in

Migliori pentole a pressione

Le migliori pentole a pressione selezionate per capacità, sistemi di sicurezza e regolazioni della pressione, materiale del fondo, rapporto qualità prezzo.

WMF Perfect RDS

Recensione

Lagostina Briosa

Recensione

Tefal Secure 5 Neo

Recensione

Bialetti Aeternum Vera

Recensione

Fissler Vitavit Comfort

Recensione

 

Come scegliere una buona pentola a pressione

Quando si deve scegliere una pentola a pressione, così come una batteria di pentole, l’aspetto più importante da considerare è che il materiale sia acciaio di alta qualità e che sia resistente.

Per fortuna, il materiale generalmente è indicato in maniera chiara sull’etichetta o sul fondo della stessa pentola. Inoltre, oggigiorno la maggior parte dei marchi noti utilizza soltanto materiali d alta qualità.

Materiali

Scegliete una pentola a pressione in acciaio inossidabile di durata elevata e di alta qualità. Esistono diversi tipi di acciaio inossidabile. Optate, se possibile, per una pentola che riporti sull’etichetta “acciaio inossidabile 18/10” (cioè un materiale costituito per il 18% da cromo e per il 10% da nichel). Infatti, il cromo e il nichel apportano i seguenti vantaggi:

  • Resistenza alle macchie e alla corrosione: l’acciaio inossidabile deve contenere almeno il 10,5% di cromo per essere considerato inossidabile, ma una percentuale di cromo più elevata migliora la durata nel tempo.
  • Brillantezza: il nichel migliora lo strato protettivo formato dal cromo e rende la pentola più brillante.

Evitate i modelli realizzati in materiali antiaderenti: non sono sfruttabili al 100% per questo genere di pentola che viene utilizzato con acqua. Questa tecnologia costruttiva è adatta invece per le padelle antiaderenti, appositamente studiate allo scopo.

Indicatore della pressione accurato e rilascio rapido

La pentola a pressione deve essere dotata di un indicatore, vale a dire di un segnale visivo o acustico che indichi quando è stata raggiunta la pressione desiderata. Questo indicatore deve essere il più accurato possibile.
Scegliete una pentola dotata di apposita funzione di rilascio della pressione. I modelli moderni sono realizzati in modo tale che questo meccanismo possa abbassare rapidamente la pressione all’interno della pentola senza disperdere calore. Una volta ridotta la pressione, sarà possibile aggiungere ulteriori ingredienti e far aumentare nuovamente la pressione per riprendere la cottura.

Caratteristiche di sicurezza

Nel caso in cui la pressione raggiunga livelli eccessivi, i modelli moderni disperdono il vapore in eccesso tramite una valvola, emettendo un fischio.

Quanto dovrebbe essere grande?

Quanto deve essere capiente la pentola a pressione? Per deciderlo, prendete in considerazione il numero di porzioni che preparate solitamente, lo spazio a disposizione e il vostro budget. Nello scegliere la capienza, ricordate che la pentola a pressione può essere riempita per due terzi con la maggior parte dei cibi, e soltanto per metà nel caso di alimenti che producano schiuma o durante la cottura. Se cucinate su un piano cottura a induzione, ovviamente è bene verificare prima la compatibilità della pentola.

Garanzie e accessori

Anche se una buona pentola a pressione potrebbe durare diversi decenni, il vostro acquisto non può prescindere dalla qualità dell’azienda e da quanto questa si occupi nel tempo dei suoi prodotti. Pertanto, scegliete un modello prodotto da un marchio che mette a disposizione pezzi di ricambio e accessori.

Elettrodomestici simili