in

Recensione Nuki Combo 2.0

Recensione della serratura smart Nuki Combo 2.0, oltre alle mie opinioni sul prodotto trovi pro e contro, caratteristiche e comparazione prezzi.

Nuki Combo 2.0

Pro

  • Si utilizza il cilindro esistente
  • Facile programmazione
  • Apertura da remoto tramite app
  • Compatibile con Alexa, Siri e Google Home

Contro

  • Il montaggio non è sempre immediato
  • Autonomia della batteria

Nuki Combo 2.0 è una serratura smart caratterizzata da dimensioni compatte, design moderno con illuminazione led integrata ad indicare lo stato della serratura e possibilità di comandare l’apertura stando lontano da casa. Di base è un modello dotato di interfaccia bluetooth ma acquistando il kit completo, oggetto di questa prova, puoi sfruttare un bridge per la connessione Wi-Fi e gestione da remoto.

Il primo aspetto a cui devi prestare attenzione è la tipologia del cilindro esistente. Il funzionamento di questo modello prevede il montaggio del dispositivo lasciando la chiave nella toppa interna e fissando la serratura smart utilizzando una delle due placche in dotazione, ovvero con viti (metodo consigliato) oppure superficie adesiva.

Se disponi di una cosiddetta serratura frazionata (apribile dall’esterno con chiave inserita all’interno) non hai particolari problemi e puoi anche effettuare un’apertura d’emergenza con la chiave, nel caso le batterie fossero scariche oppure con problemi al meccanismo motorizzato.

In altre circostanze, ad esempio serrature con pomello, il montaggio potrebbe richiede l’intervento di un tecnico per effettuare le opportune modifiche o sostituire il cilindro per rendere il sistema sicuro e affidabile. C’è anche la possibilità di ordinare (con spedizione gratuita) specifici adattatori sul sito del produttore.

Per quando riguarda il settaggio non ho riscontrato particolari difficoltà, anzi risulta piuttosto intuitivo. Il funzionamento prevede l’apertura della serratura tramite app, quindi dovendo sempre impiegare il dispositivo mobile associato, manualmente cliccando sul pulsante centrale oppure in modalità automatica.

In quest’ultimo caso la serratura viene gestita prendendo come riferimento la posizione GPS dello smartphone. Il sistema è calibrato ad una distanza impostabile (il minimo sono 50 metri), per cui superato tale valore la porta si chiude in automatico mentre entrando nel raggio d’azione vengo avvisato e la serratura scatta trascorso un tempo prestabilito.

Per sfruttare la gestione da remoto mi basta configurare il bridge con il router di casa (è necessario inserirlo in una presa di corrente distante al massimo 2 / 3 metri dalla porta), potendo così sbloccare la serratura ovunque mi trovo e anche essere avvisato ad ogni apertura e quando la batteria scende sotto il 20% di carica.

L’app è ben progettata e decisamente completa offrendomi un elevato livello di personalizzazione. Posso impostare l’apertura / chiusura automatica oppure disattivarla, inserire una modalità di risparmio energetico, gestire le notifiche via web, nonché l’intensità della luce LED e il tipo di pressione del pulsante per lo sbocco manuale.

Una funzione molto utile è concedere l’accesso ad altri utenti come, per esempio, la donna delle pulizie o turisti a cui hai affittato un appartamento. In questi casi puoi impostare una serie di restrizioni decidendo i giorni della settimana e la fasce orarie in cui consentire l’accesso.

Altro vantaggio di questo modello è la compatibilità con Alexa e l’assistente Siri di Apple, associando un comando vocale per la chiusura. Anche l’apertura può essere gestita a voce ma dovrai inserire un codice PIN tramite app; può sembrarti una scocciatura ma in realtà garantisce la necessaria sicurezza, infatti impedisce ad un estraneo l’accesso conoscendo il comando vocale.

La mia valutazione finale per questa serratura smart Nuki Combo 2.0 è molto positiva. Un prodotto non dei più economici ma in grado di assicurare un’elevata comodità grazie a funzioni complete e facilità di utilizzo. Gli unici punti deboli che ho riscontrato durate la prova sono qualche iniziale difficoltà nell’associare il bridge al Wi-Fi, un meccanismo motorizzato piuttosto rumoroso e l’autonomia delle due batterie stilo di soli 2 mesi con uso intensivo.

Articolo di Andrea Pilotti

Sono un appassionato di tecnologia. Dal 2005 ad oggi ho recensito più di 3500 elettrodomestici. La mia missione è trovare i prodotti con il miglior rapporto qualità prezzo. Nel mio sito trovi classifiche, recensioni, consigli e news di elettrodomestici ed elettronica di consumo per la casa.