Migliori raffrescatori evaporativi domestici

I migliori raffrescatori evaporativi selezionati per potenza refrigerante, capacità del serbatoio, portata del flusso d’aria, silenziosità, design e rapporto qualità prezzo.

miglior raffrescatore evaporativo domestico

Classifica migliori raffrescatori evaporativi domestici

Olimpia Splendid Péler 4E

Olimpia Splendid Péler 4E

Pro

  • Serbatoio estraibile
  • Possibilità di inserire pannelli di ghiaccio secco
  • Buona portata d’aria
  • Dimensioni compatte

Contro

  • Mancanza di una modalità ECO

Olimpia Splendid Péler 4E è un raffrescatore evaporativo caratterizzato da una struttura a torre, 4 ruote piroettanti e un’ampia maniglia per facilitare gli spostamenti all’interno della casa.

Questo elettrodomestico, attraverso una sorta di radiatore, sfrutta l’acqua per asportare calore dall’aria ed abbassare di qualche grado la temperatura ambientale. Il tutto limitando i consumi e senza necessità di fastidiosi tubi da convogliare all’esterno come nei condizionatori portatili.

L’acqua è contenuta in un serbatoio estraibile da 3,5 litri e permette di utilizzare pannelli di ghiaccio secco per ottenere un maggior abbassamento della temperatura. Grazie all’ampia bocca di uscita e ad un movimento oscillatorio orizzontale è possibile orientare e diffondere il flusso d’aria in modo uniforme, mentre con il pratico telecomando diventa ancor più comodo gestire ogni funzione.

Oltre alle tre solite modalità di ventilazione, disponiamo di un timer (1, 2, 4 ore) e della funzione Silent per ridurre la rumorosità massima pari a 63 dB, a valori meno fastidiosi compresi tra 38 e 49 dB.

Olimpia Splendid Péler 4E è senza dubbio un apparecchio completo e facile da utilizzare, rappresentando una valida ed economica alternativa al condizionatore per ambienti di piccole e medie dimensioni. Una soluzione particolarmente adatta per tutte quelle persone che, per motivi di salute, non tollerano l’aria condizionata.

Migliori raffrescatori evaporativi

Bimar VR28

Bimar VR28

Pro

  • Prezzo contenuto
  • Dimensioni compatte
  • Buona potenza di raffrescamento
  • Facilità di utilizzo

Contro

  • Sistema di riempimento acqua poco pratico

Bimar VR28 è un raffrescatore evaporativo per uso domestico facilmente trasportabile. Questo modello offre interessanti caratteristiche tecniche e dei risultati nel complesso soddisfacenti.

La forma cilindrica permette di poterlo posizionare in un angolo della stanza senza occupare troppo spazio e mimetizzandosi con discrezione all’interno dell’ambiente domestico.

L’elettrodomestico svolge essenzialmente la funzione di ventilatore e raffrescatore, con in aggiunta una discreta purificazione dell’aria. Il principio di funzionamento è quanto mai semplice, con un gruppo di aspirazione che provvede a risucchiare l’aria circostante che verrà filtrata e raffreddata dal passaggio in un pannello evaporativo, prima di essere immessa nuovamente nel locale.

Il serbatoio è integrato nel fondo della struttura non è estraibile, costringendo ad utilizzare un contenitore a parte per le operazioni di riempimento. Ciò impedisce anche di inserire direttamente del ghiaccio secco, con la sola possibilità di aggiungere acqua già raffreddata in precedenza.

Molto utile la finestrella che permette di osservare il livello, mentre la capacità di 8 litri assicura circa 12 ore di autonomia.

I 4 filtri in fibra di cellulosa sono facilmente accessibili togliendo la copertura di protezione e garantiscono una buona purificazione dell’aria, anche se non trattengono le polveri sottili e i microorganismi come un più prestazionale filtro HEPA.

Il pannello di controllo posto nella parte superiore segue la linea estetica molto essenziale, con la presenza di un selettore per spegnere il dispositivo oppure scegliere una delle tre velocità di ventilazione. A fianco troviamo il pulsante per attivare l’oscillazione orizzontale e un ulteriore tasto per inserire il raffrescamento.

Bimar VR28 è un prodotto dal prezzo decisamente contenuto e dalle funzioni limitate al minimo indispensabile. Secondo noi è una scelta economica per chi desidera ottenere un piacevole abbassamento della temperatura di qualche grado centigrado in modo del tutto naturale.

Migliori raffrescatori evaporativi

Argo Polifemo Teddy

Argo Polifemo Teddy

Pro

  • Design ricercato
  • Comodo da spostare
  • Serbatoio dell’acqua removibile
  • Telecomando in dotazione

Contro

  • Rumorosità elevata
  • Mancanza della funzione timer

Argo Polifemo Teddy è un refrigeratore evaporativo che colpisce da subito per un design moderno e simpatico grazie alla particolare forma e al contrasto tra le plastiche lucide di colore bianco e le tre bocchette d’aerazione nere.

Le dimensioni sono sufficientemente compatte, con un peso abbastanza elevato di 7,5 chilogrammi che, tuttavia, non offre disagi vista la presenza di ruote per facilitare il trasporto.

L’aria viene purificata e raffreddata grazie alla presenza di un doppio sistema di filtrazione, pannello con tecnologia evaporativa e l’aggiunta di uno ionizzatore.

Nel serbatoio da 4,1 litri estraibile è possibile inserire ghiaccio secco per rendere ancor più efficace il raffreddamento. Nella parte superiore è posizionato il semplice pannello di controllo con cui gestire ogni funzione. Oltre al pulsante on/off, disponiamo di un tasto per inserire/disinserire lo ionizzatore, azionare il raffrescamento e selezionare una delle tre velocità di rotazione della ventola.

In aggiunta c’è l’opportunità di scegliere tre diverse modalità di funzionamento che comprendono il programma Nature per simulare una fresca e leggera brezza all’aria aperta e Sleep da impiegare nelle ore notturne per il massimo comfort.

Utile la presenza del timer per programmare lo spegnimento automatico con intervalli di 0,5, 1, 2 e 4 ore. Sul telecomando in dotazione sono replicate tutte le funzioni del pannello di controllo per una gestione del raffrescatore anche da remoto.

Argo Polifemo Teddy è un elettrodomestico dal buon rapporto qualità prezzo capace di offrire un piacevole raffrescamento e una discreta purificazione dell’aria.

Rappresenta una buona soluzione da impiegare soprattutto in ambienti living durante il giorno, sfruttando la facilità di utilizzo e la possibilità di orientare al meglio il flusso d’aria grazie a bocchette poste sui tre lati. Chi prevede un impiego notturno deve considerare che la modalità Sleep non assicura un gran refrigerio, mentre con il funzionamento normale la rumorosità è abbastanza elevata, perché si raggiungono i 64 dB.

Migliori raffrescatori evaporativi

Ardes AR5R10

Ardes AR5R10

Pro

  • Design moderno
  • Buon potere rinfrescante
  • Facilità di trasporto
  • Utilizzo molto semplice

Contro

  • Mancanza di una modalità Sleep
  • Assenza di un timer
  • Limitata direzionalità del flusso d’aria

Ardes AR5R10 Eolo è un ventilatore portatile con funzione di raffrescamento. Per abbassare la temperatura l’aria aspirata dall’ambiente circostante passa attraverso un filtro e finisce a contatto con la superficie del pannello evaporativo.

L’efficacia del sistema è collegata alla temperatura dell’acqua, ottenendo i migliori risultati aggiungendo del ghiaccio nel serbatoio.

Questo modello offre un design moderno con una struttura completamente in plastica, ma con una buona solidità costruttiva.

La forma rettangolare pregiudica in parte la possibilità di posizionare il dispositivo in un angolo della stanza, tuttavia le dimensioni compatte di 28 x 34 x 70 (h) centimetri, il peso di 7,6 chilogrammi, le 4 ruote piroettanti e le pratiche maniglie laterali favoriscono gli spostamenti.

Il funzionamento è quanto mai semplice avendo la sola funzione per inserire il raffreddamento, 3 velocità di ventilazione selezionabili e un pulsante per attivare le oscillazioni in verticale delle alette.

Purtroppo la mancanza di una funzione Sleep e una rumorosità di circa 60 dB, ne pregiudicano l’utilizzo durante le ore notturne o di riposo. Allo stesso modo, l’assenza di un timer impedisce di programmare un comodo spegnimento automatico.

Nel complesso l’abbassamento di temperatura che si può ottenere è soddisfacente, soprattutto inserendo nella tanica da 5 litri appositi pannelli di ghiaccio (ne troviamo uno compreso nella fornitura).

La purificazione dell’aria è di livello sufficiente, con il filtro che rimuove la polvere e le impurità di più grosse dimensioni. Un prodotto che, secondo la mia opinione, rappresenta una buona alternativa all’utilizzo di un più costoso e dispendioso condizionatore.

Migliori raffrescatori evaporativi

Radialight Omni

Radialight Omni

Pro

  • Look moderno
  • Versatilità d’uso
  • Utilizzo molto intuitivo
  • Funzionalità complete

Contro

  • Non abbiamo riscontrato particolari criticità

Radialight Omni è un raffrescatore evaporativo portatile 4 in 1. Oltre ad assicurare un piacevole refrigerio nelle stagioni più calde, è in grado di funzionare come un classico ventilatore a torre e di trasformarsi in un efficiente riscaldatore per integrare l’impianto di riscaldamento nei periodi più freddi: il tutto umidificando e purificando l’aria.

La sua struttura affusolata e il design moderno permettono un facile collocamento in qualsiasi zona della casa, mentre il movimento oscillatorio orizzontale a 90° e le alette orientabili assicurano un’omogenea distribuzione dell’aria fresca o calda in tutti i punti della stanza.

Grazie al telecomando in dotazione e al pannello di gestione integrato nel dispositivo, controllare ogni funzione risulta un’operazione semplice e intuitiva. L’apparecchio risulta estremamente completo offrendo un timer fino a 8 ore per programmare lo spegnimento, 3 velocità di rotazione della ventola, 2 livelli di riscaldamento e possibilità di inserire/disinserire la modalità di raffrescamento.

Altre caratteristiche che contraddistinguono questo Radialight Omni sono il doppio sistema di purificazione dell’aria costituito da un filtro facilmente amovibile e lavabile con l’aggiunta di uno ionizzatore, serbatoio da 1,8 litri in cui poter inserire uno dei due panetti di ghiaccio sintetico compresi nella fornitura, modalità ECO per ridurre al minimo i già limitati consumi e una rumorosità massima di 55 dB.

Migliori raffrescatori evaporativi

Come scegliere un raffrescatore evaporativo

Un raffrescatore evaporatore è un elettrodomestico che si pone come possibile ed economica alternativa rispetto ad un climatizzatore portatile monoblocco. Certamente non si raggiungono i livelli di refrigerio di un climatizzatore, tuttavia è un prodotto che riesce a dare sollievo nei periodi particolarmente caldi.

Portata d’aria e potenza

Questi due valori sono i principali dati tecnici da considerare per tipologia di elettrodomestici. Maggiore sarà la potenza e di conseguenza più elevata sarà la portata d’aria.

Per fare un esempio, un modello di circa 90/100 watt può garantire un flusso d’aria massimo di anche 700/800 metri cubi l’ora, mentre dimezzando la potenza a soli 45 watt si ridurrà anche la portata d’aria a 400 metri cubi l’ora.

La scelta tra un modello più o meno potente dipende esclusivamente dall’uso che dev’esserne fatto e dalla dimensioni dell’ambiente da rinfrescare.

Capienza serbatoio

Un raffrescatore evaporatore funziona semplicemente aspirando l’aria calda dell’ambiente che verrà filtrata (anche se per questa funzione specifica il consiglio è munirsi di un purificatore d’aria per ambienti, ben più efficace) e rinfrescata utilizzando dell’acqua per abbassare la temperatura.

Quindi è indispensabile la presenza di un serbatoio. La capienza è un altro aspetto da tenere in considerazione per avere la massima praticità e comodità d’uso. Naturalmente più l’elettrodomestico è potente maggiore dovrà essere anche la capacità del serbatoio, che nei modelli migliori raggiunge i 7/8 litri.

A parità di caratteristiche tecniche è consigliabile scegliere il prodotto che offre una miglior capienza: questo eviterà di dover provvedere al frequente riempimento.

Rumorosità

Spesso un raffrescatore viene acquistato per dare refrigerio nelle ore notturne posizionandolo in camera da letto. È bene in questi casi tenere presente il livello di rumorosità, esattamente come si farebbe per l’acquisto di un climatizzatore a parete mono split da installazione fissa.

Ogni costruttore fornisce un valore massimo che è calcolato facendo funzionare il dispositivo nelle condizioni più gravose, con la ventola alla più alta velocità. I valori in media si aggirano tra 60/66 dB. Si possono trovare anche modelli con valori più bassi attorno ai 55 dB, ma sono decisamente raffrescatori meno prestazionali.

Anche in questo caso più un prodotto è potente e maggiore sarà il rumore generato. Nella scelta fare attenzione che sia presente la modalità chiamata Sleep o notturna, che permette di ridurre al minimo il livello di rumorosità durante le ore di riposo.

Consumi elettrici

Normalmente i consumi sono uno dei primi fattori che incidono sulla scelta di un elettrodomestico. In questo caso non si registrano valori particolarmente significativi.

Il raffrescatore è un dispositivo che non ha nulla a che vedere con i consumi offerti da un condizionatore, ma lo possiamo più paragonare ad un classico ventilatore a piantana. Alla fine c’è la presenza solo di un motore elettrico che fa girare una ventola, perciò i consumi non sono eccessivi e non vanno ad incidere in maniera significativa sulla bolletta.

Funzionalità

Un raffrescatore non è certo un elettrodomestico molto complicato anzi, la sua semplicità d’uso è senza dubbio una delle caratteristiche più apprezzate. Praticamente tutti i modelli sono dotati di telecomando con cui poter selezionare le varie velocità di rotazione della ventola.

Le modalità disponibili solitamente sono la normale, sleep e quella chiamata con vari nomi, tra cui naturale, che simula l’andamento del soffio di una leggera brezza. Importante verificare la presenza di un timer che offre la possibilità di programmare lo spegnimento automatico. Altra funzione molto utile, presente in alcuni modelli, è la memorizzazione delle impostazioni.

Domande frequenti

Classifiche correlate