Migliori Forni da incasso a Vapore

di 28 giugno 2018

Classifica, Recensioni e Offerte dei Migliori Forni da Incasso a Vapore sul mercato, selezionati per volume del vano cottura, funzioni automatizzate, gestione del vapore, classe di efficienza energetica, prezzo e marca.

miglior forno da incasso a vapore

Classifica e Recensioni dei migliori Forni da Incasso a Vapore

Tabella comparativa

Modello Capienza (Litri) Potenza (Watt) Classe energetica
Electrolux EOB9956XAX 70 3000 A+
Whirlpool AMW 599 IXL 32 1450 A
Miele DG 6800 38 3600 A+
Bosch Serie 8 HSG636BS1 71 3600 A+
Samsung Chef Collection NV73J7740RS 73 1800 A+
Siemens iQ700 CS658GRS6 47 3300 A+

Il migliore

Miele DG 6800

Miele DG 6800 è secondo la nostra opinione il miglior forno da incasso a vapore in classifica.

L’elettrodomestico raggiunge la prima posizione per l’elevata qualità costruttiva, e per le funzioni di cui il è dotato.

Secondo la nostra opinione, siamo di fronte a un elettrodomestico di alta gamma,  che può essere facilmente comandato dal display M Touch dotato di comandi a sfioramento e pannello a colori.

Miele DG 6800 è dotato di regolazione elettronica della temperatura per un range che va da 40 a 100 gradi centigradi. Dispone 150 programmi di cottura automatica, oltre alla funzione mantenimento in caldo, e 20 programmi personalizzabili dall’utente.

Un particolare interessante che riportiamo in questa recensione è rappresentato dalla praticità offerta in fase di pulizia. Il generatore di vapore è posto esternamente, evitando così la formazione di calcare. Inoltre le pareti del vano cottura e il fondo sono realizzati in acciaio inox, materiale che garantisce una facile e veloce pulizia, ed è anche molto resistente.

Grazie alla tecnologia multistream, il vapore viene distribuito in maniera veloce a uniforme per tutto il vano cottura.  Il getto proviene da 8 punti differenti, per ottimizzare sia i tempi di riscaldamento che la distribuzione omogenea del vapore stesso.

Questo forno incasso vapore permette anche la cottura sottovuoto al vapore a bassa temperatura, grazie all’apposito cassetto dedicato. È possibile preparare pesce, carne, verdura e molti tipi di frutta, conservando le benefiche caratteristiche nutrizionali.

Quando c’è bisogno di effettuare la decalcificazione, l’elettrodomestico avverte l’utente attraverso un messaggio sul display, per guidarlo passo dopo passo in tutte le fasi del procedimento.

Miele DG 6800è in Classe energetica A+, assorbe una potenza di 3600 Watt e ha una capienza di 38 litri.

Il più funzionale

Samsung Chef Collection NV73J7740RS

Proseguendo nella nostra comparazione dei migliori forni da incasso a vapore sul mercato, la redazione ha selezionato Samsung Chef Collection NV73J7740RS. 

L’elettrodomestico non dispone solo della semplice cottura a vapore, ma è un vero e proprio forno multifunzione moderno e tecnologicamente avanzato.

L’accessorio Meat Probe monitora la cottura della carne, e il forno avverte l’utente quando questa è completamente cotta. In questo modo si evita l’apertura continua della porta per controllare la preparazione.

Per quanto riguarda la cottura al vapore, Samsung ha sviluppato la tecnologia Gourmet Vapour. Il flusso di  aria calda e umida è controllato elettronicamente, e permette di mantenere inalterate le caratteristiche nutrizionali degli alimenti, per esaltare il sapore e la consistenza.

Sulla parte superiore troviamo il grande pannello di controllo digitale che grazie alle funzioni automatizzate guida l’utente passo passo nella preparazione dei diversi cibi, offrendo informazioni su tempi di cottura, temperatura e umidità.

Questo elettrodomestico è curato anche da un punto di vista ergonomico, infatti la chiusura dello sportello è automatizzata e silenziosa, mentre il ripiano interno di cottura è dotato di binari telescopici che agevolano l’estrazione e l’inserimento anche di piatti pesanti.

Samsung Chef Collection NV73J7740RS è in classe di efficienza energetica A+ e assorbe un potenza di 1800 Watt. Il suo vano cottura ha un volume pari a 73 litri. 

Il più efficiente

Siemens iQ700 CS658GRS6

Siemens iQ700 CS658GRS6 è un forno da incasso al vapore tecnologicamente avanzato e si distingue per la sue efficienza energetica..

L’elettrodomestico è completo nelle funzionalità, tra cui troviamo la funzione Grill a superficie grande o piccola, la cottura per aria calda intensiva, la funzione fermentazione o disidratazione, il grill ventilato, la cottura a bassa temperatura, il riscaldamento superiore o inferiore attivabili contemporaneamente o in maniera indipendente, la funzione scongelamento, e la cottura al vapore 100%.

Per quanto riguarda il design siamo di fronte a un prodotto che ben si adatta in cucine dallo stile elegante e contemporaneo, grazie agli inserti in acciaio inox spazzolato.

Secondo la nostra opinione, si tratta del forno da incasso a vapore più efficiente in classifica. Grazie alla tecnologia hotAir Eco infatti, il controllo sulla temperatura è stato ottimizzato per abbassare i consumi fino al 30%, rispetto a un forno in classe energetica A.

Siemens iQ700 CS658GRS6 assorbe 3300 Watt di potenza elettrica, ed è in Classe di efficienza energetica A+.

Il più venduto

Whirlpool AMW 599 IXL

Whirlpool AMW 599 IXL è secondo una nostra ricerca di mercato il forno da incasso a vapore più venduto.

L’elettrodomestico si caratterizza per un design pulito e moderno, con un pannello destinato ai controlli di tutte le funzionalità, ampio e di facile utilizzo. Da segnalare le maniglie per l’apertura integrate e a filo con il vetro.

Nella fascia destinata ai comandi  troviamo un doppio display LCD che, abbinato ai controlli di tipo digitale, permette di selezionare facilmente le funzioni di cottura a disposizione dell’utente. Tra queste, segnaliamo le funzioni di scongelamento e riscaldamento, piuttosto rapide ed efficienti.

Con una capacità di 32 litri, questo forno a vapore può cuocere diverse combinazioni di piatti in maniera veloce e automatizzata, grazie anche alla tecnologia Sesto Senso, che regola autonomamente ogni singolo parametro di cottura.

La tecnologia a convezione Forced Air aiuta inoltre a distribuire uniformemente la temperatura e il vapore all’interno del vano cottura, per un riscaldamento più omogeneo.

Un particolare interessante da inserire in questa recensione è il trattamento con Nanotecnologia iXellium della superficie esterna. Questa tecnologia protegge il forno da graffi, polvere e impronte digitali, e aiuta a mantenere l’elettrodomestico sempre pulito.

Whirlpool AMW 599 IXL, forno a vapore da incasso dalle dimensioni di 59,5 x 55,6 x 55 centimetri, assorbe dalla rete elettrica una potenza massima pari a 1450 Watt.

Per pane e pizza

Bosch Serie 8 HSG636BS1

Un altro elettrodomestico di fascia alta, che occupa una buona posizione nella nostra classifica dei migliori forni da incasso a vapore sul mercato, è Bosch Serie 8 HSG636BS1, un prodotto ricco di tecnologia e funzionalità.

Il design è caratterizzato da una moderna  combinazione di linee e colori dallo stile minimale e contemporaneo.

Esteriormente si presenta con la struttura in acciaio inox satinato, il vetro a contrasto cromatico nero con chiusura ammortizzata, e il display di controllo a cristalli liquidi con superficie touch screen.

Il vano cottura, della capienza totale di ben 71 litri, ospita una pentola in acciaio inossidabile può essere usata per le funzioni di lievitazione e rigenerazione, oltre che per la cottura al vapore. Sono presenti inoltre 12 programmi di cottura.

Da segnalare la funzione Dish Assist, che regola automaticamente temperatura umidità e tempi di cottura a seconda della preparazione, e per chi ama gli elettrodomestici Smart è presente la funzione Home Connect per controllare il forno da Smartphone, tablet o PC.

Interessante la dotazione di serie, che comprende una pratica pietra per la cottura di pane e pizza. Preparazioni possibili anche grazie alla temperatura massima raggiungibile, pari a 250 gradi centigradi. Per quanto riguarda la cottura al vapore, può essere regolata su tre livelli di intensità.

In classe di efficienza energetica A, Bosch Serie 8 HSG636BS1 assorbe dalla rete elettrica una potenza massima di 3600 Watt.

Per cottura sottovuoto

Electrolux EOB9956XAX

Electrolux EOB9956XAX è secondo la nostra opinione uno dei migliori forni da incasso a vapore sul mercato, per la facilità con cui permette preparazioni sane e genuine.

La funzione SousVide consente una cottura al vapore sottovuoto a bassa temperatura, in modo tale da conservare tutte le fragranze degli alimenti più delicati.

Oltre che per cuocere, il vapore può essere utilizzato anche per effettuare una pulizia approfondita dell’elettrodomestico, operazione programmabile dal display in dotazione.

Il controllo sulla temperatura risulta piuttosto preciso, grazie alla termosonda in dotazione, e non manca il sensore dedicato al controllo del livello di umidità, particolarmente utile nella preparazione di pizza e lievitati.

Buona anche la versatilità: grazie a un efficace sistema di rigenerazione del vapore è possibile preparare yogurt e attivare la funzione di lievitazione.

Dal display touch screen in dotazione è possibile richiamare le 220 ricette preimpostate, grazie alla speciale funzione Vario Guide.

Questa funzionalità permette un buona velocità nella preparazione di diversi piatti. È sufficiente inserire gli ingredienti; sarà il forno a impostare i valori di temperatura, umidità e tempi di cottura.

La praticità di utilizzo è garantita anche dal sistema di riempimento dell’acqua. È sufficiente rimuovere l’apposita caraffa in dotazione, riempirla di acqua e rimontarla con un semplice gesto . L’operazione è facilitata dalla bocchetta di ricarica posta in posizione laterale.

Electrolux EOB9956XAX, dalla capienza di 70 litri, è completo anche di funzioni per la cottura del pane, scongelamento, asciugatura, griglia rapida, riscaldamento piatti, preparazione di marmellate e conserve. Assorbe dalla rete una potenza massima pari a 3000 Watt, ed è in classe energetica A+.

Offerte Forni da incasso a vapore

Come scegliere un forno domestico da incasso a vapore

Il forno è un elettrodomestico indispensabile all’interno di ogni cucina, in quanto esso permette di cuocere una gran varietà di cibi in breve tempo e in una maniera molto più salutare rispetto a quella offerta dalla cottura in padella.

Considerato il suo ruolo quindi, una volta organizzato adeguatamente lo spazio, sarà opportuno conoscere e valutare le diverse possibilità presenti sul mercato dei forni da incasso. Al giorno d’oggi esiste una gran varietà di forni domestici con cui completare la propria cucina, ma una delle opzioni che più sta prendendo piede è quella rappresentata dal forno a vapore in tutte le sue declinazioni.

Caratteristiche

I forni a vapore nascono per soddisfare le necessità dell’alta cucina ed erano, fino a qualche tempo fa, principalmente destinati ad un utilizzo professionale. Negli ultimi anni, la tendenza ad occuparsi maggiormente della propria salute, e il rilievo sempre maggiore che la cultura culinaria sta assumendo all’interno della nostra società, hanno spinto il mercato ad adattarsi ai nuovi tipi di richieste che questi atteggiamenti comportano, prevedendo dei modelli di forno a vapore destinati all’utilizzo domestico.

Da un punto di vista tecnico, il forno a vapore si distingue dai forni tradizionali per la sua capacità di abbinare la cottura termoventilata con quella a vapore, permettendo in tal modo di cuocere ogni cibo nella maniera più adatta ad esaltarne le qualità. Le sue caratteristiche permettono inoltre di ottenere un buon livello di efficienza energetica, arrivando a consumare più del 20% in meno rispetto ad un comune forno e incidendo in tal modo sui costi energetici. Considerando che, secondo stime ufficiali, un forno elettrico medio classe A arriva ad ottenere un consumo medio annuo di 80kwh, un forno a vapore della stessa classe dovrebbe consumare in media 50kwh.

Oltre che esaltare i sapori e le consistenze, la cottura a vapore risulta anche molto salutare: l’utilizzo dell’acqua permette di non bagnare i cibi con un’eccessiva quantità di condimento, rendendoli più sani e digeribili; contemporaneamente ne mantiene intatti i sapori e le consistenze poiché, a differenza di ciò che accade durante la bollitura, nella cottura a vapore i cibi non vengono mai a contatto direttamente con l’acqua.

Temperatura di cottura

Un altro aspetto da non sottovalutare è la temperatura di cottura: le proprietà nutritive dei cibi tendono a calare con l’aumentare del calore che si utilizza per cucinarli, che solitamente, in un forno tradizionale, può arrivare attorno ai 250°. I forni a vapore sono progettati in maniera che il calore si propaghi principalmente tramite la vaporizzazione del liquido, mantenendo la camera di cottura ad una temperatura compresa tra i 30° e i 120°.

Sebbene la gestione della temperatura di cottura sia uno dei valori aggiunti che contraddistinguono questo tipo di forno, è opportuno approcciarsi alla scelta di questo elettrodomestico con la consapevolezza che non tutti i modelli permettono la gestione del vapore adatta a consentire questa variabilità di temperatura.

Questa opportunità è strettamente legata ad un parametro fondamentale che più di ogni altro potrebbe esser capace di influire sulla scelta finale, ossia la modalità attraverso cui il forno si procura l’acqua da trasformare in vapore.

Classe energetica

Un’altra delle caratteristiche che influisce sul costo dell’apparecchio è la classe energetica cui appartiene. Come ogni altro elettrodomestico, anche i forni a vapore vengono classificati in diversi livelli a seconda della propria efficienza energetica: al giorno d’oggi, la maggior parte dei forni a vapore presenti sul mercato appartiene alle classi energetiche A, A+ e A+++, ossia quelle categorie che consentono un consumo energetico molto limitato.

Considerando che un apparecchio appartenente alla classe A+ offre un’efficienza energetica del 50% superiore rispetto ad un apparecchio della classe A, si può facilmente dedurre come l’appartenenza ad una classe energetica superiore possa influire sull’investimento iniziale, garantendo però notevoli risparmi futuri e una minor incidenza ambientale.

Tipologie

Attualmente, in commercio è possibile trovare forni che presentano tre diverse modalità di prelievo dell’acqua:

  • Caldaia interna: Questo sistema di vaporizzazione avviene tramite l’inserimento manuale di una vaschetta all’interno del vano cottura, in maniera tale che il calore procurato dalle resistenze del forno porti l’acqua ad ebollizione generando il vapore utile a cuocere ciò che si desidera.
    Tra i tre sistemi qui illustrati, questo sembra essere il più penalizzante per diversi motivi: per prima cosa, questa modalità risulta totalmente incontrollata e non permette di gestire la quantità di vapore acqueo da utilizzare; in secondo luogo, collocando la vaschetta dell’acqua nello stesso ambiente dedicato al cibo che si desidera cucinare, e necessitando di una temperatura di almeno 100° per portare l’acqua all’ebollizione, è evidente che il calore con cui il cibo verrà a contatto si troverà ad essere nettamente superiore a range 30°-120° che garantivano la preservazione delle proprietà nutritive delle pietanze.
  • Allaccio diretto: I forni a vapore con allacciamento diretto prelevano l’acqua da vaporizzare direttamente dall’impianto idrico della casa e necessitano quindi di un’organizzazione dell’ambiente sofisticata abbastanza da contemplare anche questa possibilità.
    Ovviamente, questa opzione permette di regolare la quantità di vapore che si desidera utilizzare e non lascia spazio ad imprevisti come l’esaurirsi dell’acqua disponibile alla vaporizzazione che invece potrebbero verificarsi con la vaschetta da inserire manualmente; tuttavia anche questa possibilità presenta i suoi svantaggi: il prelievo diretto dell’acqua dall’allacciamento non permette di monitorare la qualità dell’acqua utilizzata, creando qualche ambiguità igienica.
  • Caldaia esterna: L’opzione che sembra presentare meno svantaggi è quella dei forni a vapore dotati di caldaia esterna. La vaporizzazione tramite caldaia esterna potrebbe rappresentare un interessante compromesso tra le prime due opzioni in quanto, grazie alla collocazione sterna della vasca, permette di regolare la quantità di aria e di vapore che si desidera utilizzare, offrendo contemporaneamente la possibilità di essere smontata facilmente per eseguirne una corretta pulizia.

Oltre che per la modalità con cui prelevano l’acqua, i forni a vapore si differenziano anche per l’impiego che ne fanno, distinguendosi quindi tra modelli che utilizzano l’acqua in maniera diretta e modelli che impiegano esclusivamente il vapore. Nel primo caso, l’acqua viene spruzzata all’interno del vano cottura da degli appositi iniettori riscaldati che nebulizzano uniformemente il vapore, mentre nel secondo caso il vapore viene generato da una camera esterna che permette anche di regolarne la temperatura.

Prezzi

La maggior parte dei forni che è possibile reperire non si limita quasi mai ad utilizzare il vapore come unica possibilità di cottura, ma lo combina con altre possibilità al fine di garantire un risultato ottimale in ogni occasione.

Un’esempio di questo è il forno a vapore proposto dalla Samsung e valutato come una delle migliori opzioni per chiunque desideri qualcosa di semplice, compatto, capiente e performante senza spendere una cifra eccessiva. Dotato di grill, funzione microonde e una camera di vapore situata sul fondo dell’apparecchio, il costo di questo elettrodomestico si aggira attorno ai €250.

Un altro apparecchio che sembra esser stato valutato come piuttosto conveniente è quello offerto dalla Bimar che, combinando microonde, grill, ventilato e 8 diversi programmi di cottura a vapore, permette di raggiungere risultati semi professionali al costo indicativo di €400.

Se, come dimostrato, è possibile trovare modelli di forni a vapore da incasso per uso domestico piuttosto interessanti mantenendosi entro i €500, la situazione si modifica notevolmente quando si desidera spingersi verso opzioni più professionali come quelle offerte da aziende come Kuppersbusch, o Electrolux, arrivando ad oscillare tra i €1000 e i €3000 per apparecchio.

[Voti: 732    Media Voto: 4.8/5]
Elettrodomestici che potrebbero interessarti
Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un servizio gratuito che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo. Leggi le opinioni di chi ha provato il servizio e guarda un esempio.

I dati inseriti saranno gestiti nel pieno rispetto del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, del GDPR n. 679/2016, e non ceduti a terzi.

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.