Migliori Porte Blindate

di

Classifica, Recensioni e Offerte delle Migliori Porte Blindate sul mercato selezionate dalla nostra redazione per sicurezza, certificazioni, tecnologia costruttiva, serratura antiscasso, telaio, marca e prezzo.

Classifica e Recensioni delle Migliori Porte Blindate

Tabella comparativa

Modello Installazione Classe di sicurezza Isolamento acustico (dB)
Dierre Synergy Indoor Interna 3 45
Dibi Drago 30 Interna 3 36
Metalnova Serie Stealth  Interna / Esterna 4 40
Okey Porte TAG Star HP Esterna 4 42
Gardesa Porta Venice Esterna 4 46
Oikos Tekno - HTL Interna / Esterna 3 43

Dierre Synergy Indoor

Dierre Synergy Indoor è una porta blindata domestica per interni, il cui rivestimento può essere scelto in diverse varianti di legno impiallacciato oppure in materiale melaminico.

Selezionata dalla nostra redazione nella classifica delle migliori porte blindate domestiche sul mercato, questa proposta dalla ditta italiana Dierre è in buona posizione soprattutto per la sicurezza offerta: la porta è infatti in Classe di sicurezza 3, ma a richiesta è disponibile anche nella massima classe, la 4.

Nella nostra comparazione registriamo delle buone prestazioni anche in termini di isolamento termoacustico: si tratta di un modello a 1 anta costruito in acciaio e legno capace di un isolamento acustico pari a 45 dB, con una trasmittenza termica -ossia il grado di isolamento da caldo o freddo- equivalente a 1,4 W/m²K.

Altre caratteristiche interessanti da inserire in questa recensione sono la serratura del tipo cilindro e ingranaggi a doppia mappa Lock Trap System con piastra e nottolino antitrapano e il limitatore di apertura a catenella.

Dibi Drago 30

Dibi Drago 30 è una porta blindata domestica omologata EI1 20 – EI2 30, se equipaggiata con l’apposito chiudiporta superiore.

In entrambe le configurazioni, comunque, questo prodotto dell’azienda italiana Dibi è resistente a fumo e fuoco per un tempo massimo di 30 minuti.

Il prodotto si caratterizza per l’elevato grado di protezione da tentativi di intrusione, e secondo la nostra opinione è una buona scelta per chi necessita di una porta blindata domestica da interni che garantisca una certa sicurezza: secondo le normative vigenti, infatti, è in Classe di sicurezza 3.

Il modello rappresenta una buona soluzione anche per le prestazioni di isolamento sia acustico (fino a 36 dB) che termico: seconda del pannello di rivestimento con cui viene equipaggiata, può raggiungere valori fino a 1,13 W/m²K.

La struttura presenta un telaio in lamiera 20/10 con guarnizione antifuoco e antifumo, un controtelaio in acciaio di spessore 20/20 con 12 zanche di ancoraggio, il guscio di protezione per la serratura in lamiera 30/10 e l’anta in acciaio e lamiera zincata con spessore totale 30/10.

Alta 210 centimetri, Dibi Drago 30 è disponibile nelle larghezze standard di 80, 85 o 90 centimetri, e può essere equipaggiata con serratura di sicurezza a cilindro europeo in acciaio antitrapano con 1 chiave da cantiere, 5 chiavi e card per la copia, oppure con cilindro europeo Mul-T-Lock.

Metalnova Serie Stealth

Proseguiamo la nostra recensione delle migliori porte blindate domestiche sul mercato con Metalnova Serie Stealth.

Il modello nasce da un’altra azienda italiana, e trova un buon posto in classifica: si tratta di una linea di porte blindate che caratterizzata dal design moderno ed elegante.

Linee pulite e colori omogenei per una collezione di porte blindate a filo: battente, telaio e parete si trovano sulla stessa linea, per una sensazione di continuità e robustezza, con finiture di rivestimento altamente personalizzabili.

Disponibili in dimensioni standard dall’altezza di 200 o 210 centimetri per larghezze di 80, 85 e 90 centimetri, queste porte blindate domestiche sono disponibili anche in misure personalizzate e possono essere progettate sia per interni che per esterni.

Le prestazioni sono al top di categoria, e nella versione da esterno raggiungono la Classe 4 come parametro di anti-effrazione grazie a 14 punti di chiusura, cilindro a doppia vita e 4 rostri antistrappo.

Nello specifico, il cilindro permette, in caso di smarrimento della chiave, di annullare il funzionamento della stessa: da quel momento sarà utilizzabile solo con la seconda serie di chiavi in dotazione, mentre le serrature sono in grado di bloccare i pistoni di chiusura se viene rilevata la manomissione o la rottura del cilindro.

Metalnova Serie Stealth può essere equipaggiata con una serratura elettromeccanica che permette di eliminare l’uso delle chiavi, e comanda l’apertura della porta blindata in 4 differenti modi: da smartphone, con riconoscimento di impronta digitale, attraverso un codice inserito da tastierino numerico o utilizzando un trasponder di prossimità.

Anche le prestazioni di isolamento termoacustico sono all’altezza, riuscendo a garantire un abbattimento acustico di 40 db e valori di trasmittanza termica fino a 1,25 W/m²K, con resistenza a vento e acqua in Casse 5 e permeabilità all’aria in Classe 4.

Okey Porte TAG Star HP

Okey Porte TAG Star HP è una porta blindata domestica interamente Made in Italy, con prestazioni antieffrazione in Classe 4. Isolamento acustico pari a 42 dB e 1,1 W/m2 K di trasmittanza termica.

Un altro prodotto di massima sicurezza selezionato dalla nostra redazione per questa comparazione, che presenta una lastra in acciaio spessa 3 millimetri sulla superficie esterna con battente in acciaio elettrozincato e sistema di isolamento termoacustico all’interno.

Proposta in diverse configurazioni, questa porta blindata domestica è fra le migliori sul mercato, secondo la nostra opinione, anche per l’ampia scelta di dispositivi di sicurezza e varianti offerte.

In dotazione su tutti i modelli, troviamo un sistema di accoppiamento tra telaio e contro telaio a 8 zanche con doppia registrazione, lo spioncino grandangolare, lama parspiffero, cerniere in acciaio regolabili su ogni asse, 4 chiavistelli e 4 ganasce rotanti.

Il prodotto è disponibile sia nelle dimensioni standard che in misure personalizzate, ed offre la possibilità di scegliere tra 4 differenti sistemi di chiusura, a cilindro e con sistema di duplicazione della chiave.

Una caratteristica interessante da segnalare in questa recensione, la possibilità di equipaggiare Okey Porte TAG Star HP con una serratura supplementare da abbinare al cilindro principale.

In questo modo, è possibile affidare una copia della chiave ad altre persone, come una donna delle pulizie ad esempio, per permetterle di entrare normalmente; quando si desidera una maggiore privacy, o si è fuori per le vacanze, è possibile con il sistema Omega 300 bloccare il cilindro principale tramite una serratura supplementare, così da non lasciare entrare le persone munite della sola chiave di ingresso principale.

La porta blindata domestica da esterno proposta dall’ azienda piemontese Okey è disponibile anche in versione “HH”, con rostri anti scardinamento, cerniere a scomparsa registrabili e apertura dell’anta fino a un angolo di 95°.

Gardesa Porta Venice

Gardesa Porta Venice a 1 anta garantisce un isolamento acustico molto elevato, fino a 46 dB, e valori di trasmittanza termica fino a 1,1 W/m²k: si tratta di prestazioni di tutto rispetto, per un prodotto consigliato dalla nostra redazione a chi esige anche i massimi livelli di sicurezza.

Questa porta blindata domestica arriva infatti a prestazioni antieffrazioni di Classe 4, vale a dire il massimo stabilito dalle severe norme italiane ed europee.

Dotata di serratura europea a cilindro con Defender di sicurezza, questa porta blindata da esterni punta tutto sulla qualità delle componenti, come ad esempio la gamma di pomoli e maniglie a disposizione dell’italiana Valli&Valli.

Le differenti configurazioni tra cui è possibile scegliere prevedono profili carena in alluminio e coprifili in legno, o pannello a sormonto e battente a filo con lo stipite, per la massima pulizia delle linee, nella configurazione TOP che secondo il nostro parere ben si adatta ad ambienti moderni ed eleganti.

Gardesa Porta Venice, nella sua versione più alta può essere configurata con 16 punti di ancoraggio e, per una maggiore sicurezza, il sistema SCLAK, che permette l’apertura della porta da smartphone e rende possibili il controllo la condivisione delle chiavi di accesso agli ospiti.

Oikos Tekno – HTL

Oikos Tekno – HTL, è una porta blindata domestica rasomuro con cerniere a scomparsa che secondo la nostra opinione è una buona scelta per chi desidera un buon grado di sicurezza, senza rinunciare a un design pulito e ricercato.

Le prestazioni di questa porta blindata sono infatti elevate: Classe 3 di protezione antieffrazione, isolamento acustico pari a 43 dB e 1,6 W/m²k di trasmittanza termica, valore che può essere ulteriormente migliorato grazie al kit termico disponibile come optional.

La versatilità di questo prodotto la ritroviamo anche nei Kit che migliorano a richiesta la permeabilità ad aria, acqua e vento nella versione da esterni, mentre per la variante da interni è disponibile il Kit che migliora la resistenza a fuoco e fiamme.

Un prodotto che la nostra redazione ha inserito nella classifica delle migliori porte blindate domestiche sul mercato quindi, per la sua versatilità, a fronte di prestazioni di tutto rispetto, e con un’ampia scelta di varianti nel design.

Oikos Tekno – HTL è infatti disponibile nelle versioni ad anta unica o a due ante con fianco luce, sulle quali è possibile montare 6 diversi pannelli di rivestimento a settori orizzontali, con in più la possibilità di inserire una fascia in acciaio all’altezza della maniglia.

Tra gli optional di sicurezza, troviamo il transponder di prossimità per l’apertura automatica integrabile con card magnetica, il tastierino numerico sul quale impostare una combinazione di sicurezza, la carta magnetica con tecnologia RFID (la stessa delle carte di credito), o il sistema Kit 3 Admin Cards composto da tre diverse carte a disattivazione progressiva.

Offerte Porte Blindate

Come scegliere una Porta Blindata di qualità

A cosa serve una porta blindata

L’uso di una porta blindata nasce dall’esigenza di difendere i nostri appartamenti o le nostre case da tentativi di intrusione da parte di ladri. La loro infallibilità non è certificata, nel senso che, al giorno d’oggi, i malviventi riescono a “oltrepassare” ogni ostacolo. È pur vero che è una prevenzione necessaria ad eventuali furti. Lo scasso di questo tipo di porte, infatti, non è semplice. Le porte blindate sono dotate tecnicamente di “chiusure antieffrazione”. Inoltre sono molto robuste a prova di tentativi di abbattimento.

Ad ogni modo se solidità e robustezza costituiscono requisiti fondamentali per una porta blindata, al tempo stesso non sono gli unici! Le aziende produttive devono fare, infatti, ad una normativa europea che classifica le chiusure antiscasso, stabilendo caratteristiche comuni e fissando quali test devono superare le porte prima di essere pronte al commercio. Il superamento di questi test, quindi, determina la porta blindata. Le prove sono di resistenza, e il loro superamento garantisce alla porta di rientrare a tutti gli effetti nella categoria europea delle chiusure antiscasso.

Ma non finisce qui! Nel corso degli anni vengono effettuati controlli periodici alle aziende produttrici, in cui vengono controllate la conformità dei prodotti di serie rispetto al test iniziale sulla porta. Nessuna porta è, per così dire, “inespugnabile”, ma ciò che si vuole mettere in evidenza con queste prove è la resistenza e la difficoltà, in base a robustezza e tempi di scasso, di aprire la stessa porta. I test che vengono effettuati sono tre. Ciò che viene messa sotto esame è la resistenza. Le prove, quindi, ricreano ipotetici tentativi di scasso da parte di un ladro.

  • Sotto carico statico
    Prova che consiste nel posizionare nei diversi punti della porta dei pesi che vanno da 300 a 1500 chilogrammi.
  • Sotto carico dinamico
    È una prova d’urto. La porta è soggetta ad una serie di colpi che simulano il tentativo da parte di un ladro di sfondarla.
  • Tentativo manuale
    Prova che consiste nel cercare di aprire la porta con scasso. Un tentativo, tra i più diffusi, che si focalizza sulla serratura. Questa prova dura da 3 a 20 minuti in base alla porta.

Come è fatta una porta blindata

La porta blindata deve essere costituita da elementi fondamentali. L’anta è, infatti, solitamente rivestita in legno molto pregiato: noce, mogano, rovere douglas. Come per le persiane blindate, molto importante è il suo rivestimento interno. È ciò che garantisce alla porta la sua robustezza. L’anima in acciaio manganese garantisce sicurezza essendo un materiale antiscasso ed antitrapano.

Arricchita da bande tubolari orizzontali e verticali, che ne impediscono e ne attenuano eventuali tentativi di sfondamento da parte di un ladro. Ma a ciò si aggiungono il perimetro dell’anta, anch’esso rivestito in acciaio e fatto in modo che il suo ancoraggio sia perpendicolare alla “cornice” della porta attaccata al muro!

Altri elementi importanti sono i rostri e i punti laterali di chiusura, che sono collegano alla serratura e che possono essere disposti, su tutta la superficie della porta dall’alto, al basso.  C’è da dire che completano il quadro generale di una buona porta blindata elementi accessori indispensabili: lo spioncino per vedere all’esterno, ed il catenaccio che permette un’apertura della porta di pochi centimetri, senza appunto aprila totalmente.

Un elemento che costituisce un surplus sono i dispositivi elettronici che rilevano con un suono ogni tentativo di scasso della porta. Alcuni elementi o caratteristiche che compongono una porta blindata sono:

  • Telaio
  • Controtelaio e zanche
  • Battente
  • Rostri fissi
  • Cerniere
  • Coibentazione anti-incendio
  • Lama paraspiffero
  • Limitatore di apertura
  • Serratura e chiavistelli mobili
  • Rivestimenti

Ogni azienda deve fare riferimento alle normative europee. Ognuna di esse, poi, può dotare le proprie porte di caratteristiche che ne aumentano, la sicurezza, la tecnologia o il lato estetico. I materiali usati, ad ogni modo, sono pregiati e di ottima qualità. Occhio alle brochure informative fornite dalle aziende, di solito ci sono descrizioni dettagliate sul prodotto!Le porte blindate, dal punto di vista del rispetto del consumatore, molto buono.

Serratura e chiavi per porte blindate

La serratura è l’elemento che chiude e comanda i rostri laterali della porta. Deve essere anch’essa resistente ed antiscasso. Meglio, infatti, che essa sia rivestita da una piastra di acciaio manganese per essere antiscatto e antitrapano. I tipi di serratura più diffusi sono quelle a cilindro (europeo), oppure è utilizzata quella a leve. Le serrature a cilindro sono le più diffuse, hanno chiavi piccole e poco ingombranti. Le porte dotate di questa serratura non sono facili da scassinare.

I prezzi per una serratura a cilindro europeo variano da 100 a 300 euro. Le serrature a leve, invece, hanno un tipo di chiave più grande, ma sono meno resistenti. Anche in questo caso ci sono delle norme europee che stabiliscono la qualità e la resistenza delle serrature: sono la Uni En 1303 per le serrature a cilindro e la 12209 per le serrature a doppia mandata. Molto importante è l’uso delle chiavi che devono essere duplicabili solo dal produttore. Con una richiesta dove figuri il codice personale del cliente.

Anche se per dire la verità, al giorno d’oggi, ciò avviene raramente e si sopravvaluta questa disposizione. Molto spesso i duplicati delle chiavi sono eseguibili, in una qualsiasi ferramenta. Questi esercizi commerciali, infatti, sono abilitati alla duplicazione delle chiavi, e con la diffusione della porta blindata si sono adeguati e fanno su richiesta duplicati delle suddette chiavi. Il fenomeno è da rintracciare nell’esigenza di avere una propria chiave per ogni membro della famiglia, oppure nel sempre più diffuso affitto di appartamenti a terzi.

Se in effetti è una comodità, dall’altro se pensiamo alla legge e alle disposizioni in merito non sarebbe legale, o comunque costituirebbe un rischio da non sottovalutare per i proprietari.  Anche la cronaca del nostro paese negli anni ci ha sottoposto casi di rapina in cui i ladri erano riusciti ad ottenere duplicati delle chiavi da basisti o persone che avevano una copia delle stesse.

Leggi anche: Classifica e recensioni delle migliori serrature per porte blindate.

Tipologie di porte blindate

I seguenti sono tipi di porte tipicamente usati nelle abitazioni:

  • Porte di legno massiccio
  • Porte a pannelli (vuote e con il nucleo in legno massiccio)
  • Porte rivestite di metallo coi bordi in legno
  • Porte di legno con bordi di metallo

Di solito, gli infissi delle porte sono di legno massiccio. Le porte delle abitazioni spesso contengono legno.

Classi di sicurezza

Le porte blindate sono divise in “classi”, a seconda del loro grado di resistenza ai tentativi d’effrazione; le norme denominate Uni Env 1627 e successive, suddividono le porte blindate in sei classi, in ordine crescente per grado di resistenza, a seconda del meccanismo di chiusura e dell’isolamento termoacustico, oltre ad altre caratteristiche. Tutte le porte blindate sono sottoposte a prove specifiche per valutarne la classe di appartenenza; solitamente, nel rispetto delle norme europee, le porte blindate sono sottoposte a questi test:

  • resistenza al carico statico;
  • resistenza al carico mobile;
  • resistenza al carico manuale.

Queste prove non sono altro che una simulazione di un tentativo di effrazione, condotta da macchinari ad hoc, grazie ai quali è possibile stabilire la classe di appartenenza della porta blindata. Sul sito dell’Unione Costruttori Chiusure Tecniche è possibile controllare nello specifico ogni classe di resistenza delle porte blindate:

  • Classe 1
    Può resistere al tentativo di effrazione di un ladro inesperto, senza l’ausilio di alcuna strumentazione ma con la sola forza fisica; è adatta a case con basso rischio di effrazione, o comunque contenente materiale di scarso valore economico;
  • Classe 2
    Può resistere all’intrusione di un ladro inesperto, con l’ausilio di un’attrezzatura semplice (cacciavite, tenaglia, …); porta blindata comunemente usata per case con moderato rischio di effrazione, o per un ufficio o un magazzino con merce di modesto valore;
  • Classe 3
    Può resistere al tentativo di effrazione di uno scassinatore provvisto di una strumentazione manuale adeguata (cacciavite e piede di porco); questa porta blindata è utilizzata principalmente per case non eccessivamente isolate, per un ufficio o per un magazzino con merce di valore;
  • Classe 4
    Può resistere al tentativo di effrazione di un ladro esperto, con l’ausilio di strumentazione manuale sofisticata (seghe manuali, accette, martelli, persino scalpelli e trapani a batteria); questa porta è utilizzata principalmente in banche, negozi con merce di valore (come orologerie), case con elevato rischio di effrazione.
  • Classe 5
    Può resistere al tentativo di effrazione di un ladro esperto provvisto di strumentazione elettrica (seghe elettriche, mole, trapano, …); questa classe di porta blindata è utilizzata principalmente a protezione di un ambiente militare, negozi con merce di elevato valore (come una gioielleria), banche, ambasciate e consolati;
  • Classe 6
    Più sicura in assoluto, può resistere al tentativo d’intrusione di uno scassinatore esperto, con l’ausilio di una strumentazione elettrica ad alta potenza; questo genere di porta blindata, molto costosa, è utilizzata prevalentemente per banche, negozi con merce di elevato valore (come, ad esempio, una gioielleria), un ambiente militare, ambasciate, in una centrale nucleare.

Le classi più comunemente utilizzate per la protezione di case e ville sono la n. 2 e 3; queste due categorie offrono una buona protezione contro l’intrusione del ladro comune. Se l’abitazione è una villa signorile, contenente merce di alto valore, è preferibile utilizzare una porta blindata classe 4;

questa porta blindata, comunemente usata da banche e orologerie, può essere la scelta ideale per proteggere la vostra casa da uno scassinatore esperto; queste sono solo alcune delle considerazioni necessarie, bisogna valutare anche altri fattori di rischio, come il livello di criminalità della zona, il suo isolamento, il tempo necessario per la polizia di arrivare sul luogo; per questo motivo è meglio essere seguiti da un esperto in materia, al fine di scegliere la soluzione ottimale per la vostra abitazione.

Certificazioni europee

La certificazione della porta blindata è necessaria, ma al tempo stesso è una garanzia per l’acquirente che sa di poter spendere bene i propri soldi per un prodotto garantito e di qualità. Come detto c’è una normativa di riferimento. Proprio per questo scegliere porte blindate che rispondano ai termini stabiliti dalla legge è molto importante. Le certificazioni sono quattro, si riferiscono ad altrettante norme, ogni produttore deve essere in grado di fornirle ai propri clienti:

  • UNI ENV 1627
  • UNI ENV 1628
  • UNI ENV 1629
  • UNI ENV 1630

Quanto costa una porta blindata?

Spendere per la propria sicurezza è certamente un qualcosa che non si deve sottovalutare. È ovvio che le esigenze di ogni singolo consumatore sono diverse, e che, le proposte delle aziende produttrici sono tante. Importante è non lasciarsi ingannare. Ricordatevi le norme di riferimento europeo, pertanto esigete la certificazione delle porte. I cosi di una porta blindata sono vari e comunque comprensivi di più fattori che ne definiscono il prezzo. Orientativamente il costo di una porta blindata si aggira a partire da 700 – 900 euro più il costo della serrature dai 90 ai 300 euro.

A questo prezzo bisogna includere il montaggio, l’eventuale tinteggiatura della parete ed eventuale rimozione della vecchia porta. È bene definire con il rivenditore nel contratto tutti questi singoli punti per non avere sorprese! Altri fattori che determinano il prezzo possono essere il materiale (legno o altro) usato per l’anta, il rivestimento interno, eventuali barre orizzontali e verticali.  Le piastre antitrapano non devono essere solo sulla porta, ma controllare che ve ne sia una integrata alla serratura. Il prezzo sale, poi, se la porta integra dispositivi elettronici.

Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un servizio gratuito che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo. Leggi le opinioni di chi ha provato il servizio.

I dati inseriti saranno gestiti nel pieno rispetto del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e non ceduti a terzi.

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.