Migliori Piani Cottura Combinati

di 29 giugno 2018

Classifica, Recensioni e Offerte dei Migliori Piani Cottura Combinati sul mercato, selezionati dalla nostra redazione per tecnologie di cottura, efficienza energetica, sicurezza, qualità dei materiali, design, prezzo e marca.

miglior piano cottura combinato

Classifica e Recensioni dei migliori Piani Cottura Combinati

Tabella comparativa

Modello Bruciatori a gas Altre zone cottura Larghezza (centimetri)
AEG HD634170NB 2 2 60
Smeg PM6912WLDR Dolce Stil Novo 1 4 90
Whirlpool AKT 477/IX 3 1 75
Electrolux PXL631V 3 1 60
Ariston PC 631 X /HA 3 1 60
Hotpoint PH 941 MSTV IX/HA 4 2 100

Il migliore

Smeg PM6912WLDR Dolce Stil Novo

Smeg PM6912WLDR Dolce Stil Novo è un piano cottura combinato completo e funzionale, caratterizzato da un design a nostro avviso indicato per cucine all’arredamento moderno e sofisticato.

Le finiture in rame dei suoi bordi dritti conferiscono un tocco di eleganza a un elettrodomestico che con 5 zone di cottura riesce a soddisfare a nostro avviso le esigenze di famiglie anche numerose.

Il bruciatore a gas beneficia di un trattamento Black Ceram che contribuisce all’uniformità di stile, oltre ad aumentare conduttività e resistenza termica a questo elemento capace di sviluppare una potenza di 6000 Watt, oltre ai 7400 Watt delle piastre a induzione.

Queste ultime sono utilizzabili singolarmente e regolabili su 9 livelli di potenza, con la funzione Booster disponibile per ognuna di esse, e sono combinabili in 2 Multizone per la cottura di alimenti in pentole dalla superficie più estesa.

Buona a nostro avviso anche anche la dotazione di funzionalità, che comprende l’accensione elettronica integrata nelle manopole, la funzione di mantenimento del bollore, l’opzione pausa, e la funzione automatizzata di cottura a basse temperature.

Smeg PM6912WLDR, piano cottura combinato da 90 centimetri di larghezza, si adatta automaticamente al diametro della pentola utilizzata, ed è provvisto di alcuni accorgimenti che ne fanno una buona scelta anche per quanto concerne la sicurezza in cucina: in caso di surriscaldamento o di traboccamento dell’acqua di cottura, l’alimentazione viene automaticamente interrotta.

Il più venduto

AEG HD634170NB

In buona posizione nella nostra classifica, per il suo buon rapporto tra funzionalità e prezzo, abbiamo inserito il piano cottura HD634170NB proposto dal marchio AEG.

Caratterizzato da un sistema di alimentazione misto, con due fuochi a gas e due a induzione, si tratta di una buona soluzione per chi ha necessità diversificate: l’improvvisa mancanza di corrente elettrica o di gas non saranno più un problema.

Il pannello di controllo, di dimensioni discrete e ben inserito nell’armonia estetica dell’elettrodomestico, dispone di una funzione di sicurezza contro le accensioni accidentali, impedendo che i fuochi siano attivati per sbaglio: una buona scelta per le famiglie con bambini.

Tra gli aspetti positivi si annoverano l’accensione elettrica integrata nelle manopole – che permette di attivare i fuochi senza premere, anche con una sola mano – e la funzione ”stop&go”, che permette di programmare una pausa durante la cottura dei cibi.

La potenza, regolabile su 9 livelli, può essere incrementata velocemente grazie alla funzione ”power boost”, che aggiunge un supplemento di potenza al fuoco quando attivata. Grazie alla possibilità di programmare la fine della cottura si potrà scongiurare il rischio di dimenticare i fuochi accesi o di bruciare le pietanze. AEG porta tecnologia e piccoli accenni di automazione nel quotidiano.

Secondo il nostro parere, si tratta di una scelta adatta a chi voglia velocizzare il processo di preparazione delle pietanze, senza rinunciare del tutto all’alimentazione tradizionale a gas, economica e a basso impatto ambientale. Il piano in vetro scuro temperato e le manopole in acciaio contribuiscono a regalare un design pulito ed elegante.

Il più resistente

Whirlpool AKT 477/IX

Con tre fuochi alimentati a gas e uno elettrico, Whirlpool AKT 477/IX è il piano cottura combinato che si posiziona al terzo posto della nostra guida all’acquisto.

Ponendosi solo in fascia media in relazione alle sue caratteristiche di risparmio energetico, la valutazione di questo piano può invece guadagnare punti rispetto alla qualità dei materiali alla funzionalità dimostrata.

Grazie a fuochi di grande potenza (4000W massima) e ad appoggi in resistente ghisa, che consentono un sostegno ottimale delle pentole e riducono il pericolo di rovesciamento, questo elettrodomestico si rivela una buona scelta per chi fa un utilizzo quotidiano della cucina ma non vuole rinunciare alla comodità di un fuoco ad alimentazione elettrica.

Il pannello presenta un comodo pannello di controllo posizionato frontalmente e manopole a impugnatura ergonomica che facilitano l’esperienza dell’utente tra i fornelli. Buone le prestazioni del fuoco laterale, che consente la cottura di grandi quantità di cibo o di portare velocemente a ebollizione l’acqua grazie alla funzione ”booster” da 3000W.

Mancano invece, rispetto ad altri modelli combinati, opzioni di accensione e spegnimento automatici per la gestione dell’alimentazione elettrica. Questo piano cottura è adatto a chi cerca grande potenza ma può fare a meno delle opzioni di automazione della cottura più avanzate, preferendo la modalità manuale.

Il più facile da pulire

Ariston PC 631 X /HA

Ariston PC 631 X /HA è un piano cottura combinato che insieme al modello proposto nella recensione precedente condivide l’impostazione più “tradizionalista” di cucina, con 3 bruciatori a gas a cui si affianca una piastra elettrica dalle buone dimensioni.

L’elemento riscaldante elettrico infatti, con un diametro di 14,5 centimetri garantisce un utilizzo anche con pentole di dimensioni generose, per un elettrodomestico che secondo la nostra opinione denota una buona qualità costruttiva grazie al largo impiego di acciaio inox.

Di dimensioni più contenute i 3 fornelli a gas, protetti da una griglia smaltata per una più semplice pulizia, che vanno a completare la dotazione di punti fuoco per questo piano cottura combinato da 60 centimetri di larghezza.

Ariston PC 631 X /HA, dotato di accensione elettronica integrata nelle manopole di regolazione del gas, completa la sua dotazione con una serie di spie che indicano il calore residuo degli elementi, e un dispositivo di sicurezza che provvede all’interruzione del gas nel naso in cui la fiamma si spenga.

Il più grande

Hotpoint PH 941 MSTV IX/HA

Hotpoint PH 941 MSTV IX/HA è secondo la nostra opinione uno dei migliori piani cottura combinati sul mercato, per completezza di funzioni e praticità d’utilizzo.

L’elettrodomestico di questa recensione si compone di 4 fornelli a gas con accensione elettronica integrata nelle manopole di controllo, con la particolarità di un fuoco con tripla corona per una cottura più veloce e omogenea, e due zone di cottura radianti che possono essere utilizzate insieme realizzando così una più estesa superficie unificata ovale.

La flessibilità di cottura diventa così un punto di forza di questo prodotto da 8,5 kW di potenza generata dai fornelli a gas con sistema di sicurezza che interrompe l’alimentazione in caso di spegnimento della fiamma.

Sul piano della sicurezza, troviamo un’altra caratteristica interessante che riguarda le superfici radianti: i controlli touch screen, oltre a permettere una rapida e intuitiva regolazione della potenza termica a disposizione, sono dotati di una funzione di blocco dei comandi, per una maggiore sicurezza a nostro avviso soprattutto se ci sono bambini in casa.

Hotpoint PH 941 MSTV IX/HA, piano cottura combinato da 100 centimetri di larghezza, è fornito con griglie per bruciatori smaltate, che insieme alle finiture in acciaio inox della superficie, agevolano le operazioni di pulizia.

Il più piccolo

Electrolux PXL631V

Nella classifica dei migliori piani cottura combinati sul mercato, la nostra redazione ha selezionato Electrolux PXL631V per il suo buon rapporto qualità prezzo.

Si tratta di un elettrodomestico a nostro avviso indicato per chi ha più dimestichezza con la cottura a gas, potendo sfruttare i 3 fornelli di diverso diametro in dotazione, ma non vuole rinunciare alla praticità di una piastra elettrica da 1,5 kW di potenza assorbita.

Il prodotto, che misura 60 centimetri di larghezza per l’installazione in cucine che presentano questo diffuso formato di moduli compositivi, è dotato di manopole disposte lateralmente per la gestione dei bruciatori e della piastra elettrica.

L’accensione dei bruciatori a gas può beneficiare della funzione automatizzata “premi e gira”, mentre per quanto riguarda la sicurezza, l’elettrodomestico di questa recensione è dotato di un sistema che interrompe l’erogazione del gas nel caso venga rilevato lo spegnimento della fiamma.

Electrolux PXL631V è secondo la nostra opinione una buona soluzione d’acquisto per la flessibilità offerta dai bruciatori di diverso diametro, e può essere configurato aggiungendo come optional il coperchio in vetro temperato nelle varianti di colore nera o bianca.

Offerte Piani Cottura Combinati

Come scegliere un piano cottura combinato

Quando pensiamo ai piani cottura delle cucine, la nostra immaginazione è spesso portata a considerare i classici fornelli a gas con bruciatori di dimensioni variabili e con differenti capacità di generare la fiamma: piccola, media o grande, a seconda del tipo di cottura desiderato e della dimensione delle pentole usate per cucinare. Le cucine a gas sono state per molto tempo le più diffuse e, se è vero che già da molti anni i piani cottura siano stati dotati di una piastra elettrica, questa rimaneva poco utilizzata, per via dell’elevato consumo di energia elettrica che, in genere, comportava.

Con il tempo però, le nostre abitudini alimentari tendono a cambiare e con esse cambia anche il modo di cucinare le pietanze. Così le tradizionali cucine a gas sono state sempre più sostituite da nuove e più moderne tipologie di cucine, con piani cottura più evoluti e capaci di venire incontro a svariate necessità, non da ultima quella di risparmiare risorse e denaro.

I piani cottura combinati sono pensati proprio per riunire in un’unica soluzione diverse tipologie di fornelli, ossia i tradizionali bruciatori a gas associati a una o più sorgenti di calore di tipo elettrico. Queste ultime, a differenza di quelle di prima generazione, possono essere le classiche piastre elettriche evolute nei materiali (come ad esempio quelle in vetroceramica) oppure piastre a induzione (che consentono un notevole risparmio in termini energetici).
Ma vediamo più nei dettagli quali sono le caratteristiche dei piani cottura combinati presenti in commercio e quali caratteristiche dobbiamo prendere in considerazione per un acquisto consapevole.

Caratteristiche

In commercio vi è ormai una sempre più vasta offerta di sistemi che consentono la cottura combinata, capaci di associare cioè diverse tipologie di fonti di calore in un unico piano cottura.  Ma quali vantaggi offrono questi particolari tipi di soluzione e perché può rivelarsi utile associare piastre elettriche ai tradizionali bruciatori a gas?

Innanzitutto, dobbiamo considerare le caratteristiche peculiari delle piastre elettriche o a induzione, che offrono una maggiore rapidità di cottura rispetto ai fornelli a gas e, inoltre, rispetto a questi ultimi consentono (sopratutto le piastre a induzione) notevoli risparmi in termini energetici. Basti considerare che il tasso di dispersione del calore durante la cottura a induzione non arriva al 10%, mentre la dispersione termica dei fornelli a gas supera, generalmente, il 50%.

C’è da dire, però, che non tutti i tipi di pietanza rendono al massimo con determinati tipi di cotture e, oggi giorno, sono sempre di più coloro che hanno bisogno di associare la prestazione rapida ed efficiente della piastre elettriche o a induzione, alle cotture più lente e tradizionali. Ma come scegliere un piano cottura combinato? Vediamo di seguito, punto per punto, a quali cose dobbiamo fare attenzione durante l’acquisto.

Sistemi di cottura

Abbiamo già visto che i piani cottura combinati presentano diverse fonti di calore che consentono diverse modalità di cottura. Ai bruciatori a gas, si associano una o più piastre elettriche o a induzione.  Ma come sono fatte queste ultime due tipologie e in cosa si differenziano? Entrambe, sia la piastra elettrica che quella a induzione, sono alimentate dalla corrente elettrica, ma le seconde (quelle a induzione) sono dotate di speciali bobine, capaci di generare un campo magnetico che genera calore.

Una caratteristica interessante di questo genere di piastra è il fato che la superficie non diventa mai rovente (come invece avviene per le altre tipologie), condizione che le rende particolarmente sicure, poiché riduce notevolmente il rischio di ustioni accidentali. I piani elettrici di tipo tradizionale si dividono in due tipologie: con piastre radianti (che sfruttano il riscaldamento di una resistenza elettrica) o oppure alogene (ossia, alimentate da luci alogene o a infrarossi). Nei modelli di ultima generazione, le piastre sono rivestite da vetroceramica, un materiale particolarmente resistente e che non teme le alte temperature.

Dimensioni

Una delle caratteristiche più apprezzate dei piani cottura combinati è la versatilità. Infatti è possibile sia acquistare delle soluzioni compatte, in cui il piano cottura è già composto da fornelli di varie tipologie, sia comporre il proprio personale piano cottura scegliendo elementi da incasso indipendenti.  Le dimensioni sono piuttosto variabili e dipendono dal numero di elementi di cui il piano è composto. Avremo uno standard di 60/65 cm di larghezza per i piani cottura formati da quattro elementi (per esempio tre fornelli a gas e una piastra elettrica), oppure di 90 cm per piani cottura più complessi che prevedono almeno quattro fuochi e due piastre elettriche. Più libera in termini dimensionali è la composizione di elementi ad incasso.

Materiali

In genere il piano di incasso dei bruciatori è in acciaio inox (con o senza smaltatura), i fornelli a gas possono essere in acciaio o in allumino con griglie in ghisa, mentre le piastre elettriche possono essere in ghisa (nei modelli meno recenti) o in vetroceramica. Quest’ultimo materiale presenta caratteristiche interessanti e sono sempre di più coloro che lo scelgono, perché offre una resistenza e una durata molto elevate a fronte di un aspetto estetico piacevole ed elegante.
Vi sono inoltre, particolari tipi di piastre per cotture speciali come quelle in pietra lavica, ottima per le grigliate, o in metallo liscio che consente di cuocere le pietanze senza bisogno di grassi (secondo la tradizione giapponese a cui sono ispirate).

Marca

Anche la marca è un fattore da non sottovalutare. Talvolta la fama di un’azienda, associata alla nostra diretta esperienza su prodotti della stessa casa, possono orientarci nella scelta. Inutile dire che sono moltissime le case produttrici di elettrodomestici che forniscono piani cottura combinati di diversi prezzi e dimensioni: Ariston, Elettrolux, Candy, Whirlpool, Smeg, AEG per citarne solo alcune. Gli standard qualitativi sono molto elevati e la scelta potrà essere ponderata secondo criteri che mettono a confronto prezzi e caratteristiche prestazionali.

Efficienza, durabilità e sicurezza

Gli ultimi fattori da valutare (ma non meno importanti) sono connessi alla efficienza energetica, alla durata nel tempo e alla sicurezza.
Come già abbiamo detto in precedenza, la presenza di una piastra a induzione consente ulteriori risparmi in termini energetici ed è particolarmente sicura.
Gli standard qualitativi elevati, assicurano elevata resistenza e lunga durata (soprattutto nelle fasce di prezzo medio alte).
Infine, un’ultima accortezza: assicuratevi che il piano cottura sia dotato di dispositivi atti garantire la sicurezza, come il monitoraggio elettronico della fiamma e il blocco di sicurezza per i fornelli a gas in caso di fortuito spegnimento della fiamma.

Prezzi

Anche i prezzi variano moltissimo a seconda delle tipologie, della qualità e del numero di elementi di cui sarà composto il nostro piano cottura combinato.
Generalmente si va da un minimo di circa 100 euro (per pochi elementi base), fino a soluzioni più sofisticate che arrivano a costare anche oltre i 1000 Euro. Esistono in commercio, però, soluzioni complete e di ottima qualità prestazionale, che si attestano su fasce di prezzo intermedie, che vanno dai 300 ai 500 Euro.

[Voti: 231    Media Voto: 4.8/5]
Elettrodomestici che potrebbero interessarti
Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un servizio gratuito che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo. Leggi le opinioni di chi ha provato il servizio e guarda un esempio.

I dati inseriti saranno gestiti nel pieno rispetto del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, del GDPR n. 679/2016, e non ceduti a terzi.

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.