in

Migliori roner

I migliori roner selezionati per rapporto qualità/prezzo, oltre a classifica, recensioni e come scegliere, trovi anche il confronto prezzi.

INDICE
1. Classifica e recensioni migliori roner
1.1 KitchenBoss G321
1.2 Inkbird ISV-100W
1.3 Anova Culinary Precision Cooker Pro AN600
1.4 Wancle M800
2. Come scegliere un roner
2.1 Cos’è e come funziona un roner
2.2 Aspetti che incidono sulla scelta di un roner
2.3 Potenza
2.4 Range di temperatura
2.5 Litri d’acqua gestibili
2.6 Funzioni
2.7 Sistema di fissaggio

Classifica e recensioni migliori roner

KitchenBoss G321

KitchenBoss G321 Pro

Pro

  • Design moderno
  • Regolazione precisa della temperatura
  • Pannello di controllo resistente a vapore e acqua

Contro

  • Prezzo alto
  • Tempi di riscaldamento lunghi

KitchenBoss G321 Pro è uno dei tanti roner disponibili sul mercato prodotti da aziende cinesi poco conosciute e si posiziona in una fascia media di prezzo. Dal punto di vista costruttivo presenta un design moderno in cui spicca il pannello di controllo dalla finitura elegante e con un inedito display LCD a colori. Quest’ultimo elemento dovrebbe aiutare mostrando le ricette memorizzate con parametri preimpostati, tuttavia non lo considero di grossa utilità e potrebbe anche confondere utenti inesperti.

La struttura è abbastanza ingombrante per trattarsi di un roner con potenza di 1100 watt e, in linea di massima, sembra offrire una certa solidità. Serpentina e relativa protezione sono, come consuetudine, realizzati in acciaio inossidabile per evitare formazione di ruggine e garantire una certa longevità.

I limiti costruttivi emersi nel corso della recensione riguardano, innanzitutto, la copertura della resistenza elettrica che, a differenza di altri modelli, non è fissata a dovere e tende a muoversi. In secondo lungo risulta non di grande qualità il materiale plastico della staffa e poco comoda la posizione troppo ravvicinata delle due rotelle per il fissaggio al bordo del recipiente e regolazione dell’altezza.

Passando alle prestazioni, questo modello è in grado di effettuare la cottura sotto vuoto con una capacità massima di 20 litri. Il sistema di riscaldamento e movimentazione dell’acqua l’ho trovato convincente, tuttavia la potenza non particolarmente alta allunga i tempi per raggiungere la temperatura impostata. Ad esempio un modello da 1600 / 1800 watt, partendo con acqua attorno ai 15 °C, impiega dai 10 a 12 minuti per arrivare a 70°C. In questo caso, a parità di condizioni, mi sono serviti quasi 19 minuti.

Tra gli aspetti positivi segnalo la precisione nella regolazione della temperatura, il mantenimento costante del valore fissato e la totale resistenza all’acqua anche del display grazie ad un grado di protezione IPX7.

Una caratteristica tecnica da non sottovalutare poiché impedisce al vapore di penetrare e danneggiare il pannello comandi, in caso di immersione in acqua non si verificano problemi e posso lavare l’apparecchio senza preoccupazioni.

Il mio giudizio di questo KitchenBoss G321 Pro è nel complesso positivo, anche se il roner non mi ha particolarmente impressionato. Alla fine riesco a cuocere sotto vuoto qualsiasi tipo di alimento con una certa precisione, ciò nonostante le debolezze costruttive rilevate e la presenza di un display LCD a colori poco utile mi hanno lasciato qualche dubbio.

Oltretutto il prezzo di listino non mi sembra tra i più vantaggiosi considerando che, con una minor spesa, posso reperire apparecchi di potenza superiore e dotati anche di connessione Wi-Fi e gestione tramite app.

Inkbird ISV-100W

Inkbird ISV-100W

Pro

  • Solidità costruttiva
  • Precisa regolazione della temperatura
  • Connessione Wi-Fi
  • Controllo stato di cottura anche da remoto
  • Facile utilizzo

Contro

  • Prezzo alto
  • L’app funziona solo con reti Wi-Fi a 2,4 Ghz

Inkbird ISV-100W è un roner adatto per pentole con capacità da 5 a 15 litri e dotato di tutte le funzioni essenziali per effettuare cotture sotto vuoto con buoni risultati. Dal punto di vista costruttivo offre una struttura piuttosto robusta e un pratico gancio che bene si adatta a qualsiasi contenitore.

L’utilizzo è alquanto semplice anche per chi non ha lacuna esperienza con questo tipo di apparecchi. Tramite il tasto set e il comodo display retroilluminato devo solo impostare la temperatura e la durata in base al cibo da cucinare.

Ho piacevolmente costatato una certa precisione nel portare l’acqua alla corretta temperatura, potendo modificare il valore con incrementi minimi di 0,1°C. Controllando con un termometro da cucina, gli scostamenti sono risultati poco significativi e al massimo compresi tra 0,5 e 1 grado centigrado. Si tratta di valori del tutto nella norma e che non incidono sulla cottura.

La potenza di 1000 watt non rappresenta un valore particolarmente alto, infatti molti modelli concorrenti sono equipaggiati con resistenza elettrica di potenza compresa tra 1200 e 1500 watt. Ciò significa mettere in conto tempi un po’ più lunghi per raggiungere la temperatura impostata, problema comunque aggirabile partendo con acqua già piuttosto calda.

Oltre alle funzioni per la gestione della cottura, questo modello dispone di tutti gli accorgimenti tecnici per garantire un utilizzo in totale sicurezza. Se inserisco una quantità d’acqua insufficiente il dispositivo non si avvia, mentre smette di funzionare qualora il livello all’interno della pentola scende sotto un determinato limite. Inoltre se posiziono il roner in un contenitore troppo grande o aggiungo un eccessivo volume d’acqua, anche in questi casi non si accende.

Un ulteriore valore aggiunto è la connessione Wi-Fi che però avviene solo con reti a 2,4 Ghz. Per esperienza personale ho spesso trovato l’utilizzo dell’app di scarsa utilità, ma in questo caso devo invece sottolineare come il software Inkbird Smart sia ben concepito, alquanto intuitivo e ricco di funzioni interessanti.

Oltre a una serie di ricette preimpostate, ho la possibilità di salvare i parametri di cottura di uso frequente e richiamarli direttamente dallo smartphone senza ogni volta effettuare i settaggi sul display del roner. Naturalmente posso avviare, arrestare, mettere in pausa o modificare il funzionamento stando lontano dalla cucina o quando sono fuori casa.

Nel complesso ho trovato Inkbird ISV-100W un roner affidabile con cui ottenere, già alla prima esperienza, alimenti cotti con precisione e senza alcuna difficoltà. Tuttavia alla luce delle caratteristiche tecniche, potenza di soli 1000 watt e le numerose offerte della concorrenza, considero il prezzo di listino abbastanza alto ed è facile trovare modelli più economici di pari prestazioni.

Anova Culinary Precision Cooker Pro AN600

Anova Culinary Precision Cooker Pro AN600

Pro

  • Struttura molto robusta
  • Riscalda fino a 100 litri d’acqua
  • Completamente impermeabile
  • Regolazione temperatura molto precisa
  • Wi-Fi e gestione tramite app

Contro

  • Prezzo alto

Anova Culinary Precision Cooker Pro AN600-EU00 è un roner che si può utilizzare senza alcun problema anche in ambito professionale quindi, a maggior ragione, soddisfa qualsiasi esigenza domestica.

Del resto basta dare uno sguardo alle caratteristiche tecniche per avere un’idea delle notevoli prestazioni offerte. Innanzitutto la potenza dell’elemento riscaldante è di ben 1800 watt, il che significa raggiungere la temperatura impostata in minor tempo. In secondo lungo è un dispositivo capace di trattare fino a 100 litri d’acqua, perciò lo posso impiegare con pentole o contenitori con coperchio di grandi dimensioni.

Il design è stato curato per unire un gradevole aspetto estetico con un’adeguata praticità, mentre le dimensioni risultano abbastanza compatte e il peso raggiunge circa 1,3 chilogrammi. La struttura appare molto robusta con serpentina elettrica e relativa copertura in acciaio inox per evitare la formazione di ruggine.

Il corpo è invece in alluminio con rivestimento al teflon al fine di garantire un’alta resistenza a graffi e urti accidentali. Altro aspetto positivo è il grado di protezione IPX7 ovvero l’apparecchio assicura totale impermeabilità con display a tenuta stagna, quindi può cadere in acqua o essere lavato sotto il rubinetto senza alcun rischio di danneggiamenti.

Passando al funzionamento, ho riscontrato la consueta facilità e immediatezza d’uso tipica di un dispositivo per la cottura sotto vuoto. Tramite i comandi integrati nell’ampio schermo touch capacitivo imposto la temperatura fino a 92°C e la durata.

Un apposito led di colore blu indica la presenza di alimentazione, mentre una suoneria mi avvisa quando il processo è terminato. Per il fissaggio al bordo di pentole e recipienti impiego un comodo morsetto regolabile che posso rimuovere. Ricordo che questo modello è dotato anche di connessione Wi-Fi (solo reti a 2,4 Ghz) per sfruttare le possibilità offerte dall’app Anova disponibile sia per dispositivi iOS che Android.

Ciò mi consente di avere a disposizione numerose ricette con parametri prestabiliti e gestire da remoto il funzionamento o semplicemente controllare dallo smartphone lo stato della cottura.

Anova Culinary Precision Cooker Pro AN600-EU00 è senza dubbio un roner dalle performance di prim’ordine, adatto per utilizzi intensivi e dotato di una sonda che assicura una regolazione della temperatura con accuratezza di +/- 0,05°C.

Considerando il prezzo molto alto, a mio avviso è un apparecchio adatto per chi prevede di cuocere sotto vuoto tutti i giorni impiegando anche recipienti di grande capienza e desidera massima affidabilità e cotture sempre precise.

Viceversa trovo piuttosto inutile spendere una cifra così importante quando in commercio si possono trovare roner dal costo nettamente inferiore e prestazioni comunque adeguate per impieghi domestici saltuari.

Wancle M800

Wancle M800

Pro

  • Dimensioni compatte
  • Materiali di buona qualità
  • Sensore temperatura piuttosto preciso
  • Completamente impermeabile

Contro

  • Adatto per cuocere con massimo 10 litri d’acqua

Wancle M800 è un roner con tutte le caratteristiche tecniche e costruttive necessarie per effettuare facilmente la cottura sotto vuoto a bassa temperatura, ottenendo immediati buoni risultati anche senza possedere una grande esperienza.

Presenta la classica forma cilindrica con dimensioni piuttosto compatte, una lunghezza di circa 34 cm e un peso di poco superiore al chilogrammo. Un apparecchio alquanto maneggevole che si applica al bordo di qualsiasi tipologia di pentola tramite il gancio a molla e dopo l’uso richiede un minimo spazio per il rimessaggio.

La serpentina ha una potenza di 1100 watt, ovvero un valore tipico dei roner sous vide per uso domestico e adatti per l’impiego in piccoli recipienti. In questo caso il massimo volume d’acqua riscaldabile è pari a circa 10 litri, mentre la pentola o il contenitore devono avere un’altezza minima di 12 cm.

Per quanto concerne la solidità strutturale, non ho notato alcun punto debole anzi mi sembra un apparecchio costruito con cura e destinato a durare nel tempo. Altro aspetto da evidenziare è il grado di protezione IPX7 che assicura totale impermeabilità. Di conseguenza il vapore prodotto durante la cottura non causa alcun problema, così come un’accidentale caduta in acqua immergendo anche il display.

Secondo la mia opinione Wancle M800 è un roner dal favorevole rapporto qualità prezzo che merita un’alta valutazione. A parte il limite di una capacità d’acqua di 10 litri che preclude l’utilizzo in pentole di grosse dimensioni, per il resto ha mostrato affidabilità e una precisa regolazione della temperatura.

Effettuando misurazioni comparative con apposito termometro, gli scostamenti risultano minimi e, comunque, non incidono sui risultati finali. A tutto questo devo aggiungere la notevole praticità e semplicità d’uso grazie al display con 4 tasti touch per la programmazione, il che lo rendono una scelta consigliata per chi desidera cimentarsi la prima volta con la cottura sous vide.

Come scegliere un roner

Cos’è e come funziona un roner

Prima di analizzare gli aspetti per la scelta di un roner è bene sapere esattamente di cosa si tratta. In pratica lo puoi considerare come un sofisticato strumento per regolare con precisione la temperatura di un liquido. Nello specifico ti permette di stabilire a quanto riscaldare l’acqua e mantenerla a temperatura costante, ottenendo così una cottura omogenea del cibo.

Il dispositivo risulta essenziale qualora desideri cimentarti con la cottura sottovuoto, che fino a qualche tempo fa era prerogativa della ristorazione professionale. Il roner ha una forma allungata e presenta un gancio per fissarlo alla parete di una pentola o un contenitore; dispone di un pannello digitale per impostare i parametri, mentre il riscaldamento del liquido avviene grazie ad una resistenza elettrica integrata.

Il roner non si limita ad alzare la temperatura dell’acqua ma è in grado di movimentare il liquido per consentire l’omogenea diffusione del calore. Il cibo dovrà essere inserito in un’apposita busta di plastica da cui estrarre l’aria tramite una macchina per il sottovuoto. Il risultato sarà una cottura controllata, lenta e molto delicata che manterrà inalterati gli aromi e preserverà al meglio i principi nutritivi.

Aspetti che incidono sulla scelta di un roner

Passiamo ad analizzare su quali elementi devi focalizzare l’attenzione per acquistare un roner che soddisfi le tue esigenze.

Potenza

Il primo dato tecnico rilevante è la potenza elettrica espressa in watt, indicata nella scheda del prodotto o direttamente sull’etichetta. Considerando che la cottura sottovuoto richiede tempistiche molto lunghe raggiungendo anche le 24 ore, non è fondamentale disporre di una notevole potenza.

Un modello da 800/1000 watt è più che sufficiente nella maggior parte dei casi e non incide sui costi in bolletta. Se hai la necessità di riscaldare notevoli quantità d’acqua utilizzando contenitori molto grandi, allora sarà opportuno valutare l’acquisto di un roner con potenza di almeno 1200 watt.

Range di temperatura

Per impostare con precisione la temperatura devi scegliere un modello che da una parte offra un adeguato range compreso tra un minimo di 20/25°C e un massimo di 90/99°C e dall’altra un grado di precisione di +/- 1°C. Il valore regolabile non supera mai i 100°C, essendo la bassa temperatura una tipica caratteristica della cottura sous vide.

Litri d’acqua gestibili

Due specifici dati tecnici indicano quanta acqua potrai riscaldare e il numero di litri che il sistema è in grado di smuovere. Valori da scegliere in base alle tue necessità, considerando che il volume riscaldabile varia da un minimo di 5 litri ad un massimo di 20 litri e quello che il roner riesce ad agitare da 6 a 15 litri.

Funzioni

Oltre alla regolazione della temperatura, un roner deve permetterti di impostare un timer arrivando anche fino a 99 ore (comunque non scegliere un modello con limite inferiore alle 8 ore). Solitamente disponi di segnali acustici di allarme e un sistema di sicurezza per avviare il dispositivo solo in presenza del corretto livello d’acqua. I modelli di ultima generazione implementano la connessione bluetooth e Wi-Fi per la gestione da remoto tramite app.

Sistema di fissaggio

Ultimo aspetto che devi valutare è il sistema di fissaggio. Il gancio generalmente si può applicare a tutti i tipi di pentole o contenitori senza problemi, ma talvolta potrebbe non essere adatto ad ogni situazione.

Articolo di Andrea Pilotti

Sono un appassionato di tecnologia. Dal 2005 ad oggi ho recensito più di 3500 elettrodomestici. La mia missione è trovare i prodotti con il miglior rapporto qualità prezzo. Nel mio sito trovi classifiche, recensioni, consigli e news di elettrodomestici ed elettronica di consumo per la casa.