Migliori tosaerba a batteria

I migliori tosaerba a batteria selezionati per potenza, diametro di taglio, capacità del sacco, maneggevolezza, funzione mulching e rapporto qualità prezzo.

Classifica migliori tosaerba a batteria

Makita DLM380Z

Makita DLM380Z

Pro

  • Silenziosità
  • Buona autonomia
  • Tempi di ricarica contenuti

Contro

  • Peso non contenuto
  • Il manico non è regolabile
  • Batterie non incluse

Makita DLM380Z è un rasaerba a spinta con due motori, alimentati con batterie da 18V. Il design essenziale, al quale il produttore ci ha ormai abituati, trasmette un buon feeling di solidità e durabilità, che purtroppo si traducono in un peso complessivo non contenuto (16,71 Kg).

Una volta terminato il semplice montaggio, ogni eventuale dubbio riguardo all’efficienza viene spazzato via alla prima accensione: i due motori lavorano, silenziosamente, in completa sinergia, rendendo il prodotto valido sia per piccole che per medie metrature.

Ampiezza di taglio di 38 cm e 5 regolazioni in altezza conferiscono a questo strumento buona adattabilità alle varie condizioni di utilizzo. E’ comunque bene tenere conto della potenza limitata rispetto ai modelli con motore a scoppio, perché si potrebbe avere difficoltà con erba troppo alta. Il cestello di raccolta, dalla capacità di 40 litri, si estrae e svuota con estrema semplicità.

Anche se non sarà difficile trasportare e riporre l’elettroutensile grazie alla pratica maniglia integrata nel corpo macchina, l’usabilità globale è moderatamente compromessa dall’assenza di manico regolabile (presente invece su altri modelli del medesimo produttore), che risulta penalizzante soprattutto per utilizzatori di bassa statura.

Le batterie sono compatibili con quelle da 18V di molti altri modelli del produttore, e i tempi di ricarica sono piuttosto contenuti. Il consumo moderato di energia si traduce in una buona autonomia, tale da permettere la rasatura completa di una superficie media con una sola carica.

Il prezzo, contenuto, appare certamente in linea con le caratteristiche del modello preso in esame, sebbene si debba tenere in considerazione l’assenza delle 2 batterie necessarie al funzionamento, che devono essere pertanto acquistate a parte.

Einhell GE-CM 36 Li

Einhell GE-CM 36 Li

Pro

  • Buona manovrabilità e agilità in manovra
  • Taglio efficace
  • Indicatore livello riempimento del sacco
  • Batterie compatibili con elettroutensili della stessa linea
  • Due batterie e due caricabatterie rapidi in dotazione

Contro

  • Adattatore per mulching (pacciamatura) scomodo da montare e smontare

Einhell GE-CM 36 Li, raccomandato dal produttore per prati fino a 350 metri quadrati di superficie, si presenta al primo sguardo come un tosaerba a batteria molto compatto e maneggevole.

Nonostante il peso complessivo abbastanza importante (19,5 Kg) se raffrontato con i pari gamma di altri produttori, le aspettative non vengono tradite perché la guida risulta comunque confortevole.

Grazie alle ruote “high wheel” di grandi dimensioni, lo scorrimento diventa più fluido anche su terreni impervi e il manto erboso si danneggia di meno. Le ruote anteriori hanno un diametro di 145 mm, mentre le posteriori, maggiorate, di 220 mm.

L’impugnatura di guida, regolabile in altezza su tre posizioni, è caratterizzata da un doppio snodo, il quale consente la completa chiusura su sé stesso per riporre l’utensile con estrema facilità e limitato ingombro. Nota positiva per il pratico indicatore di livello posizionato direttamente sul cestello di raccolta dell’erba, attraverso il quale si può verificare immediatamente la necessità di svuotamento, senza la necessità di fermarsi e aprire sportelli.

Il taglio, la cui larghezza è determinata dalla lama da 36 centimetri di diametro, è regolabile in altezza in 6 posizioni. Il prodotto viene fornito con il sistema di batterie (2 unità, entrambe da 18V e 3Ah) denominato Power X-Change, universale per tutti gli elettroutensili da lavoro e da giardino del produttore.

Le batterie inoltre sono dotate di un sistema attivo ABS di controllo della batteria, che ne aumenta la robustezza e conseguentemente la longevità, oltre ad un pulsante che se premuto accende una serie di 3 led indicanti lo stato residuo di carica. Sembrano non soffrire particolarmente del problema di auto scarica, il che permette di riprendere l’utilizzo anche dopo un periodo di stop.

Ampio cestello di raccolta da 40 litri, scocca in plastica di buona qualità che sembra fatta per resistere nel tempo agli urti e maniglia superiore per un più facile trasporto completano quanto offerto da questo tosaerba.

Acquistabile separatamente l’adattatore per eseguire la pacciamatura, che svolge bene il suo lavoro ma risulta particolarmente laborioso da montare e smontare. Probabilmente è l’unico punto debole che abbiamo trovato su questo tagliaerba Einhell.

In definitiva, l’elettroutensile è secondo noi valido e offre un buon rapporto qualità/prezzo, considerando anche che viene fornito con 2 caricabatterie rapidi.

Greenworks 40V G40LM35

Greenworks 40V G40LM35

Pro

  • Buona maneggevolezza
  • Funzione pacciamatura
  • Batterie al litio con potenza costante fino a fine carica e senza effetto memoria

Contro

  • L’autonomia dichiarata ci sembra sovrastimata

Greenworks 40V G40LM35 è un tosaerba a batteria che permette una larghezza di taglio di 35 cm grazie alla lama in acciaio di pari misura. Pur trattandosi di un modello a spinta, il peso di 13,7 kg al netto delle batterie permette di non far rimpiangere troppo l’assenza di trazione.

L’impugnatura ergonomica, che rende la guida del tosaerba piuttosto agile, si piega facilmente rendendo il rimessaggio del prodotto piuttosto semplice. Inoltre il pratico accorgimento della maniglia superiore ne facilita non di poco il trasporto.

E’ possibile scegliere se raccogliere l’erba tagliata, oppure se sminuzzarla rilasciandola sul terreno concimandolo così naturalmente grazie alla modalità di funzionamento mulching (pacciamatura). In ogni caso il sacco di raccolta da 40 litri consente di non fermarsi troppo frequentemente per svuotarlo.

La chiave con sicura mette al riparo dal pericolo di accensioni indesiderate, mentre la durabilità del prodotto viene assicurata dalla protezione antiurto del motore. Le 5 regolazioni in altezza del taglio permettono di adattarsi a situazioni diverse, entro un range che va dai 20 agli 80 mm.

L’autonomia dichiarata, di 250 metri quadrati con batteria da 2Ah (che arrivano a 500 con batteria da 4Ah), pare un po’ sovrastimata rispetto all’effettivo, anche se le batterie G-MAX 40V agli ioni di litio portano con sé il pregio di fornire una potenza costante, garantendo la medesima potenza di taglio fino all’esaurimento della carica.

Un altro fattore positivo da tenere in considerazione per quanto riguarda le batterie è che sono intercambiabili con tutti gli altri utensili della gamma Greenworks Tool da 40 V (in altre parole questo significa poter utilizzare le medesime batterie su attrezzi della stessa serie). Inoltre non soffrono dell’effetto memoria, pertanto la ricarica, piuttosto veloce, può essere fatta in qualsiasi momento.

Il modello in questione, nella versione entry level della sua serie, viene venduto ad un prezzo tutto sommato adeguato alla qualità globale. La potenza non è certamente quella di un rasaerba a motore, ma il compromesso è accettabile se si considera un utilizzo su superfici limitate.

Wolf Garten 72V Li-ion power 34

Wolf Garten 72V Li-ion power 34

Pro

  • Funzione mulching (pacciamatura)
  • Maneggevolezza
  • Buona escursione dell’altezza di taglio
  • Discreta autonomia e tempi di ricarica contenuti

Contro

  • Sacco di raccolta non molto capiente

Wolf Garten 72V Li-ion power 34 è un tosaerba a batteria dalle considerevoli prestazioni e autonomia di circa un’ora, con la quale si copre un’area di circa 300 metri quadri.

Tra le principali caratteristiche costruttive evidenziamo le ruote posteriori con diametro di 200 millimetri, le anteriori da 150 millimetri, manico ripiegabile dotato di sganci rapidi, pratica maniglia di sollevamento per il rimessaggio e una scocca in polipropilene rinforzato realizzata in fusione.

Il peso complessivo con montata la batteria raggiunge i 16 chilogrammi, a dimostrazione di una macchina solida e costruita per durare nel tempo.

Una lama in acciaio permette una larghezza di taglio di 34 centimetri ed è dotata di un profilo mulching; ciò significa che l’erba non viene solo tagliata ma anche triturata lasciandola sul prato polverizzata a tal punto che sembrerà come se fosse stata raccolta.

Tuttavia è presente una sacca da 35 litri dove andrà a finire parte del prato falciato, valore appena al di sotto dei migliori toaserba senza filo concorrenti. Un potente motore elettrico alimentato da una batteria da 72 Volt e capacità di 2,5 Ah, assicura una rasatura rapida e precisa con un’autonomia più che apprezzabile.

Wolf Garten 72V Li-ion power 34 è un prodotto completo sotto tutti i punti di vista che non mostra particolari criticità. Ciò che convince maggiormente è la buona maneggevolezza, la possibilità di regolare l’altezza di taglio tramite comoda leve con 6 livelli selezionabili (da 25 a 75 millimetri) e una batteria di lunga durata.

Black + Decker CLMA4820L2-QW

Black + Decker CLMA4820L2-QW

Pro

  • La potenza viene gestita in automatico in base allo sforzo richiesto
  • Maneggevolezza
  • Cesto di raccolta molto capiente

Contro

  • Il prezzo è forse di poco sopra la media

Black + Decker CLMA4820L2-QW, sotto l’arancione della scocca, ospita un motore da 36V caratterizzato dall’innovativa tecnologia Autosense, attraverso la quale la velocità di rotazione viene ottimizzata in automatico in funzione del tipo di lavoro da svolgere. In altre parole: più potenza per i tagli impegnativi, che viene ridotta a favore di maggiore autonomia per i tagli più semplici.

La versatilità del prodotto viene ulteriormente arricchita dalle 7 regolazioni in altezza di taglio (38-48-58-68-78-88-101 mm) , unite alle 3 diverse modalità di lavoro: raccolta in cestello, mulching (o pacciamatura) e scarico laterale.

L’apparenza piuttosto ingombrante non deve trarre in inganno: siamo di fronte ad un modello non troppo pesante e decisamente maneggevole. Il trasporto da un punto all’altro del prato avviene facilmente grazie alla maniglia posizionata al centro, sopra il corpo macchina, dal peso complessivo di 20 kg. A fine lavoro si rimette a posto senza problemi, agevolati dalla pratica impugnatura pieghevole.

Il cestello in tela risulta pratico e leggero, anche se consigliamo di non utilizzarne appieno i 50 litri di capienza, per evitare inconvenienti dovuti al peso eccessivo del materiale raccolto.

La larghezza di taglio di 48 cm, insieme alla buona durata garantita dalle 2 batterie da 36V – 2Ah, posiziona questo rasaerba in un range ideale per superfici medie (fino a 600 metri quadrati), anche se dobbiamo segnalare un’autonomia effettiva inferiore a quella dichiarata dal produttore.

La ricarica, grazie al caricabatterie rapido in dotazione, avviene in circa due ore. Facendo un’analisi globale, nonostante una buona precisione di taglio, il prezzo risulta leggermente alto, considerando anche la scocca in plastica (che potrebbe a lungo andare danneggiarsi a causa dei detriti mossi ad alta velocità dalle lame).

Ryobi OLM1833H – Uno 18v

Ryobi OLM1833H - Uno 18v

Pro

  • Maneggevolezza
  • Taglio efficace e preciso lungo i bordi
  • Funzione pacciamatura
  • Batterie al litio senza effetto memoria

Contro

  • Per avere un’autonomia accettabile bisogna acquistare le batterie da 5Ah
  • Batterie e caricabatterie non inclusi

Ryobi OLM1833H – Uno 18v è un tosaerba dall’impatto visivo piacevole e vivace, con design futuristico e dimensioni veramente ridotte.

La cura particolare per l’ergonomia, insieme al peso ridotto (12,2 Kg, che diventano 10,5 Kg senza batteria) conferiscono a questo strumento spiccate doti di maneggevolezza e di manovrabilità.

Infatti l’ampiezza di taglio di 33 cm, e il piccolo cestello raccoglierba da 35 litri di capienza, ne suggeriscono l’utilizzo in spazi ristretti, laddove cioè sia preferibile avere maggiore precisione piuttosto che la capacità di lavorare velocemente molti metri quadrati.

Il pettine per erba EasyEdge è stato studiato appositamente per un taglio di precisione lungo il perimetro del giardino. E’ presente anche la funzione di mulching (o pacciamatura), che si attiva semplicemente utilizzando la mascherina nera in dotazione tra il corpo macchina e il sacco raccoglitore, in modo da impedire all’erba di fuoriuscire.

Le batterie, intercambiabili con tutti gli elettroutensili per casa e giardino della serie ONE del produttore, possono essere sia da 2,5 Ah (per un’autonomia però di soli 10 minuti circa) o da 5Ah, con le quali si potranno coprire superfici di circa 150/200 metri quadrati.

Si tratta di batterie al litio, per cui ricaricabili in ogni momento senza effetto memoria e che erogano potenza costante, senza cali, fino al completo esaurimento della carica.

Una nota di merito per la progettazione del corpo macchina grazie alla quale il prodotto, quando non utilizzato, si può chiudere su se stesso in maniera completa occupando veramente poco spazio, anche se questo tipo di meccanismo potrebbe comprometterne la durabilità nel tempo.

Bisogna inoltre considerare che le batterie e per il caricabatterie non vengono forniti insieme al tosaerba, ma vanno acquistati separatamente.

Come scegliere un tosaerba a batteria

Per prati di ampie estensioni tagliare l’erba può essere un’operazione molto impegnativa e richiede necessariamente l’utilizzo di un adeguato tosaerba. Per godere della massima maneggevolezza si può acquistare un modello elettrico a batteria. Sul mercato la scelta di certo non manca e per sapersi orientare è bene conoscere le più importanti caratteristiche di questo dispositivo.

Potenza

È dalla qualità della batteria che dipende la potenza di un tosaerba. Nella scelta di questa tipologia di apparecchi è il componente a cui serve prestare maggiore attenzione. I modelli migliori montano esclusivamente batterie agli ioni di litio che offrono il vantaggio, rispetto ad altre tecnologie, di essere più leggere, avere dimensioni contenute, offrire una ricarica veloce e soprattutto di non soffrire dell’effetto memoria. Il dato tecnico significativo è il voltaggio espresso in volt (V).

Un buon tosaerba deve avere una batteria minimo di 36V con i modelli top di gamma che arrivano anche a 80V. È anche possibile trovare apparecchi che offrono l’opportunità di montare due batterie. Scegliere un modello più o meno potente dipende più che altro dalla qualità dell’erba da tagliare: un prato con molte specie infestanti, particolarmente coriacee, necessita di un tosaerba con adeguata potenza.

Autonomia

È importante avere un tosaerba potente ma nello stesso tempo in grado di garantire una buona autonomia. In questo caso il dato tecnico da valutare è la capacità espressa in Ampere ora (Ah) oppure in milli Ampere ora (mAh). È un dato indicativo per sapere in quanto tempo si esaurirà la batteria. Naturalmente più alto è il valore e maggiore sarà l’autonomia disponibile. I modelli migliori montano batterie solitamente da almeno 5000 mAh. La qualità dell’accumulatore va ad influire sul prezzo e la scelta dipende esclusivamente dall’ampiezza del prato da tagliare. Se la superficie ha un’estensione di oltre 1000 metri quadri è necessario acquistare un modello con elevata autonomia, evitando di dover interrompere il taglio per ricaricare la batteria.

Taglio

Anche se non riesce a lavorare su terreni molto impervi o in zone particolarmente strette, ambiti in cui l’uso di un decespugliatore a batteria è quantomai consigliato, un tosaerba spicca per ampiezza e qualità di taglio offerte. Quali sono gli aspetti da valutare? Ampiezza e regolazione dell’altezza di taglio sono i parametri che fanno la differenza tra un prato tagliato a regola d’arte e uno dall’aspetto insoddisfacente. Il tosaerba è normalmente dotato di due lame con un diametro variabile a seconda dei modelli. Maggiore è il diametro della lama, più ampio sarà il taglio e minore il tempo per completare la rasatura del prato. I migliori apparecchi sono equipaggiati con lame di almeno 40 centimetri di diametro, a salire fino ad arrivare a superare i 50 millimetri. L’altezza minima che si può ottenere è 20 millimetri ed è un valore standard per qualsiasi modello. Ciò che cambia è l’altezza massima (mediamente compresa tra 65 e 100 millimetri) e i livelli di taglio intermedi che si possono selezionare. Un tosaerba di buona qualità deve garantire all’utente da un minimo di 5 fino ad un massimo di 10 altezze differenti.

Praticità d’uso

Sono diversi i fattori che incidono su questo aspetto ad iniziare dal contenitore di raccolta. Un tosaerba di fascia alta è dotato di un serbatoio dove finirà l’erba tagliata e che potrà essere facilmente rimosso. Disporre di una buona capacità di circa 50/60 litri permette di tosare un prato, anche di ampie estensioni, senza dover interrompere l’operazione per lo svuotamento. Oltre a raccogliere l’erba tuttavia, i migliori modelli hanno speciali funzioni come quella dedicata al mulching (che troviamo anche in alcuni tra i migliori  aspiratori soffiatori per foglie), o la possibilità di effettuare lo scarico diretto dell’erba.

L’ergonomia della struttura, il peso, le dimensioni e la scorrevolezza delle ruote sono altri particolari da tenere in considerazione quando si sceglie un tosaerba. In linea di massima i modelli migliori hanno un peso compreso tra i 20 e 30 chilogrammi con scocche realizzate in polimero per assicurare leggerezza e robustezza. Ci sono poi elementi che contraddistinguono un modello rispetto ad un altro che possono contribuire a migliorare la praticità d’uso. Ad esempio: la possibilità di regolare automaticamente la velocità del motore per adattarsi ai diversi manti erbosi e la presenza di indicatori per monitorare il livello di carica della batteria.