in

Migliori epilatori a luce pulsata

I migliori epilatori a luce pulsata selezionati per efficacia, autonomia della lampada, sicurezza, ampiezza del fascio luminoso, potenza, rapporto qualità prezzo e marca.

miglior epilatore a luce pulsata

Beurer IPL PureSkin Pro

Recensione

Remington IPL6250 i-Light Essential

Recensione

HoMedics Duo Lux

Recensione

Imetec Bellissima Flash&Go Pro

Recensione

Braun Silk-expert 3 BD 3005

Recensione

 

Come scegliere un epilatore a luce pulsata

Per chiunque desideri effettuare una depilazione efficace a casa propria, senza doversi recare dall’estetista e con un risparmio economico spesso notevole, gli epilatori a luce pulsata sono una soluzione indicata. I recenti progressi tecnologici li hanno resi molto più efficaci e confortevoli da usare. Prima di procedere con l’acquisto è importante informarsi sulle caratteristiche di questi dispositivi, per valutare quale modello sia idoneo alle vostre esigenze.

E’ importante considerare innanzitutto la portata di questi dispositivi, ovvero la superficie cutanea che in una passata viene depilata. Insieme alla portata inoltre, va considerata la potenza in joules, ovvero l’energia luminosa emessa dal dispositivo, atta a distruggere il bulbo pilifero. Altra caratteristica importante è la lunghezza d’onda, che consente di trattare il pelo nelle sue diverse profondità.

Alcuni epilatori inoltre, sono indicati per il trattamento di acne e macchie cutanee. Prima di procedere all’acquisto va considerato anche il costo di manutenzione dell’epilatore a luce pulsata, che rispetto ad apparecchi più tradizionali come i rasoi elettrici per donna, può incidere notevolmente sui costi di gestione.

Parametri di scelta di un epilatore a luce pulsata

Un epilatore a luce pulsata presenta caratteristiche molto diverse, rispetto a un epilatore elettrico tradizionale, che sono da tenere in considerazione quando ci si appresta alla scelta di un modello da acquistare.
– Lunghezza d’onda
– Durata della lampada
– Intensità della luce
– Tempo di impulso
– Parte da trattare
– Struttura
Un’analisi effettuata considerando tutte queste variabili, porta ad una scelta oculata, attenta e soprattutto razionale del giusto strumento, senza cadere nelle tentazioni delle offerte commerciali o della pubblicità.

Energia e luce: due aspetti rilevanti per la scelta dell’epilatore a luce pulsata

Il range indicato delle lunghezze d’onda deve corrispondere a quello espresso dalla normativa del 2016, la quale stabilisce che gli epilatori a luce pulsata professionali devono avere una lunghezza d’onda compresa tra 600 e 1200 nanometri

Un parametro che sicuramente è da valutare con attenzione, soprattutto quando si effettuano confronti tra diversi modelli di macchinari, riguarda la durata della lampada, la quale dipende dagli impulsi luminosi che vengono emessi dall’apparecchio. Più questo è in grado di emetterne, più la durata sarà maggiore, spostando nel tempo la sostituzione del flash. Per questo è opportuno avere fin da subito l’idea del costo del ricambio per capire quando sarà opportuno sostituire la luce.

Altra variabile che merita valutazione riguarda la relazione fra l’area di applicazione delle lampade e il numero di flash emessi: è un parametro che indica la concentrazione della luce in una determinata zona del corpo. A parità di numero di flash emessi, un epilatore può trattare una superficie più ampia di pelle rispetto ad un altro, risultando così più efficiente.

Sempre rimanendo nell’ambito dell’energia e della luce, l’intensità del fascio luminoso è un’ulteriore variabile che è bene considerare in fase di scelta. Tale parametro misura il rapporto tra la potenza e la superficie illuminata dal flash, esprimendosi in J/cm2. Sostanzialmente indica la potenza con cui il fascio luminoso andrà a colpire la pelle e quindi il pelo da eliminare.

Un valore eccessivamente alto, per un tempo elevato di azione, comporterebbe un’accentuata sensazione di calore nella zona, causando possibili problemi. Premesso che tutti gli epilatori a luce pulsata presenti sul mercato rispettano pienamente gli standard di sicurezza stabiliti, un valore più basso può significare qualche seduta in più ai fini dell’ottenimento del risultato finale atteso.

Ad ogni pelle il suo epilatore

A livello generale si può affermare che il trattamento di epilazione a luce pulsata non è per tutte uguale, in quanto la colorazione della pelle varia da donna a donna. Pelle chiara con peli scuri rappresenta un binomio ideale per ottenere un buon risultato e proprio per questo motivo risulta sensato scegliere un macchinario che consenta la selezione del colore della pelle. I risultati su persone caratterizzate da una colorazione della pelle più scura possono essere differenti rispetto a coloro i quali hanno una carnagione più chiara: un epilatore a luce pulsata lascia un piccolo senso di scottatura che viene maggiormente avvertito da chi ha una tinta più scura, dato che la concentrazione di melanina presente nella pelle aumenta la sensazione di calore.

Il fattore tempo per completare la scelta

Il fattore tempo ha molta rilevanza nella scelta di un buon epilatore a luce pulsata. Va da sè che l’ottimale sarebbe quello di ottenere i migliori risultati nel minor tempo possibile, ma nell’ambito della depilazione questo non è sempre possibile. La pelle di ciascuna donna è fatta in maniera diversa e non esistono strati identici di epidermide. Oltre che considerare la natura della propria carnagione, la concentrazione di peli (e quindi di follicoli piliferi) è diversa da persona a persona, così come anche il tempo di ricrescita.

Per tali motivi, il tempo riveste un’importanza rilevante. Un epilatore a luce pulsata rilascia luce con lo scopo di scaldare e indebolire il bulbo pilifero, favorendo il distacco del pelo. Questa azione di riscaldamento viene svolta con una certa energia in un determinato intervallo di tempo, a cui però deve seguire un istante di raffreddamento della pelle.

Negli epilatori professionali entrambi i tempi sono determinabili a seconda delle esigenze e delle caratteristiche della persona, mentre in quelli ad uso privato, spesso il tempo di raffreddamento è già fissato all’origine, mentre il tempo di riscaldo, qualora non lo fosse, è regolabile soltanto secondo qualche step prefissato dalla casa costruttrice.

Epilatore a luce pulsata o elettrico?

Elettrodomestici simili