TV OLED o QLED?

TV OLED o QLED? Leggi la guida per conoscerne differenze, pro e contro, e capire quale scegliere.

Differenze

TV OLED

Nella tecnologia OLED (Organic Light-Emitting Diode) ogni singolo LED produce sia la luce che il colore desiderato. In altre parole, i televisori OLED non hanno bisogno di una retroilluminazione poiché ogni pixel produce luce per conto proprio.

Il vantaggio più importante della tecnologia OLED è la sua capacità di generare un nero profondo. A differenza di una TV QLED o LED, che per fare il nero deve attenuare la sua retroilluminazione e bloccare ciò che ne rimane attraverso il pannello LCD, una TV OLED si limita a spegnere i suoi led. Quando il led è spento, non emette né luce né colore, rendendo lo schermo scuro come quando il televisore stesso è spento.

Altro vantaggio sostanziale della tecnologia OLED è la possibilità di realizzare in modo economico schermi curvi e flessibili, aprendo così la strada a schermi arrotolabili come fogli di carta.

In merito all’angolo di visione gli schermi OLED stracciano i QLED, potendo essere visualizzati con un’angolo di circa 80° senza un evidente degrado cromatico e luminoso.

Dal punto di vista del consumo energetico, gli OLED non avendo bisogno di un sistema di retroilluminazione separato consumano meno rispetto agli schermi QLED.

TV QLED

I televisori basati su tecnologia QLED (Quantum Light-Emitting Diode) sono molto simili ai televisori  LED, tranne per il fatto che utilizzano nanoparticelle chiamate punti quantici per gestire luminosità e e colore del singolo pixel.

I punti quantici sono minuscoli cristalli fosforescenti che si illuminano quando viene emessa una luce su di essi. Possono brillare in una vasta gamma di colori e il loro colore è determinato dalla loro dimensione. Dato che la dimensione di un punto quantico può essere controllata con precisione, la luce risultante che emettono può essere gestita con la stessa precisione e soprattutto stabilità nel tempo.

Detto ciò un televisore QLED funziona allo stesso modo di un normale televisore LED, utilizzando una retroilluminazione composta da migliaia di LED posti dietro un pannello LCD. Il pannello LCD insieme ai filtri colorati fa il resto del lavoro, generando l’immagine sullo schermo.

Rispetto ai televisori OLED, le TV QLED offrono un notevole vantaggio in termini di luminosità, poiché utilizzano un sistema di retroilluminazione separato con in aggiunta la capacità dei punti quantici di generare tonalità più luminose nello spettro dei colori senza perdere la saturazione.

In merito alla durata la tecnologia QLED, potendo contare su un sistema di retroilluminazione separato, dovrebbe sottoporre i suoi led a uno stress minore e quindi anche a una del pannello più longeva.

Pro e contro

In questo paragrafo ti illustro i principali vantaggi di ognuna delle tecnologie relative agli schermi QLED e OLED. In questo caso ho evitato di inserire i contro perché sono piuttosto speculari rispetto ai vantaggi della tecnologia concorrente.

Vantaggi degli schermi QLED

  • Luminosità
  • Durata
  • Costo
  • Non soffre di Burn-in

Vantaggi degli schermi OLED

  • Qualità dell’immagine
  • Angolo di visione superiore a 80°
  • Flessibilità dello schermo
  • Consumo energetico
  • Maggior comfort degli occhi
  • Tempo di risposta inferiore a 0,1 millisecondi
  • Leggerezza del pannello

Quale scegliere?

Entrambe le tecnologie sono molto interessanti, ma dovendo scegliere un vincitore io mi sento di consigliare la tecnologia OLED, perché detiene prestazioni superiori nei fattori più rilevanti durante la visione di un film o un programma televisivo, e soprattutto la miglior qualità visiva.

Migliori tv oled