Dal Zotto Azzurra

Le mie opinioni sulla stufa a pellet Dal Zotto Azzurra recensione è corredata anche di caratteristiche prodotto, pro e contro e comparazione prezzi.

In questa recensione parliamo di prodotto italiano, Dal Zotto Azzurra, che trova un buon posto in classifica per le sue caratteristiche di efficienza e funzionalità.

Esternamente, il prodotto si presenta con un rivestimento in acciaio dove la parte centrale  verniciata in nero lucido, crea contrasto cromatico con i fianchi. La parte superiore è di colore bianco, o in variante tutta nera per un aspetto più rigoroso.

Il design è caratterizzato dalle forme smussate, e l’assenza di spigoli vivi richiama la sinuosità delle fiamme sprigionate dal braciere.

Dal Zotto Azzurra

La doppia porta in cristallo caratterizzata dall’interno in ghisa assicura resistenza agli shock termici e separa termicamente l’ambiente esterno dalla camera di combustione.

Il pellet contenuto nel serbatoio da 19 Kg viene bruciato per riscaldare gli ambienti attraverso il sistema di ventilazione forzata, generando una potenza termica che può andare da 3,9 a 9,6 kW, con un consumo orario compreso tra 0,7 e 2 Kg.

L’autonomia di funzionamento risulta così di 9,5 ore alla massima potenza, e supera le 27 ore al minimo. Il rendimento termico massimo è del 93,4%, per un prodotto capace di riscaldare ambienti  con volume fino a 258 m3.

Dal Zotto Azzurra può avere lo scarico dei fumi nella parte superiore o in quella posteriore. È dotata di telecomando e  cronotermostato settimanale per una comoda programmazione delle fasce orarie, ed è in grado di autoregolare la potenza termica in base alla temperatura richiesta per un’ottimizzazione dei consumi di pellet.