in

Neato Botvac D4 Connected

Le nostre opinioni sull’aspirapolvere robot Neato Botvac D4 Connected, la recensione è corredata anche di caratteristiche prodotto, pro e contro e comparazione prezzi.

Neato Botvac D4 Connected

Pro

  • Navigazione precisa
  • Possibilità di gestire il robot da remoto

Contro

  • Pulizia non approfondita lungo i bordi
  • La forma a D ostacola i passaggi più stretti
  • Sistema di filtrazione non adatto per chi soffre di allergie

Neato Botvac D4 Connected è un aspirapolvere robot contraddistinto da una forma a “D” che misura 33,6 x 31,9 x 10 centimetri. Le dimensioni permettono a questo modello di infilarsi sotto la maggior parte dei mobili, ma per via della larghezza il robot non riesce ad entrare negli spazi più stretti, ad esempio fra le gambe delle sedie.

Questo robot presenta una barra a pennello per la raccolta dello sporco che all’occorrenza si può rimuovere per pulirla da peli e capelli che rimangono aggrovigliati. In ogni caso, la componente va sostituita ogni 6 mesi. Non è invece presente alcuna spazzola laterale per indirizzare lo sporco ai bordi verso il rullo principale.

L’aletta nella parte superiore si apre per permettere di estrarre il serbatoio da 0,7 litri. La presenza del vano raccogli polvere proprio in prossimità del manico per sollevare il robot è un po’ scomoda, perché può capitare di capovolgere inavvertitamente anche il coperchio all’interno del cestino dei rifiuti.

I filtri di questo modello non sono adatti per chi soffre di allergie. Per sapere quando è il momento di sostituire i filtri si può utilizzare l’App dedicata, che avverte del loro stato di usura.

Il robot presenta un solo comando che attiva la pulizia normale, mentre esercitando una doppia pressione si circoscrive la raccolta della polvere in un’area delimitata, di circa 2 metri quadrati. Funzione comoda per pulizie veloci e quando non serve aspirare lo sporco in tutta la casa.

L’elettrodomestico è in grado di lavorare al buio ed eseguire una mappatura della casa con aree di non ritorno virtuali, molto utili per delimitare in maniera abbastanza precisa alcune stanze o aree. In dotazione non è incluso alcun bordo magnetico per delimitare aree specifiche e guidare la navigazione.

Utilizzando l’App si può scegliere la modalità di pulizia Eco e quella più potente Turbo, che rispettivamente raggiungono un livello di rumorosità pari a 70,6 dB e 72,9 dB. L’autonomia della batteria è di 75 minuti, e ciò rende questo aspirapolvere maggiormente indicato per appartamenti di piccole e medie dimensioni.

Al termine della sessione di pulizia, il robot ritorna automaticamente alla base di ricarica. Grazie al Quick Boost l’elettrodomestico riesce a calcolare la quantità di carica necessaria per completare il lavoro, ottimizzando così i tempi delle sessioni di pulizia.

Grazie all’integrazione con Amazon Alexa è possibile pianificare la pulizia, e gestire anche più robot D4 Connected contemporaneamente. Allo stesso modo, l’utilizzo del robot con Google Home è molto simile. La connettività IFTTT è nel complesso molto intuitiva e pratica, in quanto consente di gestire la pulizia pure quando si è fuori casa.

La raccolta dello sporco viene eseguita in modo approfondito al centro delle stanze ma abbiamo rilevato qualche imprecisione lungo i bordi, non solo sui pavimenti ma anche sui tappeti.

Migliori Aspirapolvere Robot