in ,

Recensione iRobot Braava Jet m6

Recensione del robot lavapavimenti iRobot Braava Jet m6, oltre alle mie opinioni sul prodotto trovi pro e contro, caratteristiche e comparazione prezzi.

iRobot Braava Jet m6

Pro

  • Rileva automaticamente il tipo di panno applicato
  • Evita gli ostacoli con precisione
  • Possibilità di gestione tramite smartphone o comandi vocali di Amazon Alexa e Google Home
  • Puoi impostare barriere virtuali
  • Spruzzo d’acqua concentrato
  • Si può accoppiare con i modelli Roomba i7 o S9

Contro

  • Prezzo elevato
  • Rimangono i segni delle ruote su pavimenti scuri
  • Lascia un’eccessiva quantità d’acqua dopo il lavaggio
  • Panni usa e getta
  • Consumabili troppo costosi

iRobot Braava Jet m6 è un robot lavapavimenti progettato per consentire la pulizia sia a secco che con acqua. In realtà non è un modello completamente nuovo ma bensì la versione aggiornata del Jet 240. Lo considero un elettrodomestico dotato di accorgimenti tecnici sofisticati e adatto per chi desidera apparecchi smart di ultima generazione, ovvero in grado di connettersi al Wi-Fi di casa per una comoda gestione tramite app oppure attraverso comandi vocali di Amazon Alexa o Google Home.

Una particolarità di questo modello è l’utilizzo di panni usa e getta che vengono riconosciuti in automatico dal robot, il quale imposta la modalità di pulizia a secco oppure umida. Tali caratteristiche offrono una certa praticità d’uso ma anche qualche svantaggio. In apparecchi simili al termine della pulizia devi lavare il panno con cura a mano o in lavatrice prima di riutilizzarlo. In questo caso basta invece sostituire il tampone vecchio con uno nuovo e sei subito pronto a continuare la pulizia. Ciò nonostante nella fornitura sono compresi solo 4 panni e i ricambi risultano parecchio costosi.

Il robot ha un design con forma squadrata per pulire efficacemente i bordi e raggiungere senza problemi gli angoli. Lo spessore, seppur leggermente superiore rispetto ad un modello aspirapolvere, ti consente un comodo passaggio sotto i mobili. Il sistema di navigazione iAdapt 3.0 è molto preciso e si basa sulla mappatura degli ambienti domestici per massimizzare i percorsi di pulizia e ridurre i tempi.

L’utilizzo dell’app ti offre ulteriori opzioni come la possibilità di nominare diverse zone e comandare al robot la pulizia, ad esempio, solo della cucina. Con la medesima facilità puoi impostare muri virtuali impedendo il passaggio in determinati punti della casa. Naturalmente sono presenti anche sensori per rilevare il vuoto ed evitare la caduta dell’apparecchio da eventuali scale.

Per quanto riguarda il lavaggio dei pavimenti la prova ha fornito risultati buoni, nonostante alcuni aspetti migliorabili. Dal punto di vista pratico mi ritengo soddisfatto apprezzando il serbatoio con elevata capacità (540 ml) e facilmente removibile, così come il panno che ho applicato senza difficoltà.

Devo premettere come l’efficacia del lavaggio sia strettamente legata alle condizioni del pavimento. Intendo dire che in precedenza è opportuno rimuovere con cura polvere e piccoli detriti, inoltre sporco e macchie non devono essere troppo vecchie. Altro accorgimento è l’utilizzo del detergente in dotazione, evitando l’aggiunta di altre tipologie visto che in caso di problemi la garanzia potrebbe non rispondere.

I limiti emersi nel corso del test riguardano innanzitutto la difficoltà nel superare ostacoli superiori ai 3 mm, quindi devi controllare che il pavimento sia privo di impedimenti come un semplice filo della corrente o un cavetto USB. Il problema maggiore riguarda però i segni lasciati dalle ruote durante la pulizia. Un aspetto da tenere in seria considerazione qualora avessi per lo più pavimenti molto scuri che amplificano l’effetto. Qualche dubbio lo nutro anche per l’impiego sul parquet vista l’eccessiva quantità d’umidità lasciata al termine del lavaggio.

Considerando l’autonomia della batteria (varia a seconda della modalità impostata) e la capacità del serbatoio, il robot è in grado di coprire una superficie massima di circa 80/90 metri quadri prima di dover ritornare alla base di ricarica. È importante evidenziare che, qualora non avesse terminato la pulizia, alla ripresa ricomincerà esattamente dal punto dell’interruzione.

iRobot Braava Jet m6 è senza dubbio un apparecchio interessante e migliorato rispetto la versione precedente. Tuttavia rimangono alcune criticità il che, considerando il prezzo di vendita molto alto, costringe ad un’attenta riflessione prima dell’acquisto. Gli evidenti segni lasciati dalle ruote e la quantità d’acqua sulla superficie al termine della sessione, ne sconsigliano l’acquisto se hai pavimenti in prevalenza scuri o in legno.

Per pulizia efficace è necessario un utilizzo pressoché quotidiano ma ciò comporta il consumo di un gran numero di panni e una spesa aggiuntiva non certo trascurabile. I punti di forza sono rappresentati dal preciso sistema di navigazione, l’evoluta intelligenza artificiale e la possibilità di accoppiamento con modelli Roomba S9 e i7. Quindi se già possiedi uno di questi prodotti puoi creare, tramite l’app iRobot Home, un’unica sessione di pulizia facendo prima partire l’aspirazione e poi il lavaggio.

Migliori lavapavimenti robot

Articolo di Andrea Pilotti

Sono un appassionato di tecnologia. Dal 2005 ad oggi ho recensito più di 3500 elettrodomestici. La mia missione è trovare i prodotti con il miglior rapporto qualità prezzo. Nel mio sito trovi classifiche, recensioni, consigli e news di elettrodomestici ed elettronica di consumo per la casa.