Opinioni robot aspirapolvere Proscenic

Le mie opinioni sui robot aspirapolvere Proscenic, in questa guida trovi anche le recensioni di quelli che a mio avviso sono i migliori prodotti dal marchio Proscenic.

Opinioni robot aspirapolvere Proscenic

Proscenic è un’azienda emergente cinese specializzata nella produzione di sistemi per la pulizia della casa come aspirapolvere robot e scope elettriche (P10 pro), ed elettrodomestici per la cucina come la famosa friggitrice ad aria T21.

Durante i miei test di funzionamento dei principali robot aspirapolvere di questa azienda cinese sono emerse le seguenti caratteristiche:

  • Buona qualità dei materiali
  • Tecnologie di navigazione avanzate
  • App cellulare evoluta
  • Rapporto qualità prezzo molto alto

A mio avviso l’unico neo di questo produttore è la mancanza di assistenza tecnica in Italia, questa cosa è una bella seccatura in caso di rottura del prodotto dopo il periodo di garanzia. In generale i prodotti che ho testato durante i miei test a lungo termine non si sono mai rotti.

INDICE
1. Proscenic M7 PRO
2. Proscenic 850T
3. M8 PRO

Proscenic M7 PRO

Proscenic M7 PRO

Pro

  • Rapporto qualità prezzo molto favorevole
  • Mappatura degli ambienti domestici
  • Aspira con precisione i pavimenti
  • App con funzioni complete
  • Compatibile con Amazon Alexa

Contro

  • Serbatoio dell’acqua di ridotta capacità
  • Rimuove solo macchie leggere
  • I tappeti non sono indicati nella mappa
  • Non è possibile scegliere la lingua degli annunci vocali

Proscenic M7 PRO è un robot aspirapolvere 2 in 1, ovvero in grado di eliminare polvere e piccoli detriti e nel contempo provvedere ad un veloce lavaggio del pavimento. Presenta la tradizionale forma rotonda, con altezza di circa 10 centimetri per raggiungere senza incastrarsi le zone sotto i mobili. Viene fornito con una buona dotazione di accessori che comprende telecomando, due spazzole rotanti e filtro di ricambio, nonché 10 panni in microfibra per il lavaggio.

Naturalmente disponi anche di una compatta base di ricarica, con possibilità di acquistare come optional il supporto per lo svuotamento automatico. Una comoda soluzione per avere sempre il robot pronto all’uso senza perdere tempo a svuotare il serbatoio, con la polvere che finirà in un sacchetto usa e getta da cambiare all’incirca una volta al mese.

M7 PRO è dotato di connessione Wi-Fi, app per gestione tramite smartphone e sistema di mappatura laser. Quest’ultimo aspetto è stato migliorato rispetto alla versione precedente e ora assicura una navigazione molto più precisa.

Posso anche decidere di far funzionare il robot senza connetterlo alla rete semplicemente selezionando la modalità che preferisco, tuttavia sarebbe un vero spreco non sfruttare tutte le funzionalità smart.

Tramite l’app ricevo la mappa dettagliata dell’appartamento con evidenziate le zone pulite per monitorare i percorsi di pulizia, imposto muri virtuali, seleziono solo determinate stanze o zone della casa e programmo l’avvio con orari diversi per ogni giorno della settimana.

Gli unici limiti emersi riguardano la mancata segnalazione dei tappeti sulla mappa e l’impossibilità di scegliere la lingua degli avvisi vocali. Nulla di particolarmente grave tuttavia, lavando i pavimenti, devo rimuovere i tappeti poiché il robot non è in grado di riconoscerli e aggirarli.

Tra i maggiori vantaggi evidenzio l’elevata aspirazione grazie ai tre livelli di potenza selezionabili e l’efficace azione delle due spazzole rotanti. Impostando la modalità di pulizia profonda costringo il robot a passare per più volte nella stessa zona, inoltre posso scegliere tra uso come aspirapolvere, solo lavapavimenti oppure combinare le due funzioni.

In questo caso devo inserire entrambi i serbatoi, uno per la raccolta della polvere e l’altro per l’acqua. Il lavaggio non mi ha particolarmente impressionato, nel senso che è possibile rimuovere unicamente macchie molto leggere mentre su quelle ormai secche sortisce ben pochi effetti. Anche l’autonomia è piuttosto limitata e posso lavare al massimo un paio di stanze prima di dover aggiungere acqua.

Proscenic M7 PRO è un modello che si colloca in una fascia media di prezzo ma offre caratteristiche tecniche e prestazioni da top di gamma. Semplicità di utilizzo, funzioni complete ed elevata potenza aspirante sono i suoi punti di forza. Un apparecchio dalle spiccate doti smart, con possibilità di gestione tramite app e Amazon Alexa, anche se i comandi vocali sono limitati e vanno impartiti con estrema precisione.

Proscenic 850T

Proscenic 850T

Pro

  • Possibilità di lavare i pavimenti
  • Serbatoio per la raccolta polvere di buona capienza
  • Aspira bene sia pavimenti che tappeti
  • Connessione Wi-Fi e gestione da remoto tramite app
  • Compatibile con gli assistenti vocali Amazon Alexa e Google Home

Contro

  • App con funzioni essenziali
  • Devi applicare il nastro magnetico sul pavimento per impedire l’accesso in una zona
  • Non dispone del sistema di mappatura dell’ambiente domestico

Il settore dei robot aspirapolvere e quantomai inflazionato da decine e decine di modelli e dalla continua comparsa di marchi pressoché sconosciuti, il che rende la scelta sempre più difficoltosa. Una concentrazione di prodotti che riguarda in special modo la fascia medio-bassa di prezzo, ovvero la naturale collocazione di questo Proscenic 850T.

Si tratta di un robot con classica forma circolare, spessore contenuto per passare senza difficoltà sotto mobili, letti e divani e dotato degli immancabili sensori per rilevare ostacoli e presenza di vuoto.

L’apparecchio è equipaggiato di connessione Wi-Fi e app per la gestione da remoto, con l’ulteriore valore aggiunto della compatibilità con Amazon Alexa e Google Home. Tuttavia non devi pensare di poter abbandonare il telecomando o lo smartphone e azionare il robot col solo ausilio della tua voce. In tal senso le funzioni disponibili sono alquanto ridotte e, di fatto, l’utilità si limita al poter impartire l’ordine di avvio.

Se dal punto di vista estetico e dei controlli non ho costatato nulla di nuovo o particolarmente rilevante, devo invece ammettere che la forza aspirante mi ha impressionato positivamente. Il robot elimina con una certa disinvoltura anche detriti di discrete dimensioni che trova lungo il percorso e alla fine lascia il pavimento ben pulito, con solo qualche zona tralasciata lungo bordi e angoli. Quest’ultimo è un aspetto comunque abbastanza normale per i robot a forma circolare e nonostante la presenza di apposite spazzole laterali.

Spesso un punto debole di molti robot di fascia media è la pulizia dei tappeti. Anche in questo caso Proscenic 850T merita il massimo dei voti riuscendo a rimuovere un grande quantitativo di polvere e sporco. Il motivo è l’automatico passaggio alla massima potenza nel momento in cui rileva la presenza di un tappeto, riportando poi l’aspirazione ad un livello normale quando ritorna sul pavimento.

Altro punto di forza è la capienza del serbatoio pari a 500 ml, il che ti consente svuotamenti meno frequenti. Nella norma invece l’autonomia che raggiunge un massimo di 120 minuti nelle condizioni meno gravose. Un’ulteriore caratteristica che ritengo importante evidenziare è la possibilità di inserire un contenitore dell’acqua da 300 ml al posto del serbatoio, in modo da impiegare il robot per il lavaggio dei pavimenti. Senza dubbio un valore aggiunto che aumenta la versatilità d’uso, ma utile solo per eliminare piccole macchie di recente formazione.

Il mio giudizio finale è nel complesso positivo e nel corso del test gli unici limiti emersi sono l’applicazione del nastro magnetico (compreso nella fornitura) sul pavimento per impedire l’accesso, l’app piuttosto essenziale e la mancanza di un sistema di mappatura dell’ambiente domestico. Quest’ultima è una caratteristica tecnica che, con sempre maggior frequenza, compare anche in modelli di fascia media in cui rientra il Proscenic 850T.

M8 PRO

Proscenic M8 PRO

Pro

  • Navigazione con sistema di mappatura laser ad alta precisione
  • Base con svuotamento automatico del serbatoio polvere
  • Funzione per salvare nell’app la mappa di più piani d’appartamento
  • Batteria di lunga autonomia

Contro

  • Il lavaggio pavimento rimuove solo macchie leggere

M8 PRO è il nuovo robot aspira e lava pavimenti progettato dall’azienda Proscenic. Rappresenta il top di gamma e un ulteriore miglioramento delle già buone prestazioni della versione M7.

In questo caso nella fornitura è compresa la speciale base di ricarica con integrato il sistema di svuotamento automatico del serbatoio della polvere. In pratica alla fine di ogni sessione viene rimosso tutto lo sporco raccolto e immagazzinato nell’apposito sacchetto di carta usa e getta. Vista la buona capienza è plausibile pensare alla sostituzione all’incirca una volta al mese.

Dal punto di vista estetico non ci sono grosse novità con la classica forma rotonda e il sensore laser a torretta posto al centro. Pressoché invariato anche il sistema di aspirazione che mantiene elevate prestazioni. Il rullo centrale e le spazzole laterali svolgono un’efficace azione e rimuovono bene lo sporco anche dai bordi. Inoltre il robot è dotato di incremento automatico della potenza in caso di passaggio sopra un tappeto.

Ciò che invece è stato migliorato è il sistema di navigazione, ancor più preciso grazie alla scansione omnidirezionale a 360 gradi. Nella realtà ciò significa che anche in presenza di pareti molto scure, luce intensa e altri tipi di interferenze ottiche, il sensore laser è in grado di mappare gli ambienti rilevando con precisione ogni ostacolo, così da migliorare il percorso di pulizia e abbassare la durata delle sessioni. Buono anche il dato relativo all’autonomia che supera i 250 minuti nella modalità con minor potenza. In ogni caso potrai pulire un appartamento di 100 metri quadri senza necessità di ricarica.

Il lavaggio del pavimento rimane sempre la nota dolente, non solo per questo modello, ma in generale in tutti i robot dotati di tale funzione. Il serbatoio indipendente da 300 ml ha una buona capienza e poter scegliere 3 livelli di distribuzione dell’acqua evita di bagnare eccessivamente la superficie, soprattutto in presenza di parquet e altri pavimenti sensibili all’umidità. Alla fine ottieni accettabili risultati solo in presenza di macchie leggere o di recente formazione, mentre in caso di sporco più coriaceo gli effetti risultano alquanto blandi.

Questo modello è dotato di connessione Wi-Fi e gestione tramite smartphone con l’app Proscenic Home, che mantiene la solita ampia gamma di funzioni e notevole facilità di utilizzo. Come sempre ricevo una dettagliata mappa sul mio telefono, con la planimetria della casa e gli ostacoli rilevati.

Oltre ad osservare i metri quadri effettivamente puliti e quelli tralasciati, posso decidere di far aspirare solo una determinata zona o impedire il passaggio in vari punti dell’appartamento.

Dispongo di un elevato livello di personalizzazione potendo anche impostare modalità e orari della pulizia. Inoltre è presente una funzione multi-piano, particolarmente utile in case disposte su più livelli abitativi.

In tale situazione sono in grado di salvare nell’app la mappa di ogni piano, così che il robot potrà operare al meglio senza dover ogni volta rifare la mappatura. Non manca nemmeno la compatibilità con gli assistenti Amazon Alexa e Google home, tuttavia rimane il solito limite di poter utilizzare pochi comandi vocali.

Proscenic M8 PRO è un robot aspirapolvere che si pone a diretto confronto con modelli top di gamma dei brand più famosi e con svariati anni di esperienza alle spalle. Il mio giudizio finale è molto positivo alla luce delle prestazioni offerte, l’avanzato livello tecnologico, l’efficace intelligenza artificiale e un prezzo competitivo. Rispetto ai diretti concorrenti aggiunge la funzione di lavaggio, senza dubbio un valore aggiunto ma adatta solo per rimuovere macchie leggere.

Migliori robot aspirapolvere