Come scegliere un Piano Cottura? Gas o induzione?

di

La cucina è sicuramente l’ambiente più frequentato di tutta la casa, ed al centro di essa è presente il piano cottura, elettrodomestico attraverso il quale abbiamo la possibilità di riscaldare e cuocere i cibi. Leggi la guida per conoscerne caratteristiche, tipologie e come scegliere il modello più adatto alla tua zona cucina.

Caratteristiche

I primi fornelli a gas sono stati sviluppati nel 1820, ma rimasero esperimenti isolati. Alla Fiera Mondiale a Londra, nel 1851, fu mostrato un piano cottura a gas, ma solo nel 1880 questa tecnologia ha iniziato a diventare un successo commerciale. Il fattore principale di questo ritardo è stata la lenta crescita della rete delle condutture a gas. Piuttosto che applicare calore diretto alle pentole, un forno a induzione fa scaldare le pentole di metallo attraverso l’induzione elettromagnetica.

Questo lascia il piano cottura freddo e aumenta l’efficienza. I forni microonde usano le radiazioni microonde per scaldare direttamente l’acqua che si trova all’interno del cibo. Sui piani cucina vengono installate anche le griglie piatte, che servono sia come superficie per cucinare, sia come piattaforma per scaldare teiere e padelle. L’aggiunta più desiderata è un piano cottura con griglia o graticola integrata. Sono molto desiderati anche gli elettrodomestici commercial-grade.

Un piatto caldo è un dispositivo simile, si può spostare e può essere usato con la tecnologia appropriata. La cucina a gas è una delle tipologie di cucina più diffusa nel nostro paese. I più critici nei confronti di questo tipo di cucina obiettano la scarsa sicurezza e la presunta pericolosità che un sistema del genere può avere. Ma d’altro canto, la cucina a gas è sicuramente la più economica: la risorsa utilizzata per farla funzionare, appunto, è tra le più economiche in circolazione. E senza alcun ombra di dubbio è anche la fonte energetica più comoda da utilizzare per le nostre cucine.

Le dimensioni solitamente sono standard e sono 60 x 60 x 85. Esistono anche altre soluzioni. Solitamente sul piano cottura abbiamo quattro fuochi: nelle cucine moderne, ne esiste un quinto, più grosso al centro, molto utile per cuocere la pasta. Per quanto riguarda i fornelli, esistono tre tipologie differenti: il fornello più potente, largo circa 24 centimetri, quello di media potenza, largo 18 e quella meno potente in assoluto che arriva fino a 12 centimetri.

I modelli vecchi, una volta aperto il gas, dovevano essere accesi con fiammiferi o con accendini. Attualmente tutti i modelli hanno un’accensione elettrica molto funzionale. Perché la cucina a gas è più comoda e più funzionale? E’ presto spiegato.

La cucina a gas funziona con un particolare bruciatore. Questo bruciatore a gas permette di raggiungere la temperatura desiderata per cuocere i nostri cibi in tempi brevissimi, praticamente in modo immediato. Ma a differenza di altri tipi di cucina, grazie alle manopole dei fornelli si può avere una regolazione continua.

Inoltre la cucina a gas permette meno sprechi rispetto ad altre soluzioni, perché garantisce una minore dispersione del calore: quando la manopola viene posizionata su off, immediatamente il calore non si propaga più e ciò ci consente di non dover togliere subito dal fuoco la nostra pentola.

Gas o induzione?

Cominciamo con i vantaggi della cucina a gas. La cucina a gas, ad esempio, ci permette di raggiungere con rapidità estrema, praticamente vicina all’immediatezza, la temperatura necessaria affinché i nostri cibi possano cuocersi. Cosa che la cucina elettrica non fa. La cucina a gas, inoltre, permette, grazie ai pomelli regolatori di temperatura ed intensità della fiamma, posti o lateralmente o frontalmente, di ottenere una vasta gamma di regolazioni.

La cucina elettrica, solitamente, consente solamente sei posizione fisse. Un altro vantaggio della cucina a gas è il fatto che non necessità di pentole particolari, che abbiano un fondo completamente piatto. A differenza della cucina elettrica che, invece, non funziona alla perfezione se non viene utilizzato del pentolame con un fondo perfettamente piatto.

Le piastre a gas, poi, sono molto più economiche di quelle elettriche, che solitamente sono realizzate in acciaio inox ed hanno dei costi sensibilmente più elevati rispetto alle colleghe a gas. Il gas, inoltre, costa molto di meno di quanto ci può costare la corrente elettrica: e questo lo andiamo ad appurare confrontando le bollette di cucine a gas e di cucine elettriche, dove le seconde raggiungono prezzi molto più alti rispetto alle prime.
Ma veniamo agli svantaggi.

La cucina elettrica senza alcun dubbio è molto più sicura di quella a gas. Un altro svantaggio ci arriva dalla pulizia delle piastre. Le piastre elettriche sono molto più facile da tenere pulite: comportano meno fatiche con risultati nettamente migliori, anche senza l’utilizzo di prodotti detergenti chimici.

Le piastre a gas, invece, sono spesso molto difficili da pulire e comportano molta più fatica. La stessa cosa vale per i forni elettrici, più facili da pulire rispetto a quelli a gas, grazie alla funzione auto pulente che molti forni moderni hanno. Inoltre, i forni elettrici permettono una cottura nettamente migliore rispetto a quelli a gas.

Leggi anche: Migliori piani cottura a induzione e Migliori piani cottura a gas.

Come scegliere il piano cottura giusto

Nei paragrafi precedenti, vi abbiamo descritto come deve essere composta una cucina a gas, quali caratteristiche possiede e quali sono le differenze sostanziali tra la cucina a gas e quella elettrica, con i vantaggi e gli svantaggi di entrambi i modelli. In questo paragrafo, invece, vogliamo darvi dei consigli utili per poter scegliere la cucina più adatta alle vostre esigenze.

Innanzitutto, dovete considerare se è meglio per voi acquistare una cucina a gas oppure una cucina elettrica. La prima è consigliabile nel caso in cui siate abituati a cucinare moto durante la giornata: in questo modo risparmierete molti soldi sulla bolletta mensile rispetto a quanto spendereste se, invece, usaste una cucina elettrica, dai prezzi sensibilmente più elevati.

La cucina a gas può essere un’ottima soluzione anche se non volete dover cambiare tutto il vostro pentolame: come detto in precedenza, infatti, per le cucine elettriche servono delle pentole dal fondo completamente piatto, mentre per la cucina a gas non servono particolari precauzioni per la vostra batterie di pentole.

Passiamo poi al design. Sicuramente, la cucina elettrica, dal punto di vista estetico e visivo, è nettamente migliore rispetto a quella a gas. Anche se i recenti modelli di cucina a gas sono stilisticamente molto eleganti. La cucina elettrica è molto più “esclusiva” e permette di avere una linea molto più particolare rispetto alla versione a gas. Dal punto di vista della facilità di pulizia, pulire una cucina elettrica è molto più veloce rispetto alla pulizia, e anche alla fatica, che necessita una cucina a gas. Se non avete molto tempo da dedicare alla pulizia della vostra cucina e se non amate utilizzare troppi detergenti chimici per la pulizia del piano cottura, sicuramente una cucina elettrica è quello che fa per voi: basta un panno e niente detersivi è il gioco è fatto.

Dove acquistarlo

Dopo aver deciso quale modello di cucina, a gas oppure elettrica, vogliamo acquistare e dopo aver dato un’occhiata alle proposte delle maggiori case di produzione (che potete vedere in una selezione nel prossimo paragrafo, l’ultimo di questa guida), dobbiamo sapere dove recarci per poter acquistare una cucina a gas. Innanzitutto, se avete già scelto una marca che propone un modello di cucina a gas che volete acquistare, potete controllare sul sito internet del marchio scelto se esiste una sezione dedicata ai luoghi dove tali prodotti vengono venduti e commercializzati: così saprete con esattezza quali negozi o quali grandi catene di elettrodomestici trattano il prodotto scelto e potrete andare a colpo sicuro senza perdere troppo tempo nella ricerca del negozio che vende proprio quel modello.

Un altro luogo dove poter acquistare la vostra cucina a gas sono i rivenditori di elettrodomestici e anche di mobili, nel caso trattino proprio il reparto cucina: ce ne sono molti in tutta Italia e il vantaggio nell’acquistare in questi luoghi è il fatto che il personale è specializzato in questo campo e può esservi di molto aiuto. Se volete una scelta molto più ampia, allora potrete decidere di recarvi in una delle tante catene di negozi di elettrodomestici presenti nel nostro paese: ce ne sono davvero molte e le proposte spesso sono sempre le stesse, sia per marchio sia per modello. Anche in questo caso potrete contare su del personale altamente specializzato, nel caso sia presente in negozio, che potrà consigliarvi e darvi tutti i dettagli necessari per poter fare degli acquisti intelligenti e mirati alle vostre esigenze.

Anche internet può essere una soluzione, a nostro parere non così valida come per altri prodotti. Esistono dei siti online che vi permettono di confrontare i vari prezzi dei modelli delle maggiori marche: in questo modo potrete anche farvi un’idea sulla spesa che andrete ad affrontare se sceglierete questo o quel modello. Alcuni siti vi consentono anche di fare acquisti online: in questo caso, però, dovrete anche mettere in conto le spese di spedizione previste per il prodotto scelto.

Piani Cottura in Offerta

Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un servizio gratuito che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo. Leggi le opinioni di chi ha provato il servizio.

I dati inseriti saranno gestiti nel pieno rispetto del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e non ceduti a terzi.

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.