Migliori Cantinette Vino da Incasso

di Andrea Pilotti 4 Febbraio 2019

Classifica, Recensioni e Offerte delle Migliori Cantinette Vino da Incasso sul mercato, selezionate dalla nostra redazione per capienza, efficienza energetica, zone di temperatura, rapporto qualità prezzo.

miglior cantinetta vino incasso

Classifica e Recensioni delle Migliori Cantinette Vino da Incasso

La migliore

Hotpoint WL 36 A/HA è la cantinetta per vino che abbiamo deciso di premiare con la prima posizione in classifica.

Dovendo analizzare questa particolare tipologia di elettrodomestici, i fattori di primaria importanza sono efficienza ed estetica. Il modello di questa recensione offre entrambe le qualità, permettendo di conservare al meglio le bottiglie di vino e nello stesso tempo assicurando un design moderno ed elegante.

È bene precisare che stiamo parlando di una cantinetta da incasso che va installata all’interno di una nicchia o nell’apposito spazio ricavato tra i pensili della cucina. Un dato tecnico importante solo le dimensioni di 56 x 56 centimetri e un’altezza di 68 centimetri, misure che assicurano un volume netto di 99 litri.

Ciò permette di inserire fino ad un massimo di 46 bottiglie che rimarranno ad una temperatura compresa tra 4 e 18 gradi centigradi, a seconda della regolazione impostata.

Il pannello di controllo si trova all’interno esattamente sul profilo superiore ed è costituito da un piccolo display, tasto on/off, pulsante per attivare l’illuminazione e due tasti (+ e –) per regolare la temperatura.

Utilizzando i 5 ripiani in legno si possono alloggiare fino a 36 bottiglie. Volendo è possibile inserire un solo ripiano e collocare metà delle bottiglie le une sopra le altre oppure inserirle in verticale, il tutto per la massima personalizzazione.

Hotpoint WL 36 A/HA è una scelta consigliata a chi ha la necessità di conservare un buon numero di bottiglie di vino tenendole in cucina sempre alla portata di mano, riducendo al minimo gli spazi e godendo di un impatto estetico di sicuro effetto. A tutto questo vanno aggiunti da una parte consumi molto bassi (142 kWh all’anno) grazie ad una classe di efficienza energetica A e dall’altra una rumorosità di 45 dB.

La più venduta

Klarstein SaloonNapa è una cantinetta con caratteristiche costruttive e dati tecnici interessanti.

Tra i prodotti recensiti è l’unico ad offrire due zone con temperature di conservazione separate. Una qualità importante che consente di alloggiare vini di tipologie molto diverse. Si tratta di un modello da installare a incasso ma anche a libera installazione, con un design moderno che bene si accosta ad ogni arredamento. Oltretutto c’è la possibilità di scegliere tra una finitura total black o una versione con rivestimento in acciaio spazzolato.

Le zone sono accessibili tramite due sportelli con relativi comandi per il controllo elettronico della temperatura, posizionati esternamente e dotati di display per visualizzare il valore impostato.

All’interno troviamo 5 ripiani estraibili realizzati con doghe in legno, in modo da consentire l’alloggiamento di 24 bottiglie di tipo bordeaux. L’illuminazione è costituita da due luci led che rappresentano l’unico punto debole di questo prodotto, vista la poca intensità luminosa generata.

Un elettrodomestico non particolarmente virtuoso sotto il profilo dei consumi con una classe di efficienza energetica C, mentre la rumorosità è nella norma con 44 dB.

Klarstein SaloonNapa unisce un aspetto estetico di sicuro impatto con prestazioni soddisfacenti, il tutto con l’aggiunta di un costo decisamente conveniente. Qualità così apprezzate dal mercato da renderla una delle cantinette per vino più vendute.

La più efficiente

Electrolux ERW 0670 è una cantinetta per vino da incasso con un design minimal che gli conferisce un aspetto moderno ma essenziale.

Le sue misure standard gli permettono l’inserimento nel classico spazio che si utilizza in cucina per il montaggio di un forno. Il volume interno è stato suddiviso con 3 ripiani removibili realizzati con doghe in legno, profilo in acciaio inox e il tutto illuminato da una potente luce a led.

Anche il pannello di controllo segue uno stile semplice con un piccolo display posizionato nella parte bassa e i soliti 4 pulsanti per accendere il dispositivo, la luce interna e regolare la temperatura da 5 a 20 gradi centigradi.

La capienza permette di inserire fino ad un massimo di 24 bottiglie che rappresentano una quantità più che sufficiente per soddisfare la maggior parte delle esigenze.

Da segnalare la presenza di un allarme qualora la temperatura interna superi i 23 gradi centigradi oppure scenda sotto lo zero. Un segnale acustico avvisa in caso venga lasciata inavvertitamente la porta aperta.

Molto utile la funzione di ripristino della temperatura che, a seguito di un’interruzione della corrente, tiene in memoria le impostazioni. Altri dati tecnici da evidenziare sono i ridotti consumi con soli 107 kWh all’anno, una classe di efficienza energetica A+ e una rumorosità massima di 39 dB.

Chi è alla ricerca di una cantinetta per conservare adeguatamente il vino in cucina, non rimarrà di certo deluso da questo modello. Electrolux ERW 0670 offre solidità, un’estetica piacevole e un adeguato mantenimento della temperatura. Unico aspetto a cui prestare attenzione è l’impossibilità di inserire le bottiglie modello champagne se non in orizzontale ruotate di 90 gradi, mentre non c’è alcun problema per quelle classiche di tipo bordeaux.

Per 7 bottiglie

Candy CCVB15 offre tra le sue migliori qualità un design particolarmente ricercato con una finitura in acciaio satinato, finestra panoramica in vetro e ripiani con profilo cromato.

La cantinetta prevede un’installazione ad incasso con dimensioni molto particolari. Questo è forse il solo punto debole di questo prodotto che consente un utilizzo limitato a quelle situazioni dov’è possibile creare una nicchia con una larghezza di 15 centimetri e un’altezza di circa 87 centimetri.

Un modello stretto che si sviluppa in verticale con capienza limitata a sole 7 bottiglie di tipo bordeaux da 0,75 litri. L’interno è illuminato da una luce a led e presenta un’unica zona di conservazione con una temperatura regolabile elettronicamente.

I consumi sono abbastanza elevati con una richiesta giornaliera di 0,646 kWh ed una classe di efficienza energetica C. Apprezzabile il livello di rumorosità che si attesta a soli 39 dB, rendendo l’apparecchio molto silenzioso.

La cantinetta Candy CCVB15 nel complesso permette una soddisfacente conservazione del vino con i soli limiti d’utilizzo imposti dalle sua particolare forma e dalla ridotta capacità. Un prodotto progettato pensando a tutti coloro che dispongono di poco spazio e lo vogliono sfruttare al meglio.

Da 60 cm

Whirlpool ARZ000/W è una cantinetta per vino da incasso che consente di alloggiare un massimo di 33 bottiglie. L’aspetto estetico offre da subito un buon impatto visivo ma analizzando più attentamente la struttura affiora qualche limite.

Se da una parte è apprezzabile la scelta di un cristallo della porta dotato di filtro UV, dall’altra lascia un po’ perplessi la decisione di realizzare il telaio e la maniglia in plastica.

Altro limite di questo prodotto è la regolazione della temperatura: avviene in modo manuale con una classica manopola per impostare il termostato su valori 1-2 per temperatura meno fredda e 3-4 se si vuole un maggior refrigerio.

Una soluzione un po’ troppo vecchio stile rispetto ai diretti concorrenti e non consente impostazioni precise. La luce interna si accende automaticamente all’apertura dello sportello con l’impossibilità di lasciarla accesa per illuminare sempre le bottiglie.

Secondo la nostra opinione questa cantinetta Whirlpool ARZ000/W pur garantendo nel complesso una buona conservazione del vino, presenta qualche carenza di troppo dal punto di vista costruttivo e nelle funzionalità. Un modello che offre come migliori qualità, il consumo energetico con 146 kWh all’anno e una rumorosità tra le più basse con soli 37 dB.

La più economica

Vitrifrigo C330P Next DM in realtà non è una semplice cantinetta per vino ma un minibar facilmente trasportabile. Abbiamo deciso di inserire il prodotto in questa guida all’acquisto proprio per la sua praticità e grande versatilità d’uso.

L’aspetto estetico non è certamente un punto di forza con un design essenziale senza particolari note da sottolineare. C’è la possibilità di scegliere diverse finiture tra cui nero, legno wengè, noce, rovere sbiancato e una versione con anta in vetro specchiato.

Di default il prodotto viene venduto con 4 piedini per appoggiarlo a terra ma volendo si può scegliere come optional le ruote piroettanti per poterlo spostare senza difficoltà.

Altre caratteristiche costruttive di questo modello sono la luce a led interna, la cerniera a traino per collegare lo sportello del minibar a quello di un mobile nel caso d’installazione ad incasso, due ripiani interni removibili e balconcino sulla controporta.

Il compressore di ultima generazione e l’utilizzo del gas refrigerante R600a assicurano bassa rumorosità e adeguati livelli di refrigerio, con l’aggiunta di consumi estremamente convenienti grazie ad una classe di efficienza energetica A+++.

Vitrifrigo C330P Next DM può essere utilizzato anche per conservare qualche bottiglia di vino ma il suo principale impiego è il mantenimento in fresco delle bevande, offrendo una soddisfacente praticità grazie a 33 litri di capacità interna ed un peso complessivo di soli 17 chilogrammi: soluzione ideale, non solo per la casa, ma anche per l’ufficio.

Offerte Cantinette Vino da Incasso

Come scegliere una cantinetta vino ad incasso

La passione per il vino che coinvolge cultori di tutto il mondo ha permesso lo studio e lo sviluppo di cantinette refrigerate, idonee a ricreare quel microclima tipico delle cantine tradizionali. Elementi come l’umidità, la temperatura costante ed il posizionamento delle bottiglie garantiscono la conservazione del prodotto permettendo di avere in casa un elettrodomestico che funge da deposito per le bottiglie pregiate. E’ importante infatti mantenere ed esaltare specifiche qualità della bevanda che la rendono gradevole al palato solo se raggiunge una perfetta maturazione, favorita dalla temperatura e da una corretta conservazione in luoghi freschi ed asciutti.

Caratteristiche

La cantinetta da vino è l’elettrodomestico indispensabile per mantenere intatte le qualità organolettiche di ciascuna varietà. Progettate per un uso prevalentemente casalingo molti prodotti presenti sul mercato possono soddisfare differenti esigenze fra cui quella di differenziare la temperatura di ogni ripiano in base alla qualità dei vini bianchi, rosè o rossi.
Le tipologie di cantinette presenti attualmente sul mercato si differenziano a seconda dello spazio di cui si dispone e del numero di bottiglie che si intende conservare. Se piccoli elettrodomestici permettono di custodire vini pregiati e di alta qualità, altrettante tipologie ne facilitano la stagionatura, potendo riporre in contemporanea calici e ballon.

Le cantinette da vino ad incasso sono le più richieste poiché consentono di essere posizionate alla stregua di qualsiasi elettrodomestico presente in cucina. La cantinetta può essere accomodata sotto il ripiano di un mobile, mentre se si preferisce un modello più capiente è possibile scegliere una cantinetta vino a libera installazione.

Le cantinette ad incasso sono alla stregua di un frigorifero monoporta e possono contenere fino a sette ripiani ciascuno dei quali dedicato a diverse qualità di vino. Molti modelli sono dotati di una doppia zona riservata alla conservazione di bottiglie che richiedono temperature differenti. Queste ultime possono variare da un minimo di 8 gradi (consigliati per i bianchi secchi e frizzanti) fino ad un massimo di 18 (adatti ai rossi dal retrogusto fruttato) potendo utilizzare le temperature intermedie per la conservazione dei rosè.

La temperatura di ogni zona può essere regolata in maniera indipendente, e il consumo dell’elettrodomestico è basso. Il risparmio è dovuto alla coibentazione del prodotto che riduce la dispersione termica sfruttando un motore a compressione.

In media un modello da 19 bottiglie di classe A può consumare 150 kWh su base annua, mentre l’elettrodomestico di classe B con capacità superiore alle 30 bottiglie può raggiungere i 163 kWh. La maggioranza dei prototipi dispone di un vetro temperato a due o tre strati, generalmente oscurato e realizzato al fine di evitare che la luce solare possa intaccare ciascuna bottiglia.

Tipologie

Le cantinette per il vino ad incasso possono essere di due tipi: temperate o climatizzate, a seconda se la necessità del consumatore è quella di conservare o di invecchiare le bottiglie. La cantinetta temperata ha una funzionalità standard: la possibilità di regolare la temperatura mantenendola costante nel tempo permette di servire il vino nella gradazione ideale per la sua degustazione. Il funzionamento è semplice quanto importante se si vive in ambienti molto umidi o caldi.

Il modello climatizzato, invece, è studiato per chi vuole stagionare il vino mantenendolo intatto per lunghi periodi. Le potenzialità della cantinetta climatizzata sono elevate in quanto è possibile monitorare la temperatura con apposita areazione. La ventilazione interna refrigera in maniera omogenea ciascuna bottiglia, senza concentrare in un unico punto la temperatura del frigo. I prodotti più innovativi hanno la possibilità di ricreare il tasso di umidità idoneo per ottimizzare l’invecchiamento del vino.

La scelta della cantinetta per il vino ad incasso non deve sottovalutare fattori come l’inclinazione dei ripiani o la conservazione di bottiglie superiori ai 75 cl. Non tutti sanno che la pendenza dei ripiani migliora l’affinamento del vino. Le qualità pregiate sono infatti sigillate da tappi di sughero che, a lungo andare, possono essiccarsi compromettendo le qualità organolettiche. Un’adeguata inclinazione favorisce la stagionatura inumidendo il tappo di sughero in maniera costante ed omogenea. I ripiani orizzontali sono infatti consigliati per chi intende acquistare un modello da semplice conservazione, a differenza delle cantinette con livelli inclinati che rendono sofisticato l’elettrodomestico.

Ogni brand propone modelli dotati di optional che ottimizzano le prestazioni di una cantinetta ad incasso. I più richiesti sono l’impostazione elettronica ed il termostato digitale che massimizzano il funzionamento dell’elettrodomestico. Il sistema antivibrazione è un accessorio ulteriore, finalizzato ad ammortizzare oscillazioni e sollecitudini provocate dal motore oltre che a ridurre la rumorosità del compressore.

Migliori Frigoriferi Mini da Incasso

L’efficenza di alcuni modelli consente di inoltre accelerare il raggiungimento della temperatura adeguata riducendo i tempi di refrigerazione ed aumentano le potenzialità della cantinetta senza lo spreco di energia. Infine alcuni prototipi sono studiati per ottimizzare gli spazi all’interno della cucina, potendo posizionare al loro interno bevande come liquori ed analcolici, anche se a questo scopo è consigliabile optare per un frigorifero mini specificamente studiato per la conservazione di lattine e bottiglie.

[Voti: 276    Media Voto: 4.9/5]
Elettrodomestici che potrebbero interessarti
Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un servizio gratuito che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo. Guarda un esempio

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.