in

Migliori asciugacapelli

I migliori asciugacapelli selezionati per potenza, regolazioni di velocità e temperatura, sicurezza, presenza del diffusore, rapporto qualità prezzo e marca.

miglior asciugacapelli

Imetec Power To Style K6 2300

Recensione

Braun Satin Hair 7 Colour HD770

Recensione

Remington AC9007 Salon Collection

Recensione

Parlux 385 Power Light Ceramic & Ionic

Recensione

Philips HPS920/00

Recensione

 

Come scegliere un asciugacapelli

L’asciugacapelli è un elettrodomestico utilizzato per la cura della chioma che deve avere caratteristiche di potenza, silenziosità, solidità, sicurezza e maneggevolezza. Sono molte le persone che valutano come poco importanti le caratteristiche che differenziano un modello dall’altro. Si ritiene, infatti, che un asciugacapelli non disponga di contenuti tecnologici talmente rilevanti da giustificare l’acquisto di un modello al posto di un altro.

In realtà, le caratteristiche di ognuno di questi piccoli elettrodomestici risultano ideali per uno o più tipologie di capelli. Inoltre, gli asciugacapelli variano anche in base al tipo di utilizzo che si intende farne, e lo stesso utilizzo va considerato se si prevede un passaggio successivo con le piastre per capelli. Pertanto, prima di procedere all’acquisto, il suggerimento è quello di valutarne attentamente le caratteristiche, in modo da avere a disposizione un articolo che risponda al meglio alle esigenze.

Quale deve essere la potenza elettrica di un asciugacapelli? Come accade per ogni altro elettrodomestico il cui funzionamento è basato sulla corrente, il consumo energetico è misurato in Watt. Prendendo in considerazione i principali modelli, la potenza parte da un valore di 1800 W, per arrivare a circa 2500 W.

È la potenza stessa a determinare il getto d’aria che arriva sui capelli. Chi ha capelli fragili o, comunque, molto sottili, dovrebbe evitare di comprare asciugacapelli capaci di generare un calore eccessivo, che avrebbe il solo effetto di danneggiare il cuoio capelluto.

A cosa serve il diffusore? Un altro elemento da tenere in considerazione è il concentratore, ossia quella parte che, generalmente, è conosciuta come “beccuccio”. Si tratta della parte finale dell’elettrodomestico, quella che permette di dirigere il calore direttamente sui capelli, oppure sulla spazzola. In commercio è possibile trovare modelli dotati di un concentratore che si distingue per le sue labbra strette; grazie a questo accorgimento, permette al flusso proveniente dall’interno di uscire con maggiore velocità e precisione.

Chi si trova a dover asciugare dei capelli ricci dovrebbe optare, invece, per il diffusore, ossia un beccuccio di forma rotonda sulla cui superficie sono disposte moltissime “spine”. Queste ultime presentano dei fori che permettono all’aria di uscire.

Altri elementi da non trascurare sono la ceramica e la tormalina. Entrambe le sostanze evitano che i capelli diventino secchi in fase di asciugatura a causa dell’eccessivo calore; questo grazie alla temperatura costante che i due elementi riescono a produrre. Inoltre, garantiscono migliori prestazioni sia in tema di potenza che di velocità. Anche il mondo degli asciugacapelli muta in base alla tecnologia a disposizione.

E’ davvero utile la funzione ionizzatore? La produzione di ioni negativi è capace di suddividere le gocce d’acqua in particelle più piccole. Questa operazione, a sua volta, porta a velocizzare i tempi di asciugatura, oltre a rendere i capelli più morbidi al tatto e pettinabili con maggiore facilità. È soprattutto chi ha necessità di utilizzare il phon con una certa frequenza (gli sportivi, le modelle, gli attori), oppure le persone che amano creare pettinature particolarmente originali ed “estreme”, a trarne vantaggio.

A cosa serve il pulsante “cool”? In molti dei modelli venduti è presente un interruttore che permette di far fuoriuscire dall’asciugacapelli non solo aria calda, ma anche aria a temperatura ambiente. Quello che viene definito come “colpo di freddo” risulta una funzione ideale soprattutto per fissare in modo ottimale la piega, oppure per le persone che desiderano lisciare i capelli senza temere che, dopo poche ore (oppure in caso di pioggia), l’effetto svanisca.

A differenziare i diversi modelli in commercio sono anche il numero e le funzioni dei pulsanti di controllo. Nella maggior parte dei casi, tali pulsanti permettono di scegliere tra diverse velocità. Un asciugacapelli di fascia media mette a disposizione degli utenti circa 8 combinazioni, mentre modelli di fascia alta ne offrono un numero decisamente superiore.

Inoltre, questi ultimi possono contare anche sull’opzione nota come turbo boost. Con questo termine viene indicato un getto d’aria decisamente potente, attraverso il quale si riescono a minimizzare le tempistiche di asciugatura. Il turbo boost può essere utilizzato quando si ha poco tempo a disposizione dopo la doccia, ottenendo risultati ottimali in pochissimi minuti. In questo modo si eviterà di uscire di casa con i capelli bagnati, con possibile ripercussioni sulla salute.

Dopo aver preso in esame gli elementi in grado di caratterizzare gli asciugacapelli, bisognerà valutare l’acquisto anche in base a quelle che sono le proprie abitudini. Chi è solito recarsi in palestra tutti i giorni, usufruendo delle docce presenti nella palestra stessa dopo l’allenamento, dovrebbe optare per un phon di dimensioni contenute, in modo da poterlo inserire senza problemi nella borsa.

A tal proposito, occorre ricordare come esistano dei modelli che si distinguono per la presenza di un manico pieghevole. In questi casi, visto che l’asciugacapelli viene utilizzato con frequenza, un prodotto che possa fare affidamento sulla ceramica, e sulla funzione ionizzante, sembra essere la scelta migliore.

Quanto appena indicato può essere ripetuto anche per chi si trova alle prese con acconciature che si caratterizzano per una certa complessità. Per i bambini, invece, il suggerimento è quello di acquistare phon che dispongano di un livello minimo di potenza, permettendo di asciugare i capelli ad una temperatura piuttosto bassa.

Elettrodomestici simili