Migliori pentole a induzione

di Andrea Pilotti 17 Luglio 2019

Le migliori pentole a induzione selezionate per qualità dei materiali, diametro e capienza, ergonomia dei manici, possibilità di cottura al forno, design, prezzo e marca.

Miglior pentola a induzione

Alessi La Cintura di Orione 90100/24 T

Recensione

Aeternum Divina

Recensione

Barazzoni My Pot Acciaio

Recensione

Bialetti Donatello Induzione CM.24

Recensione

WMF Pentola Alta Ø 28 Cm

Recensione

Lagostina Tempra Ø cm 26

Recensione

Come scegliere una buona pentola a induzione

Se volete acquistare una nuova pentola adatta al vostro piano cottura a induzione, per sfruttare appieno le potenzialità di questa tecnologia, ecco quali fattori è importante prendere in considerazione nella scelta. La cottura ad induzione sfrutta una speciale bobina posizionata sotto la superficie del piano cottura, combinata con pentole progettate appositamente per questo utilizzo, e realizzate in ghisa o acciaio inossidabile magnetico.

La bobina genera una corrente magnetica che fa sì che la pentola venga riscaldata rapidamente, tramite l’attrito magnetico. Il calore viene quindi trasferito, tramite conduzione, dalle pentole al cibo. A differenza dei piani cottura in vetroceramica, la superficie rimane fredda durante la cottura. Soltanto la pentola e il suo contenuto si riscaldano.

La cottura a induzione è amata per via della sua capacità di riscaldare l’acqua in maniera rapidissima, che la rende di grande aiuto in condizioni nelle quali si ha poco tempo per cucinare per un numero elevato di persone.

Per scegliere una pentola a induzione, i primi aspetti da considerare riguardano lo spessore e la composizione del modello. I modelli di qualità presenteranno più strati intermedi intervallati a quelli di acciaio inossidabile. Lo scopo di questa struttura multistrato è aiutare a trasferire il calore agli alimenti, limitando al massimo la dispersione dello stesso.

Pentole a induzione in acciaio inox

Le pentole in acciaio inox sono le preferite dai professionisti, ma la qualità dipende dallo spessore e dal numero di strati. Un acciaio inossidabile troppo leggero può comportare problemi durante la cottura, in quanto rischia di scaldarsi troppo velocemente e perdere il calore alla stessa velocità.

Le pentole sottili possono essere utilizzate, specialmente se si ha una cucina a gas, ma richiedono una certa abilità. Se la pentola si scalda troppo rapidamente sarà più semplice che i cibi si brucino. Al tempo stesso, se siete in grado di reagire rapidamente, le pentole in acciaio inox sottile offrono flessibilità necessaria per affrontare il problema del calore eccessivo in modo veloce ed efficiente.

Al contrario, le pentole in acciaio inox pesanti e dallo spessore elevato si scaldano molto lentamente ma, una volta calde, permettono una cottura uniforme. Lo svantaggio è che non si raffreddano in maniera rapida nel caso in cui il calore diventi eccessivo, con il rischio che gli alimenti si brucino. Scegliete il prodotto giusto in base alle vostre esigenze e non pensate necessariamente che un prodotto pesante sia di qualità superiore.

Pentole a induzione in alluminio

Le pentole in alluminio non funzionano su un piano cottura a induzione, ma sono adatte per l’utilizzo con un piano a gas. La cottura a induzione dipende dalla creazione di campi magnetici e l’alluminio è un metallo non magnetico. Tuttavia, esistono modelli nei quali l’alluminio viene combinato ad altri materiali dalle proprietà magnetiche, e che possono essere utilizzati sui piani cottura a induzione.

I vantaggi di questi modelli sono quelli delle classiche pentole in alluminio: richiedono una supervisione minima e riducono il rischio di bruciare gli alimenti. Tuttavia, lo svantaggio è che si scaldano in maniera meno uniforme rispetto alle pentole in acciaio inox e tendono a disperdere il calore.

Pentole a induzione in ghisa

La ghisa è uno dei materiali utilizzati da più tempo per la realizzazione di pentole. Possiede caratteristiche antiaderenti e aggiunge un sapore del tutto particolare agli alimenti. Si tratta di un materiale utilizzato da molti chef professionisti. Le pentole in ghisa funzionano sui piani cottura a induzione, sono economiche e durano a lungo se viene effettuata una adeguata manutenzione.

Il livello elevato di calore che le pentole in ghisa sono in grado di raggiungere compensa gli svantaggi propri delle pentole antiaderenti. Lo svantaggio è che il peso elevato le rende ingombranti e difficili da gestire con una sola mano. Inoltre, richiedono una certa manutenzione. Tuttavia, i punti di forza superano enormemente gli svantaggi.

Pentole a induzione in rame

Le pentole in rame sono le più costose. Si tratta di un materiale che non è naturalmente compatibile con le cucine a induzione, ma lo diventa nel caso in cui sia stato trattato.

Tuttavia, non si tratta del materiale migliore per questo tipo di tecnologia, dal momento che il punto di forza del rame è la sua abilità di trasmettere il calore in maniera diretta ed efficiente agli alimenti.

Qualunque materiale sceglierete, dal momento che le pentole vengono utilizzate in maniera intensiva e per molto tempo, optate per marchi conosciuti per la loro qualità.

Elettrodomestici che potrebbero interessarti
GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.