Migliori depuratori acqua osmosi inversa

I migliori depuratori acqua osmosi inversa selezionati per portata, dimensioni, tipo di filtrazione, caratteristiche degli stadi filtranti e della membrana osmotica, rapporto qualità prezzo.

Classifica migliori depuratori acqua osmosi inversa

System Plus 700 E

System Plus 700 E

System Plus 700 E è un depuratore d’acqua ad osmosi inversa a produzione diretta. La caratteristica principale è la mancanza di un serbatoio di accumulo e di conseguenza anche la presenza di una lampara UV per eliminare i batteri.

L’acqua sgorga direttamente dal rubinetto di casa dopo aver subito un processo di purificazione composto da ben 6 stadi. La prima fase avviene in un filtro con cartuccia a panno da 5 micron che trattiene le particelle in sospensione e quelle di più grosse dimensioni.

Il secondo step prevede un ulteriore filtro per sedimenti fino ad un micron e successivamente il passaggio in una cartuccia a carbone attivo che rimuove le sostanze organiche. A questo punto l’acqua subisce il processo di osmosi inversa che sfrutta due membrane da 150 GPD (galloni al giorno) per rimuovere nitrati, metalli pesanti, minerali in eccesso ed eventuali batteri. Prima di sgorgare dal rubinetto, l’acqua passa in un ultimo filtro ai carboni attivi che elimina eventuali cattivi odori.

Il prodotto di questa recensione è caratterizzato da avere un look molto spartano con tutti i componenti assemblati a vista senza nessun tipo di chassis o struttura di protezione. Le funzioni vengono gestite automaticamente da una centralina elettronica, mentre per le impostazioni si sfrutta un comodo pannello di controllo dotato di ampio display LCD. Tra le caratteristiche più importanti, c’è da evidenziare il tester TDS integrato sempre attivo che indica sullo schermo il valore della durezza dell’acqua. È presente anche un rilevatore di temperatura e di usura filtri, in modo da segnalare con precisione quando è il momento della sostituzione.

System Plus 700 E è un depuratore ad osmosi inversa che offre un buon rapporto qualità prezzo. Rappresenta una scelta d’acquisto consigliata a chi desidera avere acqua con un soddisfacente livello di purificazione, potendola bere in totale sicurezza e utilizzandola in cucina per qualsiasi altra funzione.

ForHome Reverse Osmosis

ForHome Reverse Osmosis

ForHome Reverse Osmosis, come si può facilmente intuire dal nome, è un sistema domestico di purificazione d’acqua attraverso processo di osmosi inversa diretta. Si tratta di un dispositivo che nonostante dimensioni piuttosto compatte (la larghezza è di soli 10 centimetri), offre notevoli prestazioni ed è in grado di fornire 60/70 litri l’ora d’acqua purificata con un abbattimento medio dei sali di circa il 95%.

L’apparecchio è composto da una struttura in metallo che nasconde all’interno la pompa di ricircolo con pressione d’esercizio pari a 9/10 bar, centralina di controllo, sistema di pre-filtrazione e membrane per generare il processo di osmosi. La depurazione dell’acqua si ottiene grazie al lavoro di due filtri da 5 micron che hanno la funzione di trattenere i sedimenti di più grosse dimensioni e agire a livello organolettico eliminando i cattivi odori. L’abbattimento dei sali e metalli pesanti è assicurato dal processo di osmosi inversa senza serbatoio di accumulo, in modo da evitare anche la possibile proliferazioni di batteri.

Un aspetto importante da tenere presente per un corretto funzionamento è l’installazione di un secondo rubinetto sul lavello: permette l’erogazione dell’acqua osmotizzata liscia. Il componente non è presente nella fornitura, si deve acquistare a parte e richiede l’intervento di un idraulico per il montaggio. Per quanto concerne la manutenzione, è necessario sostituire le cartucce dei due filtri in linea ogni 6 massimo 12 mesi, mentre per le membrane è consigliabile un cambio dopo 2/3 anni.

ForHome® Reverse Osmosis è un prodotto decisamente performante che offre affidabilità, silenziosità e soprattutto abbatte in modo efficacie le sostanze indesiderate e dannose per la salute presenti nell’acqua: unico svantaggio la necessità di un rubinetto supplementare.

UNOX Pure-RO

UNOX Pure-RO

UNOX Pure-RO è la sigla che identifica un depuratore d’acqua ad osmosi inversa prodotto dalla nota azienda italiana, conosciuta soprattutto per i suoi sistemi di cottura professionali. Tra questi ci sono i forni a vapore che per poter funzionare al meglio necessitano di acqua in ingresso particolarmente pura.

Il prodotto di questa recensione è stato progettato proprio per integrarsi con questa tipologia di apparecchi, in modo da fornire acqua completamente demineralizzata. Ciò consente un’adeguata protezione della camera di cottura che altrimenti sarebbe soggetta a forte corrosione e alla continua formazione di accumuli di calcare.

Il dispositivo ha dimensioni di 542 x 198 x 448 (h) mm e un peso di circa 16 chilogrammi; la struttura è completamente in metallo con quattro piedini antiscivolo, lungo cavo per il collegamento alla rete elettrica e filtro posizionato esternamente per facilitare le operazioni di cambio della cartuccia. La purificazione da nitrati, metalli pesanti e sostanze inquinanti è assicurata dal sistema di osmosi inversa, mentre una pompa dalle elevate prestazioni mantiene o aumenta la pressione in caso di carenze da parte della rete idrica.

UNOX Pure-RO è un prodotto destinato soprattutto all’uso in cucine professionali di ristoranti e mense dove si utilizza il vapore come sistema di cottura. Rappresenta una valida soluzione per chi desidera da una parte preservare il buon funzionamento del forno e dall’altra ottenere un vapore privo di sostanze inquinanti migliorando la qualità del cibo.

Gel Acquaclick

Gel Acquaclick

Gel Acquaclick è un depuratore acqua ad osmosi inversa progettato per l’uso domestico. Il dispositivo ha dimensioni sufficientemente compatte (44 (h) x 16 x 37,5 cm) per essere installato sotto il lavello e collegato all’impianto idrico.

Sappiamo bene come l’acqua che sgorga dal rubinetto di casa, pur essendo potabile, il più delle volte offre uno sgradevole sapore dovuto all’alta concentrazione di cloro, calcare e altre sostanze presenti; spesso non è possibile nemmeno utilizzarla per poter cucinare.

Questo sistema fornisce 120 litri d’acqua purificata ogni ora grazie ad un sistema capace di combinare l’azione di un filtro a carbone attivo con una coppia di membrane che trattengono le impurità sfruttando il principio dell’osmosi inversa.

In questo modo si eliminano sapori e odori sgradevoli e tutti quegli agenti inquinanti dannosi per la salute. I risultati portano alla riduzione del 95% della concentrazione di calcio, fosfati e metalli pesanti, riducendo il residuo fisso e dando all’acqua una naturale leggerezza per poterla bere e utilizzare in cucina.

Tra i vantaggi offerti da questo prodotto c’è l’installazione che non richiede l’aggiunta di rubinetti supplementari, ma il solo collegamento a quello esistente che erogherà l’acqua purificata.

Da sottolineare anche la dotazione di un telecomando wireless per attivare la depurazione e selezionare direttamente dal display uno dei tre livelli di abbattimento dei sali (light, extralight, medium).

Completano le caratteristiche di questo modello una pompa con pressione massima di 5 bar, allarme integrato per segnalare la sostituzione di filtro e membrane e sistema no-drop per cambiare i componenti senza chiudere il circuito idrico.

Gel Acquaclick viene fornito con il kit necessario per il collegamento all’impianto e con le istruzioni per il montaggio. L’operazione richiede un certo grado d’esperienza ed è consigliato rivolgersi ad un idraulico o tecnico specializzato.

Secondo la mia opinione, questo modello è un depuratore ad osmosi inversa di buona qualità con dimensioni compatte, istallazione non invasiva, facilità di manutenzione ed in grado di fornire acqua adeguatamente purificata.

Culligan So Clear

Culligan So Clear

Culligan So Clear è un impianto ad ultrafiltrazione di semplice utilizzo e installazione, capace di restituire al rubinetto un’acqua limpida e altamente filtrata.

La sue dimensioni compatte lo rendono adatto a spazi anche stretti, e la filtrazione avviene attraverso tre fasi: nella prima fase, vengono eliminate sabbia, polvere ed elementi in sospensione come la ruggine presente nelle vecchie tubazioni grazie al filtro per la torbidità.

Il secondo stadio è composto da un filtro Carbon Block che purifica l’acqua di rete da componenti organici, oltre che cloro e suoi derivati, ed elementi tanninici.

Nell’ultima fase, dove avviene l’ultrafiltrazione, l’elettrodomestico impedisce il passaggio di dannosi batteri e virus, oltre a eliminare tracce di pesticidi, erbicidi e farmaci che di frequente troviamo nell’acqua destinata all’uso domestico, soprattutto nelle grandi città.

Culligan So Clear è in grado così di produrre un’acqua potabile per la casa, priva di particelle in sospensione e sedimenti, al riparo da sgradevoli odori e sapori come quello del cloro e, una volta installato in casa, funziona senza dover essere collegato alla rete elettrica né allo scarico dell’acqua.

Questa caratteristica lo rende un prodotto interessante perché si riesce ad ottenere un’acqua adatta all’uso sanitario oltre che potabile, in grado di preservare gli impianti di riscaldamento perché meno ricca di particelle che col tempo sporcano le tubazioni, e senza sprechi di acqua.

Questo depuratore acqua venduto con garanzia di 2 anni produce 2,8 litri di acqua depurata al minuto, misura 27 x 12 x 37 centimetri ed è alimentato con 2 batterie stilo del tipo AA.

Come scegliere un depuratore acqua osmosi inversa

Il depuratore d’acqua a osmosi inversa è il più diffuso sistema di filtraggio domestico tra tutti i filtri acqua in commercio. Attraverso questo apparecchio l’acqua a uso alimentare viene sanificata senza fare uso di alcuna sostanza chimica. Per mezzo di una membrana questo dispositivo può restituire un’acqua oligominerale, che risulta purificata dalle sostanze che possono rilasciare le tubature, in special modo quelle obsolete.

Più precisamente, l’osmosi esterna è possibile grazie a una membrana semipermeabile che fa passare soltanto le molecole simili all’acqua ed espelle quelle di natura diversa. Trattiene, infatti, fino al 99% delle particelle solide e dei batteri presenti. Motivo per cui l’acqua osmotica non è mai priva di sali, quindi non è completamente demineralizzata, è soltanto più leggera. Quando l’acqua di rubinetto presenta significative percentuali di sostanze nocive come cloruri, fosfati, fluoruri e cloro, il ricorso al filtraggio diventa altamente consigliato.

Per ridurre il carico di sostanze minerali disciolte nell’acqua tuttavia, sono disponibili gli appositi addolcitori d’acqua a uso domestico. Si tratta di apparecchi in grado di fornire un’acqua potabile più leggera e insieme proteggere tubature, rubinetti ed elettrodomestici collegati alla rete idrica come la caldaia a condensazione o lo scaldabagno (che sia elettrico o a gas), dall’azione nociva del calcare e altri minerali.

Il mercato offre numerosi modelli di depuratori che sfruttano il processo dell’osmosi inversa, i più compatti costano mediamente di più. Solitamente si distinguono in modelli da sottolavello e da sopralavello. Questi ultimi sono in grado di rilasciare acqua liscia/gasata refrigerata e liscia a temperatura ambiente, previo passaggio attraverso un erogatore di acqua depurata osmotizzata. In questo caso, l’erogatore è collocato al di sopra del lavello.

I modelli da sottolavello sono maggiormente personalizzabili: esistono prodotti che danno acqua liscia a temperatura ambiente; modelli che erogano acqua liscia a temperatua ambiente oppure calda/fredda non depurata; dispositivi che danno acqua gasata a temperatura ambiente o liscia a temperatura ambiente; dispositivi che erogano acqua gasata/liscia a temperatura ambiente oppure calda/fredda non depurata; depuratori in grado di fornire acqua liscia a temperatura ambiente oppure refrigerata a temperatura regolabile; modelli che rilasciano acqua liscia/gasata refrigerata oppure calda/fredda non depurata.

Quale che sia il filtraggio utilizzato, si consiglia di usare bottiglie di vetro, perché in determinate condizioni la plastica può favorire il proliferare di batteri. È anche buona norma lavare con acqua calda le bottiglie e imbottigliare l’acqua a basse temperature. Qualora non si riesca a conservare l’acqua in frigo, è preferibile berla il giorno in cui è stata imbottigliata.

Esistono altre tre tipologie di depuratori d’acqua: quello con addizionatore di anidride carbonica; quello che adopera un filtro a carbone attivo, che tuttavia non riesce a filtrare i nitrati e i batteri, in questo modo non intervenendo sulla durezza dell’acqua; quello che sfrutta un acceleratore ionico magnetico, che elimina il calcare senza operare nessun filtraggio minerale. Nei migliori purificatori a osmosi inversa il filtraggio è combinato, cioè presenta anche una microfiltrazione a carbone attivo.

La maggior parte dei modelli a osmosi inversa presenta un pre-filtro 5 micron e un filtro a carbone attivo 5 micron, successivamente l’acqua attraversa un filtro sedimenti 5 micron e, infine, passa attraverso la membrana osmotica che opera l’ultima microfiltrazione. A questo punto l’acqua si dirama: una parte finisce nello scarico e l’altra è quella purificata che beviamo. Le ricariche (dei vari filtri) sono reperibili sotto forma di kit, che costano solitamente meno di 100 euro.

Sono di ultima generazione i depuratori così compatti da poter essere collocabili sotto lo zoccolo della cucina. Talora, sono anche eleganti e, aspetto da non trascurare, sono silenziosi. I prodotti dotati di ultrafiltrazione riescono a trattenere il grosso degli inquinanti contenuti nelle acque potabili.

Oltre a ciò, chi vuole acquistare o cambiare un purificatore a osmosi inversa, ma è scettico riguardo alla dibattuta questione della demineralizzazione, sappia che esistono modelli dotati di una sorta di by-pass che consente di remineralizzare l’acqua osmotizzata reimmettendo una percentuale minima di acqua non osmotizzata. Si otterrebbe un’acqua povera di sali minerali, cioè a tutti gli effetti oligominerale. Fermo restando che il fabbisogno quotidiano dei minerali è coperto soltanto in minima parte dall’acqua.

Se sono le nostre abitazioni a necessitare maggiormente di un sistema di filtraggio dell’acqua, in quanto l’acqua erogata dai rubinetti è solitamente ricca di sali, è pure vero che i dispositivi a osmosi inversa sono utili anche in ambienti come uffici, ristoranti, bar, agriturismi. È particolarmente consigliato l’utilizzo di un impianto di questo tipo in zone in cui è alta la presenza di nitrati.

Gli erogatori per uffici di ultima generazione, solitamente dal design ricercato e dalla tecnologia d’avanguardia, sono disponibili in due modelli: a serbatoio e a scambio diretto. E generalmente erogano acqua purificata naturale, frizzante, refrigerata. I modelli dotati di frigogasatori producono acqua filtrata a osmosi inversa liscia o fredda oppure gasata.

Se le ricariche dei filtri hanno prezzi contenuti, non si può dire la stessa cosa dei più richiesti depuratori (meglio, purificatori) a osmosi inversa, il cui prezzo si attesta tre le 1000 e le 1500 euro. Superano decisamente questa soglia i modelli che sono dotati di design esclusivo, per esempio in acciaio verniciato, e che sono estremamente compatti. Funzionalità da considerare è anche la quantità di litri/ora di acqua pura erogata. Qualora, poi, si aggiunga l’acqua salina, si deve valutare la quantità di acqua salina prodotta. In genere possiamo dire che impianti di depurazione che erogano 200 litri/ora di acqua osmotizzata, producono 40-50 litri di acqua a basso contenuto salino.

Negli ultimi anni sono stati introdotti sul mercato i modelli forniti di scheda elettronica con microprocessore (componenti che ritroviamo seppur in forma meno sofisticata anche su alcune tra le migliori caraffe filtranti) in grado di controllare il funzionamento, nonché quelli che dispongono di un lavaggio automatico della membrana semipermeabile. Costano più di 2500 euro i depuratori computerizzati, dotati di 6 stadi di microfiltrazione e capaci di erogare più di 1000 litri/giorno di acqua osmotizzata. E naturalmente sono forniti del sistema di autolavaggio della membrana (“autoflusher”). Ci avviciniamo ai 3000 euro con i modelli che dispongono, oltre a quanto sopra, di regolatore di salinità, grazie al quale ciascun utente può programmare il grado di salinità che desidera.

Domande frequenti

tutte le tipologie di filtri acqua

Classifiche correlate