Migliori Impastatrici Planetarie

di

Classifica, Recensioni e Offerte delle Migliori Impastatrici Planetarie sul mercato, selezionate dalla nostra redazione per potenza, capacità della ciotola, qualità dei materiali, dotazione di accessori, sicurezza, prezzo e marca.

miglior impastatrice planetaria

Classifica e Recensioni delle Migliori Impastatrici Planetarie

Tabella comparativa

Modello Potenza (Watt o Hp) Capacità ciotola (litri) Quantità impasto (Kg)
KitchenAid Professional 5KSM7990X 1,3 Hp 6,9 4,5
Kenwood KCC9068S 1500 + 1500 Watt 6,7 4,55
Bosch OptiMUM MUM9Y35S12 1500 Watt 5,5 3,5
Moulinex QA610DB1 Masterchef Gourmet Premium Classica 1000 Watt 4,6 1,8
Ariete 1598/1 Pastamatic Gourmet 7L 2100 Watt 7 nd
Klarstein Bella Argentea HHZ55 1200 Watt 5,2 2

KitchenAid Professional 5KSM7990X

Come si intuisce facilmente dal nome, KitchenAid Professional 5KSM7990X è un elettrodomestico professionale che per prestazioni e funzionalità occupa il primo posto nella nostra classifica delle migliori impastatrici planetarie sul mercato.

Iniziamo la recensione con qualche dato per una prima idea del prodotto in recensione: ciotola da 6,9 litri con alzata automatica in acciaio inox completa di maniglia, e motore a trasmissione diretta da 1,3 cavalli di potenza per un assorbimento elettrico contenuto in 500 Watt.

Sono caratteristiche a nostro avviso che fanno di questa impastatrice planetaria un elettrodomestico destinato a un utilizzo nelle cucine professionali, ma anche in quelle delle famiglie più numerose, grazie alla elevata potenza a disposizione che permette di lavorare gli impasti più duri e in grandi quantità.

Di alto livello anche la qualità costruttiva, con scocca interamente in metallo e meccaniche interne di precisione, soprattutto nella trasmissione che non presenta cinghie di trasmissione come per la maggior parte dei prodotti similari a uso domestico, eliminando così dispersioni di potenza per una resa paragonabile a impastatrici da 1500 Watt.

Potenza e resa quindi, ma anche affidabilità e una certa silenziosità di funzionamento, per un prodotto al riparo da surriscaldamenti grazie alla meccanica sovradimensionata e all’alta qualità dei materiali.

Siamo di fronte a un vero e proprio kit da cucina professionale, con una completa dotazione di utensili in acciaio che possono essere lavati anche in lavastoviglie, per preparare fino a 4,5 Kg di impasto per torta, con regolazione elettronica della velocità da 40 a 200 giri al minuto.

KitchenAid Professional 5KSM7990X, impastatrice planetaria dotata di coperchio che permette l’introduzione degli alimenti durante la preparazione, è a nostro avviso una buona scelta anche sul fronte della sicurezza, grazie alla griglia protettiva e l’interruttore di emergenza in dotazione.

Kenwood KCC9068S

La nostra redazione ha inserito in buona posizione nella classifica delle migliori impastatrici planetarie sul mercato Kenwood KCC9068S, modello di punta dello storico brand specializzato nella produzione di grandi e piccoli elettrodomestici.

Il prodotto di questa recensione è a nostro avviso completo sotto tutti i punti di vista, e presenta rispetto ai modelli che l’hanno preceduto in gamma, una serie di migliorie quali il range di temperatura che ora va da 20 a 180 gradi centigradi, per una maggior versatilità in cucina.

Dotato di 24 programmi automatizzati professionali, questo robot può essere utilizzato per preparare qualsiasi genere di ricetta, dalla pasta fresca ai gourmet ad esempio, grazie al ricettario e alla completa dotazione di accessori in dotazione, che può essere ulteriormente espansa scegliendo da una vasta gamma disponibile sul sito del produttore.

Con questo modello inoltre Kenwood ha introdotto una serie di utensili di ultima generazione, come il nuovo gancio per mescolare, la frusta gommata, il cestello per la cottura al vapore.

Nella confezione troviamo anche due fruste di differenti profili, il classico gancio a spirale, un food processor dotato di 6 dischi in acciaio inox, due spatole e un pratico tappetino da posizionare sotto la ciotola con funzione antiscivolo.

Si tratta di un elettrodomestico completo e funzionale, arricchito dalla presenza di una bilancia elettronica indicata a nostro avviso per le preparazioni di pasticceria data la sua precisione, oltre che due spatole e un frullatore in vetro dalla capienza di 1,6 litri.

Kenwood KCC9068S può preparare così un impasto massimo di 4,55 Kg in modalità Torta, grazie anche alla ciotola da 6,7 litri in dotazione, per una cottura veloce e programmabile grazie al sistema a induzione e il timer che arriva fino a 8 ore.

La potenza elettrica a disposizione è ovviamente all’altezza del prodotto, che vanta un assorbimento massimo di 1500 Watt per la cottura e 1500 Watt per la miscelazione, anch’essa regolabile elettronicamente da bassi regimi fino al funzionamento in modalità Pulse per le massime prestazioni.

Bosch OptiMUM MUM9Y35S12

Bosch OptiMUM MUM9Y35S12 è una delle migliori impastatrici planetarie sul mercato, in buona posizione nella nostra classifica per l’innovativo sistema di miscelatura, in grado di riconoscere automaticamente l’impasto lavorato regolando di conseguenza la velocità.

Grazie ai vantaggi offerti dal movimento planetario 3D, è possibile inoltre ottenere una miscelazione omogenea degli ingredienti inseriti nella ciotola in acciaio inox spazzolato da 5,5 litri di capienza, per una capacità di impasto torta che arriva a un massimo di 3,5 Kg.

Buona anche la dotazione di serie, che comprende una frusta in metallo con altezza regolabile indicata per montare anche quantità minime di albumi o panna, un gancio per gli impasti, una frusta per miscelare e un frullatore con bicchiere in vetro resistente alle alte temperature dalla capacità di 2,3 litri.

Il corpo della macchina in alluminio presenta un design raffinato e moderno, e risulta a nostro avviso stabile durante il funzionamento grazie anche ai piedini in gomma che garantiscono un buon grip sul piano di lavoro.

Bosch OptiMUM MUM9Y35S12, con 7 regolazioni di velocità, è a nostro avviso un elettrodomestico versatile e facile da utilizzare, grazie anche al braccio che si solleva premendo semplicemente un pulsante, con una potenza di 1500 Watt, adeguata anche per le esigenze di famiglie numerose.

Moulinex QA610DB1 Masterchef Gourmet Premium Classica

Moulinex QA610DB1 Masterchef Gourmet Premium Classica è una impastatrice planetaria potente ed affidabile, selezionata dalla nostra redazione per il suo vantaggioso rapporto qualità prezzo.

Si tratta di un elettrodomestico venduto con la certezza di un servizio di assistenza tecnica garantito per ben 10 anni: un aspetto a nostro avviso da considerare, in questa guida all’acquisto, oltre alle caratteristiche tecniche esposte in questa comparazione.

La potenza assorbita di 1000 Watt e la ciotola in acciaio inox da 4,6 litri, ad esempio, permettono di ottenere fino a 1,8 Kg di impasto, quantità sufficiente a preparare torte per famiglie di buone dimensioni, con prestazioni e accessori all’altezza della qualità del prodotto.

In dotazione troviamo una frusta flessibile con impugnatura verticale in grado di raggiungere facilmente il fondo della ciotola, utile a montare gli albumi ottenendo una spuma ariosa e soffice, mentre per impasti più corposi possiamo fare affidamento sulla solidità del corpo in metallo pressofuso, con finitura spazzolata per un più accattivante impatto estetico.

Per questa lavorazione è a nostro avviso utile il Kit di miscelazione e impasto in metallo, con gancio impastatore pressofuso per miscele più dure e impegnative, e gli accessori flessibili come la frusta e lo sbattitore di pratico utilizzo quotidiano.

Per garantire omogeneità in fase di impasto, il movimento planetario avviene in due direzioni, con l’utensile montato che ruota in direzione opposta rispetto alla testa della macchina.

Moulinex QA610DB1 Masterchef Gourmet Premium Classica è un’impastatrice planetaria versatile e pratica, indicata secondo la nostra opinione per chi vuole sperimentare sempre nuove soluzioni in cucina, grazie anche al pratico ricettario in dotazione, che guida l’utente nella preparazione di 25 diversi piatti dolci e salati.

Ariete 1598/1 Pastamatic Gourmet 7L

Ariete 1598/1 Pastamatic Gourmet 7L è secondo la nostra opinione una buona soluzione per chi cerca un prodotto dalla buona elevata capienza per impasti voluminosi, a un prezzo vantaggioso.

La ciotola in acciaio inox, come suggerisce il nome, ha una capacità di 7 litri, mentre le prestazioni del motore sono rapportate all’elevato volume, grazie alla potenza assorbita dalla rete elettrica di 2100 Watt.

Buona anche la modularità della potenza, perché se in modalità Pulse si riesce a lavorare un impasto anche consistente, è altrettanto vero che le 7 velocità a disposizione rendono l’impastatrice un prodotto versatile e utilizzabile anche con piccole quantità di ingredienti.

In dotazione troviamo un pratico frullatore in vetro da 1,5 litri utile nella preparazione di frullati e verdure per minestroni e vellutate, che insieme alle 3 fruste in acciaio inox fanno dell’impastatrice planetaria di questa recensione un prodotto adatto alla cucina di tutti i giorni.

Ariete 1598/1 Pastamatic Gourmet 7L, completa di coperchio anti schizzi e un gancio da utilizzare specificamente per la lavorazione degli impasti più duri, presenta un design curato ed elegante, con linee semplici e razionali per un aspetto sobrio e a nostro avviso gradevole.

Klarstein Bella Argentea HHZ55

Klarstein Bella Argentea HHZ55 è l’impastatrice planetaria più economica tra quelle proposte nella nostra classifica, dotata comunque di caratteristiche e funzionalità di buon livello, per un prodotto dal funzionamento particolarmente silenzioso.

Il motore può contare su una potenza elettrica assorbita dalla rete elettrica pari a 1200 Watt, con 6 regolazioni di velocità che offrono una certa versatilità in cucina, grazie anche al mandrino autoserrante per poter utilizzare diversi utensili.

Il recipiente fornito in dotazione, realizzato in acciaio inox, ha una capacità di 5,2 litri per impasti fino a 2 Kg, e utilizza il braccio mescolatore per i carichi più voluminosi,il braccio impastatore per composti più duri, o la frusta specificamente realizzata per montare panna e albumi.

Klarstein Bella Argentea HHZ55 presenta nella sua confezione un coperchio trasparente, utile per controllare l’impasto evitando allo stesso tempo schizzi e sporco in cucina, e rappresenta a nostro avviso una soluzione pratica in cucina, grazie alla  regolazione automatica della velocità.

Offerte Impastatrici Planetarie

Come scegliere una impastatrice planetaria

L’impastatrice planetaria è un elettrodomestico da cucina che permette di realizzare qualsiasi tipologia di impasto in modo rapido, semplice ed efficace. Ad esempio, viene impiegata per ottenere pizza, pasta o pane, ma anche dolci e biscotti. Se si sceglie un modello di buona qualità, i risultati saranno eccellenti. Oltre a diminuire notevolmente i tempi di preparazione, evita l’impiego di pentole e utensili.

La rapida diffusione di questo accessorio negli ultimi anni è stata favorita dalla riduzione del prezzo, oltre che da una diminuzione delle dimensioni. Oggi, infatti, anche chi dispone di una cucina di piccole dimensioni può trovare lo spazio per posizionare un’impastatrice.

Inizialmente, invece, solo panettieri, pizzaioli e pasticceri avevano deciso di farne uso, proprio per i motivi indicati. Con il tempo, anche le famiglie hanno iniziato a trovare in questo elettrodomestico uno strumento adatto alle proprie esigenze.

Affrontando una spesa non eccessiva è ormai possibile portare a casa un modello che mette in mostra una qualità professionale o semi-professionale. Diverse persone non hanno un’idea ben chiara della differenza che esiste tra un’impastatrice “normale” e una planetaria.

La prima mescola un composto attraverso un solo movimento, quello di tipo rotatorio. Un’impastatrice planetaria, al contrario, si dimostra più efficiente grazie all’impiego di 2 movimenti. Con quello rotatorio mescola l’impasto, ma è il movimento di rotazione intorno alla parte centrale a fare la differenza.

Quest’ultimo, infatti, permette al composto di mescolarsi in modo uniforme lungo tutti i lati della ciotola. Una volta innestate sul braccio meccanico e azionate, le fruste riescono a raggiungere qualsiasi punto, tanto che le pareti rimarranno pulite anche una volta ultimato il lavoro.

Per dare un’idea del lavoro svolto si possono prendere in prestito i movimenti compiuti dai pianeti, che riescono a ruotare sia intorno ad una stella che su se stessi. Proprio da questo accostamento ai pianeti, tra l’altro, è nato il nome di planetaria.

Scegliere tra i molti modelli proposti non è semplice, anche se alcune caratteristiche meritano maggiore attenzione. Questo elettrodomestico, innanzitutto, deve apparire solido e robusto, ma è soprattutto il motore a doversi mostrare potente.

In questo ambito, con il termine “potenza” non si intende fare unicamente riferimento alla sua velocità nel preparare quanto richiesto, ma anche alla forza nel mescolare ogni tipo di impasto, anche quelli particolarmente duri; questo senza rischiare di bloccarsi durante le operazioni o, ancora peggio, di bruciare il motore stesso.

Quando si osserva sul cartellino o sulla confezione di questo elettrodomestico la potenza del motore, si troverà un valore espresso in watt consumati. Occorre considerare, in questo caso, che i watt effettivi sono nella totalità dei casi inferiori a quelli consumati.

Per quanto riguarda i materiali costruttivi, invece, l’acciaio è sicuramente una scelta migliore della plastica, sopportando senza problemi le “trazioni” portate dagli impasti densi. Verificare anche che, al tatto, non si presentino rumori sospetti o scricchiolii che potrebbero rivelare una scarsa attenzione riposta nella fase di realizzazione.

In base agli obiettivi che si desidera ottenere (dal tipo di impasti alla quantità del prodotto finale) bisognerà scegliere la capienza ideale. Un’impastatrice planetaria ha una capienza che varia in base al modello.

Solitamente, in ambito domestico, si parte da un minimo di 500 grammi fino a raggiungere i due chili. Le famiglie composte da almeno 4 o 5 persone dovranno affidarsi ad un elettrodomestico più grande mentre, per un single, è sufficiente un modello decisamente più compatto.

Pur apparendo come un’indicazione non necessaria, in realtà riveste un’importanza notevole. Infatti, acquistare una impastatrice di dimensioni generose, e utilizzarla per lavorare quantità minime di ingredienti, può portare a risultati non ottimali.

Un single che invita ospiti a cena una volta ogni tanto non necessita di un macchinario con capienza esagerata. Se avrà bisogno, in alcuni casi, di un impasto più voluminoso, dovrà semplicemente utilizzare l’impastatrice planetaria due volte consecutive.

In tema di accessori, la maggior parte dei modelli presenti sul mercato può fare affidamento a due accessori. Il primo è costituito dal gancio a K (oppure ad A), che viene utilizzato per gli impasti di media durezza.

Il secondo, invece, è il gancio ad uncino, ideale per gli impasti più duri, solitamente impiegato per il pane. Esistono anche planetarie che offrono degli accessori in più, tra i quali può essere segnalato il gancio con frusta a filo. Quest’ultimo è uno strumento molto utile per preparare i dolci e, in generale, per ogni genere di impasti morbidi.

Deve essere sottolineato come, nell’ultimo periodo, siano stati pubblicizzati diversi modelli di robot da cucina, che possono essere impiegati anche per impastare. Alcuni risultano anche molto economici, tanto da portare qualche acquirente a preferirli alle impastatrici planetarie.

Comunque, nonostante mettano a disposizione anche moltissime altre funzioni, i robot a cucina non sono specificamente pensati per impastare; per tale motivo, un’impastatrice planetaria semiprofessionale è una scelta molto più oculata. Si avranno meno opzioni a disposizione, ma la qualità dell’impasto risulterà decisamente maggiore.

Il prezzo è una componente estremamente importante per procedere alla scelta. Varia in base alla qualità, alla capienza e alla potenza, andando da qualche decina a centinaia di euro. Un altro aspetto che non deve essere sottovalutato è quello relativo ai consumi.

Nel caso dell’impastatrice planetaria, questi ultimi sono espressi in kilowatt/ora. Prendendo in considerazione i diversi modelli proposti si ottiene un dato medio di 19 centesimi per ogni kWh.

Se tale risultato viene abbinato ad un’impastatrice di media potenza (nell’ambito dei 1000 watt), in 30 minuti di utilizzo la spesa sarà limitata ad una decina di centesimi, un valore molto basso che, aggiunto al fatto di avere maggiore tempo al di fuori della cucina, rendono questo elettrodomestico un ottimo investimento.

Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, una newsletter che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo.

I dati inseriti saranno gestiti nel pieno rispetto del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e non ceduti a terzi.

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.