Moka o macchina da caffè espresso?

Moka o macchina da caffè espresso? Leggi la guida per conoscerne differenze, pro e contro, e capire quale elettrodomestico scegliere.

Differenze

Un buon caffè lo puoi preparare utilizzando la moka oppure affidandoti ad una macchina per espresso. L’unico aspetto in comune dei due dispositivi è la materia prima, per il resto sono sistemi completamente diversi.

La moka è la classica caffettiera che tutti hanno in casa e dal semplicissimo funzionamento. Presenta una forma inconfondibile, dimensioni a seconda della capacità ed è realizzata in acciaio inox oppure in alluminio; si compone di due parti avvitate ovvero lo scomparto inferiore a contatto con la fonte di calore e da riempire d’acqua e quello superiore dove fuoriesce il caffè.

Nel mezzo si interpone il filtro in cui inserire la miscela in polvere ben pressata. Quando l’acqua bolle passerà attraverso il suddetto filtro estraendo il caffè che salirà producendo il classico sibilo. Esistono anche modelli elettrici da collegare alla presa di corrente, tuttavia non sono molto diffusi.

La macchina da espresso può utilizzare il caffè in grani con sistema di macinatura integrato oppure le pratiche capsule o cialde.

La struttura è più o meno ingombrante in base ai modelli ed è composta dal serbatoio, vano per fondi o involucri usati, caldaia con resistenza elettrica, pompa per aspirare l’acqua e portarla alla corretta pressione e infusore o porta-filtro da cui fuoriesce il caffè. Alcuni modelli presentano anche un pannarello per erogare vapore e preparare cappuccini e latte macchiato.

Pro e contro

Versatilità d’uso

Una moka la puoi utilizzare esclusivamente per preparare caffè. La massima versatilità è invece assicurata da una macchina automatica in cui puoi decidere il tipo di caffè in chicchi, scegliere il grado di macinatura e di conseguenza personalizzare aroma e lunghezza.

Oltretutto poi impiegare anche cialde E.S.E per godere di maggior praticità e sfruttare l’erogatore di vapore e acqua calda per gustare cappuccini, latte macchiato e altre bevande. Le macchine con capsule sono una via di mezzo permettendoti di ottenere un buon espresso oppure bevande di vario genere utilizzando gli involucri originali o compatibili che trovi in commercio.

Qualità del caffè

Quest’aspetto non è di facile valutazione in quanto strettamente legato ai gusti personali. Ci sono puristi che non prendono nemmeno in considerazione l’utilizzo di una macchina per espresso, ma reputano la moka l’unico mezzo casalingo in grado di offrire un caffè dal sapore ricco.

C’è chi invece una volta provata la macchina per espresso non può più farne a meno apprezzando il sapore, la cremosità e il fatto di ottenere un caffè molto concentrato con caratteristiche simili a quello del bar. La verità come spesso accade sta nel mezzo e non esiste una soluzione in assoluto migliore. Il più delle volte il motivo che porta ad assaporare un caffè scadente non è tanto il dispositivo impiegato ma la qualità della miscela.

Praticità

La moka è uno strumento semplicissimo da utilizzare dovendo solo riempire la caldaia con acqua e inserire il caffè nel filtro. Altrettanto rapida è la pulizia che richiede non più di qualche minuto. I principali svantaggi sono il tempo di attesa per ottenere il caffè (compreso tra 5 e 10 minuti a seconda del numero di tazzine), l’impossibilità di impostare la lunghezza e di scegliere l’intensità dell’aroma.

Una macchina per espresso a cialde o capsule necessita del solo inserimento dell’involucro nell’apposito contenitore o porta-filtro e pigiare il pulsante di avvio. Inoltre in modelli automatici è possibile stabilire la precisa lunghezza di ogni tazzina e selezionare l’intensità dell’aroma, ottenendo caffè sempre con le medesime caratteristiche.

Manutenzione

La moka non richiede alcuna manutenzione se non la pulizia al termine di ogni utilizzo. Nelle macchine per espresso devi effettuare un periodico e accurato lavaggio smontando tutte le parti removibili. Inoltre dopo un tot numero di tazzine dovrai anche provvedere ad avviare un ciclo di decalcificazione per rimuovere eventuali incrostazioni.

Costo

Una moka adatta per preparare 3 /4 tazzine può costare dai 10 ai 20 euro, con i modelli di grande capacità e dei più noti marchi che possono arrivare a 40/50 euro. Una macchina da espresso presenta prezzi molto variabili partendo da 40 euro e superando i 500 euro per modelli automatici più completi e prestazionali. Se invece analizziamo solo il prezzo del consumabile, una singola tazzina costa molto meno preparandola con la moka rispetto ad una qualunque macchina per espresso.

Quale scegliere

Tutto dipende dalle tue abitudini, gusti personali e dalla frequenza con cui consumi il caffè. Se a colazione vai sempre di fretta una macchina a capsule è la scelta che ti permette di risparmiare tempo e ottenere un buon espresso in meno di un minuto.

Anche modelli automatici o a cialde sono molto più rapidi della moka che richiede il tempo necessario per portare l’acqua ad ebollizione. La caffettiera invece ti assicura il vantaggio di una rapida pulizia, non prevede una periodica manutenzione con cicli di decalcificazione e occupa pochissimo spazio.