Migliori cappe aspiranti a isola

Le migliori cappe aspiranti a isola selezionate per capacità di aspirazione, silenziosità, design, qualità dei materiali, prezzo e marca.

Classifica migliori cappe aspiranti a isola

Faber Cylindra Isola

Faber Cylindra Isola

Faber Cylindra Isola è una cappa aspirante che già nella denominazione racchiude tutte le sue principali caratteristiche. Com’è facile intuire, si tratta di un modello adatto per l’installazione sopra il piano di cottura di una cucina con isola.

Presenta una forma perfettamente cilindrica con un design semplice e minimalista ma, tuttavia, è un oggetto che non passa di certo inosservato.

Il rivestimento in acciaio inox lavorato a specchio, riesce a regalare all’ambiente una nota di eleganza che bene si adatta sia ad ambienti di tendenza che a cucine dallo stile più classico.

Le dimensioni esatte sono un diametro di 370 millimetri e un’altezza totale di 1215 millimetri. L’azienda di Fabriano offre, per questo modello, la possibilità di scegliere tra la versione aspirante oppure quella filtrante. La differenza sta nell’aggiunta di un filtro ai carboni attivi e relativo led che indica quando è il momento di procedere alla sua sostituzione.

Il pannello dei comandi è costituito da 5 piccoli pulsanti con cui accendere il dispositivo che parte alla minima potenza, le luci a led e selezionare le altre tre velocità, con l’ulteriore possibilità di sfruttare anche la modalità intensiva.

Come abbiamo già accennato il dispositivo è dotato di un indicatore luminoso che può assumere due diversi stati: lampeggiante per indicare la necessità di pulire le griglie metalliche anti grasso e fisso per segnalare la saturazione dell’eventuale filtro ai carboni attivi e la conseguente sostituzione.

Faber Cylindra Isola è una cappa aspirante che di certo non delude le aspettative, permettendo di eliminare fumi e vapori di cottura in maniera efficace con ridotti consumi e una rumorosità nella norma. A tutto questo bisogna aggiungere una buona qualità dei materiali, un look originale e la possibilità di acquistare a parte un comodo telecomando.

Elica Juno

Elica Juno

Elica Juno è una cappa aspirante da posizionare sopra il piano di cottura ad isola. Ciò che subito colpisce, di questo prodotto, è l’eleganza e la particolarità della forma.

Il look è un mix indovinato tra uno stile moderno e uno più classico che bene si inserisce in qualsiasi contesto. In apparenza sembra una bella lampada appesa al soffitto grazie a tre fili in acciaio quasi invisibili.

Il corpo della cappa ha una forma conica con un rivestimento metallico con la possibilità di scegliere tra 3 finiture: inox, nero e bianco.

È disponibile in versione aspirante ad evacuazione esterna o filtrante a ricircolo interno.

La mia recensione si riferisce alla cappa dotata di filtro ai carboni attivi che riesce a trattenere ed eliminare i cattivi odori, restituendo all’ambiente circostante un’aria pulita.

Una caratteristica del filtro è di poterlo lavare in acqua calda con appositi detergenti, asciugandolo successivamente in forno a 100 gradi centigradi per togliere tutta l’umidità.

Così facendo si può rigenerare ogni due mesi circa, con una durata che può arrivare anche fino a 3 anni. Per trattenere le sostanze grasse c’è il classico filtro a rete metallica che si sgancia con facilità per l’operazione mensile di pulizia.

Tra i dati tecnici più interessanti, sottolineiamo una potenza del motore elettrico pari a 250 Watt, 3 velocità di funzionamento, portata massima di 600 metri cubi l’ora e doppia luce a led da 3500 Kelvin.

Il dispositivo è anche attento ai consumi grazie ad una classe di efficienza energetica A, mentre la rumorosità massima si attesta su un soddisfacente valore di 67 dB.

Elica Juno è una cappa aspirante filtrante che assicura una notevole versatilità d’uso, buone prestazioni e con il valore aggiunto di un’estetica sofisticata: il solo limite è rappresentato dalla mancanza della modalità intensiva per quanto riguarda le regolazioni di velocità.

AEG DIK7190HG

AEG DIK7190HG

Pro

  • Soddisfacente aspirazione di fumi e vapore
  • Design ricercato
  • Bassi consumi
  • Installazione in modalità filtrante o aspirante
  • Filtro al carbone rigenerabile
  • Indicatore luminoso saturazione filtri

Contro

  • Nessun problema riscontrato

AEG DIK7190HG è una cappa aspirante a isola che, solitamente, è installata a centro cucina sopra la postazione di cottura. Visto il tipo di posizionamento in bella vista, il design svolge un ruolo fondamentale. In tal senso l’aspetto estetico lo promuovo a pieni voti grazie ad uno stile che coniuga perfettamente linee essenziali, eleganza e modernità. La versatilità d’uso è assicurata dalla possibilità di un montaggio aspirante collegandosi alla cappa fumaria esistente, oppure filtrate sfruttando il ricircolo interno dell’aria.

Non sono da meno le caratteristiche tecniche, a partire da una portata massima di aspirazione pari a 801 metri cubi all’ora. Un dato che si traduce nell’efficace eliminazione di fumi, vapore e cattivi odori derivanti da cotture intense come frittura o preparazione di carne e pesce alla griglia. L’aspetto significativo è che tale forza aspirante viene ottenuta con un motore di appena 160 W, il che porta i consumi a soli 35 kWh all’anno e alla conseguente classe di efficienza energetica A++.

Le funzioni sono adeguate alle prestazioni e permettono un ottimale controllo manuale, a cui aggiungere la possibilità di attivare la connessione ad infrarossi Hob2Hood. La cappa è così in grado di comunicare con un piano di cottura predisposto, permettendo d’impostare l’avvio e la regolazione automatica dell’aspirazione.

Altri elementi tecnici che ritengo opportuno evidenziare sono le 5 velocità selezionabili (di cui 2 intensive con massima durata di 5 minuti), tasto funzione Breeze per avviare la ventilazione ambientale per 60 minuti, indicatore di saturazione filtri, elemento filtrante ai carboni attivi rigenerabile e illuminazione con 4 lampade a LED da 7 W.

Hotpoint HIF 9.7F AB X

Hotpoint HIF 9.7F AB X

Hotpoint HIF 9.7F AB X è una cappa aspirante a isola che permette di eliminare, con una certa efficacia, fumi e vapori della cucina.

Il modello di questa recensione è adatto per l’installazione nelle cucine con il piano di cottura nel centro del locale ed è dotato della sola funzione di aspirazione: l’evacuazione dei fumi all’esterno avviene tramite tubo di scarico fissato alla flangia di raccordo.  Acquistano un kit opzionale con filtro a carbone attivo, è possibile l’utilizzo in versione filtrante con l’aria che viene convogliata nella stanza.

Lo stile e la forma sono tipiche dei modelli con colonna centrale in acciaio inox e tetto in vetro. Un design molto semplice e funzionale che, tuttavia, ha il pregio di ben adattarsi a cucine di qualsiasi tipologia. Le sostanze grasse presenti nei fumi vengono trattenute dal filtro metallico che si può togliere e pulire molto facilmente.

I comandi sono, come di consuetudine, inseriti nel profilo superiore con la possibilità di selezionare una velocità in modalità silenziosa, con potenza media, alta oppure intensiva temporizzata a 5 minuti. È presente anche un led di stato per indicare la necessità di manutenzione dei filtri antigrasso o dell’eventuale sostituzione di quello al carbone.

Ulteriori funzioni sono lo spegnimento automatico impostabile per ogni diversa velocità e il reset della spia saturazione filtri una volta eseguita la manutenzione.

Secondo la mia opinione, Hotpoint HIF 9.7F AB X è un prodotto nel complesso soddisfacente. A fronte di un prezzo che possiamo ritenere economico, offre tutte le qualità che ci si aspetta da questa tipologia di dispositivi e caratteristiche tecniche tali da assicurare apprezzabili risultati.

Best Moon

Best Moon

Best Moon è una cappa aspirante per isola che ha come principale caratteristica la forma circolare.

A un primo sguardo sembra un sofisticato lampadario con un sottile stelo in metallo per il collegamento al soffitto e la parte aspirante protetta da un rivestimento tondo in acciaio inox del diametro di 500 millimetri. L’aspetto è senza dubbio originale ed accattivante offrendo un bell’impatto estetico una volta installato il dispositivo sopra il piano cottura.

Un vantaggio di questo prodotto è la possibilità di poter regolare l’altezza della cappa a seconda delle esigenze, con un range compreso tra 850 e 1250 millimetri. Un aspetto da non sottovalutare e che permette un adeguato adattamento della cappa ad ogni situazione.

La versione della mia recensione è dotata di filtro antigrasso con griglia in alluminio e di filtro al carbone attivo per trattenere i cattivi odori e restituire un’aria più salubre. Le operazioni di pulizia e sostituzione del filtro sono molto semplici e richiedono pochissimi minuti.

Altre interessanti caratteristiche sono i comandi soft touch per selezionare una delle 4 velocità a disposizione (compresa la modalità intensiva), funzione timer a 5 minuti che si attiva tenendo premuto per due secondi il pulsante relativo alla velocità desiderata, passaggio automatico dalla potenza intensiva alla velocità 3 trascorsi 5 minuti e autospegnimento dopo 10 ore di assenza di comandi da parte dell’utente.

Interessante la possibilità di avere come optional un radiocomando per gestire le varie funzioni anche da remoto.

La cappa aspirante per isola Best Moon è senza dubbio un prodotto completo, affidabile, di facile utilizzo e semplice manutenzione: senza dimenticare un design molto moderno capace di regalare un tocco di originalità alla cucina.

Franke Glass Linear FGL 915 I XS

Franke Glass Linear FGL 915 I XS

Franke Glass Linear FGL 915 I XS è una cappa aspirante per isola in grado di offrire un design classico ma ben curato. Le linee squadrate conferiscono un look moderno che bene si integra in qualsiasi tipo di arredamento.

La struttura è composta da una colonna centrale in acciaio inox che accoglie il motore elettrico e la ventola d’aspirazione. Nella parte alta c’è la predisposizione per l’uscita di un tubo da 150 millimetri di diametro, con in dotazione una riduzione per tubi più piccoli da 120 millimetri. La base è costituita da una lastra di cristallo di quasi 6 millimetri di spessore a cui è collegato il pannello aspirante.

Il modello di questa recensione è predisposto per la funzione filtrante che si ottiene acquistando a parte un apposito kit. L’utente dispone di tre velocità di funzionamento più una modalità intensiva da utilizzare per eliminare il fumo più denso.

I semplici controlli soft touch sono stati posizionati sul profilo anteriore e consentono, tra le altre cose, di accendere le 4 luci a led per illuminare efficacemente il piano di cottura.

La cappa offre delle buone prestazioni con una potenza di 330 Watt e un massimo flusso d’aria pari a 650 metri cubi l’ora (calcolato in modalità intensiva).

Un aspetto importante nel valutare questa tipologia di prodotti è la rumorosità. Di certo non si tratta di un dispositivo silenzioso ma, nelle condizioni più gravose, assicura una massima emissione di 69 dB: valore che possiamo ritenere nella norma.

Franke Glass Linear FGL 915 I XS è un prodotto che, secondo la mia opinione, assicura un soddisfacente rapporto qualità prezzo; riesce ad unire un piacevole aspetto estetico con apprezzabili prestazioni e rappresenta una buona scelta per chi dispone di cucine con isole anche di grandi dimensioni.

Come scegliere una cappa aspirante a isola

La cappa vaspirante è uno degli elettrodomestici fondamentali in cucina; la sua funzione è quella di creare un ricircolo di aria per eliminare quella saturata dai fumi della cottura dei cibi. E’ un elettrodomestico essenziale, poiché la Legge 46/90 stabilisce che deve essere presente laddove vi sia un piano cottura, quindi risulta essere indispensabile in ogni cucina.

Seppur sia indispensabile in cucina, e di installazione obbligatoria per legge, questo elettrodomestico è disponibile in versione esteticamente più discreta nei piani cottura con cappa integrata, soluzione ideale per chi non ama avere ulteriori ingombri sopra i fornelli.

Oltre alla sua funzione di ricircolo dell’aria, la cappa permette l’aspirazione del vapore acqueo che altrimenti andrebbe a creare umidità sulle finestre, sui mobili e sulle pareti della stanza, aumentando il rischio di muffe dannose per la mia salute.

Generalmente, si tratta di elettrodomestici rumorosi e il disturbo aumenta con l’intensificarsi della ventilazione. E’ stato osservato che la cappa aspirante è più silenziosa di quella filtrante,  anche alle modalità più veloci. La cappa, inoltre, è un vero e proprio elemento di design che deve integrarsi in maniera armonica nel mobilio della cucina. Per questo motivo esistono cappe aspiranti di diverse declinazioni, come quelle a scomparsa da incasso, amate da chi non ama “spezzare” la composizione di mobili in cucina, o le più tradizionali cappe aspiranti a parete, oltre a quelle a isola che trattiamo in questa recensione.

Modelli e tipologie

I modelli delle cappe possono essere influenzati da diversi fattori: materiali, funzioni e pozione.
Per quanto riguarda i materiali: l’acciaio inox è il metallo più usato specialmente per le cappe a vista come quelle a isola; il vetro temperato è utilizzato solo per alcune parti della cappa aspirante.

Per quanto riguarda le funzioni: le cappe possono essere aspiranti o filtranti. Le prime sono in grado di aspirare i fumi di cottura ed espellerli all’esterno attraverso una canna fumaria; le seconde hanno un filtro che viene utilizzato per ripulire l’aria saturata dagli odori dei cibi. Queste ultime, però, sono molto rumorose e si predilige l’istallazione di quella aspirante.

Per quanto riguarda la posizione: oltre alle cosiddette cappe “ad incasso”, esistono cappe “a isola”, dove il tubo filtrante è posto a vista. In particolare, le cappe ancorate al soffitto, sono poste al di sopra del piano di cottura, che nella maggior parte dei casi si trova al centro della cucina, come se fosse “un’isola”. Si tratta di elettrodomestici visibili che possono essere considerati elementi di design che si integrano nello stile d’arredo della cucina.

Consigli utili per scelta e acquisto

Prima di istallare una cappa da cucina, è essenziale effettuare un sopralluogo. Il tecnico deve:

  • prendere le misure dell’altezza del soffitto, in modo da prevedere eventuali prolungamenti del tubo aspirante della cappa;
  • effettuare un controllo sulle dimensioni del foro di entrata e uscita dell’aria;
  • visionare il posizionamento della presa elettrica per effettuare il collegamento con l’elettrodomestico.
  • misurare le dimensioni della cucina per scegliere una cappa con una portata adatta.

Occorre sapere, per quest’ultimo caso, che la portata è la capacità di aspirazione e può essere misurata in metri cubi all’ora. La cappa deve essere in grado di effettuare una sostituzione del volume d’aria della cucina almeno 6-8 volte.

È importante, quindi, conoscere le dimensioni della cucina e della frequenza con cui viene utilizzata.
Per esempio, nel caso in cui la stanza abbia dimensioni modeste e venga utilizzata con una frequenza non eccessiva, la portata si aggira attorno a 400 mc/h; quando dimensioni e frequenza aumentano, la portata supera i 500 mc/h.

La cappa aspirante, inoltre, deve avere dimensioni uguali (o maggiori) del piano di cottura, ma non deve essere inferiore. Deve essere centrata e deve porsi ad una distanza di 75 cm per il piano cottura elettrico vetroceramico o a induzione, e 65 centimetri per cucine a gas e piani cottura a gas, ma non deve essere superiore a 90 cm.

Oltre a questi parametri, per la scelta della cappa è opportuno valutare anche le funzionalità accessorie, come sistemi di accensione e spegnimento. Durante il montaggio è opportuno ricordare che la cappa aspirante va collegata ad una canna fumaria specifica, non a quella dove sboccano i collegamenti di altri elementi, come caldaie o stufe.
Una volta che il tecnico ha ultimato il lavoro, è importante controllare il funzionamento della cappa, come le funzionalità aspiranti e filtranti e il livello di stabilità tra il tubo aspirante e il foro di uscita dell’aria.

Alla fine del montaggio, il tecnico deve rilasciare la “Dichiarazione di Conformità alla normativa vigente”, per la cappa aspirante installata.

Funzioni

Le funzioni principali della cappa aspirante comprendono:

  • garantire un ricircolo di aria per eliminare quella saturata dai fumi di cottura;
  • eliminare l’umidità che danneggerebbe pareti e mobili della casa.
    Le cappe di ultima generazione possono essere corredate anche di altre funzioni, quali:
    -tasto 24, il quale permette la funzione della cappa 24 ore su 24 con una velocità minima e senza sentire alcun rumore;
  • booster, con questa funzione è possibile aumentare automaticamente la potenza della cappa per eliminare tutti i cattivi odori, per poi tornare, trascorsi 5 minuti, alla modalità impostata;
  • timer che serve per programmare l’accensione e lo spegnimento della cappa;
  • “sistema aria pulita” che regola l’attivazione per 10 minuti ogni ora, eliminando i cattivi odori in maniera regolare;
  • comandi Touch control che permettono di impostare le funzioni della cappa attraverso semplici tocchi su specifici pannelli.

Oltre alle funzioni di una cappa è importante conoscere anche le modalità di utilizzo per evitare inutili sprechi energetici:

  • si consiglia di accendere la cappa qualche minuto prima della cottura dei cibi, per controllare preventivamente la formazione dell’umidità;
  • usare un livello medio di velocità;
  • chiudere finestre e porte durante l’accensione;
  • una volta ultimata la cottura, tenere la cappa in funzione per almeno 5 minuti;
  • cambiare le lampadine quando si bruciano.

Inoltre, è fondamentale, per un corretto uso, ripulire la cappa periodicamente con una spugna umida e detersivo neutro e asciugare con un panno. Nel caso in cui la cappa sia costituita da materiali in acciaio inox è opportuno evitare detergenti acidi.

Prezzi

Generalmente, i costi per una cappa aspirante oscillano tra 150 e 950 euro; sul mercato sono disponibili varie tipologie di modelli che si differenziano per le caratteristiche e funzioni accessorie. Prima dell’acquisto è bene assicurarsi delle necessità della propria cucina per evitare di scegliere un prodotto non idoneo.

Oltre ai costi della cappa, vi sono anche quelli relativi ai consumi, i quali fortunatamente sono molto bassi se si considera un utilizzo di 30 minuti al giorno.

Migliori tecnologie

Whirlpool CookSense

Whirlpool CookSense sfrutta il lavoro del sensore 6°SENSO per rilevare e aspirare automaticamente vapore, particelle di grasso e cattivi odori. L’intelligenza di questa tecnologia consente di riconoscere il tipo di cottura e analizzare i fumi, in modo da regolare il livello di potenza e la velocità d’aspirazione.

Whirlpool AirSense

Whirlpool AirSense è una tecnologia che permette di mantenere l’ambiente cucina più salubre. Il sistema è in grado di rilevare qualsiasi cattivo odore, comprese le emanazioni dei detergenti e il fumo di sigaretta. L’attivazione dell’aspirazione avviene in modo automatico, con la possibilità di selezionare la modalità Daily o Intensive in base alle necessità.

Whirlpool OdourZero

Whirlpool OdourZero è il nuovo filtro brevettato che sfrutta l’azione dei carboni attivi per catturare fino al 98,9% degli odori generati durante la cottura. L’elemento filtrante è posizionato nella parte superiore della canna fumaria e garantisce una durata di circa 5 anni.

Whirlpool LightSense

Whirlpool LightSense è un sistema di illuminazione della cappa aspirante dotato di tre diverse modalità di funzionamento: LightTone, DimmerLight e NightLight. In base alle necessità l’utente può decidere quale intensità luminosa e tono impostare.

Domande frequenti

Classifiche correlate