in

Migliori robot da cucina

I migliori robot da cucina selezionati per potenza del motore, regolazioni di temperatura, dotazione di accessori, programmi di cottura e rapporto qualità prezzo.

Imetec Cukò

Recensione

Kenwood FDM781BA

Recensione

Moulinex Cuisine Companion

Recensione

Bosch MCM3501M

Recensione

KitchenAid 5KFC3516EER

Recensione

 

Come scegliere un robot da cucina

Sono sempre più numerose le persone che utilizzano quotidianamente un robot da cucina per la preparazione di svariate ricette. Mai come per questa tipologia di elettrodomestici, il mercato è saturo di modelli tra cui poter scegliere. Orientarsi in una tale varietà di prodotti non è affatto facile ed è necessario prendere in considerazione determinati fattori per acquistare un robot da cucina in grado di soddisfare le proprie necessità.

Potenza

Un fattore determinante è la potenza che va ad influire in maniera significativa sull’utilizzo del robot da cucina. Il cuore di questo elettrodomestico è il motore elettrico che rappresenta anche la componente più soggetta ad usura e guasti.

Acquistare un prodotto con un motore elettrico di buona potenza permette di poter svolgere le mansioni con maggior facilità e anche di avere un robot che durerà a lungo. Un modello con una potenza da 600 watt si può ritenere di medio livello e garantisce di eseguire le normali operazioni come tritare, affettare e anche impastare ma senza esagerare con le quantità, facendo attenzione alla durezza degli alimenti.

Potenze di 800/1000 watt contraddistinguono i modelli di fascia alta, che assicurano di poter trattare abbondanti quantità di cibo. Se l’intenzione è quella di preparare spesso grossi impasti, se si ha la necessità di tritare alimenti duri come il ghiaccio, allora è necessario rivolgersi a robot da cucina con potenza elevata. A tale scopo comunque un buon tritatutto elettrico può rappresentare un valido alleato in cucina, perché è un elettrodomestico studiato appositamente per questo lavoro.

Velocità

Altro fattore che incide sulla qualità delle operazioni svolte, è la velocità di rotazione. Avere a disposizione più valori permette di poter meglio sfruttare gli accessori a disposizione e avere in generale una elevata praticità d’uso.

I modelli entry level hanno solitamente due velocità più una cosiddetta modalità Pulse (impulsi singoli). I robot da cucina di fascia alta arrivano anche ad offrire 10-15 velocità per adattarsi a qualsiasi alimento e operazione si abbia intenzione di effettuare.

Accessori

Aspetto senza dubbio fondamentale per una scelta corretta è la qualità degli accessori in dotazione. Un robot da cucina è un elettrodomestico multiuso e per garantire questa sua peculiarità deve avere un determinato numero di accessori, in particolare:

disco per affettare: è realizzato in plastica con una lama in acciaio inox, indispensabile per affettare verdura con diversi spessori.

disco per affettare a julienne: è esattamente come il precedente ma con una lama opportunamente sagomata per garantire il classico taglio a bastoncini sottili.

disco per grattugiare: del tutto simile ad un disco per affettare ma con lama studiata per grattugiare frutta, verdura e formaggi a pasta dura.

Lama per impastare: è l’accessorio da utilizzare per realizzare ogni tipo di impasto. Deve essere costruito in acciaio inox per garantire resistenza e massima igiene.

Lama per triturare: è l’accessorio di uso più frequente. È una lama a forma di S in acciaio inossidabile che permette di tritare qualsiasi tipo di alimento.

Frusta: viene impiegata ogni qual volta di deve emulsionare o montare albumi a neve. Anche in questo caso deve essere realizzata in acciaio inox.

Contenitori: normalmente sono presenti due contenitori. Un food processor da utilizzare nella preparazione di impasti, per tritare, grattugiare e affettare. L’altro contenitore è la caraffa di plastica o vetro che si impiega quando il robot da cucina si trasforma in un comodo frullatore.

Spremiagrumi: è un accessorio non sempre presente in tutti i modelli.

Centrifuga: nei robot da cucina top di gamma è sicuramente presente. È un accessorio indispensabile per la preparazione di centrifughe e succhi.

Dimensioni

Un robot da cucina è un elettrodomestico che spesso ha un notevole ingombro. Si possono trovare modelli con contenitori da 1 litro fino a oltre 4 litri.

Le dimensioni dipendono non tanto dal corpo del robot, ma più dagli accessori utilizzati. Se si acquista un prodotto con la funzione di frullatore avrà un elevato sviluppo in verticale, quindi è necessario valutare la massima altezza e verificare la compatibilità con la postazione di lavoro. La stessa considerazione va fatta per i modelli in grado di lavorare come una centrifuga.

Altro aspetto da prendere in considerazione è la dimensione del tubo per l’inserimento degli alimenti. Chi ha familiarità con l’uso di un estrattore di succo a freddo sa quanto importante sia questo particolare. Il coperchio del contenitore, utilizzato per affettare e grattugiare, presenta un cilindro dove inserire il cibo che poi andrà spinto con l’apposito accessorio.

Praticità d’uso

Ci sono alcuni aspetti che sono determinanti per garantire un’adeguata praticità d’uso. Per poter lavorare in assoluta sicurezza è necessaria la presenta di piedini antiscivolo per ridurre al minimo gli effetti delle vibrazioni. La soluzione più efficace è il piedino a ventosa che mantiene il robot molto stabile anche durante le operazioni più gravose.

La presenza di un vano raccogli cavo è molto utile per mantenere l’ordine sia che il robot venga riposto oppure lasciato a vista sul piano della cucina.

Ultimo aspetto è la facilità di montaggio e smontaggio degli accessori che influisce sulla comodità di utilizzo. Poter togliere con estrema semplicità un disco o una lama permette di risparmiare tempo, non solo durante le fasi di preparazione di una ricetta, ma anche per le successive operazioni di pulizia.

Robot da cucina o Planetaria?