Migliori Piani cottura in Vetroceramica

di

Selezione dei migliori piani cottura in vetroceramica selezionati per prezzo e tecnologia di cottura: a gas, induzione e radiante.

Migliori Piani cottura in Vetroceramica

Classifica e Recensioni dei migliori modelli sul mercato

Tabella comparativa

Modello Punti cottura Potenza (Watt) Tecnologia
Whirlpool ACM 808/BA – Induzione 4 10200 Induzione
Electrolux EGC3322NVK – Gas 2 2900 Gas
Bosch PKF645B17E – Radiante 4 6600 Vetroceramica

Whirlpool  ACM 808/BA – Induzione

La recensione di questo piano cottura proposto da Whirlpool inizia con una nota positiva. Questo elettrodomestico, caratterizzato da un piano cottura a induzione in vetroceramica, si propone da subito come una buona soluzione per chi sia alla ricerca del risparmio energetico: il meccanismo a induzione non riscalda il piano cottura ma la pentola, riducendo così gli sprechi del 10% rispetto ai sistemi di cottura tradizionali.

Il piano presenta 4 punti di cottura elettrici, tutti a induzione, che possono essere combinati tra loro per adattarsi a tegami ovali o di dimensioni più grandi grazie alla tecnologia ”flexicook”. Anche la funzionalità ”booster” è presente e si rivela progettata con attenzione verso il risparmio energetico, perché può essere impostata nella modalità Ecobooster per un risparmio di circa il 10% rispetto ai booster tradizionali: l’acqua verrà portata a ebollizione rapidamente, ma la temperatura sarà abbassata per consentire di mantenere l’ebollizione senza inutili sprechi.

Una nota positiva merita anche il design, che si rileva semplice ed elegante. Secondo la nostra opinione si tratta di una buona scelta per chi sia alla ricerca di un prodotto efficiente ma abbia un occhio sempre rivolto alle necessità di risparmio energetico e basso impatto ambientale. Il meccanismo a induzione, inoltre, consente di adoperare il piano cottura in condizioni di sicurezza, eliminando alla radice il pericolo di fughe di gas e di incendi accidentali: una buona soluzione per le famiglie con bambini.

Electrolux EGC3322NVK – Gas

Due fuochi ad alimentazione a gas per soli 40 cm di larghezza: il piano cottura proposto da Electrlux e da noi indicato in questa classifica si distingue per le piccole dimensioni.

Caratterizzato da un fondo in vetroceramica sormontato da griglie di ghisa, si tratta di una buona scelta quando non si necessita di potenza estrema e si predilige comodità e compattezza. Il fuoco maggiore, infatti, raggiunge i 2900W di potenza e si rivela comunque efficiente nel quotidiano, anche in relazione a considerazioni riguardanti il risparmio energetico.

Le manopole di controllo sono dotate di accensione integrata, che facilita la gestione dei fuochi anche con mani impegnate da mestoli o altri utensili da cucina: non è necessario utilizzare accendigas o premere. Grazie alla tecnologia Snap it, infine, anche l’installazione del piano di cottura sarà facilitata.

A nostro parere si tratta di una scelta di buona qualità quando non si ricerca un piano di cottura che offra prestazioni sopra la media, ma un buon compromesso tra prezzo e funzionalità. Il design, semplice ed essenziale, è giocato sui toni del nero e permette di inserire questo elettrodomestico in qualsiasi stile di arredo.

Bosch PKF645B17E – Radiante

Quattro punti di cottura, un piano radiante in vetroceramica nero e un pannello di controllo a tecnologia touch: Bosch ha scelto l’essenzialità per questo elettrodomestico dedicato alle esigenze di chi cucina.

Caratterizzato da materiali resistenti e di buona qualità, il piano vanta una superficie di cottura di 21 cm di diametro, ampliabili quando sia necessario fare fronte a maggiori esigenze di potenza: si tratta di un’opzione vantaggiosa per chi è solito cucinare con pentole di grandi dimensioni o voglia accelerare i processi di cottura.

Il pannello permette l’impostazione di un timer di spegnimento automatico, che scongiura il rischio di dimenticare il fuoco incustodito o di bruciare le pietanze. Ulteriori blocchi possono essere impostati per prevenire il cambiamento accidentale dei programmi di cottura o l’accensione accidentale da parte dei più piccoli: anche in questo caso, l’aiuto della tecnologia può apportare vantaggi alla sicurezza, specie in presenza di bambini in casa.

L’assenza di elementi di ghisa, a favore di un piano cottura costituito da un’unica lastra di vetroceramica, aggiunge una nota positiva in termini di semplicità di pulizia e manutenzione di questo elettrodomestico. Per i buoni valori di risparmio energetico dimostrati, secondo la nostra opinione si tratta di una scelta adatta alle famiglie alla ricerca di un buon connubio tra praticità, economicità e sicurezza nell’utilizzo.

Offerte Piani cottura in Vetroceramica

Come scegliere un piano cottura in vetroceramica

Il vetroceramica è un materiale innovativo, di grande impatto estetico, che si ottiene con la cristallizzazione del vetro e l’integrazione di polvere di ceramica. Il risultato è un materiale solido, indistruttibile ed indeformabile che non si rovina facilmente e che è, oggettivamente, molto bello. Una delle sue qualità principali è l’elevatissima resistenza al calore, infatti riesce a supportare senza nessun problema oltre 800°. Di seguito si elencano le possibili caratteristiche di un piano cottura in vetroceramica, per procedere all’acquisto più adatto alle proprie esigenze con cognizione di causa e conoscenza del prodotto:

Tipologie di alimentazione

Esistono tre tipi di piano cottura in vetroceramica: a gas, elettrico o ad induzione:

  • i piani cottura in vetroceramica a gas sono i più economici in termini di consumo ma i più lenti in termini di cottura. Sono, solitamente, organizzati con un fuoco in meno, che è sostituito da una zona calda da utilizzare come scaldavivande o per scongelare lentamente delle pietanze surgelate
  • i piani cottura in vetroceramica elettrici si suddividono, a loro volta, in due categorie: quelli a lampade alogene e quelli a resistenza. La differenza sta nella metodologia di cessione di calore. Nei modelli alogeni la lampada è posta direttamente sotto il vetro e cede calore alla pentola, con minor dispersione. Nei modelli a resistenza, invece, questa scalda il piano che poi cede calore alla pentola, con una maggiore dispersione e, quindi, lentezza nella cottura. In entrambi i modelli i fuochi sono delimitati da cerchi colorati, che ne evidenziano il funzionamento ed avvisano di non toccare. Le luci si spengono in automatico quando il calore sarà sceso oltre la soglia di pericolo. Su questo piano cottura si possono utilizzare tutti i tipi di tegami che abbiano il fondo liscio e regolare. Da evitare solo la plastica
  • i piani cottura in vetroceramica ad induzione: è il metodo di cottura più veloce, funzionale e performante. Il calore viene irradiato direttamente al tegame, che deve essere necessariamente in ghisa o acciaio, e l’alimentazione inizia solo quando si appoggia la pentola sul fuoco. Di contro, cesserà automaticamente non appena verrà rimosso il tegame, evitando così incidenti e scottature

Design

La scelta di un piano cottura in vetroceramica è, spesso, dettata dalla voglia di avere un elettrodomestico bello, di elegante e piacevole impatto estetico. Quando si acquista un piano cottura di questo tipo è importante sceglierne uno che incontri perfettamente i propri gusti, visto che l’estetica è una delle caratteristiche fondamentali per cui si opta per questo materiale. In commercio ne esistono di diversi tipi: i più apprezzati sono neri ed il gioco di colori si basa sui cerchi luminescenti che segnalano la presenza di calore. In alcuni modelli sono blu, in altri rossi, mentre nei modelli più innovativi e di alto design sono disponibili anche in altri colori.

La funzionalità dei comandi

Nei piani cottura in vetroceramica esistono due tipologie di comandi: a pomello o pulsante classico, o touch screen. Nel primo caso si tratta di tradizionali pulsanti da girare o schiacciare per accendere il fornello mentre, nel caso del touch screen, sono abbastanza sensibili da rilevare anche un semplice sfioramento. Un dettaglio a cui fare attenzione, in caso si optasse per la versione touch, è che i sensori siano posizionati in modo da poterli raggiungere agevolmente, senza rischiare di passare la mano su un eventuale fuoco funzionante, evitando così di scottarsi e farsi male.

I prezzi

Un piano cottura in vetroceramica ha, tendenzialmente, un prezzo più alto rispetto a quelli in acciaio o ceramica semplice. Questo è da imputare alle sue migliori prestazioni, alla velocità di cottura più elevata e più omogenea ed all’aspetto estetico più ricercato. Mediamente le fasce di prezzo che si possono ritenere giuste sono le seguenti:

  • piano cottura in vetroceramica a gas in media fascia di qualità: attorno ai 600/800 euro, ai quali aggiungere i costi di installazione
  • piano cottura in vetroceramica elettrico: attorno ai 700/800 euro, ai quali aggiungere i costi di installazione
  • piano cottura in vetroceramica ad induzione: attorno ai 1000/1200 euro, ai quali aggiungere i costi di installazione

Il tipo di installazione

Il piano cottura in vetroceramica può essere installato in rilievo, come un tradizionale piano cottura, o in incasso, in modo da risultare a filo col piano di lavoro. La versione in rilievo è più indicata per le cucine classiche ed eleganti, arredate ed organizzate in stile tradizionale, mentre quella a filo è perfetta e consigliata per le cucine moderne, dalle linee lisce e svelte, con un aspetto che richiama la tecnologia e l’innovazione. A livello di prestazioni il tipo di montaggio non comporta differenze, quindi si può scegliere il risultato estetico che più si gradisce. Da ricordare che i piani cottura vanno fatti installare da personale specializzato, che sappia montarli e collegarli all’impianto seguendo e rispettando tutte le norme di sicurezza previste dalla legge.

La manutenzione

Il vetroceramica è un materiale resistente, che si rovina difficilmente. In ogni caso è consigliabile, per la pulizia, utilizzare spugne morbide ed evitare retine e simili. Non vanno usati, per pulirlo, detergenti tradizionali ma bisogna acquistare dei detersivi specifici, per evitare che il piano cottura si opacizzi e perda tutta la sua bellezza. Solitamente, con l’acquisto di un piano cottura in vetroceramica, viene fornita in dotazione un’apposita spatola, che serve ad eliminare eventuali residui incrostati.

Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un servizio gratuito che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo. Leggi le opinioni di chi ha provato il servizio.

I dati inseriti saranno gestiti nel pieno rispetto del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e non ceduti a terzi.

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.