Migliori cantinette vino da incasso

Confronta le migliori cantinette vino da incasso selezionate per capienza, efficienza energetica, zone di temperatura, rapporto qualità prezzo.

Classifica migliori cantinette vino da incasso

Hotpoint WL 36 A/HA

Hotpoint WL 36 A/HA

Hotpoint WL 36 A/HA è la cantinetta per vino che abbiamo deciso di premiare con la prima posizione in classifica.

Dovendo analizzare questa particolare tipologia di elettrodomestici, i fattori di primaria importanza sono efficienza ed estetica. Il modello di questa recensione offre entrambe le qualità, permettendo di conservare al meglio le bottiglie di vino e nello stesso tempo assicurando un design moderno ed elegante.

È bene precisare che stiamo parlando di una cantinetta da incasso che va installata all’interno di una nicchia o nell’apposito spazio ricavato tra i pensili della cucina. Un dato tecnico importante solo le dimensioni di 56 x 56 centimetri e un’altezza di 68 centimetri, misure che assicurano un volume netto di 99 litri.

Ciò permette di inserire fino ad un massimo di 46 bottiglie che rimarranno ad una temperatura compresa tra 4 e 18 gradi centigradi, a seconda della regolazione impostata.

Il pannello di controllo si trova all’interno esattamente sul profilo superiore ed è costituito da un piccolo display, tasto on/off, pulsante per attivare l’illuminazione e due tasti (+ e –) per regolare la temperatura.

Utilizzando i 5 ripiani in legno si possono alloggiare fino a 36 bottiglie. Volendo è possibile inserire un solo ripiano e collocare metà delle bottiglie le une sopra le altre oppure inserirle in verticale, il tutto per la massima personalizzazione.

Hotpoint WL 36 A/HA è una scelta consigliata a chi ha la necessità di conservare un buon numero di bottiglie di vino tenendole in cucina sempre alla portata di mano, riducendo al minimo gli spazi e godendo di un impatto estetico di sicuro effetto. A tutto questo vanno aggiunti da una parte consumi molto bassi (142 kWh all’anno) grazie ad una classe di efficienza energetica A e dall’altra una rumorosità di 45 dB.

Electrolux KBW5T

Electrolux KBW5T

Pro

  • Possibilità di inserire bottiglie di grosse dimensioni
  • Elegante aspetto estetico
  • Buona solidità costruttiva
  • Funzione memoria in caso di mancanza di corrente

Contro

  • Una sola zona a temperatura controllata
  • Pannello comandi interno

Chi consuma abitualmente del vino sa bene l’importanza di mantenerlo alla corretta temperatura per migliorare la conservazione e preservare al meglio le qualità organolettiche. Disponendo di un’apposita nicchia, una valida scelta è questo modello KBW5T realizzato dall’azienda italiana Electrolux.

Il volume interno è stato suddiviso con tre ripiani di cui due in legno ed estraibili grazie alle guide telescopiche. La capacità massima è di 18 bottiglie di tipo Bordeaux (ovvero da 0,75 litri), tuttavia basta rimuovere il ripiano superiore per riuscire ad alloggiare in orizzontale 4 bottiglie di tipo magnum da 1,5 litri.

La cantinetta offre un’unica zona con temperatura controllata e questo è, sostanzialmente, il solo limite emerso. E’ comunque una conseguenza abbastanza ovvia vista una capienza piuttosto limitata e comporta il dover introdurre tipologie di vino che richiedono, grado più grado meno, la medesima temperatura di conservazione. Il pannello di controllo è stato posizionato internamente e integra un piccolo display, tasti + e – per impostare il refrigerio desiderato e pulsante per accendere la luce a LED.

Electrolux KBW5T è una cantina per vino elegante ed essenziale, dotata di funzioni complete tra cui la memorizzazione dei dati impostati in caso di mancanza di corrente e blocco tasti per evitare modifiche accidentali. Originale la presenza della modalità Demo ossia l’attivazione del display e possibilità di variare la temperatura anche a motore spento, funzione utile nel caso il prodotto sia impiegato presso fiere o showroom.

Smeg CVI138RWS2

Smeg CVI138RWS2

Pro

  • Aspetto estetico ricercato
  • Comandi touch esterni
  • Due zone a temperatura controllata
  • Connettività Wi-Fi
  • Filtro aria ai carboni attivi

Contro

  • Connessione Wi-Fi disponibile solo con reti a 2,4 GHz

Se state cercando una cantinetta per vini con installazione ad incasso e capace di unire un raffinato aspetto estetico con soddisfacente conservazione, Smeg CVI138RWS2 è una scelta che consiglio. La porta completamente in vetro semi-oscurato con protezione dai raggi UV e la sottile maniglia verticale in acciaio inox, sono elementi che assicurano un impatto visivo di tutto rispetto e regalano un tocco di eleganza in cucina o nell’ambiente dov’è stata predisposta l’apposita nicchia.

Questo modello mi ha permesso di alloggiare comodamente 38 bottiglie della tipologia bordeaux (0,75 l), sfruttando 5 ripiani d’appoggio di cui tre ottenuti con doghe in legno facilmente estraibili e removibili. Con gli opportuni accorgimenti è risultato possibile inserire anche bottiglie con formato magnum da 1 litro, adagiandole in posizione orizzontale.

Per ottenere la massima versatilità d’uso e la miglior conservazione, la cantinetta è dotata di due zone a temperatura controllata e sistema di ventilazione forzata. Ciò mi consente di inserire tipologie di vino completamente differenti impostando, tramite il semplice pannello touch esterno, i valori ideali per preservare al meglio le caratteristiche organolettiche delle diverse etichette.

Ho trovato molto interessanti altre caratteristiche che rendono Smeg CVI138RWS2 una cantinetta davvero completa, pratica e adatta ad ogni esigenza. Mi riferisco alla presenza di un filtro ai carboni attivi per eliminare cattivi odori, luce a LED temporizzata, ventola con possibilità di funzionamento continuo, allarme porta aperta, avviso per temperatura elevata e connettività Wi-Fi.

Grazie all’App SmegConnect ho potuto dialogare da remoto con l’elettrodomestico e controllare le funzionalità in ogni momento. L’unico limite riscontrato nel corso della recensione è l’impossibilità di collegamento ad una rete domestica con Wi-Fi a 5 GHz.

Whirlpool ARC 229

Whirlpool ARC 229

Pro

  • Buona capacità interna
  • Due zone a diversa temperatura
  • Controllo elettronico

Contro

  • Un solo valore di temperatura impostabile
  • Pannello comandi interno

Whirlpool ARC 229 è una cantinetta per vino da incasso caratterizzata da uno sportello con vetro oscurato per meglio proteggere dai raggi UV e illuminazione interna a LED. La capacità totale è di 36 bottiglie da 0,75 l, ottenibile utilizzando tutti i 5 ripiani in legno di rovere.

Tuttavia, lasciando una sola griglie separatrice, si possono alloggiare fino a 44 bottiglie formato bordeaux coricate le une sulle altre. Il discorso cambia dovendo inserire bottiglie magnum di spumante e champagne, che richiedono molto più spazio e riducono, notevolmente, la capacità totale.

Di buona comodità la gestione di due zone a diversa temperatura oppure di una sola a seconda delle necessità. Per il funzionamento a doppia temperatura ho dovuto posizionare il separatore di colore nero sulle guide del quarto ripiano (partendo dall’alto) e selezionare un valore di raffreddamento.

Non è possibile impostare due differenti temperature, ma solo stabilire quella del comparto superiore e ottenere di conseguenza il vano inferiore con temperatura più alta di circa 6 gradi centigradi. Il pannello di controllo è stato posizionato all’interno e ciò mi costringe a dover aprire lo sportello per ogni minima regolazione. Il display permette di avere sempre sott’occhio i valori impostati, mentre le spie luminose indicano quando il raffreddamento è attivo e se la temperatura rimane entro valori corretti.

AEG KWK884520M

AEG KWK884520M

Pro

  • Design moderno
  • Tiene in memoria le impostazioni in assenza di corrente

Contro

  • Una sola zona di temperatura
  • Pannello comandi interno

AEG KWK884520M è una cantinetta vino da incasso realizzata con un design ricercato per abbinarsi a cucine dallo stile moderno. Sfruttando i due ripiani con doghe in legno e guide telescopiche, ho potuto alloggiare un massimo di 18 bottiglie formato bordeaux, ossia da 0,75 l. Nel caso ci fosse la necessità di inserire bottiglie di spumante o champagne con dimensioni decisamente più ingombranti, si può adottare una disposizione in orizzontale rimuovendo un ripiano per creare sufficiente spazio.

Vista la limitata capacità interna, non mi ha stupito la presenza di un’unica zona a temperatura controllata. Tramite il semplice pannello dei comandi interno è possibile settare un valore compreso tra 5°C e 20°C, in base alla tipologia di vino da conservare. Certo disporre di una sola temperatura limita la praticità d’uso e costringe ad inserire tipologie di vino che necessitano del medesimo livello di refrigerio.

Nel corso della prova la cantinetta ha dimostrato buone prestazioni, mantenendo costante la temperatura impostata con una rumorosità più che accettabile di 39 dB e consumi contenuti grazie ad una classe di efficienza energetica A++.

Soddisfacenti anche le funzioni a disposizione, con modalità blocco tasti per evitare modifiche accidentali e memorizzazione della temperatura. Quest’ultima caratteristica consente di ripristinare in automatico le condizioni ottimali di conservazione al ritorno della corrente dopo un’interruzione.

Candy CCVB15

Candy CCVB15

Candy CCVB15 offre tra le sue migliori qualità un design particolarmente ricercato con una finitura in acciaio satinato, finestra panoramica in vetro e ripiani con profilo cromato.

La cantinetta prevede un’installazione ad incasso con dimensioni molto particolari. Questo è forse il solo punto debole di questo prodotto che consente un utilizzo limitato a quelle situazioni dov’è possibile creare una nicchia con una larghezza di 15 centimetri e un’altezza di circa 87 centimetri.

Un modello stretto che si sviluppa in verticale con capienza limitata a sole 7 bottiglie di tipo bordeaux da 0,75 litri. L’interno è illuminato da una luce a led e presenta un’unica zona di conservazione con una temperatura regolabile elettronicamente.

I consumi sono abbastanza elevati con una richiesta giornaliera di 0,646 kWh ed una classe di efficienza energetica C. Apprezzabile il livello di rumorosità che si attesta a soli 39 dB, rendendo l’apparecchio molto silenzioso.

La cantinetta Candy CCVB15 nel complesso permette una soddisfacente conservazione del vino con i soli limiti d’utilizzo imposti dalle sua particolare forma e dalla ridotta capacità. Un prodotto progettato pensando a tutti coloro che dispongono di poco spazio e lo vogliono sfruttare al meglio.

Klarstein SaloonNapa

Klarstein SaloonNapa

Klarstein SaloonNapa è una cantinetta con caratteristiche costruttive e dati tecnici interessanti.

Tra i prodotti recensiti è l’unico ad offrire due zone con temperature di conservazione separate. Una qualità importante che consente di alloggiare vini di tipologie molto diverse. Si tratta di un modello da installare a incasso ma anche a libera installazione, con un design moderno che bene si accosta ad ogni arredamento.

Oltretutto c’è la possibilità di scegliere tra una finitura total black o una versione con rivestimento in acciaio spazzolato. Le zone sono accessibili tramite due sportelli con relativi comandi per il controllo elettronico della temperatura, posizionati esternamente e dotati di display per visualizzare il valore impostato.

All’interno troviamo 5 ripiani estraibili realizzati con doghe in legno, in modo da consentire l’alloggiamento di 24 bottiglie di tipo bordeaux. L’illuminazione è costituita da due luci led che rappresentano l’unico punto debole di questo prodotto, vista la poca intensità luminosa generata.

Un elettrodomestico non particolarmente virtuoso sotto il profilo dei consumi con una classe di efficienza energetica C, mentre la rumorosità è nella norma con 44 dB.

Klarstein SaloonNapa unisce un aspetto estetico di sicuro impatto con prestazioni soddisfacenti, il tutto con l’aggiunta di un costo decisamente conveniente. Qualità così apprezzate dal mercato da renderla una delle cantinette per vino più vendute.

Vitrifrigo C330P Next DM

Vitrifrigo C330P Next DM

Vitrifrigo C330P Next DM in realtà non è una semplice cantinetta per vino ma un minibar facilmente trasportabile. Abbiamo deciso di inserire il prodotto in questa guida all’acquisto proprio per la sua praticità e grande versatilità d’uso.

L’aspetto estetico non è certamente un punto di forza con un design essenziale senza particolari note da sottolineare. C’è la possibilità di scegliere diverse finiture tra cui nero, legno wengè, noce, rovere sbiancato e una versione con anta in vetro specchiato.

Di default il prodotto viene venduto con 4 piedini per appoggiarlo a terra ma volendo si può scegliere come optional le ruote piroettanti per poterlo spostare senza difficoltà.

Altre caratteristiche costruttive di questo modello sono la luce a led interna, la cerniera a traino per collegare lo sportello del minibar a quello di un mobile nel caso d’installazione ad incasso, due ripiani interni removibili e balconcino sulla controporta.

Il compressore di ultima generazione e l’utilizzo del gas refrigerante R600a assicurano bassa rumorosità e adeguati livelli di refrigerio, con l’aggiunta di consumi estremamente convenienti grazie ad una classe di efficienza energetica A+++.

Vitrifrigo C330P Next DM può essere utilizzato anche per conservare qualche bottiglia di vino ma il suo principale impiego è il mantenimento in fresco delle bevande, offrendo una soddisfacente praticità grazie a 33 litri di capacità interna ed un peso complessivo di soli 17 chilogrammi: soluzione ideale, non solo per la casa, ma anche per l’ufficio.

Come scegliere una cantinetta vino ad incasso

La passione per il vino che coinvolge cultori di tutto il mondo ha permesso lo studio e lo sviluppo di cantinette refrigerate, idonee a ricreare quel microclima tipico delle cantine tradizionali.

Elementi come l’umidità, la temperatura costante ed il posizionamento delle bottiglie garantiscono la conservazione del prodotto permettendo di avere in casa un elettrodomestico che funge da deposito per le bottiglie pregiate.

E’ importante infatti mantenere ed esaltare specifiche qualità della bevanda che la rendono gradevole al palato solo se raggiunge una perfetta maturazione, favorita dalla temperatura e da una corretta conservazione in luoghi freschi ed asciutti.

Caratteristiche

La cantinetta da vino è l’elettrodomestico indispensabile per mantenere intatte le qualità organolettiche di ciascuna varietà. Progettate per un uso prevalentemente casalingo molti prodotti presenti sul mercato possono soddisfare differenti esigenze fra cui quella di differenziare la temperatura di ogni ripiano in base alla qualità dei vini bianchi, rosè o rossi.

Le tipologie di cantinette presenti attualmente sul mercato si differenziano a seconda dello spazio di cui si dispone e del numero di bottiglie che si intende conservare. Se piccoli elettrodomestici permettono di custodire vini pregiati e di alta qualità, altrettante tipologie ne facilitano la stagionatura, potendo riporre in contemporanea calici e ballon.

Le cantinette da vino ad incasso sono le più richieste poiché consentono di essere posizionate alla stregua di qualsiasi elettrodomestico presente in cucina. La cantinetta può essere accomodata sotto il ripiano di un mobile, mentre se si preferisce un modello più capiente è possibile scegliere una cantinetta vino a libera installazione.

Le cantinette ad incasso sono alla stregua di un frigorifero monoporta e possono contenere fino a sette ripiani ciascuno dei quali dedicato a diverse qualità di vino. Molti modelli sono dotati di una doppia zona riservata alla conservazione di bottiglie che richiedono temperature differenti. Queste ultime possono variare da un minimo di 8 gradi (consigliati per i bianchi secchi e frizzanti) fino ad un massimo di 18 (adatti ai rossi dal retrogusto fruttato) potendo utilizzare le temperature intermedie per la conservazione dei rosè.

La temperatura di ogni zona può essere regolata in maniera indipendente, e il consumo dell’elettrodomestico è basso. Il risparmio è dovuto alla coibentazione del prodotto che riduce la dispersione termica sfruttando un motore a compressione.

In media un modello da 19 bottiglie di classe A può consumare 150 kWh su base annua, mentre l’elettrodomestico di classe B con capacità superiore alle 30 bottiglie può raggiungere i 163 kWh. La maggioranza dei prototipi dispone di un vetro temperato a due o tre strati, generalmente oscurato e realizzato al fine di evitare che la luce solare possa intaccare ciascuna bottiglia.

Tipologie

Le cantinette per il vino ad incasso possono essere di due tipi: temperate o climatizzate, a seconda se la necessità del consumatore è quella di conservare o di invecchiare le bottiglie. La cantinetta temperata ha una funzionalità standard: la possibilità di regolare la temperatura mantenendola costante nel tempo permette di servire il vino nella gradazione ideale per la sua degustazione. Il funzionamento è semplice quanto importante se si vive in ambienti molto umidi o caldi.

Il modello climatizzato, invece, è studiato per chi vuole stagionare il vino mantenendolo intatto per lunghi periodi. Le potenzialità della cantinetta climatizzata sono elevate in quanto è possibile monitorare la temperatura con apposita areazione. La ventilazione interna refrigera in maniera omogenea ciascuna bottiglia, senza concentrare in un unico punto la temperatura del frigo. I prodotti più innovativi hanno la possibilità di ricreare il tasso di umidità idoneo per ottimizzare l’invecchiamento del vino.

La scelta della cantinetta per il vino ad incasso non deve sottovalutare fattori come l’inclinazione dei ripiani o la conservazione di bottiglie superiori ai 75 cl. Non tutti sanno che la pendenza dei ripiani migliora l’affinamento del vino. Le qualità pregiate sono infatti sigillate da tappi di sughero che, a lungo andare, possono essiccarsi compromettendo le qualità organolettiche. Un’adeguata inclinazione favorisce la stagionatura inumidendo il tappo di sughero in maniera costante ed omogenea. I ripiani orizzontali sono infatti consigliati per chi intende acquistare un modello da semplice conservazione, a differenza delle cantinette con livelli inclinati che rendono sofisticato l’elettrodomestico.

Ogni brand propone modelli dotati di optional che ottimizzano le prestazioni di una cantinetta ad incasso. I più richiesti sono l’impostazione elettronica ed il termostato digitale che massimizzano il funzionamento dell’elettrodomestico. Il sistema antivibrazione è un accessorio ulteriore, finalizzato ad ammortizzare oscillazioni e sollecitudini provocate dal motore oltre che a ridurre la rumorosità del compressore.

L’efficenza di alcuni modelli consente di inoltre accelerare il raggiungimento della temperatura adeguata riducendo i tempi di refrigerazione ed aumentano le potenzialità della cantinetta senza lo spreco di energia. Infine alcuni prototipi sono studiati per ottimizzare gli spazi all’interno della cucina, potendo posizionare al loro interno bevande come liquori ed analcolici, anche se a questo scopo è consigliabile optare per un frigorifero mini specificamente studiato per la conservazione di lattine e bottiglie.

Domande frequenti

Classifiche correlate