Migliori seggioloni pappa

di

La nostra redazione ha selezionato i migliori seggioloni pappa sul mercato per materiali, funzionalità, sicurezza. Leggi la recensione per conoscere le nostre opinioni su caratteristiche, prezzi e offerte dei migliori seggioloni pappa in commercio.

Classifica e Recensioni dei migliori seggioloni pappa sul mercato

Tabella comparativa

Modello Dimensioni (cm) Cintura (punti) Posizioni
Bébé Confort KALEO 117 x 39 5 5
Inglesina Gusto 55 x 86,5 x 20.5 5 4
Cam Campione Giraffa 62 x 44 x 96 5 6
Peg Perego Tatamia Latte 59 x 94,5 x 35 3 9
Brevi B Fun 108 x 64 x 31 5 1
Pali Pappy Re 45 x 57 x 92 nd 1

Bébé Confort KALEO

Bébé Confort KALEO al costo di 180 euro può essere adoperato anche come sedia o sdraietta per i bambini più piccolini. È dotato di un comodo schienale imbottito e ha un design classico che ben si adatta a qualsiasi tipologia di arredamento. Per una maggiore sicurezza del bambino, dispone di uno sparti gambe rigido e di una cintura con chiusura a cinque punti.

Lo schienale si reclina assumendo cinque posizioni diverse e l’altezza può essere regolata in maniera semplice assecondando naturalmente la crescita del bambino.

Il poggia gambe segue l’inclinazione dello schienale divenendo così una confortevole sdraietta sopra la quale il bambino potrà rilassarsi e addormentarsi dopo aver pranzato.

Quando i bambini crescono possono adoperare il vassoio alla stregua di un tavolinetto per appoggiarci sopra i giochi oppure fogli e matite colorate per dar sfogo alla loro creatività.

È l’ideale per chi ha poco spazio a disposizione perché quando non viene utilizzato, può essere richiuso su se stesso arrivando ad occupare solo 117 centimetri di altezza per 39 di larghezza complessiva.

Inglesina Gusto

INGLESINA GUSTO al costo di 140,00 euro ha un peso di soli sette chili ed è realizzato con materiali completamente atossici. Basta un colpo di spugna per pulire in maniera adeguata la seduta e se al bambino si rovescia il latte sull’imbottitura non preoccupatevi. Infatti il materiale idrorepellente che la protegge, una volta asciutto con un panno, potrà di nuovo essere adoperato come se non fosse successo niente.

Il vassoio può essere lavato in lavastoviglie e la sua parte superiore è completamente removibile per consentire un’efficace pulizia quotidiana. L’altezza può essere regolata in quattro diverse posizioni e, per un maggiore comfort del bambino, la seduta si può reclinare a proprio piacimento.

Il seggiolone Gusto è disponibile in quattro diverse colorazioni e una volta ripiegato, occupa poco spazio e rimane in posizione eretta senza dover essere appoggiato a qualcosa.

Cam Campione Giraffa

CAM CAMPIONE GIRAFFA al costo di 120 euro è un prodotto di eccellente qualità, ideato e realizzato completamente in Italia. Basta una sola mano per aprilo e chiuderlo tramite la maniglia posizionata sul cestino di cui dispone. Mentre con una mano tenete in braccio il piccolo, con l’altra potete regolare l’altezza in sei differenti posizioni. La particolarità di questo coloratissimo modello sta anche nell’innovativo sistema di inclinazione brevettato.

Le cinture di sicurezza a cinque punti così come lo sparti gambe rigido centrale, assicurano comfort e sicurezza al piccolo. Il seggiolone non ha alcuno spigolo e le plastiche sono tutte arrotondate. È completamente sfoderabile e lavabile a mano.

Occupa poco posto da chiuso e si regge da solo in piedi anche da chiuso. Le ruote posteriori sono dotate di freno che può essere azionato con il tocco del piede.

Peg Perego Tatamia Latte

PEG PEREGO TATAMIA LATTE al costo di  320 euro è un modello particolarmente costoso ma dispone di varie funzioni particolarmente utili che accompagnano il bambino durante i suoi primi anni di vita. Ha una forma ergonomica ed è leggero nonché super compatto. Può essere utilizzato come sdraietta, dondolo per cullare il neonato ma anche come seggiolone multifunzionale.

Grazie ai comandi stop & go manuali, si possono sbloccare o bloccare le ruote a proprio piacimento. Appena i comandi vengono rilasciati, il seggiolone si blocca in posizione senza correre il rischio di dimenticarsi l’inserimento del freno.

La seduta può esser regolata facilmente in nove diverse posizioni ed è adatto ai bambini dagli zero mesi fino ai 36. La seduta è anatomica è rivestita in ecopelle e può essere pulita con un panno inumidito con sola acqua.

Pesa 14 chili e viene fornito assieme a diversi accessori quali il kit Tatamia composto da un rivestimento soffice dedicato al neonato e la barra di giochi divertenti e suoni interessanti per il bebè.

Brevi B Fun

BREVI B FUN al costo di 250 euro è un seggiolone multifunzione che può essere adoperato come sdraietta durante i primi mesi di vita del bambino ma anche come comoda sedia per la pappa che consentirà di mangiare al fianco di mamma e papà quotidianamente. Basta rimuovere completamente il vassoio e avvicinare il seggiolone al tavolo per trasformare questo prodotto in una vera e propria sedia da grandi. La cintura a cinque punti garantisce il massimo della sicurezza possibile.

La seduta abbassata al massimo, diviene una seggiolina che il bambino più grande potrà utilizzare durante le sue attività quotidiane di svago. Le varie modalità di utilizzo di questo oggetto consentono di avere sempre a portata di mano un prodotto che si adatta al bambino che cresce rapidamente.

Pali Pappy Re

PALI PAPPY RE al costo di 175,00 euro è in legno caratterizzato da uno stile raffinato e impeccabile sotto ogni punto di vista. È dotato di un davanzalino di protezione che garantisce la massima sicurezza del bambino mentre mangia o si dedica alle sue attività ricreative comodamente seduto.

Dispone di una cinghia regolabile che spartisce le gambe e un poggiapiedi regolabile su diverse altezze. Lo schienale rigido ha una piega che stimola il bambino ad assumere una postura corretta per una migliore salute della colonna vertebrale. Il piano della seduta può essere regolato a diverse altezze in maniera semplice e intuitiva. Il suo design è destinato a non passare mai di moda perché abbina il gusto moderno a quello più classico.

Come scegliere un seggiolone pappa di qualità

Il seggiolone per la pappa è uno di quegli oggetti che non possono mancare in una casa dove ci sono bambini al di sotto dei tre anni di vita. Attualmente il mercato propone numerosi modelli atti a soddisfare esigenze diverse. Il modello ideale è comodo e deve consentire al bambino di permanere in posizione eretta mentre mangia.

E’ consigliabile sceglierne uno che possa adattarsi alla rapida crescita del piccolo e che sia completamente sfoderabile nonché lavabile per eseguire una buona igienizzazione. Ecco a voi quelli che a mio avviso sono i migliori seggioloni.

Quando si può mettere il nostro bimbo sul seggiolone? Sicuramente, quando impara a stare seduto da solo, intorno ai 6 mesi. Ma in realtà, molte mamme non vedono l’ora che il bimbo diventi “grande” per sederlo sul seggiolone, e quindi può capitare di vederlo sullo stesso, magari intorno ai 4 mesi, in coincidenza dello svezzamento. E’ proprio così che ho fatto col mio bimbo. Il seggiolone, l’avevamo ricevuto in regalo, e così un giorno ho provato a vedere come stava seduto il mio bimbo.

Da subito, mi sono accorta che a lui piaceva, anche perchè si trattava di una novità, ma poi era comodo anche per me per dargli gli omogeneizzati di frutta ( a inizio svezzamento e la colazione nel biberon al mattino). Le prime volte, anzi, i primi mesi di utilizzo gli mettevo un cuscino per rialzare il bimbo, altrimenti non arrivava all’altezza del vassoio! Il seggiolone quindi è molto utile per far mangiare il bimbo almeno fino ai 36 mesi di età, quando può sedersi tranquillamente sulla sedia.

Nel frattempo, il seggiolone è l’unica soluzione, che permette ai genitori di mangiare un pò più tranquilli e sicuri. Ovviamente, inutile dirlo, anche se il seggiolone è dotato di cinture a 5 punti ( compreso lo spartigambe), è vietato lasciare il bambino incustodito. Potrebbe tentare di alzarsi in piedi per giocare rischiando di cadere. E’ opportuno quindi tenere il seggiolone accanto a voi, anche quando il bimbo ha finito di mangiare, e finalmente sarà giunto il vostro turno per cenare.

Durante questi momenti, il bimbo può essere intrattenuto con alcuni giochi facenti parte del seggiolone ( ma lo vedremo più avanti), o con altri suoi giochini, oppure facendogli assaggiare la vostra cena, scartando ovviamente gli alimenti che non può mangiare. Anzi, magari sarà lui stesso a chiedervi la vostra “pappa”, quindi sappiatevi regolare e cucinate piatti che può assaggiare. Diciamo comunque che dopo l’anno di età, può praticamente mangiare come noi adulti, o quasi !!

Tipologie

Sembrano tutti uguali, ma in realtà non lo sono. Anche questo genere di articoli, dispone di varie tipologie e caratteristiche. I seggioloni sono indubbiamente importanti, come abbiamo visto nel paragrafo precedente, per conoscere le delizie delle prime pappe, quindi dall’inizio dello svezzamento fino ai 36 mesi di età, e in ogni caso fino ai 15 kg di peso del bimbo. Si posiziona solitamente in cucina accanto alle sedie del tavolo. Insomma, si tratta proprio come una sedia particolare dei più piccoli. Le caratteristiche principali dei seggioloni sono confort e sicurezza.

Due elementi che viaggiano “insieme” per rendere sicura la vita di tutti i giorni del bimbo. I seggioloni, oltre che per la pappa, possono essere utilizzati, ( sempre in cucina ma lontano dai fornelli!), come comode poltroncine per ammirare la mamma mentre prepara la pappa. Molto seggioloni, anzi direi quasi tutti, presentano diverse opzioni di reclinazione, che permettono al piccolo di farsi un pisolino, anche se per la nanna, e sicuramente meglio la sdraietta ( a questo proposito vi rimando alla guida sulla sdraietta, che trovate sempre nella sezione “Bambini”). Ma vediamo le altre caratteristiche del seggiolone.

Innanzitutto, le materie utilizzate per la struttura, che a seconda della marca cambia, ma in generale possono essere costruiti di metallo e plastica, oppure di solo plastica. Alcuni tipi di seggioloni, hanno la possibilità di regolare l’altezza della seduta in 6 o 7 livelli. Lo schienale reclinabile è un’altra delle comodità che presentano i seggioloni, e possono variare dalle 3 alle 4 posizioni. Per quanto riguarda il vassoio, può presentarsi regolabile in 4 posizioni ( da spostare più o meno vicino al bimbo). Inoltre, alcuni tipi di seggioloni hanno il vassoio completo di giochi per intrattenere il bimbo e un coperchio da metterci sopra la pappa del bimbo, e pulirlo una volta terminato per lasciare il seggiolone ordinato.

Il vassoio inoltre, ha un sicuro e forte spartigambe che impedisce al bimbo di “volare” in basso. Il seggiolone è dotato anche di un pratico poggiapiedi ( per i bimbi più grandicelli), e di ruote con tanto di freno per spostarlo con facilità. Ma quest’ultima funzione, non ce l’hanno tutti i modelli. Il rivestimento del sedile è di materiale plastico imbottito e per questo, facilmente sfoderabile e lavabile. Ovviamente, tutti i tipi di seggioloni (indipendentemente dalla marca), si aprono e si chiudono in modo semplice, diventando dei veri salvaspazio. Alcuni modelli sono dotati anche di un cesto porta-oggetti, per riempirlo di giochi da avere sempre a portata di mano.

Il seggiolino da tavola

Il seggiolone, seppur compatto, una volta chiuso, è praticamente impossibile portarselo fuori casa, per una cena, magari al ristorante. Ma è scomodo anche da trasportare sempre dai nonni. Se siete stati invitati ad una cena e non volete lasciare il vostro bimbo dai nonni, non dovete rinunicare nè alla cena, nè alla comodità. Anche a casa dai nonni, per non acquistare due seggioloni, potete ricorrere ad alternative molto pratiche. Queste sono costituite dai seggiolini da tavolo, ovvero dei piccoli seggioloni, o ancora dai rialzi (ma dei rialzi vi rimando al paragrafo successivo).

I seggiolini da tavolo sono sicuri e molti modelli garantiscono agganci universali con fermo scorrevole, gomma antiscivolo, e permette di restare agganciato al tavolo in modo davvero sicuro. Il perno comunque è molto sicuro, è regolabile per permettere di fissare saldamente il seggiolino al tavolo con diversi spessori, sempre con la massima sicurezza per il bimbo. Ma, se come è giusto che sia, come ogni mamma in apprensione, siete anche voi preoccupate e avete paura che l’aggancio ceda, potete sistemare sotto al seggiolino da tavolo, una sedia, con la funzione di proteggere, in caso di cedimenti. La seduta del seggiolino inoltre è imbottita e dotata ovviamente di cinture di sicurezza.

La struttura è pieghevole in modo da rendere pratico il trasporto, e alcune tipologie, hanno in dotazione anche una borsa in rete per riporlo. Il rivestimento in tessuto ( e non in plastica come nel caso dei seggioloni), è sfoderabile e lavabile. Consigliato sempre un lavaggio a parte, in lavatrice con programma delicato oppure un lavaggio a mano, utilizzando in ogni caso, un detersivo neutro ipoallergenico. Insomma, davvero comodo per noi mamme, sia per il trasporto e il suo utilizzo, sia per il bambino stesso, che seduto nel seggiolino da tavolo,. si sentirà un “grande”.

Rialzi

Un’altra pratica alternativa al seggiolino da tavolo, come dicevamo prima, sono i cosidetti “rialzi”, utili anche questi, se decidete di mangiare fuori casa. Si tratta di rialzi da agganciare alla sedia, in modo che diventi più alta, e quindi il bimbo ha la possibilità di stare ad un’altezza consona al tavolo, per poter mangiare bene. Gli ultimi modelli, sono in grado di adattarsi a tutti i tipi di sedia e potete utilizzarli, anche nel caso di bimbi piccoli.

Sono infatti considerati sicuri, in quanto, hanno delle cinghie per fissare il rialzo della sedia e dei piedini antiscivolo. Come detto, i rialzi sono adatti anche per i bimbi piccoli, in quanto, come capita nei seggioloni veri e propri, si può regolare la seduta, in questo caso fino ai 18 cm, tramite un meccanismo di regolazione posto ai lati del cavalletto di sostegno. Il tutto nella massima semplicità e comodità. Tutti i modelli di rialzo, hanno la seduta e lo schienale anatomici e sono utilizzabili, quando il bimbo ha compiuto il 6° mese di vita, o in ogni caso, quando impara a stare seduto da solo. I rialzi hanno inoltre le cinture di sicurezza a 3 punti, vale a dire cinture che legano le gambine allo spartigambe.

I piedini dei rialzi, sono ovviamente antiscivolo, e come per i seggioloni, il vassoio si può tirare via. In questo caso, avremo un doppio utilizzo; i bimbi più grandi, che magari mangiano già da soli, potranno utilizzare il rialzo, senza il vassoio. Se invece, il bimbo è ancora piccolo si può agganciare il vassoio in modo da far mangiare tranquillo il bimbo nel suo “tavolino” così da poter pasticciare tutto senza mettere in disordine la nostra tavola. Anche il rialzo, per essere facilmente trasportabile, si chiude. La chiusura dello stesso è compatta, proprio per garantirne la praticità e la comodità, durante il trasporto da un posto all’altro, in auto.

Dove acquistare

Una volta, capito quale tipo di seggiolone scegliere, il modello, e magari anche la marca, non vi resta che acquistarlo. Si, ma dove? Vi consiglio prima di comprarlo, di farvi una panoramica nei negozi ma anche nel web, per poi decidere dove vi conviene di più. Sicuramente, per negozi, intendo quelli specifici per la prima infanzia, dove trovate davvero di tutto, dal fasciatoio ai giocattoli. Nei grandi negozi di questo genere, solitamente tutti i modelli di seggiolone, o quasi, vengono messi in esposizione, magari non tutti in vetrina (dove ne basta comunque uno), ma tutti nello spazio riservato all’esposizione, come può essere parte del magazzino.

Qui avrete a disposizione, molti modelli e diverse marche, oltre ai mille colori per tipologia. Meno scelta, ma comunque a prezzi più abbordabili, sicuramente sono quelli in vendita nei centri commerciali. Nello spazio apposito, troverete pochi modelli di seggioloni, ma alla stessa maniera validi. Una volta, appurato l’esistenza del marchio CE (Comunità Europea), ci possiamo soffermare su quello che ci piace di più, dando sempre un occhio di riguardo al rapporto qualità-prezzo. Ampia scelta sul web. Negozi di prima infanzia dedicano grande spazio a questo articolo, con tanto di foto e descrizione. Possibilità di scegliere il colore del seggiolone e visualizzare oltre alla disponibilità anche il totale delle spese, compresa la spedizione. Nel giro di pochi giorni ( a seconda della serietà del corriere abbinato alla vostra provincia ), riceverte il seggiolone nella sua confezione integra. Annunci di vendita sono presenti anche nei vari mercatini dell’usato virtuali oppure sui siti di aste on line.

Qui, ovviamente, le offerte di vendita, riguardano il più delle volte seggioloni di seconda mano. Trattandosi di una “sedia” che va direttamente a contatto col bimbo, con cibo e giochi vari, io personalmente, ne sconsiglio l’acquisto. Ricordate, che il seggiolone potete sempre riceverlo in regalo, da parenti e amici, se non alla nascita, in occasione del santo battesimo. Il prezzo di un seggiolone varia dai 50 euro fino ad arrivare agli oltre 170 euro. U pò la marca, e un pò per i modelli più accessoriati o con più funzioni, il prezzo di questa “grande sedia” può davvero arrivare ad essere una spesa da inserire negli extra.

Domande frequenti

I seggioloni hanno fatto tanta strada rispetto all’offerta che c’era fino a ieri. I seggioloni per bambini di oggi hanno una varietà di caratteristiche come ruote, sgancio del vassoio ad una mano, regolazione dell’altezza e sedile reclinabile. Prima di comprare un seggiolone per il tuo bambino, prendi in considerazione le seguenti informazioni.

  • Quando dovrei comprare un seggiolone?
    I bambini non hanno realmente bisogno di seggioloni durante i pasti finchè non iniziano a mangiare cibi solidi, di solito dopo 6 mesi d’età. Alcuni genitori preferiscono comprare un seggiolone da subito però, perchè possono essere utili anche come posto d’appoggio del bambino anche prima che il piccolino inizi a lanciare carote. Anche i genitori che ritardano l’introduzione di cibi solidi a causa del prolungato tempo di allattamento possono trovare utile il seggiolone, che consente al bambino piccolo di unirsi alla famiglia a tavola e guardare tutta l’azione.
  • Il seggiolone è sicuro?
    Il numero di campane e fischietti sul seggiolone del tuo bambino è una scelta personale, comunque, dovresti cercare di sceglierne uno che sia sicuro. La cosa migliore quando si sceglie un seggiolone sicuro è cercare un modello che abbia sopra un certificato della JPMA (Juvenile Products Manufacturers Association, associazione di fabbricanti di prodotti per bambini). Gli standard di sicurezza della JPMA sono seguiti dalle più importanti ditte costruttrici.
  • Cerca la stabilità
    Una base larga e un basso centro di gravità sono caratteristiche molto importanti per la sicurezza del seggiolone. Dai ad ogni seggiolone preso in esame una bella scrollata e immagina come potrebbe resistere ad un bambino che si agita. E’ facile farlo ribaltare? Considera anche che una bella base larga è molto più facile da raggiungere quando vengono lanciati cereali e altri cibi preferiti.
  • Controlla le ruote e il meccanismo di bloccaggio
    Un seggiolone con le ruote è un’ottima scelta se devi spostare il tuo bambino da un posto ad un altro per dargli da mangiare, ma questo tipo di seggiolone deve avere forti blocchi sulle ruote per evitare incidenti e per evitare a te di rincorrerlo per la stanza durante il pranzo. Se stai cercando seggioloni pieghevoli, assicurati che il meccanismo di piegatura si chiuda bene e che si possa azionare facilmente. Controlla se il seggiolone può essere chiuso accidentalmente mentre è in uso.
  • Regolazione altezza e reclinatura
    Un seggiolone con regolazione dell’altezza è una buona scelta se hai in mente di usarlo per molto tempo. Puoi regolare l’altezza in modo che sia facile dare al tuo bambino le prime pappe e togliere il vassoio, e poi regolare il seggiolone per aumentare l’altezza del sedile per quando il bambino sarà un po’ più grande. I seggioloni reclinabili sono i migliori se lo usi per tenere un neonato. La possibilità di reclinare è buona anche per i più grandicelli che spesso si addormentano sul piatto dopo un’intensa giornata di giochi.
  • Allacciare!
    Controlla le cinture del seggiolone per assicurarti che le cinghie siano forti, resistenti e lavabili. Dovrebbe esserci una cinghia per il cavallo, assieme alle cinture, che passa oltre i fianchi del bambino, anche se una briglia a cinque punti con cinghie per le spalle è la più sicura. Un’altra scelta sicura è un sedile con un fermo di plastica modellabile che si incastri tra le gambe del bambino per evitare che scivoli sotto il vassoio. Stai lontano dai modelli che hanno solo un laccio che va attorno alla vita del bambino – è molto facile per i bambini scivolare dal seggiolone e farsi male.
  • Cuscini comodi
    I seggioloni si sporcano molto, quindi scegli un modello che si possa lavare bene. I cuscini di vinile sono facili da pulire, ma a volte hanno angoli appuntiti. Fai scorrere le dita sui bordi per assicurarti che non graffino il tuo bambino. I cuscini di stoffa dovrebbero essere fatti di un tessuto spesso e resistente. Assicurati di sceglierne di estraibili e lavabili in lavatrice. Dovresti poter rimuovere i cuscini facilmente per lavarli e rimetterli al proprio posto senza problemi.
  • Un vassoio che vada bene
    A parte essere facili da lavare, la caratteristica più importante in un vassoio per seggioloni è la facilità d’uso. Prova a gestirlo con una mano sola. Scivola via facilmente? Il tuo bambino sarebbe in grado di rimuovere il vassoio da solo/a? Ci sono delle cerniere, buchi o parti appuntite che possano fare male al bambino? Cerca un vassoio con un bordo alto per tenere più cibo sul vassoio e meno sul pavimento. I vassoi con contenitore lavabile anche in lavastoviglie sono utili quando il tuo bambino li cosparge totalmente col sugo degli spaghetti

Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un servizio gratuito che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo. Leggi le opinioni di chi ha provato il servizio.

I dati inseriti saranno gestiti nel pieno rispetto del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e non ceduti a terzi.

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.