Kenwood KMX750RD

Recensione dell’impastatrice planetaria Kenwood KMX750RD, oltre alle mie opinioni sul prodotto trovi pro e contro, caratteristiche e comparazione prezzi.

Kenwood KMX750RD

Pro

  • Struttura molto robusta
  • Adeguato scostamento tra le diverse velocità di lavorazione
  • Possibilità di aggiungere molti accessori optional

Contro

  • Con impasti duri la ciotola si solleva durante la preparazione

Kenwood KMX750RD è un’impastatrice planetaria che ho subito apprezzato per la qualità costruttiva, robustezza e cura del design. Certo disporre di un modello dal gradevole aspetto non mi aiuta ad ottenere migliori impasti, tuttavia è un particolare che fa sempre piacere soprattutto dovendo lasciare l’elettrodomestico in bella vista sul piano della cucina.

Il peso di oltre 8 chilogrammi è una chiara indicazione della solidità, garantita da una struttura in metallo pressofuso e largo impiego di acciaio inox per la realizzazione degli accessori, contenitore e parte del rivestimento esterno.

Il motore elettrico a presa diretta con potenza da 1000 watt e la ciotola con capacità massima di 5 litri, sono garanzia di poter lavorare fino a 2 chilogrammi di impasto senza difficoltà. Durante la prova ho notato un fatto abbastanza inconsueto, ovvero uno strano movimento del contenitore che tende ad alzarsi quando l’impasto è particolarmente duro.

Il motivo è il sistema di aggancio ad incastro che poteva essere progettato con più attenzione e utilizzando una lamiera di maggior spessore. Alla fine è comunque un piccolo problema che non pregiudica i risultati finali o incide negativamente sulla praticità d’uso.

Nulla da dire sulla qualità dei soliti tre accessori in dotazione (frusta K, frusta a filo e gancio impastatore), che permettono l’efficace lavorazione di composti morbidi, semiduri fino ai più consistenti.

Il dispositivo è dotato di 6 velocità e tengo a rimarcare come i vari livelli risultano ben differenziati. Infatti spesso capita che, pur selezionando il valore più basso, la parietaria si avvia ruotando troppo rapidamente e finendo con sparpagliare farina o liquidi da tutte le parti. In questo caso il selettore senza scatti fissi mi consente una regolazione graduale, con ridotto numero di giri iniziale così da ben amalgamare gli ingredienti.

Kenwood KMX750RD non è la planetaria più economica presente sul mercato ma il prezzo è comunque adeguato alla qualità costruttiva e prestazioni offerte. Un prodotto non solo curato esteticamente, ma anche in grado di assicurare affidabilità e una notevole versatilità d’uso. Infatti oltre ad impastare e miscelare, hai la possibilità di acquistare circa 25 accessori per trasformare la planetaria in un tritacarne, tagliaverdure oppure preparare diversi formati di pasta fresca o stendere la sfoglia per lasagne, ravioli, tortellini e molto altro.

Migliori impastatrici planetarie