in

Migliori decespugliatori a batteria

I migliori decespugliatori a batteria selezionati per potenza, autonomia, diametro di taglio, maneggevolezza e rapporto qualità prezzo.

miglior decespugliatore a batteria

Einhell GC-CT 18/24 Li P

Recensione

Worx WG163E

Recensione

Gardena Trimmer Comfortcut Li-18/23R

Recensione

Bosch AdvancedGrassCut 36

Recensione

Black + Decker GLC3630L20-QW

Recensione

Stiga SBC 48 AE

Recensione

 

Come scegliere un decespugliatore a batteria

Dover provvedere alla manutenzione di spazi verdi implica una serie di operazioni spesso da effettuare in luoghi di difficile accesso. Se per le situazioni più agevoli è sufficiente l’utilizzo di un tosaerba elettrico, tagliare l’erba in zone a forte pendenza o in punti molto stretti, regolare cespugli o eliminare erbacce infestanti, sono mansioni che richiedono l’utilizzo di adeguati mezzi. Un elettroutensile da giardinaggio indispensabile in queste occasioni è il decespugliatore. Per godere della massima libertà di movimento e maneggevolezza, in commercio si trovano numerosi modelli a batteria. Analizziamo nel dettaglio le principali caratteristiche.

Batteria

Quando si parla di un elettroutensile a batteria questa componente è di primaria importanza e incide in maniera significativa sulle prestazioni di un decespugliatore. I modelli migliori montano accumulatori con un voltaggio minimo di 36 V, per salire fino a quelli più potenti con batterie da 54 V. In generale possiamo dire che un apparecchio di fascia alta è in grado di garantire almeno un’ora di uso continuo e offre ricariche veloci che richiedono meno di due ore. Ci sono decespugliatori che, per aumentare l’autonomia, danno la possibilità di montare accumulatori supplementari da inserire in comodi zainetti da indossare durante il lavoro.

Peso

Altro fattore determinante è il peso complessivo del decespugliatore. Questo dato condiziona la praticità d’uso. Acquistando modelli troppo pesanti si vanno in parte ad annullare i vantaggi ottenuti per la mancanza del cavo. Naturalmente questo valore è legato alla potenza del decespugliatore e quindi alla batteria che monta. Un modello molto potente ha un peso che può oscillare tra i 3,5 e 4 chilogrammi, mentre apparecchi con accumulatori da 18 V possono pesare tranquillamente meno di 2 chilogrammi.

La scelta dipende esclusivamente dall’utilizzo previsto. Se l’impiego si limita al taglio di bordure o piccoli spazi verdi, un decespugliatore leggero e meno potente è una soluzione che garantisce risultati soddisfacenti. Al contrario se si vogliono tagliare superfici più ampie ed eliminare infestanti molto resistenti come i rovi, è opportuno munirsi di un modello potente e di conseguenza più pesante. I decespugliatori top di gamma offrono il vantaggio di avere un peso ben distribuito, garantendo un perfetto bilanciamento che favorisce la maneggevolezza e diminuisce l’affaticamento.

Qualità del taglio

La qualità del taglio è legata al tipo di filo utilizzato. La preferenza ricade sul nylon: materiale resitente e con il giusto grado di elasticità. Per avere un taglio efficiente e preciso è bene non scegliere un filo troppo sottile ma rimanere su spessori compresi tra 2 e 3 millimetri. Altro aspetto importante è l’ampiezza del taglio che dipende dalla lunghezza del filo e dal conseguente diametro. Anche in questo caso si possono trovare decespugliatori con diametri poco superiori a 20 centimetri fono ad arrivare a 40 centimetri. Oltre al filo si possono utilizzare anche delle lame seghettate utili nel caso di debbano tagliare rami di modeste dimensioni o piccoli fusti.

Praticità d’uso

Per avere la garanzia di un’adeguata praticità d’uso è necessario verificare la qualità dell’impugnatura. Il materiale di rivestimento deve essere resistente ma nello stesso tempo confortevole e garantire una presa ferma e sicura. La forma ergonomica e il collocamento devono permettere all’utilizzatore di trovare una buona posizione di lavoro e un corretto bilanciamento del peso. Importante anche il posizionamento dei comandi sull’impugnatura che devono essere di immediato accesso. I modelli migliori sono tutti dotati di sistemi che permettono alla bobina di regolare in modo semiautomatico la lunghezza del filo, una funzionalità che garantisce grande praticità d’uso. Altro fattore che può incidere è la possibilità, presente solo su alcuni modelli, di ruotare di 90 gradi la testina e inclinarla in differenti posizioni.

Qualità degli accessori

Da non sottovalutare anche la qualità degli accessori forniti con il decespugliatore. Ogni costruttore fa scelte commerciali differenti ma in linea di massima, in un buon prodotto, normalmente la fornitura comprende: uno o più rocchetti di filo di nylon con diversi spessori, un certo numero di lame con differenti profili dentati, lubrificante e in alcuni casi prodotti per la sicurezza come occhiali protettivi.

Elettrodomestici simili