in

Migliori battitappeto

I migliori aspirapolvere battitappeto selezionati per potenza aspirante, maneggevolezza, capacità del serbatoio, silenziosità, prezzo e marca.

Miele Dynamic U1

Recensione

Hoover GL71 GL84011

Recensione

Bissell 1858N Revolution 2x ProHeat

Recensione

Lindhaus Diamante 380

Recensione

Bissell Ready Clean Plus

Recensione

Eolo LP40

Recensione

 

Come scegliere il battitappeto

Il battitappeto è l’elettrodomestico indispensabile per la pulizia di tappeti e moquette. In commercio la scelta certo non manca e sapersi orientare non è sempre facile. Vediamo quali sono le caratteristiche di maggior importanza per poter acquistare il modello migliore per le proprie necessità

Funzioni

Difronte all’acquisto di un battitappeto la prima scelta da effettuare riguarda il sistema di funzionamento. Esistono sostanzialmente due tipologie: la classica, che potremmo considerare un’evoluzione di quanto offre un’aspirapolvere tradizionale, che ha la sola funzione d’aspirazione e un’altra con la doppia possibilità di aspirare e nello stesso tempo lavare il tappeto. Nel primo caso avremo un dispositivo che sfrutta tutta la potenza per eliminare polvere e sporco, mentre nel secondo l’aggiunta di un getto d’acqua con liquido igienizzante, permetterà di eliminare eventuali macchie. La principale differenza tra i due dispositivi sta nel metodo di raccolta dello sporco. In un caso avremo un solo contenitore (sacco asportabile o serbatoio svuotabile) mentre nell’altro ci saranno due serbatoi per separare l’acqua pulita dalla sporca. Il numero di spazzole e il sistema di rotazione sono invece aspetti abbastanza standardizzati per tutti i modelli.

Potenza

In un elettrodomestico che ha la funzione di aspirare la potenza gioca sempre un ruolo fondamentale. In questo caso avere a disposizione un motore elettrico performante permette di pulire con estrema efficacia potendo risucchiare anche sporcizia di grosse dimensioni. I modelli migliori hanno livelli di potenza attorno ai 900 watt per scendere progressivamente con dispositivi via via più economici. Una potenza attorno agli 800 watt è secondo la nostra opinione un valore più che sufficiente per ottenere risultati soddisfacenti.

Rumorosità

Un battitappeto può richiedere anche un utilizzo prolungato nel tempo e livelli di rumorosità troppo elevati potrebbero dare eccessivo fastidio. Visto il suo principio di funzionamento non si può certo pensare di avere un elettrodomestico particolarmente silenzioso. I modelli migliori hanno valori compresi tra 79 e 82 dB.

Capacità contenitore polvere

Altro aspetto da valutare è il volume del contenitore dello sporco. Il valore varia a seconda dal tipo di battitappeto. La maggior capienza si ottiene con i modelli dotati di sacco che possono raggiungere anche una capacità di 6 litri. Per battitappeti che hanno la funzione di lavaggio il sacco è sostituito da un doppio serbatoio per dividere l’acqua pulita da quella sporca. Questo porta la capacità a ridursi suddividendosi in parti quasi uguali tra i due contenitori. Il sacco può essere riutilizzato oppure cambiato ogni volta, mentre ci sono altri modelli che lo hanno eliminato utilizzando un serbatoio asportabile che si può svuotare e pulire con comodità.

Sistema di filtraggio

Un battitappeto aspira grandi quantità d’aria da rimettere nell’ambiente. Quindi è fondamentale trattenere la più alta percentuale di polveri sottili e allergeni. Per fare questo i modelli migliori sono dotati di filtri HEPA che, grazie alla particolare tecnologia costruttiva, sono in grado di eliminare oltre il 99% degli agenti patogeni presenti nell’aria. Tappeti e moquette sono ricettacoli di acari, batteri e polvere, perciò è quanto mai opportuno acquistare un prodotto che abbia un sistema di filtraggio di ottimo livello. Controllare anche la facilità di rimozione del filtro per effettuare le operazioni di pulizia.

Praticità d’uso

Il battitappeto deve consentire una certa manovrabilità e praticità d’uso. Fattori che vanno ad incidere sono il peso e la sua scorrevolezza. Controllare l’angolo di piegatura permesso dal giunto snodabile, è un fattore determinante per poter infilare la testa dell’apparecchio sotto mobili, divani e letti senza troppe difficoltà. Altro elemento da tenere in considerazione è la lunghezza del cavo dell’alimentazione. Un buon prodotto deve avere un filo lungo almeno 5/6 metri. Una caratteristica di questi elettrodomestici è la presenza di un tubo d’aspirazione supplementare collegato al corpo della macchina. Applicando gli accessori in dotazione si trasforma il battitappeto in un aspirapolvere per eliminare lo sporco da mobili, divani, ecc. Il tubo è costituito da una parte flessibile di circa 1,5 metri e da una rigida che può essere dotata di sistema telescopico per essere ulteriormente allungata.

Qualità degli accessori

Gli accessori sono da collegare al tubo supplementare. I battitappeti migliori garantiscono una dotazione completa che normalmente comprende: turbo spazzola, bocchetta a lancia e bocchetta per aspirare la polvere dai mobili. Risulta molto comodo scegliere un elettrodomestico che abbia previsto i vari alloggiamenti per collocare gli accessori direttamente sul corpo del battitappeto. In questo modo saranno sempre sistemati in maniera ordinata e di immediato utilizzo in caso di bisogno.