua demineralizzata o comunque con basso residuo fisso. In ogni caso per allungare la longevità dell’apparecchio sono stati adottati due sistemi anticalcare. Il primo è un filtro interno a scambio ionico, mentre il secondo è il comune metodo di espulsione per eliminare eventuali incrostazioni dai condotti.

A fronte di un prezzo di acquisto molto basso, Imetec ZeroCalc Z1 2800 si è dimostrato un ferro da stiro leggero, facile da manovrare e con una rapida produzione di vapore. Offre una notevole praticità d’uso e una buona versatilità potendolo impiegare anche per la stiratura verticale, mentre il maggior limite è la ridotta capacità del serbatoio poco adatta per grossi volumi di biancheria.

Migliori ferri da stiro