Migliori slow cooker

Le migliori slow cooker selezionate per capacità, praticità di utilizzo, facilità di pulizia, programmi automatici, consumi elettrici, rapporto qualità prezzo e marca

Classifica migliori slow cooker

Crock-Pot Sauté Duraceramic

Crock-Pot Sauté Duraceramic

Crock-Pot Sauté Duraceramic è una slow cooker che si caratterizza per la qualità dei materiali con cui è realizzata e per la sua versatilità.

Pur essendo una pentola elettrica, infatti, questo elettrodomestico può essere utilizzato su qualunque piano cottura: a gas, elettrico e ad induzione. La pentola interna può essere messa in forno, in congelatore e sui fornelli senza alcun pericolo.

La possibilità di utilizzare il cestello anche sul piano cottura è uno dei suoi punti di forza, poiché consente di preparare soffritti ad alte temperature e rosolare alimenti come spezzatino o altri tagli di carne (funzione sauté), prima della lenta cottura a basse temperature.

Ha una capacità di 5 litri e consente di cucinare per 5 persone contemporaneamente. Oltre alle 2 impostazioni di temperatura (high e low), dal pratico display è possibile selezionare la funzione di mantenimento in caldo che partirà automaticamente al termine della cottura.

È presente anche il timer che ha un’autonomia di 20 ore. In questo modo, si può programmare la cottura dei cibi e trovarli pronti al rientro.

Fra i punti di forza di questo elettrodomestico segnaliamo anche la potenza assorbita, di 230 Watt per la funzione high e 180 Watt per quella low e la versatilità. Oltre ad essere utilizzata su qualunque piano di cottura, questa slow cooker può essere portata in tavola per servire agli ospiti i cibi ancora ben caldi.

Crock-Pot Sauté Duraceramic si caratterizza anche per  una certa robustezza e la facilità di pulizia. Il rivestimento della pentola interna in ceramica infatti, oltre a diffondere uniformemente il calore, è adatto al lavaggio in lavastoviglie senza controindicazioni.

Instant-Pot-IP-DUO60

Instant-Pot-IP-DUO60

Instant Pot IP-DUO60 è una slow cooker versatile che si distingue per i suoi elevati standard di sicurezza, per la qualità dei materiali e per i 14 programmi automatici che consentono di realizzare numerose preparazioni in modo pratico e sicuro.

Con questa pentola 7 in 1, oltre alla cottura lenta caratteristica della slowcooker, è possibile cuocere a pressione, cucinare il riso, cuocere al vapore, preparare yogurt, rosolare i cibi prima della cottura con la modalità sauté e tenere in caldo i cibi.

Questo elettrodomestico ha una capacità di 6 litri, per cucinare contemporaneamente per 7 persone. Per le sue numerose modalità di cottura assorbe una potenza maggiore rispetto ad una tradizionale slowcooker, di circa 1000 Watt.

Grazie al timer è possibile impostare il tempo di cottura per fino a 20 ore. In questo modo è possibile programmare la pentola per preparare ad esempio la colazione o la cena.

L’ampio display in posizione frontale consente di impostare le modalità, di selezionare fra programmi preimpostati (per cuocere fagioli o preparare yogurt ad esempio) e di scegliere fra 3 livelli di temperatura disponibili.

Al termine del programma, la funzione di mantenimento in caldo degli alimenti appena preparati si attiva automaticamente, per una durata massima di 10 ore. Grazie al pulsante delay è possibile programmare la partenza ritardata fino a 24 ore prima.

Il punto di forza di questo prodotto è senza dubbio il microprocessore incorporato che controlla e regola costantemente la temperatura e la pressione all’interno della pentola durante la cottura, garantendo sicurezza e buoni risultati con qualunque preparazione.

A mio avviso, l’unico neo di questa pentola è l’utilizzo non proprio intuitivo, soprattutto per chi è alle prime esperienze con elettrodomestici di questo tipo, e il ricettario in dotazione non aiuta particolarmente in questo senso. Si tratta infatti di un prodotto statunitense, ideato per preparare le ricette tipiche della cucina americana, come porridge, fagioli con chili e riso.

L’elevata qualità della pentola consente tuttavia di preparare qualunque ricetta: basta cercare on line su siti specifici le modalità di cottura più adatte ad ogni ingrediente ed impostarle sulla slowcooker.

Instant Pot IP-DUO60 viene venduta con numerosi accessori: spatola, mestolo, misurino e griglia per la cottura al vapore. Sia la pentola esterna che quella interna sono realizzate in acciaio inox ed il cestello interno può essere lavato anche in lavastoviglie. Per soddisfare le esigenze di famiglie più o meno numerose, è disponibile anche con capacità da 3 litri e da 8 litri.

Electrolux ESC7400

Electrolux ESC7400

Electrolux ESC7400 è una slow cooker robusta, dal design piacevole e con una capacità di 6,8 litri per preparare sino ad 8 porzioni in un ciclo di cottura.

Si tratta di un elettrodomestico facile da utilizzare, con interessanti funzioni di cottura, che si caratterizza per la qualità dei suoi materiali e per la sua versatilità.

Realizzata esternamente in acciaio inox, ha la casseruola interna in ceramica, con manici termoisolanti per non scottarsi durante l’uso. Grazie al coperchio in vetro trasparente, è possibile controllare la cottura degli alimenti senza disperdere calore.

Il vantaggio della casseruola in ceramica, oltre ad una diffusione efficace ed omogenea del calore, è senza dubbio la possibilità di utilizzare la pirofila separatamente in forno e di lavarla comodamente sia a mano che in lavastoviglie.

Questa slow cooker prevede tre intensità di temperatura già preimpostate, la cui durata può però essere modificata manualmente con intervalli di 30 minuti.

Oltre alla funzione di mantenimento in caldo fino a 4 ore, troviamo molto interessante la funzione buffet. Quest’ultima si differenzia dal mantenimento in caldo perché utilizza una temperatura più alta, per servire gli alimenti in tavola ancora caldi come se fossero appena stati cotti.

Indubbiamente è una funzione molto utile quando si organizzano cene numerose, in famiglia o tra amici. Grazie alla funzione soup, è possibile preparare anche gustose zuppe.

Electrolux ESC7400 è facile da utilizzare, grazie al display, ai tasti con le cotture preimpostate ed ai manici e alla base di appoggio in materiale termoisolante per non correre il rischio di scottarsi. Assorbe una potenza massima di 250 Watt.

Russell Hobbs 22740 56

Russell Hobbs 22740 56

Russell Hobbs 22740 56 è una slow cooker dalla struttura compatta con una capacità di 3,5 litri, per preparare sino a 4 porzioni in un unico ciclo di cottura.

Uno dei punti di forza di questa pentola elettrica è il suo basso consumo di energia: assorbe infatti una potenza massima di 160 Watt.

La struttura esterna è realizzata in acciaio inossidabile, la pentola interna in materiale antiaderente ed il coperchio in vetro, per controllare comodamente la cottura degli alimenti.
Sia le maniglie della struttura esterna che del cestello interno sono realizzate in materiale termoisolante, per evitare scottature durante l’uso.

Le modalità di cottura sono 3 e si impostano manualmente con la manopola in posizione frontale. Uno svantaggio della pentola elettrica è che, non essendo dotata di timer, è necessario calcolare i tempi e spegnerla manualmente al termine della cottura.

Oltre alla funzione di mantenimento in caldo, troviamo molto interessante la funzione di cottura sauté. La pentola interna infatti, per rosolare gli alimenti prima della lenta cottura, può essere messa sui fornelli a fuoco più alto. Adatta sia a fornelli elettrici che a gas, non può essere utilizzata sui piani cottura ad induzione.

Un altro elemento a mio avviso molto interessante di questa pentola è la possibilità di cucinare il riso, anche quello giapponese impiegato nella preparazione del sushi.

Russell Hobbs 22740 56 ha un buon rapporto qualità prezzo, è facile da utilizzare ed anche da pulire, poiché sia la pentola interna che il coperchio sono lavabili comodamente in lavastoviglie.

Klarstein Bristol 35

Klarstein Bristol 35

Klarstein Bristol 35 è una slow cooker che si caratterizza per il design accattivante dai colori intensi e per la qualità dei materiali con cui è realizzata.

La struttura esterna è in acciaio inossidabile, mentre la pentola interna è in ceramica, per diffondere uniformemente il calore e cuocere in modo omogeneo. Come altre slowcooker, ha il coperchio in vetro che permette di controllare la cottura senza dover aprire la pentola e disperdere calore.

Si tratta di un modello base, con 2 livelli di temperatura e la funzione di mantenimento in caldo, da impostare con la manopola posta frontalmente sulla pentola.

Con la sua capacità di 3,5 litri, consente di cucinare per 4 persone alla volta, ma è disponibile anche più grande, con capacità di 6,5 litri.

La slow cooker assorbe una potenza massima di 200 Watt ed è facile da pulire grazie ai rivestimenti antiaderenti della struttura esterna e della pentola interna in ceramica.

Klarstein Bristol 35 ha il suo punto di forza nel buon rapporto qualità prezzo. Le uniche criticità a mio avviso sono l’assenza di un ricettario e di un timer per impostare la durata della cottura, per cui la pentola va spenta manualmente e non può essere lasciata incustodita per lungo tempo durante il funzionamento.

Come scegliere una slow cooker

Molto apprezzata già da tempo negli Stati Uniti, si sta diffondendo anche in Italia la slow cooker, una pentola elettrica per cucinare in maniera lenta e genuina gli alimenti, esaltandone così i sapori.

Grazie alla cottura lenta infatti i sapori e le proprietà organolettiche dei cibi rimangono inalterate, garantendo un gusto più deciso ed una cucina più salutare. In particolare, la cottura a bassa temperatura conserva meglio le vitamine ed i minerali degli alimenti e li mantiene più idratati e morbidi. La pentola slow cooker è anche pratica e sicura, poiché è facile utilizzarla e non si corre il rischio di bruciare gli alimenti o la pentola stessa.

Per scegliere la slow cooker che soddisfi al meglio le vostre esigenze, vi consigliamo di tenere in considerazione le sue principali caratteristiche, come la struttura, la capacità, le modalità di cottura e le funzioni disponibili.

Struttura

La slow cooker è una pentola che funziona ad alimentazione elettrica. Si costituisce di un corpo esterno, generalmente realizzato in acciaio inossidabile, di un recipiente interno, in materiale antiaderente, come ad esempio la ceramica, di un coperchio e di una resistenza elettrica interna. Questa componente serve a produrre il calore per cucinare lentamente i cibi. Poiché durante l’uso la pentola tenderà a riscaldarsi, bisogna fare attenzione a non toccare la struttura esterna per evitare ustioni. Al pari di una tradizionale pentola da usare sul fornello, i manici in dotazione permettono di maneggiarla evitando di scottarsi le mani.

Capacità

Un aspetto molto importante nella scelta della slow cooker è indubbiamente la capacità. I modelli disponibili sul mercato soddisfano le esigenze di single come quelle di nuclei familiari più numerosi. Generalmente la capacità della slow cooker è espressa in litri.

Una slow cooker piccola, per 2 persone, ha una capacità di circa 2,5 litri, con un peso che si aggira intorno ai 3 chilogrammi. Una slow cooker media ha solitamente una capacità di 3,5 litri ed un peso di 4 chilogrammi circa. Le slow cooker grandi, con 7 litri di capacità, consentono di cucinare per 8 persone e possono raggiungere i 6 chilogrammi di peso.

Modalità di cottura

La slow cooker cuoce gli alimenti a bassa temperatura, fra i 60 °C ed i 90 °C; non è adatta a preparare pranzi e cene dell’ultimo minuto, ma consente di programmare la cottura degli alimenti con largo anticipo e di ritrovare la cena pronta al rientro dal lavoro.

A differenza delle pentole tradizionali, infatti, con la slow cooker non si corre il rischio di bruciare gli alimenti, nè di rovinare la pentola, anche se la si lascia incustodita durante il funzionamento.

A seconda del tipo di alimento e di preparazione, potrete scegliere fra tre diversi valori di temperatura: 75 °C per una cottura molto lenta, 85 °C per una cottura medio lenta e 95 °C per una cottura dolce.

Oltre alle semplici regolazioni di temperatura, alcuni modelli di slow cooker permettono anche  diverse tipologie di cottura. La cottura al vapore, la cottura sautè, per rosolare e dorare gli alimenti prima di cuocerli a fuoco lento e la cottura specifica per sterilizzare barattoli di conserve ed ottenere il sottovuoto.

Tempi di cottura

Come già anticipato, con la slow cooker i tempi di cottura si dilatano molto rispetto a quelli di una pentola tradizionale. I tempi variano ovviamente anche in base alla quantità di cibo che dovrete cuocere.

Per darvi dei valori indicativi, possiamo dire che per cuocere meno di 2 chilogrammi di carne possono essere necessarie fino a 6 ore con una cottura molto lenta, oppure 4 ore scegliendo la modalità di cottura dolce (intorno ai 95 °C di temperatura).

Funzioni

Le funzioni disponibili in una slow cooker possono variare anche di molto, a seconda dei modelli. In generale possiamo dire che tutte le slow cooker consentono di impostare la regolazione della temperatura. Se in un modello base sono disponibili due livelli di intensità, nei modelli più avanzati è possibile scegliere fra 4 o più livelli preimpostati.

Grazie al timer, sarà possibile programmare in anticipo la cottura delle vostre preparazioni e trovarle già pronte al rientro. A seconda dei modelli in commercio, il timer può essere programmato fino a 24 ore.

Dopo la cottura, è possibile mantenere in caldo i cibi grazie alla funzione keep warm. Nei modelli più elaborati, è disponibile anche la modalità buffet, che si differenzia da quella di mantenimento in caldo poiché mantiene i cibi ad una temperatura leggermente più alta. Si tratta di una funzione particolarmente utile quando dovete cucinare per molte persone e volete portare in tavola i cibi ancora fumanti, come appena cotti.

Alcuni modelli di slow cooker permettono di selezionare le diverse funzioni disponibili tramite display, altri con pulsanti ed altri ancora con delle manopole.

In ogni caso, l’utilizzo di una slow cooker è davvero alla portata di tutti e utilizzando il manuale di istruzioni non avrete alcuna difficoltà nell’impostare la cottura più indicata per le diverse preparazioni.

Consumi

Trattandosi di una pentola elettrica e considerando che impiega molte ore per cucinare, è importante tenere in considerazione anche i consumi elettrici. Tuttavia per raggiungere e mantenere una temperatura di 95 °C, non viene consumata una grande quantità di energia elettrica. Generalmente la potenza assorbita da elettrodomestici di questo tipo è di circa 250 Watt, ma non mancano modelli più potenti che arrivano ad assorbire anche 1000 Watt.

Praticità d’uso

Una delle caratteristiche più apprezzate di questo elettrodomestico è sicuramente la praticità d’uso. Se non siete molto esperti in cucina, vi basterà leggere il manuale di istruzioni per impostare le modalità ed i tempi di cottura più indicati per i vostri alimenti.

Considerando la temperatura massima di 95 °C, quindi sotto il punto di ebollizione dell’acqua, non si corre il rischio di bruciare o far seccare eccessivamente i cibi che state preparando. Nei modelli base dovrete impostare manualmente queste funzioni; in quelli più avanzati, è sufficiente premere dei pulsanti preimpostati. Per quanto riguarda la sicurezza bisogna solo ricordare di afferrare la pentola ed il cestello  dai manici, e di tenere la pentola su una superficie stabile durante il funzionamento.

Domande frequenti

Classifiche correlate